Riformatore nazionale

Riformatore nazionale



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel 1860, due membri della Sheffield Secular Society, Charles Bradlaugh e Joseph Barker, fondarono un nuovo giornale chiamato The riformatore nazionale. Bradlaugh e Barker credevano che la religione stesse bloccando il progresso e sostenevano quello che chiamavano un laicismo ateo. Il giornale sosteneva tutta una serie di riforme tra cui il suffragio universale e il repubblicanesimo.

Le vendite del riformatore nazionale raggiunse 5.000 ma nel 1861 Joseph Barker lasciò il diario perché non era d'accordo con la difesa del controllo delle nascite di Bradlaugh. Bradlaugh si ammalò nel 1863 e John Watts divenne il nuovo editore. Charles Bradlaugh tornò nel 1866 e poco dopo contribuì a formare la National Secular Society.

Nel 1874 incontrò Annie Besant, membro della Secular Society di Londra e sostenitrice dei diritti delle donne. Bradlaugh ha reclutato Besant per lavorare sul riformatore nazionale, e negli anni successivi scrisse una serie di articoli sul matrimonio e lo status politico delle donne. Negli anni 1880 Edward Aveling contribuì anche con un gran numero di articoli sulla scienza e la religione.


Riforma

Il Riforma (in alternativa chiamato the riforma protestante o il Riforma europea) [1] è stato un movimento importante all'interno del cristianesimo occidentale nell'Europa del XVI secolo che ha posto una sfida religiosa e politica alla Chiesa cattolica e in particolare all'autorità papale, derivante da quelli che erano percepiti come errori, abusi e discrepanze da parte dei cattolici Chiesa. La Riforma fu l'inizio del protestantesimo e la scissione della Chiesa occidentale in protestantesimo e quella che oggi è la Chiesa cattolica romana. È anche considerato uno degli eventi che segnano la fine del Medioevo e l'inizio dell'età moderna in Europa. [2]

Prima di Martin Lutero, c'erano molti movimenti di riforma precedenti. Sebbene si ritenga generalmente che la Riforma sia iniziata con la pubblicazione del Novantacinque tesi da Martin Lutero nel 1517, non ci fu scisma tra la Chiesa cattolica e il nascente Lutero fino all'Editto di Worms del 1521. L'editto condannava Lutero e vietava ufficialmente ai cittadini del Sacro Romano Impero di difendere o propagare le sue idee. [3] La diffusione della stampa di Gutenberg fornì i mezzi per la rapida diffusione di materiale religioso in volgare. Lutero sopravvisse dopo essere stato dichiarato fuorilegge grazie alla protezione dell'elettore Federico il Saggio. Il movimento iniziale in Germania si diversificò e sorsero altri riformatori come Huldrych Zwingli e John Calvin. Gli eventi chiave del periodo includono: Dieta di Worms (1529), formazione del ducato luterano di Prussia (1525), Riforma inglese (1529 in poi), Concilio di Trento (1545–63), Pace di Augusta (1555), la scomunica di Elisabetta I (1570), l'Editto di Nantes (1598) e la Pace di Westfalia (1648). Il Controriforma, chiamato anche il Riforma cattolica o il Revival cattolico, fu il periodo delle riforme cattoliche avviate in risposta alla Riforma protestante. [4] La fine dell'era della Riforma è controversa.


Il salotto di un riformatore

Per Lucy, Josiah e Margaret Caldwell - e per molte persone della classe media e benestanti a metà dell'800 - un salotto come questo era il centro della vita religiosa e sociale della famiglia. La sua stufa calda, i mobili confortevoli, le lampade e l'abbondanza di beni fornivano un ambiente ideale per una vita domestica che alimentasse "buoni costumi e abitudini stabili".

Il salotto dei Caldwell era anche un centro per l'attività antischiavista nella comunità. Qui Lucy tenne riunioni della Ipswich Female Anti-Slavery Society, uno dei tanti gruppi organizzati negli anni '30 dell'Ottocento per lavorare per l'abolizione immediata della schiavitù.


Storia della disabilità: riforma educativa

Esterno dell'edificio dell'Ufficio Volta.

Foto di Jonathan Coffey (CC BY-NC-ND-2.0 https://www.flickr.com/photos/decaf/769539941)

L'istruzione per le persone con disabilità si è sviluppata in un'era modellata dalla guerra civile, dall'abolizione e dalle scoperte scientifiche. Questi eventi hanno avuto un impatto sull'istruzione e sui riformatori che hanno spinto per questo. La riforma dell'istruzione per le persone con disabilità nel 1800 è stata una reazione all'assenza di opportunità educative per queste popolazioni.

Vari luoghi storici sono associati alla riforma dell'istruzione e al modo in cui la società americana ha insegnato e insegna alle persone con disabilità. La Gallaudet University, originariamente chiamata National Deaf Mute College, aprì nel 1864 a Washington DC. I famosi architetti Olmsted, Vaux & Co. hanno progettato Gallaudet. Questa era e continua ad essere l'unica università americana specificatamente per non udenti (sebbene il National Technical Institute for the Deaf sia un college che serve anche persone sorde). Gallaudet ha contribuito ai diritti della comunità dei non udenti nel 21° secolo. Leggi l'articolo sul Movimento per i diritti dei disabili per maggiori informazioni.

