Serbatoio di New York e sistema idrico

Serbatoio di New York e sistema idrico



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Molta acqua potabile di New York viene dalle città sommerse nelle Catskills

New York City ha alcune delle migliori acque potabili del paese, ma non è senza prezzo. La maggior parte ha familiarità con l'acquedotto di Crotone, il primo a portare acqua dolce in città nel 1842 e aggiornato nel 1890. L'acquedotto di Catskill fu il successivo (una spinta dopo che Brooklyn fu incorporata nella città di New York), costruito tra il 1917 e il 1924, portando il 40% dell'acqua di New York City da una serie di bacini idrici a 163 miglia dallo stato di New York. Quello che i newyorkesi potrebbero non sapere è che i sei bacini idrici dell'acquedotto Catskill, incluso il bacino idrico di Ashokan che è il più grande di New York City, sono stati formati da inondando una dozzina di città.

Il piano per l'acquedotto Catskill iniziò nel 1905 quando fu formato il New York City Board of Water Supply, consentendo l'acquisizione di proprietà da parte di eminenti domini e la costruzione di dighe, bacini idrici e acquedotti. L'area in questione era precedentemente un'area agricola, con attività di disboscamento e l'estrazione di bluestone, alcune delle quali sono finite sul ponte di Brooklyn.

2000 persone sono state trasferite, tra cui un migliaio di newyorkesi con seconde case. 32 cimiteri sono stati portati alla luce e i 1.800 residenti sepolti altrove, per limitare la contaminazione dell'acqua. Ai residenti sono stati offerti $ 15 dalla città ($ 65 in seguito per l'acquedotto del Delaware) per dissotterrare i loro parenti e seppellirli nuovamente altrove.

Costruzione del bacino idrico di Ashokan nel 1910. Immagine dal Dipartimento per la protezione ambientale della città di New York

Gli edifici e le industrie furono trasferiti o bruciati, alberi e cespugli furono rimossi dal futuro pavimento del serbatoio: tutto il lavoro svolto principalmente da lavoratori locali, afroamericani del sud e immigrati italiani. Per controllare i combattimenti sorti tra i gruppi di lavoro, è stata creata una forza di polizia che è diventata la polizia del Dipartimento per la protezione ambientale della città di New York (NYCDEP).

Il bacino idrico di Ashokan oggi

In sintesi, quattro città sono state sommerse mentre otto sono state trasferite per costruire il bacino idrico di Ashokan. Quando la diga è stata completata, i fischietti a vapore sono stati soffiati per un'ora avvertendo i residenti che l'acqua stava arrivando. Oggi si possono ancora vedere resti di fondamenta, muri e altro, in particolare quando i livelli dell'acqua sono più bassi, spesso in autunno. Sebbene l'accesso ai bacini idrici sia stato limitato dall'11 settembre, è possibile vedere alcuni di quei reperti archeologici dai ponti. È inoltre possibile effettuare escursioni a piedi e in bicicletta lungo un crinale del bacino idrico.

L'ultima delle eminenti cause legali nell'area di Ashkoan Reservoir non è stata risolta nel 1940 e non è stato fino al 2002 che New York City ha fatto qualche mossa per riconoscere la storia nella Esopus Valley. Il NYCDEP ha allestito una mostra all'aperto a Olive, New York, che commemorava le città perdute e l'impresa dell'acquedotto stesso, con l'intenzione di aggiungere mostre in altri cinque bacini idrici (sebbene non siamo riusciti a trovare che la mostra o altre siano ancora a disposizione). La segnaletica ora mostra i siti delle ex città.

L'acquedotto del Delaware è il più recente degli acquedotti della città dell'8217 e la sua storia è simile all'acquedotto di Catskill: il bacino idrico di Pepacton (noto anche come bacino idrico di Downsville o diga di Downsville) è stato formato non solo dall'inondazione di quattro città, ma anche dall'immersione di metà l'attuale Delaware e Northern Railroad. Questo serbatoio fornisce il 25% dell'acqua potabile della città e, insieme, l'acquedotto di Catskill e Delaware fornisce il 90% dell'acqua della città.

In totale, la costruzione di questi serbatoi e acquedotti ha provocato la distruzione di 25 comunità e il trasferimento di 5.500 persone in cinque contee dello Stato di New York. Qualcosa a cui pensare la prossima volta che aprirai il rubinetto a New York City.


Serbatoio e sistema idrico di New York - STORIA

ACQUA DALLE MONTAGNE CATSKILL A THE

DI ALFRED DOUGLAS FLINN
Mensile di Harper�

Ingegnere, Dipartimento della Sede Centrale, del Board of Water Supply of the City of New York

IL sistema idrico Catskill Mountain in costruzione per New York City è una delle imprese di ingegneria più importanti mai intraprese. Considerando i canali interoceanici di Suez e Panama, le opere di irrigazione di Assuan in Egitto e i progetti che stanno convertendo l'America occidentale e i rifiuti in campi fruttiferi, l'acquedotto di Catskill, con i suoi bacini tributari, probabilmente supera uno qualsiasi di essi nel varietà di problemi da risolvere. Sebbene intraprese da un comune, queste opere in grandezza e costo si confrontano con le imprese nazionali.

L'acquedotto più lungo della Roma imperiale era lungo cinquantasette miglia, l'acquedotto Catskill sarà lungo novantadue miglia. Roma, con orde di braccianti provenienti dai domini conquistati, portava i suoi acquedotti al dislivello idraulico attraverso valli su imponenti archi in muratura. I moderni esplosivi e perforatrici da roccia consentono a New York di scavare nella roccia solida sotto valli e fiumi, evitando la muratura, che ora è costosa e che probabilmente soffrirà nel clima più rigido di New York.
—L'EDITORE.

L'acqua di CATSKILL MOUNTAIN, raccolta dai ruscelli che sono stati alimentati dallo scioglimento delle nevi e dalle abbondanti piogge, e che sono precipitati su pendii rocciosi nei torrenti delle valli montane, sarà servita in pochi anni agli abitanti di New York City. Il progetto si classifica come la più grande impresa municipale di approvvigionamento idrico mai intrapresa, e come opera di ingegneria è probabilmente seconda solo al Canale di Panama. Il bisogno dell'acqua è molto più grande di quello che realizza la maggioranza dei cittadini oi tutori dei loro interessi.

Niente può disorganizzare così rapidamente e completamente le complesse attività di una comunità moderna come la mancanza di acqua adeguata, nessuna singola agenzia può diffondere così rapidamente malattie e morte come un approvvigionamento idrico inquinato. Per diversi anni New York ha utilizzato più acqua di quanto le sue fonti di approvvigionamento possano tranquillamente fornire in una serie di anni di siccità, come è accaduto nella memoria di uomini che hanno appena raggiunto la mezza età. I continui anni di abbondanti piogge hanno mascherato il pericolo su cui gli ingegneri hanno ripetutamente richiamato l'attenzione.

Nel 1905, a seguito di un movimento promosso dagli organi civici ai tempi del sindaco Van Wyck e del sindaco Low, fu presentato in legislatura, su iniziativa del sindaco McClellan, un disegno di legge che, divenendo legge, permise alla città di avviare nuovi sistemi di approvvigionamento idrico che, con le opere permanenti già esistenti, dovrebbero in definitiva dare a New York il migliore e più grande approvvigionamento idrico mai conosciuto.

Come sanno migliaia di americani attenti all'acqua, New York City ("la vecchia New York") ha usato l'acqua del fiume Croton per più di due generazioni. Allo stesso modo dal sistema di pozzi, ruscelli e serbatoi di Ridgewood, Brooklyn ha attinto le sue scorte, spesso scarse. Ogni giorno la metropoli consuma circa cinquecento milioni di galloni d'acqua, un ruscello che scorre a un ritmo confortevole tra gli edifici dell'elegante quartiere dello shopping della Fifth Avenue. Per ogni uomo, donna e bambino questo permette una media giornaliera di 125 galloni. O, per dirla ancora in un altro modo, per tutti gli scopi domestici, manifatturieri e pubblici New York usa ogni giorno acqua che pesa circa otto volte la sua popolazione.

Rispetto ai 130, 140, 200, 220 e 320 galloni utilizzati ogni giorno per ogni persona in diverse grandi città americane, l'indennità di New York è moderata, soprattutto se si ricorda il carattere degli affari e i modi di vivere che prevalgono nella metropoli . L'uso domestico dell'acqua liberale, anche generoso, non è uno spreco. Le stesse necessità della vita esigono che ci sia un'offerta massima, per provvedere alla domanda media dell'individuo. La parola "rifiuto" dovrebbe essere interpretata correttamente. Il suo uso negli scritti sull'approvvigionamento idrico è stato sfortunato, poiché è stato impiegato sia tecnicamente che popolarmente per caratterizzare condizioni del tutto diverse nell'economia dell'acqua. Far sgorgare una dozzina di bicchieri da un rubinetto per ottenere un getto fresco non è uno spreco fintanto che questo è il modo meno costoso per ottenere acqua fresca. In senso lato, permettere all'acqua di defluire dai rubinetti durante le fredde notti invernali non è uno spreco fintanto che questo è il modo meno costoso per proteggere i propri impianti idraulici. Lasciare traboccare anche grandi quantità d'acqua dalla diga più bassa di uno spartiacque non è in alcun modo spreco quando la città ha già tolto al torrente tutto ciò che può utilizzare, o quando il risparmio di scarichi occasionali di questo tipo costerebbe più di per ottenere la stessa quantità di acqua, di qualità uguale o migliore, da un altro corso d'acqua. Senza dubbio un po' d'acqua viene sprecata incautamente o arbitrariamente a New York City, ma non così tanto come alcune persone pensano. Gli sprechi dovrebbero essere scoraggiati e ridotti, ma lo spreco di acqua non può essere completamente evitato come lo spreco di energia e tempo. Ma se tutti i rifiuti che sarebbe ragionevolmente praticabile fermare cessassero, New York richiederebbe ancora più opere idriche per provvedere, oltre per avventura, ai bisogni presenti e alla crescita futura.

Il fiume Croton drena nei bacini idrici di New York l'acqua di 360 miglia quadrate di foreste e fattorie e può fornire in sicurezza circa 336.000.000 di galloni al giorno. Due acquedotti, uno lungo trentaquattro miglia, costruito nel 1842, e avente una capacità giornaliera di 80.000.000 di galloni, e l'altro lungo trentadue miglia, costruito nel 1891, e avente una capacità di 300.000.000 di galloni, portano quest'acqua alla città . Per procurarsi ogni giorno 500.000.000 di galloni di acqua di Catskill Mountain, oltre 600 miglia quadrate di montagne e prati saranno oggetto di tributo, verranno creati diversi grandi serbatoi e verrà costruito un acquedotto lungo novantadue miglia, con molte miglia di condotti entro i limiti della città.

La portata di queste opere esistenti e proposte non è facilmente comprensibile anche se ridotta alla misura del denaro comune. Per la parte dei lavori di Catskill necessaria per portare in città immancabilmente ogni giorno 500 milioni di galloni, si stima una spesa di 162.000.000 di dollari. Ma questi esborsi saranno spalmati su molti anni e l'onere non diminuirà pesantemente, tranne per possibili difficoltà temporanee nel raccogliere fondi pronti per i pagamenti di costruzione. Infatti, il costo dell'acqua per ogni persona sarà in media inferiore a un centesimo al giorno. Inoltre, queste opere idriche, ben gestite, non solo pagheranno gli interessi sull'investimento e sui costi di esercizio, ma in relativamente pochi anni pagheranno il costo del capitale. È ragionevole ritenere che i lavori saranno permanenti come quelli di Roma.

A causa della sua antichità e delle sue imponenti rovine, l'acquedotto dell'antica Roma è senza dubbio il più famoso al mondo. Nel 97 d.C. la città imperiale aveva non meno di nove acquedotti, per una lunghezza complessiva di 263 miglia ma se l'acqua che tutti quegli acquedotti potevano trasportare (stimata in 84.000.000 di galloni al giorno) fosse immessa nell'acquedotto Catskill di New York, sorgerebbe solo all'altezza di circa tre piedi e tre pollici.

Nell'angolo dello Stato a ovest dell'Hudson ea sud del Mohawk ci sono centinaia di miglia quadrate di territorio in parte boschivo, ma per lo più poco coltivato e scarsamente popolato. Di tanto in tanto il legname grosso è stato tagliato, le fattorie si sono deprezzate. Dalle colline sono state estratte decine di migliaia di piedi quadrati di pietra blu per i marciapiedi, ma nel giro di vent'anni anche questa industria è stata quasi soppiantata dall'uso del cemento Portland. Rimangono l'aria frizzante, il paesaggio attraente e le abbondanti piogge e migliaia di turisti in cerca di vacanza si radunano lì. Il loro intrattenimento ora costituisce l'attività più redditizia della regione e non subirà interferenze dal progetto. La città, quindi, non sta distruggendo grandi industrie commerciali o agricole, ma sta semplicemente sfruttando al massimo una delle principali risorse della regione, la sua acqua.

Dopo ripetute indagini, le più approfondite delle quali furono quelle della commissione Burr-Hering-Freeman, eminenti ingegneri nominati dal sindaco Low nel 1902, diversi grandi corsi d'acqua nelle Catskills furono selezionati per lo sviluppo successivo secondo necessità. Esopus Creek, sopra il miglior sito di dighe, ha un'area di drenaggio di 257 miglia quadrate Rondout Creek ha uno spartiacque utile di 131 miglia quadrate sopra il punto di deviazione selezionato, Schoharie Creek drena 228 miglia quadrate e 142 miglia quadrate del bacino di Catskill Creek può essere utilizzato. Così, con l'aggiunta di diversi corsi d'acqua minori, è stata trovata un'area totale di raccolta dell'acqua di 885 miglia quadrate, che, si stima prudentemente, produrrà anche in una serie di anni secchi circa 770 milioni di galloni al giorno. Queste acque sono tutte di qualità eccezionalmente elevata e, tranne Catskill Creek, sono straordinariamente morbide. Sotto questo aspetto anche quest'ultimo soffre solo del confronto con l'insolita morbidezza degli altri.

Sebbene torrenti turbolenti di grande volume scorrano attraverso le gole di questi torrenti di montagna in piena estate, alla fine dell'estate i corsi d'acqua potrebbero essere tutti fatti scorrere attraverso un tubo di quattro piedi, una delle condutture stradali della grande città. Ma una grande comunità non usa l'acqua in modo così irregolare e la natura deve essere regolata per soddisfare le necessità dell'uomo. Il flusso deve essere controllato, in modo che gli eccessi di inondazione possano integrare le carenze dovute alla siccità. Grandi sequestri, o raccolte, di serbatoi sono i mezzi che gli ingegneri impiegano a tal fine. Nello schema Catskill sono contemplati otto grandi serbatoi di sequestro, di cui il primo ad essere costruito, e di gran lunga il più grande, è il serbatoio di Ashokan sull'Esopus. Nell'angolo sud-orientale di questa regione montuosa le forze geologiche hanno fornito un grande bacino in cui possono essere immagazzinate non solo le acque dell'Esopus, ma anche parte dell'acqua degli altri torrenti. Attraverso una delle creste un acquedotto in galleria lungo dieci miglia porterà il contributo di Schoharie, mentre l'acqua del Catskill Creek scorrerà attraverso un condotto in muratura ad arco, da costruire per lo più in trincea lungo le pendici orientali delle montagne per trentadue miglia. Dal bacino idrico di Ashokan l'acquedotto principale, chiamato acquedotto Catskill, convoglierà l'acqua al confine settentrionale di New York City. In questo acquedotto, circa sei miglia al di sotto del punto di partenza, un acquedotto di diramazione porterà l'acqua dal Rondout Creek.