Samuel Gridley Howe e Alexander Graham Bell furono tra i due promotori della riforma dell'istruzione per le persone con disabilità nel 1800. Hanno anche aiutato a ricercare cause e possibili cure per determinate condizioni. Nel 1832, Howe aprì la Perkins School for the Blind in Massachusetts. Prima scuola per ciechi negli Stati Uniti, la Perkins Institution (come si chiamava allora) applicava tecniche ispirate ai modelli europei. Howe ha sviluppato un sistema di lettere in rilievo per la lettura da parte dei non vedenti. Questo formato di lettura è stato utilizzato fino a quando il Braille è entrato nell'uso comune alla fine del 1800. Howe ha anche lavorato con studenti sordi, sebbene si opponesse alla lingua dei segni come metodo di comunicazione. Preferiva invece insegnare la lettura labiale e la comunicazione orale, un metodo noto come oralismo. Sia Howe che Alexander Graham Bell preferirono questo metodo di comunicazione, che si sarebbe rivelato controverso negli anni successivi. Howe ha lavorato con studenti famosi tra cui Laura Bridgman e Helen Keller.

Keller ha incontrato Howe tramite Alexander Graham Bell. Bell, l'inventore del primo telefono nel 1876, sostenne l'apprendimento di Keller. Bell ha anche lavorato come formatore vocale. Nel 1887 fondò il Laboratorio Volta. Il Laboratorio fungeva da centro di informazione per le persone sorde e con problemi di udito. Ha sostenuto "l'aumento e la diffusione delle conoscenze relative ai non udenti". Ha anche lavorato con un'organizzazione che oggi è conosciuta come Alexander Graham Bell Association for the Deaf.

Come alcuni medici e politici dell'epoca, Bell sostenne l'eugenetica come mezzo per eliminare le disabilità. L'eugenetica era l'errata convinzione che il controllo della genetica potesse migliorare la razza umana. Sebbene ci fossero molti che si opponevano all'eugenetica, sfortunatamente c'erano molti sostenitori a favore di essa a partire dal 1800. Gli argomenti a favore e contro l'eugenetica persistettero fino al 1900. Il sostegno all'eugenetica ha influenzato molti ambiti, inclusa l'istruzione.

Esterno della scuola di formazione statale del Montana.

Foto di Kate Hampton, dal National Register of Historic Places Nomination.

Il distretto storico della Montana State Training School condivide parte di questa difficile storia associata all'eugenetica. Costruita negli anni '10, questa scuola finanziata dallo stato forniva istruzione, cure e alloggi residenziali per bambini con disabilità intellettive. I medici della Montana State Training School hanno anche praticato la sterilizzazione forzata, o la rimozione della propria capacità di avere figli, su alcuni pazienti. Questa era purtroppo una pratica comune nei primi anni del 1900. Tra la metà e la fine del 1900, attivisti e politici spinsero per chiudere queste scuole e programmi. Hanno sostenuto per nuovi tipi di cura, trattamento e istruzione.

Le opportunità educative per le persone con disabilità si sono trasformate nel XX e XXI secolo in gran parte a causa della legislazione federale. L'Education of all Handicapped Children Act del 1975 e i suoi emendamenti garantivano l'istruzione pubblica gratuita per tutti gli studenti con disabilità. I quattro scopi di PL 94-142 erano (1) "assicurare che tutti i bambini con disabilità abbiano a loro disposizione ... un'istruzione pubblica gratuita appropriata che enfatizzi l'istruzione speciale e i servizi correlati progettati per soddisfare i loro bisogni", (2) "assicurare che i diritti dei bambini con disabilità e dei loro genitori... sono protetti", (3) "assistere gli stati e le località a provvedere all'istruzione di tutti i bambini con disabilità" e (4) "valutare e assicurare l'efficacia degli sforzi per educare tutti i bambini con disabilità." Nel 1990, l'Individuals with Disabilities Education Act (IDEA) ha sostituito la PL 94-142. Gli emendamenti a IDEA hanno continuato ad assistere gli studenti con disabilità in una varietà di aule. Come ha descritto il Dipartimento dell'Istruzione, "Mentre la legge pubblica 94-142 ha lanciato una sfida nazionale per garantire l'accesso all'istruzione a tutti i bambini con disabilità, gli emendamenti del 1997 a IDEA hanno articolato una nuova sfida per migliorare i risultati per questi bambini e le loro famiglie... IDEA è stato un catalizzatore primario per i progressi a cui abbiamo assistito”. [2]

Questo articolo fa parte della serie sulla storia della disabilità di Raccontare tutti gli americani. La serie si concentra sul raccontare storie selezionate attraverso luoghi storici. Offre uno sguardo sulla ricca e variegata storia degli americani con disabilità.


Prime scuole pubbliche

Le prime scuole pubbliche negli Stati Uniti presero la forma di "scuole comuni", che dovevano servire individui di tutte le classi sociali e religioni.

Obiettivi formativi

Descrivi il sistema scolastico pubblico di inizio Ottocento

Punti chiave

Punti chiave

  • Il riformatore educativo Horace Mann promosse "scuole comuni" controllate a livello locale, spesso di una stanza, in cui i bambini di tutte le età e classi venivano insegnati insieme. Le scuole comuni erano una delle prime forme di scuole pubbliche negli Stati Uniti, erano gratuite e aperte a tutti i bambini bianchi, che generalmente la frequentavano dai sei ai quattordici anni.
  • Le scuole erano finanziate dalle tasse locali e supervisionate da un consiglio scolastico locale eletto.
  • I bambini in genere imparavano a leggere, scrivere, aritmetica, storia, geografia e matematica.
  • I sistemi di valutazione variavano ampiamente, ma la maggior parte delle scuole aveva una qualche forma di recitazione di fine anno.

Parole chiave

  • Orazio Mann: Un riformatore dell'istruzione americano (4 maggio 1796-2 agosto 1859) a cui è attribuita la creazione del sistema scolastico comune.
  • Consiglio scolastico: Un organo di governo di persone elette per sovrintendere alla gestione di un distretto educativo e per rappresentare gli interessi dei residenti.
  • movimento scolastico comune: Uno sforzo educativo pubblico negli Stati Uniti o in Canada nel diciannovesimo secolo, con l'obiettivo di servire individui di tutte le classi sociali e religioni.