Ma cos'è un acquedotto? Quanto è grande questo? Se il curioso indagatore visiterà Peekskill, New Paltz o High Falls, dove sono in corso i lavori, si imbatterà in una grande trincea, in alcuni punti larga trenta piedi in fondo, con pale a vapore, frantumasassi, betoniere , e centinaia di uomini e cavalli al lavoro. Nel fondo della trincea sono stati posati qua e là tratti di pavimentazione concava in calcestruzzo. Altrove questa pavimentazione è coperta da un grande arco di cemento, formando così un grande tubo, o condotto, a forma di ferro di cavallo, alto diciassette piedi e largo diciassette piedi e mezzo all'interno.

Sopra questo condotto di cemento, laddove non sia interamente sepolto dalla profondità della trincea, verrà realizzato un rilevato di terra, tranne dove la trincea è per lo più in roccia, dove la sponda sarà costituita in parte dai frammenti di roccia. Attraverso questo acquedotto potrebbe passare facilmente una carrozza ferroviaria, con un uomo seduto sopra, e ci sarebbe posto da ogni lato per un uomo a cavallo. In questo acquedotto l'acqua scorrerà alla velocità massima di quattro piedi al secondo, o due e tre quarti di miglio all'ora, a un'andatura piacevole da passeggio, o alla quantità media giornaliera di 500 milioni di galloni. Questa quantità d'acqua, che scorre alla velocità menzionata, creerebbe un ruscello profondo circa quattro piedi nell'ordinaria strada che attraversa la città del Borough of Manhattan.

Questo è il tipo di acquedotto tagliato e coperto, o a cielo aperto, e viene costruito lungo i pendii della collina o attraverso le terre pianeggianti laddove la topografia consente di scavare una trincea alla giusta altezza. In questo tipo di acquedotto l'acqua scorre libera, come in un ruscello, e non in pressione, come in un tubo sotto la strada. Dell'acquedotto artificiale ci saranno circa cinquantaquattro miglia.

Ma la topografia e la geologia della valle dell'Hudson non consentono all'acquedotto di Catskill di seguire una pendenza regolare. Per evitare lunghe e costose deviazioni intorno alle colline e per superare catene montuose e collinari che sarebbe impraticabile percorrere, le gallerie vengono attraversate alle stesse altezze che occuperebbe l'acquedotto artificiale se la topografia fosse più favorevole. Poiché, tuttavia, il tunneling è più costoso del lavoro in trincea aperta, la dimensione dell'acquedotto in questi tunnel è inferiore, le dimensioni all'interno sono tredici piedi, quattro pollici di larghezza e diciassette piedi di altezza. Per farvi passare la stessa quantità d'acqua è necessario un flusso più rapido, e quindi la pendenza è un po' più ripida. Di tali tunnel, noti come tunnel di grado, ce ne saranno in tutto ventitré, per una lunghezza complessiva di tredici miglia e mezzo, o approssimativamente lunga quanto l'isola di Manhattan. Praticamente tutta la lunghezza sarà in roccia piena, e, sia in roccia che in terra, sarà rivestita di cemento, in modo da fornire una superficie liscia e pulita per l'acqua ed evitare la caduta di roccia o terra dal tetto o dai lati .

Per inciso, può essere bene spiegare che il calcestruzzo che entrerà in gran parte nella costruzione degli acquedotti e delle dighe è una miscela di cemento Portland, sabbia, pietrisco o ghiaia e acqua, combinati molto accuratamente in macchine speciali. All'inizio tale calcestruzzo è plastico o fluido, secondo la proporzione dell'acqua, e può essere formato o colato in qualsiasi forma desiderata ma in poche ore si fissa, o si indurisce, e diventa rapidamente come la pietra, continuando ad aumentare di forza per mesi, e più lentamente per anni. Il cemento Portland, una polvere pesante e grigia, viene prodotto in molte parti del paese, ma quello utilizzato nei lavori di Catskill proverrà senza dubbio principalmente dal distretto di Lehigh Valley in Pennsylvania e dalle vicinanze del villaggio di Catskill, New York. L'idoneità e la disponibilità del calcestruzzo facilitano e riducono notevolmente la costruzione di dighe e acquedotti, sostituendo le più costose murature in mattoni e pietra. Forme costruttive che sarebbero impraticabili con quest'ultimo sono interamente realizzabili con il calcestruzzo. Nella costruzione dell'acquedotto, il calcestruzzo tenero e fresco viene posto contro forme in lamiera d'acciaio, o stampi, erette nella trincea o nel tunnel, assicurando così una superficie liscia e pulita per l'acqua.

Il percorso dell'acqua di Catskill Mountain dal grande bacino idrico di Ashokan a New York City avrà molti su e giù, e alcuni dei "downs" saranno profondi.Ad ovest dell'Hudson, diversi affluenti con ampie valli tendono generalmente a nord-est, cosicché l'acquedotto deve attraversare queste valli. Il grande fiume stesso deve essere passato, e ad est di esso si trova l'importante valle del Crotone, e all'estremità meridionale dell'acquedotto per circa due miglia anche l'altura è così bassa e la proprietà così costosa che un tunnel sotto la pressione leggera è il tipo di condotto più economico.

Queste valli sono così al di sotto del livello naturale al quale scorrerà l'acqua che dovrà essere trasportata attraverso di esse sotto una grande pressione poiché le valli sono troppo larghe per la costruzione ad arco in pietra che la stessa menzione degli acquedotti romani suggerisce immediatamente , o per qualsiasi altro tipo di ponte della grande altezza necessaria. La forma di costruzione più permanente ed economica, quindi, è un tunnel attraverso la solida roccia, passando non solo sotto i torrenti visibili, ma anche sotto le gole preglaciali, ora piene di terra e nascoste alla vista. È della massima importanza che questi tunnel siano scavati attraverso una roccia forte e solida, in modo che non solo non vi siano perdite d'acqua, ma un peso e una forza sufficienti per resistere alla pressione che l'acqua eserciterà a causa della sua distanza al di sotto del gradiente idraulico, o piano di scorrimento naturale, per acquedotto artificiale.

Prima di poter progettare questi tunnel a pressione, è stato necessario ottenere una grande quantità di informazioni sulla geologia delle valli. Centinaia di fori, con profondità individuali spesso di diverse centinaia di piedi, e aggregando molte miglia, dovevano essere affondati attraverso la terra nella roccia per determinarne il carattere in punti diversi, così come la sua profondità, in modo che i tunnel potrebbe essere posizionato in modo sicuro, evitando per quanto possibile le rocce troppo deboli o difficili da scavare.

Naturalmente non è stato del tutto possibile evitare tutte queste difficoltà, ma andando a grandi profondità si sono trovate condizioni soddisfacenti.

Due delle valli più importanti e belle sono quelle del Rondout Creek e del Wallkill River. La valle di Wallkill è risultata essere geologicamente molto semplice, poiché la natura si accontenta di un tipo di roccia, attraverso la quale il tunneling procederà probabilmente con non più delle difficoltà ordinarie. La Rondout Valley, d'altra parte, è una sorta di museo geologico, contenente almeno dodici diversi tipi di roccia, che variano dal duro conglomerato di quarzite, localmente noto come grana Shawangunk, alle arenarie e ai calcari morbidi, ricchi d'acqua e infidi. Granito solido e solido si trova sotto il fiume Hudson e su entrambi i lati nel luogo prescelto per l'attraversamento tra Storm King e Breakneck Mountains, la pittoresca porta settentrionale delle Highlands of the Hudson, a circa quattro miglia sopra West Point.

Saranno necessari diversi anni di duro lavoro per guidare e rivestire questi tunnel. Per il sifone Rondoout, (A titolo di spiegazione, acquedotti, o condotti, sotto le valli sono spesso chiamati sifoni invertiti, o semplicemente sifoni, a causa della loro somiglianza con veri sifoni capovolti. Naturalmente non c'è azione sifonica.) oltre al pozzi a ciascuna estremità, sei pozzi intermedi, per un totale di otto, sono stati previsti per aiutare nella costruzione, in modo che lo scavo del tunnel possa procedere in quattordici punti. Per aiutare nella costruzione del tunnel Wallkill, verranno utilizzati quattro pozzi intermedi. Ciascuno di questi tunnel è lungo circa quattro miglia e mezzo. Per il sifone sotto la valle del Moodna Creek, che si estende a sud fino al fiume Hudson, lungo cinque miglia, ci saranno sette pozzi. Si pensa che un pozzo profondo circa 1200 piedi sia necessario su ciascuna sponda dell'Hudson. Per attraversare il bacino di Croton sarà necessario un tunnel con due pozzi profondi 510 e 560 piedi. Queste gallerie a pressione, lunghe diciassette miglia, saranno anche rivestite con la muratura in calcestruzzo più consistente. All'interno di questo rivestimento, il corso d'acqua sarà circolare, con diametri compresi tra quattordici piedi e sedici e mezzo.

Se alla nuova torre della Metropolitan Life Insurance Company, a Madison Square, New York, si aggiungesse l'altezza di un palazzo della Fifth Avenue, sarebbe approssimativamente uguale alla profondità (708 piedi) del pozzo all'estremità meridionale della Rondout sifone. Anche nel sifone Wallkill meno profondo, le gabbie che trasportano uomini e materiali su e giù dal livello del tunnel percorreranno una distanza (nel pozzo più profondo, 480 piedi, nel più superficiale, 350 piedi) maggiore di quella dal marciapiede alla cima del torri del Park Row Building, per diversi anni l'edificio più alto di New York. Dal fondo di ciascuno dei pozzi di lavoro il tunneling sarà esteso per una distanza media di quasi mezzo miglio prima che le testate dei pozzi adiacenti si incontrino. Al termine, ogni tunnel sarà abbastanza grande da consentire il passaggio di un treno della metropolitana. I tunnel a pressione, essendo un tipo più costoso, hanno corsi d'acqua più piccoli rispetto ai tunnel di grado e l'acqua scorrerà attraverso di essi a velocità più elevate.

Oltre alle grandi valli da attraversare con gallerie a pressione, ve ne sono molte altre troppo strette o di geologia troppo sfavorevole per essere attraversate economicamente da gallerie. Per il passaggio di tali avvallamenti verranno utilizzati tubi in acciaio, incassati nel calcestruzzo e rivestiti con malta cementizia. Verranno posati tre tubi per ogni valle, ma inizialmente ne verrà posato uno solo, gli altri saranno differiti fino a quando l'aumento della domanda di acqua non renderà necessario il dispendio. In generale, i diametri dei tubi all'interno del rivestimento saranno circa nove piedi e mezzo a nord del serbatoio di Kensico e undici piedi a sud di quel serbatoio. Ad ogni estremità di ogni sifone, e ad ogni serbatoio, devono esserci edifici contenenti dispositivi per il controllo del flusso dell'acqua, noti come camere sifone e portinerie. Saranno necessari un totale di settanta edifici per questo e altri scopi lungo l'acquedotto.

Il bacino idrico di Ashokan (Ashokan è un nome indiano che significa "luogo dei pesci") sarà situato a circa quattordici miglia a ovest dell'Hudson a Kingston, ottantasei miglia in linea d'aria da New York, e sarà incentrato sulla frazione di Brown's Station sull'Ulster e ferrovia del Delaware. Sarà formato da una catena di dighe in muratura e terra aventi una lunghezza complessiva di oltre cinque miglia. Un'altra diga lunga circa mezzo miglio dividerà il bacino in due bacini. Sarà lungo dodici miglia e mezzo e la larghezza media sarà di un miglio. Quando il serbatoio è pieno, la sua superficie d'acqua sarà a 590 piedi sopra la marea conterrà 128.000 milioni di galloni, sufficienti per coprire l'isola di Manhattan a una profondità media di ventotto piedi 190 piedi sarà la profondità massima dell'acqua dietro le dighe, e cinquanta piedi la media in tutto il serbatoio. Con una linea di costa di quaranta miglia, avrà un'area d'acqua di 12,8 miglia quadrate e un'area aggiuntiva di terra quasi uguale è stata presa per proteggere i margini. Dovranno essere costruite circa quaranta miglia di nuova autostrada e tredici miglia di nuova ferrovia. Un ponte ad arco in cemento presso la diga divisoria consentirà il collegamento tra i lati nord e sud del bacino. Sette villaggi e molte abitazioni sparse e altri edifici che ora punteggiano la valle dovranno essere rasi al suolo. Da quaranta piccoli cimiteri devono essere rimossi tutti i corpi in 2500 tombe. Tutti gli alberi e i cespugli saranno tagliati e portati via o bruciati. Il paesaggio sarà cambiato, ma custodito dalle montagne oscure, il lago Ashokan aumenterà l'attrattiva del paesaggio.

La diga di Olive Bridge è la più grande della catena di dighe. Lungo quasi un miglio in cima, ha un'altezza massima sopra le sue fondamenta di 240 piedi. La sua parte centrale è stata costruita in muratura solida, con una lunghezza superiore di 1000 piedi, una larghezza minima superiore di 23 piedi e una larghezza massima nella parte inferiore di 190 piedi. Questa parte della diga chiude la gola principale dell'Esopus. Calcestruzzo le pareti centrali sono in costruzione nelle dighe di terra. Queste dighe di terra, o dighe, sono larghe trentaquattro piedi in cima e hanno pendenze piatte, così che il loro spessore in fondo è grande, raggiungendo un massimo di 800 piedi nella porzione di terra della diga di Olive Bridge. Se tutta la terra, la roccia e la muratura da trattare nella costruzione del bacino di Ashokan dovessero essere messe in un unico mucchio, formerebbero una piramide avente una base di un quarto di miglio quadrato e di uguale altitudine. La grande piramide di Cheope, in Egitto, era originariamente di 756 piedi quadrati alla sua base e alta 481 piedi. Il suo volume, quindi, è solo un ottavo di quello del materiale da spostare nella costruzione di questo serbatoio dell'acquedotto Catskill.

Camp City La costruzione delle principali dighe del bacino idrico di Ashokan fu iniziata nell'autunno del 1907, il contratto, pari a più di dodici milioni e mezzo di dollari, essendo stato assegnato alla MacArthur Bros. Company e alla Winston & Company. Per provvedere alle migliaia di lavoratori, molti dei quali hanno una famiglia, è stato costruito un grande campo o una città temporanea vicino alla scena delle operazioni. Questa città ha centinaia di case, scuole, una banca, una chiesa, un ospedale, un sistema di approvvigionamento idrico, una rete fognaria con un impianto di smaltimento, un grande emporio, una grande panetteria, una mensa, un edificio per uffici, fabbro e officine meccaniche, strade, parco, chiosco dell'orchestra, stabilimenti balneari, ghiacciaia, vigili del fuoco, polizia, luci elettriche e telefoni. Grandi cave e cave di sabbia sono state sviluppate per fornire materiali per le dighe, e sono state posate dieci miglia di ferrovia a scartamento normale, per non parlare di diverse miglia di scartamento ridotto, che collegano con la linea principale dell'Ulster e del Delaware. Per sette intensi anni Camp City fiorirà, e poi sarà cancellata il più completamente possibile.