Prime scuole pubbliche negli Stati Uniti

Dopo la Rivoluzione americana, l'accento fu posto sull'istruzione, specialmente negli stati del nord, che istituirono rapidamente scuole pubbliche. Entro l'anno 1870, tutti gli stati avevano scuole elementari gratuite e la popolazione degli Stati Uniti vantava uno dei tassi di alfabetizzazione più alti dell'epoca. Le accademie private fiorirono nelle città di tutto il paese, ma le aree rurali (dove viveva la maggior parte delle persone) avevano poche scuole prima del 1880. Alla fine del 1800, le scuole secondarie pubbliche iniziarono a superare in numero quelle private.

Le prime scuole pubbliche furono sviluppate nel diciannovesimo secolo ed erano conosciute come "scuole comuni", un termine coniato dal riformatore educativo americano Horace Mann che si riferisce allo scopo di queste scuole di servire individui di tutte le classi sociali e religioni.

Horace Mann, riformatore educativo americano: Horace Mann è stato un influente riformatore dell'istruzione, responsabile dell'introduzione di scuole comuni, scuole pubbliche non settarie aperte a bambini di ogni provenienza, in America.

La Scuola Comune

Gli studenti frequentavano spesso le scuole comuni dai sei ai quattordici anni, anche se questo poteva variare notevolmente. La durata dell'anno scolastico era spesso dettata dalle esigenze agricole di particolari comunità, con i bambini che ricevevano permessi dagli studi quando sarebbero stati necessari nell'azienda agricola di famiglia. Queste scuole erano finanziate dalle tasse locali, non facevano pagare tasse scolastiche ed erano aperte a tutti i bambini bianchi. In genere, con una piccola quantità di supervisione statale, un consiglio scolastico locale eletto controllava ogni distretto, tradizionalmente con un sovrintendente scolastico della contea o un direttore regionale eletto per supervisionare le attività quotidiane di diversi distretti scolastici comuni.

Poiché le scuole comuni erano controllate localmente e gli Stati Uniti erano molto rurali nel diciannovesimo secolo, la maggior parte delle scuole comuni erano piccoli centri di una stanza. Di solito avevano un solo insegnante che insegnava a tutti gli studenti insieme, indipendentemente dall'età. I distretti scolastici comuni erano nominalmente soggetti al loro creatore, una commissione di contea o un'agenzia di regolamentazione statale.

I curricula tipici consistevano in “Le tre R” (lettura, ‘riting e ‘ritmetica), oltre a storia e geografia. I metodi di valutazione variavano (da 0 a 100 voti a nessun voto), ma le recitazioni di fine anno erano un modo comune con cui i genitori venivano informati su ciò che i loro figli stavano imparando.

Molti studiosi dell'educazione segnano la fine dell'era della scuola comune intorno al 1900. All'inizio del 1900, le scuole divennero generalmente più regionali (anziché locali) e il controllo delle scuole si allontanò dai consigli scolastici eletti e verso i professionisti.


Riformatore nazionale - Storia

Storia

Uno sguardo indietro a oltre 100 anni di advocacy

“Vivere significa comprare, comprare significa avere potere, avere potere significa avere responsabilità.”

–Florence Kelley, primo segretario generale, National Consumers League

Per più di 100 anni, la National Consumers League ha seguito questi principi fondanti: che le condizioni di lavoro che accettiamo per i nostri concittadini dovrebbero riflettersi nei nostri acquisti e che i consumatori dovrebbero esigere sicurezza e affidabilità dai beni e servizi che acquistano.

La promozione di un mercato equo per lavoratori e consumatori è stata la ragione della fondazione della Lega nel 1899 e ci guida ancora nel nostro secondo secolo.

I primi anni di NCL

Durante l'era progressista della fine del XIX secolo, sono emersi movimenti per la giustizia sociale per proteggere gli interessi e promuovere la giustizia per i lavoratori. Come parte di quel movimento, la National Consumers League fu istituita nel 1899 da due dei principali riformatori sociali americani Jane Addams e Josephine Lowell. Queste due donne sono state pioniere nel realizzare molte riforme sociali nelle comunità e nei luoghi di lavoro in tutto il paese. Sotto la direzione del suo primo segretario generale, Florence Kelley, la National Consumer's League ha esposto il lavoro minorile e altre condizioni di lavoro scandalose. Kelley sarebbe diventato uno dei riformatori sociali più influenti ed efficaci del XX secolo. Durante i primi anni del 1900, guidò la Lega nei suoi sforzi per:

  • proteggere i lavoratori a domicilio, spesso anche intere famiglie, dal terribile sfruttamento da parte dei datori di lavoro
  • promuovere il Meat Inspection Act del 1906 e il Pure Food and Drugs Act del 1906
  • scrivere e poi sostenere le leggi statali sul salario minimo per le donne
  • difendere e infine convincere la Corte Suprema degli Stati Uniti a sostenere una legge sulla giornata lavorativa di 10 ore nel caso storico Muller v. Oregon del 1908
  • sostenitore della creazione di un Ufficio federale per l'infanzia e delle restrizioni federali sul lavoro minorile

Insieme alla direttrice della New Jersey Consumers League Katherine Wiley e Louis Brandeis (che in seguito divenne giudice della Corte Suprema), Kelley ha raggiunto i traguardi di una vita nei suoi 33 anni come leader della Lega. Ha lavorato al fianco di molte altre donne e uomini riformisti per raggiungere i suoi obiettivi e ha servito come ispirazione e mentore per il Segretario del Lavoro di FDR Frances Perkins, la prima donna a servire come membro del gabinetto e uno stretto confidente e consigliere influente del FDR .