Vicino alla storica White Plains, trenta miglia a nord del municipio di New York, le valli del fiume Bronx e degli stagni di Rye offrono l'opportunità, costruendo una grande diga, di formare un serbatoio di grande capacità, circa 40.000 milioni di galloni, con la sua superficie d'acqua 355 piedi sopra la marea. Il suo spartiacque è insignificante, ma in esso può essere conservata, relativamente vicino al luogo di consumo, una riserva idrica sufficiente ad assicurare contro le conseguenze dolorose dell'incidente all'acquedotto verso nord: infatti, se necessario, quella parte dell'acquedotto potrebbe essere fuori servizio per diverse settimane per ispezione o riparazione. Quindi salvaguarda virtualmente anche la continuità del flusso dal bacino di Ashokan quasi come se un acquedotto duplicato per queste settanta miglia fosse stato costruito con una spesa molto maggiore. Certo, in un lontano futuro servirà un secondo acquedotto, ma l'invaso continuerà a svolgere questa funzione di assicurazione nei confronti dei due. Dal bacino di Kensico, inoltre, in futuro, ulteriori acquedotti e tubazioni potranno essere condotti in varie direzioni, per distribuire l'acqua in diverse parti del vasto comprensorio che, con ogni probabilità, ne dipenderà alla fine.

La diga di Kensico sarà in muratura massiccia, lunga 1830 piedi, elevandosi a 150 piedi dal suolo ea quasi 300 piedi sopra le sue fondamenta più profonde nella roccia sporgente sottostante la valle. Ben visibile dalla linea suburbana a quattro binari della Harlem Division della New York Central Railroad, sarà il più grande monumento all'impresa della città di tutte le strutture dell'acquedotto Catskill. Saranno necessari dieci anni o più per la sua costruzione.

Appena a nord della linea della città, a Yonkers, su una grande collina dalla sommità piatta, sarà costruito il bacino idrico di Hill View, (Londra dedicato nella primavera del 1909 bacino di Honor Oak, un bacino in muratura coperto 824 per 587 piedi, che occupa, con i suoi argini, quattordici acri e un quarto. Il bacino idrico di Hillview sarà lungo 3000 piedi e largo 1500 piedi e occuperà, con i suoi argini, 163 acri. In definitiva il bacino idrico di Hill View avrà un tetto ad arco in cemento, sostenuto da pilastri di calcestruzzo.) un serbatoio di equalizzazione della capacità di circa 900 milioni di galloni, per regolare automaticamente le differenze tra il flusso costante nell'acquedotto dal serbatoio di Kensico e il consumo fluttuante in città. Questo serbatoio sarà realizzato scavando a una profondità media di circa venticinque piedi (massimo quarantaquattro piedi) su gran parte della sommità della collina e utilizzando la terra così ottenuta per costruire i lati del serbatoio più in alto. La sua superficie d'acqua sarà 295 piedi sopra la marea, lunga circa 3000 piedi e larga 1500 piedi, e l'acqua sarà profonda trentasei piedi e mezzo. Un grande muro di cemento dividerà il serbatoio in due bacini, e in questo muro sarà formato un acquedotto di by-pass, in modo che l'acqua possa fluire alla città senza entrare nel serbatoio, ogni volta che sarà necessario pulire o riparare il serbatoio. Il serbatoio sarà rivestito con cemento e pavimentazione in pietra. Ci sarà anche una tangenziale intorno al bacino di Kensico. Dai sentieri in cima all'argine del bacino idrico di Hill View si avranno magnifiche vedute di New York, delle città vicine, dell'Hudson con le sue Palisades e delle acque blu del Long Island Sound.

Dal serbatoio di Hill View un'estensione dell'acquedotto Catskill porterà l'acqua nei sistemi di tubazioni di distribuzione nelle strade dei cinque distretti di Greater New York. Le strade trafficate e congestionate, già coperte da sottopassaggi, tubi dell'acqua e del gas, fognature, condutture elettriche e altre strutture e delimitate da edifici alti a uno o più piani interrati, non possono ospitare il gran numero di grandi tubi che sarebbero necessari per portare l'acqua di Catskill Mountain da Hill View ai consumatori. Inoltre, i fastidi ei pericoli legati allo scavo di così tante grandi trincee e alla posa dei tubi nelle strade sarebbero del tutto intollerabili. Se questa posa delle condutture potesse essere eseguita rapidamente, il fastidio potrebbe essere sopportato ma inevitabilmente si estenderebbe per diversi anni. In effetti, si potrebbe dire che sia perenne, quando si tengono in conto riparazioni e sostituzioni, e un sistema di distribuzione principale di grandi tubi sarebbe costoso. Si ritiene quindi opportuno evitare, per quanto possibile, l'utilizzo di tubazioni in acciaio o ferro per il prolungamento dell'acquedotto Catskill per l'erogazione dell'acqua in città.

Sotto il distretto del Bronx, l'isola di Manhattan e il confine di Long Island c'è una solida roccia. Appare quindi una via di fuga da molti dei problemi del tubo. Partendo dal bacino idrico di Hill View, un grande tunnel, come quelli sotto le valli Rondout e Wallkill, deve essere scavato in profondità nella roccia, centinaia di piedi sotto la superficie stradale, e rivestito di cemento. In questo modo si eviterà il disturbo delle strade e sarà assicurato un condotto permanente. I pozzi attraverso i quali devono essere condotte le operazioni di tunneling saranno distanziati da 3000 a 5000 piedi l'uno dall'altro in punti in cui saranno causati pochi inconvenienti. Dopo la costruzione, questi pozzi costituiranno i collegamenti tra il tunnel e le tubazioni principali della rete di distribuzione stradale. Questo tunnel passerà sotto l'Harlem e l'East River, ma l'attraversamento del Narrows fino a Staten Island sarà fatto da tubi pesanti, perché la roccia è troppo profonda e la quantità d'acqua troppo piccola per fare un tunnel vale la pena. Per precauzione, due tubi paralleli saranno posati sotto l'acqua a una certa distanza l'uno dall'altro, e un serbatoio per contenere una riserva d'acqua sarà costruito su un'altura dell'isola.

Le fontane di Versailles sono famose e migliaia di persone fanno pellegrinaggi per vederle nelle loro splendide ambientazioni quando l'acqua è aperta. Due fontane di volume molto maggiore, decine di volte tanto, saranno caratteristiche accessorie dell'acquedotto di Catskill. A volte l'acqua degli invasi, come negli stagni naturali, si impregna di sapori e odori sgradevoli, dovuti soprattutto a organismi molto piccoli che, in una favorevole combinazione di condizioni, si sviluppano in numero insolito. Sebbene non deleteri, o non seriamente, i prodotti di questi organismi sono sgradevoli. L'aerazione è stata dimostrata dall'esperienza e dall'esperimento come un mezzo efficace ed economico per rimuovere questi sapori e odori, e la forma di aerazione più conveniente per il presente scopo è risultata essere ugelli di semplice disegno disposti come getti di fontana. Di queste grandi fontane di aerazione, una sarà costruita dove l'acqua viene prelevata dal bacino di Ashokan e l'altra al bacino di Kensico. In ogni fontana ci saranno fino a 2000 getti in gruppi simmetrici all'interno di un bacino lungo 500 piedi e largo 250 piedi. Utilizzando diverse combinazioni di questi gruppi di ugelli si possono aerare diverse quantità di acqua, fino alla piena capacità dell'acquedotto. Con le impostazioni paesaggistiche appropriate, queste gigantesche fontane saranno anche una fonte duratura di divertimento.

Al fine di salvaguardare e migliorare ulteriormente la qualità dell'acqua, è necessario provvedere alla filtrazione e a nord-ovest di White Plains è stato selezionato un sito per un grande impianto di filtraggio a sabbia che avrà una capacità di circa il doppio del più grande impianto attualmente in esistenza.

Quando tutti i lavori saranno completati, l'acquedotto di Catskill sarà uno dei più sicuri al mondo. I suoi terreni di raccolta sono topograficamente e geologicamente di insolita eccellenza e sono scarsamente popolati. Ampie strisce marginali di foresta e prato proteggeranno ogni serbatoio di sequestro. Questi grandi laghi artificiali consentiranno un lungo stoccaggio delle acque raccolte, dando occasione all'azione benefica del sole, del vento e della sedimentazione. Con questi vari mezzi l'inquinamento sarà in gran parte prevenuto e batteri, sapori e odori sgradevoli saranno quasi completamente rimossi o distrutti.

Goethe scrisse una volta, "Dem Menschen ist ein Mensch noch immer lieber als ein Engel." (Per l'umanità gli uomini sono sempre più cari degli angeli). E così forse il lettore può possedere un interesse umano sufficiente per indagare con quale schieramento di cervelli e muscoli degli uomini devono essere realizzate queste grandi opere. Su nomina del sindaco George B. McClellan, ai sensi della legislazione speciale, John A. Bensel, ingegnere civile, Charles N. Chadwick, uomo d'affari, e Charles A. Shaw, ex presidente della Hanover Fire Insurance Company, costituiscono il consiglio di amministrazione di Approvvigionamento idrico della città di New York. Sono stati scelti da elenchi di tre nomi presentati rispettivamente dalla Camera di Commercio, dalla Manufacturers' Association di New York e dal Board of Fire Underwriters. Il signor Bensel è presidente del consiglio di amministrazione e succede al signor J. Edward Simmons, che si è dimesso nel gennaio 1908 ed è ora presidente della Camera di commercio.

Due uffici compongono le forze del consiglio. Nell'ufficio amministrativo ci sono il segretario, il revisore dei conti, l'impiegato capo e l'agente di acquisto, il liquidatore dei crediti e il capo della pattuglia dell'acquedotto, ciascuno con un corpo necessario di assistenti, per un totale di circa 125 persone. L'ingegnere consulente John R. Freeman è il consulente tecnico dei commissari. A capo dell'Ufficio tecnico c'è l'ingegnere capo J.Waldo Smith. Nel suo staff di consulenti ci sono il professor William H. Burr, il signor Frederic P. Stearns, Allen Hazen, George W. Fuller e alcuni altri ingegneri e scienziati di fama nazionale e internazionale. Il signor Charles L. Harrison è il vice capo ingegnere. A causa dell'estensione geografica e dell'entità dei lavori, l'Ufficio di Ingegneria è stato organizzato in quattro dipartimenti: il Dipartimento della Sede Centrale, con Alfred D. Flinn, Ingegnere del Dipartimento, ha l'incarico di preparare i progetti e le specifiche per le dighe, gli acquedotti e altri materia esecutiva delle strutture e del servizio civile, sopralluogo dei manufatti edilizi, redazione di carte e documenti immobiliari per tutti i dipartimenti, nonché rilievi e costruzioni entro i confini della città. Il Reservoir Department, con a capo Carleton E. Davis, è incaricato di tutti i rilievi e la costruzione dei bacini idrografici. La sua opera principale attualmente è il bacino idrico di Ashokan, con le sue grandi dighe e le condutture dell'acquedotto Catskill. Dalle condutture allo spartiacque dello spartiacque di Croton sessanta miglia di acquedotto Catskill è sotto la cura del Dipartimento Acquedotto del Nord, Robert Ridgway, Dipartimento Ingegnere, a cui cade l'attraversamento del fiume Hudson e i grandi sifoni sotto il Rondout, Wallkill e Moodna valli. Il resto dell'acquedotto Catskill, con i serbatoi Kensico e Hill View e i filtri, cade nel dipartimento dell'acquedotto meridionale, con Merritt H. Smith come ingegnere del dipartimento. I dipartimenti sono divisi in tre o più divisioni, a loro volta suddivise in più sezioni. Compreso ingegneri, ispettori, stenografi, impiegati, operai e altri assistenti, l'Ufficio di ingegneria contiene quasi 1000 persone.

Ai fini della costruzione, l'opera di realizzazione degli invasi e degli acquedotti è stata suddivisa, in numerosi appalti, con spese che vanno da poche decine di migliaia di dollari a diversi milioni. Nell'estate più intensa, quando la maggior parte di questi contratti sarà in corso contemporaneamente, i dipendenti degli appaltatori raggiungeranno probabilmente un totale di 15.000 e la spesa sarà di circa $ 2.000.000 al mese. Questo autunno del 1909 vedrà senza dubbio 10.000 uomini al lavoro, poiché entro ottobre saranno stati concessi i principali contratti per l'acquedotto, ad eccezione di parte della linea tra i bacini Kensico e Hill View. Probabilmente anche il bacino di Hill View sarà in fase di appalto, le principali dighe del bacino di Ashokan sono già in corso. Una nuova stima del costo del progetto Catskill fatta dal momento che molti dei grandi contratti sono stati assegnati mostra che la stima originale del 1905 era sufficiente, un fatto insolito e gratificante in progetti di ingegneria di grande portata.

I lettori lontani da New York potrebbero chiedersi: "Perché andare così lontano per l'acqua? Perché non prendere l'acqua dall'Hudson, a una distanza relativamente breve sopra la città, proprio come fanno molte comunità dell'entroterra dai fiumi su cui si trovano?" Semplicemente perché l'Hudson è un estuario di maree fino a Troia, e se l'acqua è sufficiente per fornire anche la metà del fabbisogno di New York veniva ritirato nelle stagioni estremamente secche, il fiume Water sarebbe troppo salmastro per il consumo domestico fino a dieci o quindici miglia sopra Poughkeepsie, o ottanta miglia in linea d'aria dal municipio di New York. Sono solo sei miglia più avanti alla testa dell'acquedotto Catskill. Per essere certi di mantenere un adeguato flusso di acqua dolce, dovrebbero essere costruiti grandi serbatoi di compensazione sulle sorgenti del fiume nelle montagne Adirondack per immagazzinare le acque in eccesso delle stagioni umide per lo scarico negli affluenti superiori del fiume in un'adeguata tasso nelle stagioni secche. Inoltre, molti liquami non depurati entrano nel fiume al di sopra di qualsiasi punto in cui potrebbero essere localizzate le opere della città. Poiché l'acqua sarebbe stata prelevata al livello della marea, avrebbe dovuto essere sollevata di diverse centinaia di piedi da potenti pompe per convogliarla in città sotto una pressione adeguata. Quindi, per ottenere l'acqua dell'Hudson, purificarla e convogliarla alla città, sarebbero stati necessari lavori estesi e molto costosi e quando tutto fosse stato fatto, la fornitura sarebbe stata di qualità inferiore. È stato detto che il diciannovesimo secolo ha scoperto la sporcizia, vale a dire la vera natura della sporcizia e il suo rapporto con la salute umana. Alla luce di questa scoperta, le comunità stanno imparando a preferire l'acqua pulita, se disponibile. Di conseguenza il Board of Water Supply, con il concorso di altre autorità cittadine e l'approvazione della State Water Supply Commission, ha concluso molto sensatamente che era più economico e prudente prendere parte dell'acqua dell'Hudson da alcuni degli affluenti inferiori nel Catskill Montagne prima che venisse contaminato, e ad un'altitudine da cui potrebbe fluire per gravità verso la città ed essere consegnato a un livello di 165 piedi sopra quello a cui viene consegnata l'acqua di Crotone.