Sfide di metà secolo

La leadership della National Consumers League ha lottato per far fronte alla morte di Kelley nel 1932, affrontando l'onere di mantenere il vigore del gruppo dopo aver perso il suo leader di lunga data. Lucy Randolph Mason diresse la League per i successivi cinque anni e Mary Dublin (Keyserling) la diresse dal 1938 al 1940. Nel 1939 la dottoressa Caroline Ware iniziò a consigliare Dublino per quanto riguarda le attività a Washington, DC sotto l'amministrazione del presidente Franklin Delano Roosevelt.

Con la first lady Eleanor Roosevelt che fungeva da vicepresidente della Lega e testimoniava a nome dell'organizzazione in numerose occasioni, durante questo periodo la Lega si concentrò sull'approvazione del Fair Labor Standards Act federale del 1938. Questa legislazione completa e di riferimento ha affrontato le questioni sollevate dalla NCL sin dal suo inizio, tra cui il lavoro minorile, il salario minimo, le restrizioni sull'orario di lavoro e i compiti industriali. Approfittando della definizione in espansione di benessere sociale vista attraverso le idee dell'amministrazione Roosevelt, la Lega ha anche sostenuto:

  • assicurazione sanitaria nazionale
  • leggi migliorate sulla sicurezza alimentare e dei farmaci
  • monitoraggio federale dei pesticidi
  • legislazione previdenziale soprattutto per anziani o disabili
  • assicurazione contro la disoccupazione

Dal 1943 al 1958 Elizabeth Magee diresse la NCL, trasferendo l'ufficio del gruppo a Cleveland, Ohio, la sua casa. Magee ha posto nuova enfasi su:

  • assistenza sanitaria per i lavoratori migranti
  • Medicare e Medicaid
  • carne e pollame sani
  • Legislazione Truth-in-Packaging
  • additivo alimentare e test del colore
  • sicurezza dei lavoratori nelle industrie atomiche

Durante gli anni '70 e '80, il direttore esecutivo di NCL Sandra Willett (Jackson) ha aumentato l'attenzione all'educazione dei consumatori attraverso il progetto “Assertive Consumer”. La Lega ha anche promosso la partecipazione dei consumatori al processo decisionale del governo, che ha contribuito ad aprire le porte delle agenzie federali ai consumatori e alle loro opinioni. Durante questo periodo, figure nazionali come Esther Peterson sono state vicepresidente della Lega. Peterson, un rinomato leader del lavoro e dei consumatori, testimoniava regolarmente a nome della Lega. Peterson divenne capo dell'Ufficio per gli affari dei consumatori della Casa Bianca sotto il presidente Jimmy Carter e prima di allora era stato consigliere per i consumatori dei presidenti Kennedy e Johnson.

Gli anni '80 hanno visto lo sviluppo di cambiamenti significativi nel sistema sanitario nazionale. Rispondendo alla necessità di fornire ai consumatori informazioni utili su questi cambiamenti, la Lega, sotto la guida di Barbara Warden, ha organizzato un'importante conferenza sull'assistenza sanitaria dei consumatori, ha lanciato una serie di guide sull'assistenza sanitaria dei consumatori e ha istituito un programma di educazione Medicare. La Lega inoltre:

  • ha sostenuto poteri esecutivi rafforzati per la Federal Trade Commission
  • si sono opposti al revival dei laboratori industriali che sfruttano i compiti a casa
  • ha difeso la previdenza sociale e il Medicare

Sotto la direzione di Linda Golodner (1985 – 2007), la Lega si espanse in modo significativo, continuando a sviluppare i suoi programmi di educazione dei consumatori e ad aumentare il suo attivismo nell'opporsi allo sfruttamento del lavoro minorile e sfruttato. Alla fine degli anni '80, il gruppo ha fondato sia l'Alleanza contro le frodi nel telemarketing che la Coalizione del lavoro minorile. L'Alleanza ha portato al programma a lungo termine della Lega, il National Fraud Information Center (in seguito chiamato Fraud Center di NCL, ora semplicemente www.Fraud.org), istituito nel 1992 per assistere direttamente i consumatori nelle indagini sulle frodi di telemarketing. Sotto Golodner, NCL ha rilevato il programma LifeSmarts, l'Ultimate Consumer Challenge, una competizione di educazione dei consumatori basata su Internet veloce, divertente e in stile gameshow per adolescenti e preadolescenti. (Le informazioni complete sono disponibili su www.LifeSmarts.org.)

Il 21° secolo e oltre

Sotto la guida di Sally Greenberg, Direttore Esecutivo (2007-oggi), NCL si concentra su quattro aree prioritarie chiave: frode, lavoro minorile, LifeSmarts e riforma sanitaria, pur continuando a promuovere una serie di ulteriori tutele generali per consumatori e lavoratori . NCL è stato determinante nell'unire i gruppi dei consumatori e dei lavoratori su questioni di interesse comune e nel guidare la richiesta al Congresso e al Presidente di adottare politiche a favore dei consumatori, incluso il ripristino dell'Ufficio per i consumatori alla Casa Bianca.

  • guida gli sforzi per promuovere l'uso sicuro dei farmaci, compresa la convocazione di una campagna sfaccettata e multi-stakeholder per promuovere una migliore aderenza ai farmaci (assicurando che i pazienti aderiscano al loro regime farmacologico) in collaborazione e con il supporto di un'agenzia federale
  • commenta frequentemente questioni di interesse per i consumatori e i lavoratori davanti al Dipartimento dell'Agricoltura, alla Federal Communications Commission, alla Federal Trade Commission, alla Food and Drug Administration e al Dipartimento del Lavoro
  • promuove migliori condizioni di lavoro per le famiglie di contadini migranti e i lavoratori adolescenti, sia a livello internazionale che a casa attraverso la Child Labour Coalition
  • sta lottando per migliorare la sicurezza dei prodotti, nonché l'etichettatura fuorviante o confusa sui prodotti alimentari e delle bevande
  • gestisce diversi siti Web a misura di consumatore, dove i consumatori possono scaricare pubblicazioni e avvisi attuali su questioni attuali che vanno dall'evitare le frodi al mantenimento del proprio mutuo, alla comprensione dei fluidificanti del sangue.
  • partecipa alla Safe Food Coalition, che promuove un'efficace ispezione di carne e pollame
  • distribuisce decine di migliaia di pubblicazioni ogni anno, su argomenti tra cui l'interazione tra cibo e farmaci, l'uso sicuro di farmaci da banco, il budget e il credito e il servizio telefonico
  • convoca una coalizione consumatore-lavoro che si riunisce regolarmente, riunendo sindacati e gruppi di consumatori per discussioni e attività congiunte di interesse per lavoratori e consumatori.

Mentre la Lega entra nel suo secondo secolo, affronta molte delle stesse questioni di giustizia sociale e protezione dei consumatori che Florence Kelley ha affrontato nel 1899, tranne che ora il mercato è globale in un modo che né Kelley né i suoi colleghi avrebbero potuto immaginare. Come eliminiamo il lavoro minorile? Come garantiamo la sicurezza alimentare? Qual è un salario minimo dignitoso per i lavoratori? Come si può proteggere efficacemente la privacy?

Queste domande e quelle nuove che inevitabilmente sorgeranno sfideranno la Lega Nazionale Consumatori nei suoi prossimi 100 anni. Non vediamo l'ora di costruire l'organizzazione e affrontare le sfide che consumatori e lavoratori devono affrontare oggi.

Il nostro impatto

Il lavoro della National Consumers League sta facendo la differenza nella vita delle persone in tutto il paese. Incontra alcuni dei consumatori toccati dai nostri programmi.

Prevenire l'ennesima vittima

Paige, 55 anni, moglie di Nashville e madre di due figli, ha risposto a un annuncio di lavoro per acquirenti segreti. Prima di inviare il pagamento ai truffatori, ha contattato NCL.

Costruire una generazione più forte

Un fuoco d'olio divampò nella cucina di Decklan. Mentre la sua famiglia era in preda al panico, temendo che l'intera casa potesse prendere fuoco, Decklan è rimasto calmo. Corse in dispensa, prese del bicarbonato di sodio e lo gettò sul fuoco spegnendo rapidamente le fiamme.

Script Your Future mi ha salvato la vita

Charles, 45 anni, residente a Cincinnati, ha perso la sua attività di computer - e l'assicurazione sanitaria - durante un periodo di recessione economica. Diabetico, Charles ora non poteva permettersi le sue medicine. Ha smesso di prenderlo, il che lo ha fatto ammalare gravemente e ha messo a rischio la sua vita.

Per un posto di lavoro più sicuro

Jeremy è un lavoratore di fast food che è stato impiegato in numerosi ristoranti Chipotle a New York City. Quando aveva solo 20 anni, ha preso parte a un progetto di ricerca NCL che ha rivelato che le pratiche di gestione all'interno della catena di fast food stavano mettendo a rischio i lavoratori e la sicurezza alimentare per i clienti.

I nostri programmi

Informazioni su NCL

Il nostro lavoro

Dove siamo

Lega Nazionale Consumatori

I PRINCIPALI PAZIENTI SUPPORTANO L'AVVIO DI UN'ALLEANZA PER LA PREVENZIONE DEL PARTO PRETERMINALE PER PROTEGGERE L'ACCESSO CRITICO ALL'UNICA CLASSE DI TERAPIE APPROVATA DALLA FDA PER RIDURRE IL PARTO PREMULTIMO RICORRENTE

WASHINGTON, DC, 20 aprile 2021 – Oggi, la National Consumers League (NCL), insieme a una coalizione di organizzazioni di difesa dei pazienti dedicate al progresso della salute delle madri e dei bambini, ha annunciato il lancio del >Alleanza per la prevenzione delle nascite pretermine .

I membri dell'Alleanza stanno unendo le forze nel tentativo di preservare l'accesso dei pazienti all'unica classe di trattamenti approvata dalla Food & Drug Administration per le donne in gravidanza che hanno avuto in precedenza un parto pretermine inaspettato o spontaneo. Insieme, i membri dell'Alleanza cercano di garantire che la Food & Drug Administration (FDA) ascolti le preoccupazioni dell'intera gamma di parti interessate sui potenziali rischi e sull'impatto dell'astinenza per le donne incinte a rischio e i loro fornitori.

Per il quinto anno consecutivo, il tasso di natalità pretermine negli Stati Uniti è aumentato (al 10,2 percento delle nascite) e la nascita pretermine e le sue complicanze sono state il secondo maggior contributo alla morte infantile in tutto il paese. La nascita pretermine rappresenta anche una significativa disparità di salute razziale, con le donne nere in America che sperimentano un parto prematuro a un tasso superiore del 50% rispetto ad altri gruppi razziali in tutto il paese.

Tuttavia, nel 2020, la FDA >proposto il ritiro dell'idrossiprogesterone caproato, comunemente chiamato "17P" o "17-OHPC", l'unica classe di trattamenti generici e di marca approvati dalla FDA per aiutare a prevenire il rischio di parto pretermine nelle donne con una storia di parto pretermine spontaneo. La FDA sta attualmente decidendo se tenere un'audizione sullo stato del 17P, sulla base di dati contrastanti sull'efficacia di due studi composti da popolazioni di pazienti molto diverse, una che includeva le donne negli Stati Uniti più vulnerabili alla nascita pretermine e l'altra no.