L'abbondanza di acqua limpida, morbida, pura e salutare è il bene più essenziale per ogni grande comunità. New York City ha speso fino ad oggi per la costruzione delle opere idriche esistenti, esclusi gli interessi e la manutenzione, circa 137.000.000 di dollari, non tenendo conto degli investimenti delle compagnie idriche private, molte delle quali ancora riforniscono porzioni di alcuni distretti. I recenti progetti per forniture aggiuntive dalle montagne di Catskill e dalla contea di Suffolk comporteranno durante il prossimo mezzo secolo la spesa di circa $ 225.000.000 e aumenteranno la fornitura giornaliera sicura a due volte e mezzo quella ora disponibile, e provvederanno generosamente ai bisogni della città per quanto ragionevolmente possibile prevedere in futuro. E i sistemi di Croton, Ridgewood, Catskill e Suffolk County saranno permanenti, anche se il lungo proseguimento della notevole crescita della città dovrebbe in un lontano futuro portare a una domanda di acqua superiore alla capacità combinata di queste fonti.

La popolazione attuale di New York è di 4.500.000 abitanti e il suo consumo giornaliero di acqua per tutti gli usi dalle opere di proprietà della città è, come ho detto, di 125 galloni a persona. A questo ritmo, la scorta di un anno sarebbe un lago lungo venti miglia, largo tre miglia e avente una profondità media di venticinque piedi. Il flusso estivo ordinario del fiume Niagara sulle cascate americane è ora di circa 8000 milioni di galloni al giorno, che è solo quindici volte il flusso consumato a New York. Va ricordato che Yonkers, Mount Vernon, New Rochelle e periferie ancora più lontane possono aggiungersi alla metropoli, o almeno al distretto idrico metropolitano, in un futuro non lontano, richiedendo ancora maggiori prestazioni all'acquedotto. sistemi realizzati dalla città, e molte fonti locali di approvvigionamento dovranno essere abbandonate a causa dell'insufficienza e dell'inquinamento. Con tutte queste enormi cifre che rappresentano la domanda e la spesa, è confortante scoprire mediante calcoli che il costo medio di tutta l'acqua per usi domestici, pubblici e manifatturieri ogni giorno per ogni persona sarà inferiore a un centesimo, inclusa la manutenzione, gli interessi sul capitale investimento e fondo di ammortamento.

Delle grandi opere per la raccolta e il trasporto dell'acqua di Catskill Mountain, molte delle parti più difficili e interessanti saranno completamente nascoste alla vista dopo il completamento. In effetti, dell'acquedotto Catskill non sarà visibile quasi nulla, tranne i lunghi argini ordinatamente livellati sopra le porzioni tagliate e coperte e gli edifici occasionali che ospitano i cancelli e altri dispositivi per il controllo e la misurazione dell'acqua. I più cospicui saranno i grandi serbatoi, con le loro enormi dighe in muratura e terra. Molte di queste strutture visibili saranno relativamente inaccessibili. È giusto che queste cospicue strutture siano rese esteticamente gradevoli, non con ornamenti elaborati e costosi, ma con un trattamento semplice e dignitoso. Qui l'ingegnere civile dominante sarà aiutato e guidato dall'architetto e dall'ingegnere paesaggista.

fiume sotterraneo! Il solo nome ha sempre avuto un fascino misterioso e romantico. Un fiume sotterraneo invertito è ciò che sta creando il Board of Water Supply. Invece di iniziare con minuscoli ruscelli in oscure fessure della roccia o alcuni rivoli di superficie che sprofondano fuori dalla vista, questo fiume inizierà alla sua grande estremità dal bacino idrico di Ashokan, un vasto lago artificiale, e scorrerà per decine di miglia senza cambiamenti di volume , venendo alla luce solo nell'enorme bacino del bellissimo lago di Kensico e di Hill View, da dove si ramificherà attraverso le centinaia di miglia di tunnel e tubi sotto le strade della città, uscendo infine attraverso rubinetti e idranti in migliaia di getti per servire coloro che gli hanno imposto di fluire così in vincolo. Tuttavia, devono trascorrere diversi anni di lavoro molto attivo prima che l'acqua di Esopus raggiunga la città.


Oltre l'acquedotto di Crotone: una storia sull'acqua di New York City

Con l'esplosione della popolazione di Brooklyn da meno di 100.000 residenti a metà del 1800 a più di un milione nel 1900, la pressione sull'accesso all'acqua dolce ha portato a un punto di rottura e, con essa, i cinque distretti di New York City appena consolidati. Manhattan aveva già sperimentato un'epidemia di colera nel 1830 e la perdita di 17 blocchi quadrati nel Grande Incendio del 1835. Collect Pond si congelò, rendendo l'acqua inutile per i vigili del fuoco e spingendo la città a trovare una fonte alternativa. Ciò ha lanciato una ricerca per domare le fonti di acqua dolce montane per la città in rapida crescita che continua ancora oggi.

“Views from the Watershed,” una serie di tour guidati dall'artista Lize Mogel sponsorizzati dalla Catskills Watershed Corporation, rende visibile la traiettoria di questo sistema idrico in espansione. Dalla metà alla fine del XIX secolo, l'acquedotto di Croton riforniva Manhattan di 90 milioni di galloni al giorno da una diga nella contea settentrionale di Westchester sul fiume Croton. Con la crescita alla fine del XIX secolo dei cinque distretti ormai consolidati, lo Stato di New York approvò il Water Supply Act del 1905 e iniziò a cercare fonti d'acqua nella Hudson Valley.

Una lapide al cimitero di Pepacton

Un requisito fondamentale per questo sistema idrico consisteva nell'identificare una fonte sufficientemente elevata dal livello del suolo in modo che la sola gravità potesse fornire acqua a edifici di cinque o sei piani senza l'uso di pompe. Una condizione che raccomandava i Catskill era la straordinaria quantità e qualità della sua acqua. Era relativamente vicino al mare, a 100 miglia di montagna, beneficiando di pioggia e umidità, ed era ad alto contenuto di alcalinità e morbidezza a causa dell'alimentazione di montagne di roccia dura, in gran parte assenti di depositi di calcare. La sua bassa corrosività e il contenuto di minerali renderebbero l'acqua Catskills particolarmente indicata per i macchinari, risparmiando le attrezzature industriali dall'accumulo di calcio. Spiega anche un attributo unico della città che altri luoghi trovano difficile da replicare: i suoi grandi bagel, che i fornitori di tutto il mondo cercano di imitare aggiungendo ammorbidenti e basi all'acqua utilizzata nella loro produzione.

La città si impegnò in una politica aggressiva di acquisizione di terre da parte di eminenti domini. A partire dal 1907, iniziò a costruire i sistemi di stoccaggio e consegna dell'acqua, inclusi gli acquedotti Catskill e Delaware. Nel 1915 completò il bacino idrico di Ashokan da 125 miliardi di galloni, che occupava 8.315 acri nella contea di Ulster e ora contribuisce al 40% dell'acqua della città. Il serbatoio Pepacton da 140 miliardi di galloni era operativo nel 1955, estendendosi per 15 miglia su 5.763 acri della contea di Sullivan, e contribuendo con un altro quarto dell'acqua della città.