"Stiamo lottando per un sistema sanitario più inclusivo che dia a tutti le stesse possibilità di ottenere i migliori risultati possibili", ha affermato Sally Greenberg, direttore esecutivo del Lega Nazionale Consumatori . “Non crediamo che rimuovere il 17P dal mercato senza acquisire una migliore comprensione di chi potrebbe trarre il massimo beneficio dal suo utilizzo sia nel migliore interesse dei pazienti, né dei loro operatori sanitari, in particolare perché non sono disponibili altre opzioni di trattamento approvate. "

Ad oggi, 14 organizzazioni si sono unite a NCL per difendere gli interessi sanitari delle donne incinte e dei neonati a rischio, tra cui: 1.000 giorni 2020 Mom American Association of Birth Centers Black Mamas Matter Alliance Black Women's Health Imperative Expecting Health Madri sani, bambini sani Montana HealthyWomen Miracle Babies National Birth Equity Collaborative National Black Midwives Alliance National Partnership for Women & Families Emargina la rete di supporto nazionale ad alto rischio e SisterReach.

“Come ostetrica e ginecologa qualificata, conosco in prima persona l'impatto della nascita pretermine sulle donne nere e sulle persone che partoriscono. So anche che il razzismo, non la razza, è il fattore trainante che determina l'impatto sproporzionato della nascita prematura sulle donne nere e sul parto, esacerbando così le disuguaglianze sistemiche nella salute materna e infantile. Per raggiungere l'equità delle nascite, che è la garanzia delle condizioni di nascite ottimali per tutte le persone disposte ad affrontare le disuguaglianze razziali e sociali con uno sforzo costante, dobbiamo lavorare per proteggere e sostenere uno standard di cura per nascite premature spontanee e ricorrenti e assicurarsi che rimanga accessibile e conveniente per tutti coloro che ne hanno bisogno", ha aggiunto la dott.ssa Joia Crear Perry, fondatrice e presidente della National Birth Equity Collaborative.

La Preterm Birth Prevention Alliance chiede alla FDA di concedere un'audizione pubblica per considerare pienamente tutti i dati, i metodi di ricerca aggiuntivi e le prospettive delle parti interessate prima di decidere se ritirare l'approvazione di questa classe critica di terapie. La salute delle mamme e dei bambini americani merita la massima cura e considerazione.

SULL'ALLEANZA PER LA PREVENZIONE DELLE NASCITE PRECEDENTI

La Preterm Birth Prevention Alliance è una coalizione di sostenitori della salute materna e femminile che condividono una preoccupazione comune sullo stato di nascita pretermine negli Stati Uniti e il proposto ritiro dal mercato del 17P, l'unica classe di trattamenti approvata dalla FDA per aiutare a prevenire, parto pretermine ricorrente. Costituita nel 2021 dalla National Consumers League, cerchiamo di migliorare gli esiti della nascita pretermine negli Stati Uniti mantenendo l'accesso a opzioni di trattamento sicure e approvate dalla FDA e sostenendo una ricerca medica più diversificata che rappresenti adeguatamente le esperienze delle donne e dei neonati di colore. Le donne di colore hanno bisogno di un posto a tavola. Per saperne di più, visita www.pretermbirthalliance.org .

Il supporto iniziale per la Preterm Birth Prevention Alliance è fornito da Covis Pharma.


Riformatori sociali

I decenni vanno e vengono, ma ciò che resta sono le impressioni ei grandi atti dei riformatori sociali. L'India ha il privilegio di avere un numero di grandi anime come Dayanand Saraswati e Raja Ram Mohan Roy. Sono riusciti a portare rivoluzioni apportando cambiamenti radicali nella società. Alcuni dei riformatori hanno raccolto la sfida di spezzare la sfortuna del sistema delle caste prevalente, mentre alcuni hanno combattuto per l'introduzione dell'istruzione delle ragazze e del nuovo matrimonio delle vedove. I contributi che queste anime semplici ma eminenti apportano all'umanità sono davvero straordinari. Le loro attività ei loro pensieri guidarono la nazione verso un nuovo inizio.

Acharya Vinoba Bhave era un combattente per la libertà e un maestro spirituale. È meglio conosciuto come il fondatore del "Movimento Bhoodan" (Dono della Terra). Il riformatore aveva un'intensa preoccupazione per le masse indigenti. Vinoba Bhave una volta aveva detto: "Tutte le rivoluzioni sono spirituali alla fonte.

Da bambino nato con un cucchiaio d'argento in bocca, Baba Amte ha poi trasformato la sua vita in un attivista sociale. Ha dedicato tutta la sua vita a servire le persone oppresse della società. Ha lasciato la sua redditizia professione per unirsi alla lotta per l'indipendenza dell'India.

Il dottor B R Ambedkar, popolarmente noto come Babasaheb Ambedkar, è stato uno degli artefici della Costituzione indiana. Era un noto politico e un eminente giurista. Gli sforzi di Ambedkar per sradicare i mali sociali come l'intoccabilità e le restrizioni di casta furono notevoli.

Ishwar Chandra Vidyasagar è considerato uno dei pilastri del rinascimento del Bengala. In altre parole, è riuscito a portare avanti il ​​movimento di riforma avviato da Raja Rammohan Roy. Vidyasagar era un noto scrittore, intellettuale e soprattutto un fedele seguace dell'umanità. Ha portato una rivoluzione nel sistema educativo del Bengala.

Jyotiba Phule è stato uno dei più importanti riformatori sociali dell'India del XIX secolo. Ha guidato il movimento contro le prevalenti restrizioni di casta in India. Si ribellò contro il dominio dei bramini e per i diritti dei contadini e di altri uomini di bassa casta.

Madre TeresaMadre Teresa era una vera seguace dell'umanità. Molte persone consideravano la Madre come la "forma reincarnata del Signore Gesù". Madre Teresa ha dedicato tutta la sua vita al servizio delle persone bisognose e abbandonate della società. Sebbene la sua missione sia iniziata in India, è riuscita a portare le persone di tutte le società sotto lo stesso tetto, cioè l'umanità.

Raja Ram Mohan Roy è considerato il pioniere del moderno Rinascimento indiano per le notevoli riforme che ha portato nell'India del XVIII secolo. Tra i suoi sforzi, spiccava l'abolizione del sati-pratha, una pratica in cui la vedova era costretta a sacrificarsi sulla pira funeraria del marito.

Sri Ramakrishna Paramhansa era un santo popolare dell'India. Aveva una forte fede nell'esistenza di dio. Considerava ogni donna della società, inclusa sua moglie Sarada, come una santa madre. Swami Vivekananda fu uno dei discepoli di spicco di Ramakrishna, che in seguito formò la Ramakrishna Mission.

Il re Shahu Chhatrapati era considerato un vero democratico e riformatore sociale. He was an invaluable gem in the history of Kolhapur. Shahu was associated with many progressive activities in the society including education for women. He was greatly influenced by the contributions of social reformer Jyotiba Phule.

Dayanand Saraswati was a reformer and believed in pragmatism. He preached against many rituals of the Hindu religion such as idol-worship, caste by birth, animal sacrifices and restrictions of women from reading Vedas. He was not only a great scholar and philosopher but also a social reformer and a political thinker.

Swami Vivekananda is known for his inspiring speech at the Parliament of the World's Religions at Chicago on 11 September, 1893, where he introduced Hindu philosophy to the west. But this was not the only contribution of the saint. He revealed the true foundations of India's unity as a nation. He taught how a nation with such a vast diversity can be bound together by a feeling of humanity and brother-hood.


Kelley, Florence

Introduzione: Florence Kelley was a social reformer and political activist who defended the rights of working women and children. She served as the first general secretary of the National Consumers League and helped form the National Association for the Advancement of Colored People (NAACP) in 1909.

Kelley was born on September 12, 1859 in Philadelphia, Pennsylvania, the daughter of U.S. congressman William Darrah Kelley (1814-1890). Her father was an abolitionist of strict principles. He taught his daughter about child workers, and several times took her to see young children working in steel and glass factories under dangerous conditions. These visits would influence Kelley in her decision to turn toward advocacy for child labor reform.

In 1876, at the age of sixteen, Kelley enrolled at Cornell University. Due to illness that forced her to leave college for over two years, she did not graduate until 1882. After one year spent in teaching evening classes in Philadelphia, Kelley went to Europe to continue with her studies. At the University of Zürich she came under the influence of European socialism, particularly the works of Karl Marx. In 1887 she published a translation of Friedrich Engels’s The Condition of the Working-Class in England in 1844.

Kelley married in 1884 to a Russian medical student, Lazare Wischnewetzky, and moved with him to New York City two years later. The couple separated in 1889 and Kelley moved to Chicago with her three children. After obtaining a divorce, she reverted to her maiden name.

Social Welfare Career: In 1891 Kelley joined Jane Addams, Julia Lathrop, Ellen Gates Starr, and other women at Hull House. Kelley’s first job after coming to the Hull House settlement was to visit the area around the settlement, surveying the working conditions in local factories. She found children as young as three or four working in tenement sweatshops. The report of this survey, along with other following studies, was presented to the state, resulting in the Illinois State Legislature bringing about the first factory law prohibiting employment of children under age 14. Based on that success, Kelley was appointed to serve as Illinois’s first chief factory inspector. Kelley was subsequently appointed the first woman factory inspector, with the task of monitoring the application of this law. To advance her credibility as an inspector, Kelley enrolled to study law at Northwestern University, graduating in 1894, and was successfully admitted to the bar.

In 1899 Kelley moved to Lillian Wald’s Henry Street Settlement in New York City and became general secretary of the National Consumers League (NCL). The league was started by Jane Addams and Josephine Shaw Lowell as the Consumers’ League of New York and had the objective of encouraging consumers to buy products only from companies that met the NCL’s standards of minimum wage and working conditions. Kelley traveled around the country giving lectures and raising awareness of working conditions in the United States. One important initiative of the NCL was the introduction of the White Label. Employers who met the standard of the NCL by utilizing the labor law and keeping the safety standards had the right to display the White Label. The NCL members urged customers to boycott those products that did not have a white label.

Kelley led campaigns that reshaped the conditions under which goods were produced in the United States. Among her accomplishments were the Pure Food and Drug Act of 1906 and laws regulating hours and establishing minimum wages. In 1905 Kelley, together with Upton Sinclair and Jack London, started the Intercollegiate Socialist Society. She gave a series of public lectures in numerous American universities on improving the conditions of labor. During one of these lectures she met Frances Perkins, who became Kelley’s friend and an important asset in the fight for her cause. Perkins became America’s first woman cabinet minister, and contributed toward passing the law in 1938 that effectively banned child labor for good. She also helped organize the New York Child Labor Committee in 1902 and was a founder of the National Child Labor Committee in 1904.

In 1909 Kelley helped with the organization of the National Association for the Advancement of Colored People (NAACP), and thereafter became a friend and ally of W.E.B. Du Bois. Kelley possessed enormous energy and ability to describe the oppressive conditions of the working classes. She was particularly zealous in her efforts to improve working conditions for women. However, she met numerous obstacles, including decisions by the U.S. Supreme Court that legislative reforms brought on the state level were unconstitutional. Nevertheless, Kelley persisted. She helped Josephine Clara Goldmark, director of research at the NCL, to prepare the “Brandeis Brief” for the Muller contro Oregon case, argued by Louis D. Brandeis. Through the use of statistics from medical and sociological journals the case was able to prove that long working days (often 12 to 14 hours) had a devastating effect on women’s health. In its decision, the Supreme Court declared the legality of Oregon’s ten-hour work day for women. This was an important victory not only in regulating women’s work, but also in the greater battle for improving general conditions of work in America. In the year following Muller v. Oregon, the NCL launched a minimum wage campaign that would lead to the passage of laws in fourteen states.

Kelley lobbied Congress to pass the Keating-Owen Child Labor Act of 1916, which banned the sale of products created from factories that employed children aged thirteen and under. In 1919 Kelley was a founding member of the Women’s International League for Peace and Freedom, and for several years she served as vice president of the National American Woman Suffrage Association.

Florence Kelley died in the Germantown section of Philadelphia on February 17, 1932. She is buried at Philadelphia’s Laurel Hill Cemetery.

For further reading and research:

Bobick, Ruth (2015). Six Remarkable Hull-House Women. Portsmouth, New Hampshire: Peter E. Randall.

Goldmark, Josephine (1953). Impatient Crusader: Florence Kelley’s Life Story. Urbana: University of Illinois Press.

Kelley, Florence (2009). The Selected Letters of Florence Kelley, 1869 – 1931. Edited by K. Sklar and B.W. Palmer. Urbana: University of Illinois Press.

Sklar, Kathryn Kish (1995). Florence Kelley and the Nation’s Work. New Haven: Yale University Press.

Trattner, Walter I. (1970). Crusade for the Children: A History of the National Child Labor Committee and Child Labor Reform in America. Chicago: Quadrangle Books.

How to Cite this Article (APA Format): “Florence Kelley” (2008, April 3). Florence Kelley (1859-1932): Social reformer, child welfare advocate, socialist and pacifist. Social Welfare History Project. Retrieved [date accessed] from http://socialwelfare.library.vcu.edu/people/kelley-florence/

Le risorse relative a questo argomento possono essere trovate nel Portale immagini della storia del benessere sociale.

5 Replies to &ldquoKelley, Florence&rdquo

This was extremely helpful in preparing me for a research project, thank you!

You’re welcome! Glad you found the site useful.

[…] interest with them into the public domain, they would purify politics. By way of illustration, Florence Kelley, a notable social activist and suffrage supporter, asserted that woman suffrage would reinforce the […]

This gave me great info for my research project.Thank You so much.

This gave me a lot of info for my report! Thank’s so much! =)

Esplora i materiali storici relativi alla storia della riforma sociale sul portale di immagini delle biblioteche VCU.


Reformers and Crusaders

Alexis de Tocqueville, a French traveler who wrote a classic report on American society, Democrazia in America (1835), wrote, "in my view, more deserves attention than the intellectual and moral associations in America." He observed that "Americans of all ages, all stations of life and all dispositions are forever forming associations. There are not only commercial and industrial associations in which all take part, but others of a thousand different types - religious, moral, serious, futile, very general and very limited, very large and very minute."

What de Tocqueville encountered during his travels to the United States in the 1830s was the keen desire of many American citizens to come together to eradicate evil from 19th-century life and perpetuate the evangelical and liberal belief in the perfectibility of humankind. Mindful of their right to act on behalf of their beliefs, citizens from throughout the nation came together to right perceived wrongs and crusade on behalf of their causes, including observance of the Sabbath, crime and punishment, hours and conditions of work, poverty, care of the handicapped, temperance, women's rights, the abolition of slavery, and education, to name a few.

The reform efforts of the 1830s and 1840s are evidence of the belief held by many citizens that just as society is the creation of the people, so the improvement of society rests with the people. Ralph Waldo Emerson, speaking fondly of the reformers and reforms, may have summed it up best when he asked, "What is man made for, but to be a Reformer, a Remaker of what man has made?"


Abolitionist and Reformer Lucretia Mott

January 3, 2018, would have been Lucretia Coffin Mott’s 225th birthday. When it came to birthdays, Mott had a particular way of celebrating: she made candies without sugar for her guests. Mott is well known as an educator, an abolitionist, and a pioneer of women’s rights. But what did she have against sugar?

Adelaide Johnson, known as the "sculptress of the women's rights movement," made this bust of Lucretia Mott between 1890 and 1920. Before Johnson carved Mott’s likeness into marble, Mott carved a legacy for herself in history through her activism.

This medallion was a popular symbol for the abolition movement, first in Britain and then in the United States.

"We know this lady well, and for kindness, hospitality, benevolence, and purity of life, she had no superior," the editor of a Pittsburgh abolitionist newspaper wrote, "but . . . we should not be surprised if she should so far forget the true dignity of womanhood in her intractable zeal for what she terms ‘principle,’ as to attempt to take her seat as a delegate in the ‘World’s Anti-Slavery Convention.’ If she does, and mutual distrust, heart-burnings, and confusion result from such a step, upon her and her advisors will rest the tremendous onus of putting back the day of the slave’s redemption, and sacrificing mercy and righteousness to an insane caprice."

A group of five women that included Elizabeth Cady Stanton and Lucretia Mott drafted the Declaration of Sentiments on this table at the Seneca Falls Convention of 1848. Based on the Declaration of Independence, the Declaration of Sentiments proclaimed that "all men and women are created equal." The table is on display in American Democracy. Gift of National American Woman Suffrage Association. The distinctive cloak worn by Lucretia Mott shown here must have fully engulfed the woman who, always petite, was said to weigh only 76 pounds near the end of her life. It disguised an outsize spirit, however. "I must tell you how mother came in from the roadside," her daughter-in-law Marianna Mott once said. "Under that deceiving cloak of hers, which is supposed to be merely a covering for her little wire threads of legs, she carried eggs by the dozen, chickens and ‘a little sweet piece of pickled pork,’ mince pies, the vegetables of the season. She concealed how much of the way she had walked from the station or how broad a trail of dropped eggs she left behind her." Gift of Lucretia Mott (Churchill) Jordan.

Mott’s bonnet and shawl are on display in Religion in Early America through May 2018. Gift of Lucretia Mott (Churchill) Jordan.

Guarda il video: ITALIA-BULGARIA 1-1 PARLIAMONE #nazionale #italiabulgaria #mondiale2022