New York City ha motivo di essere orgogliosa di questa straordinaria impresa. Fornisce acqua eccezionale a una popolazione di 9,6 milioni di abitanti della città e delle comunità circostanti, oltre a amministrare la terra che attraversa. Ma è facile ignorare l'impatto che questa impresa ha avuto sulle comunità nei bacini idrografici dell'Hudson e del Delaware.

Stony Clove Creek in Fenicia, appena prima che si connetta con Esopus Creek

Uno strano sottoprodotto delle prime dispute politiche fu l'esclusione della contea di Dutchess dall'accesso al sistema idrico Catskills-Delaware Valley, in contrasto con la maggior parte della regione. Mentre la città era in prospezione all'inizio del secolo, i proprietari terrieri della contea di Dutchess approvarono una legge che vietava alla città di utilizzare il dominio eminente per acquisire terreni nell'area. Per una buona ragione: il progetto alla fine avrebbe inghiottito 12 città all'interno dell'impronta del bacino idrico di Ashokan e altre tre all'interno di Pepacton, insieme a un gran numero di fattorie, chiese e cimiteri. Il 1905 Water Supply Act si vendicò della contea di Dutchess cancellandolo dal sistema idrico.

La Catskills Watershed Corporation si è formata all'indomani dell'ultimo capitolo di questa saga. Nel 1989, l'Agenzia per la protezione dell'ambiente ha adottato la norma per il trattamento delle acque superficiali, che richiede alla maggior parte dei sistemi di alimentazione di filtrare e disinfettare l'acqua per proteggerla da virus, batteri e Giardia lamblia. Ciò avrebbe avuto un costo astronomico per New York City, che sosteneva una strategia alternativa: utilizzare il dominio eminente per acquistare e proteggersi dalle fonti di contaminazione.

È stata un'incredibile presa di potere da parte della città che si estendeva per oltre 100 miglia oltre i suoi confini. L'acquisizione della terra ha richiesto l'acquisto di centinaia di migliaia di acri, privando sistematicamente quelle comunità delle loro fonti di sostentamento economico. La proprietà sarebbe permanentemente non disponibile per lo sviluppo commerciale, limitando le potenziali fonti di occupazione per i lavoratori, vietando lo spargimento di letame e soffocando le fonti di tassazione per sostenere le scuole e le strade locali.

Nel gennaio 1997, dopo quasi un decennio di battaglie campali e negoziati tra New York City, l'Agenzia per la protezione dell'ambiente e la Coalition of Waterfront Towns, le parti hanno firmato un memorandum d'intesa. Ha assicurato alle comunità un ruolo di consulenza sul sistema idrico, guidato dalla Catskills Watershed Corporation, finanziamenti per la riparazione e la costruzione di strade e ponti, il diritto alla caccia e alla pesca dalla riva o barche approvate, la costruzione di sentieri e lo sviluppo delle industrie turistiche all'interno dello spartiacque. La città e altre agenzie pubbliche ora possiedono 285.000 acri di terra all'interno della Catskills e della Delaware River Valley, per un totale di 720 miglia quadrate di terra protetta.

Il CWC sta attualmente completando gli uffici a Middletown, New York, progettati da Keystone Associates, insieme a un auditorium da 144 posti, un Water Discovery Center di 700 piedi quadrati e un sentiero naturalistico di 33 acri. Affitterà spazio al Dipartimento per la protezione ambientale della città di New York per gestire e monitorare l'enorme sistema idrico. Ha una capacità di 570 miliardi di galloni e 7.000 miglia di condutture da mantenere, impiegando 6.000 lavoratori in tutto il bacino. La città prevede di acquistare altri 80.000 acri nei prossimi anni.

Questa, in breve, è la storia di come New York City rivendica di avere la più grande fonte d'acqua non filtrata negli Stati Uniti.


Porta della casa n. 5, Jerome Park Reservoir

Procedendo verso sud, alcuni dei resti di Croton possono essere rilevati al Jerome Park Reservoir, a est di Sedgwick Avenue e a nord di Reservoir Avenue a Kingsbridge Heights. Questo serbatoio, costruito nel 1905, si trova in cima al vecchio acquedotto e si possono intravedere alcune delle opere in pietra dell'acquedotto mentre si cammina lungo Goulden Avenue sul fianco orientale del serbatoio.

Il serbatoio, così come la lunga Jerome Avenue, prende il nome dal Jerome Park Racetrack, che fu qui tra il 1876 e il 1890, la pista era di proprietà di Leonard W. Jerome, il nonno del primo ministro britannico della seconda guerra mondiale Sir Winston Churchill.

Acquedotto di Crotona a circa West 190 Street

Acquedotto di Crotone a circa East 183rd Street. Aqueduct Avenue East è sulla destra.

Rimane il corpo di guardia a Burnside Avenue a est dell'Università.

Passerella dell'acquedotto di Croton a circa Fordham Road

Progredendo verso sud, il percorso dell'acquedotto di Croton è stato conservato per circa due miglia come terrapieno rialzato e passaggio pedonale da Kingsbridge Road a sud fino a circa Burnside Avenue.

Parallelo all'acquedotto passerella su ogni lato sono Aqueduct Avenues East e West. Aqueduct Avenue East va da West 180th a nord a West 184th Street e Aqueduct Avenue West va da West 188th a nord a Kingsbridge Road. Quindi, i due viali presentano un aspetto sconcertante su una mappa, perché sembra che Aqueduct Avenue West sia in realtà a NORD di Aqueduct Avenue East. L'errore viene commesso perché le mappe moderne non rappresentano il vecchio percorso dell'Acquedotto e i viali prendono il nome dalla loro posizione rispetto all'Acquedotto.

Giusto per aumentare la confusione, Il vecchio nome della lunga University Avenue era Aqueduct Avenue, fu ribattezzato NYU nel 1913 e ribattezzato di nuovo Martin Luther King Jr. nel 1988. La sezione di University Avenue con un centro commerciale è la sezione che aveva l'acquedotto che scorreva sotto di essa.

Le vie dell'Acquedotto di Crotone sono costellate di quelle che sono conosciute come ‘porte.’ Sebbene l'apparato di canalizzazione dell'acqua fosse situato sotto ogni casa, le portinerie sembrano non essere altro che indicatori decorativi per delimitare il percorso dell'acquedotto fuori terra.

Sopra, casa principale dell'acquedotto rimane a Phelan Place. Questo residuo proviene dal Nuovo Acquedotto di Crotone, in servizio tra il 1885 e il 1893, e quindi non è associato ai resti dell'Acquedotto Vecchio di Crotone.

Proseguendo verso sud lungo l'Università, facendo attenzione a non essere schiacciati dal traffico che esce ed entra nella trafficata Cross-Bronx Expressway, ci stiamo avvicinando a uno dei veri gioielli architettonici di New York City.

Il Crotone non ha scavato un tunnel sotto il fiume Harlem nel suo cammino verso Manhattan. Piuttosto, ha usato un ponte bello e ora storico per entrare nella città di New York (che era una città separata nel 1840)…

I percorsi dell'Acquedotto di Crotone sono costellati di quelle che sono note come ‘gatehouses.’ Sebbene l'apparato di canalizzazione dell'acqua fosse situato sotto ogni casa, i corpi di guardia sembrano non essere altro che indicatori decorativi per delimitare il percorso dell'acquedotto fuori terra.

Una stazione di servizio deceduta da tempo segna il sentiero dell'Acquedotto all'Università appena a nord di Burnside.

Alcune informazioni più recenti (11/06) dal tifoso dimenticato Tom Vicinanza:

La struttura a Burnside/Old Croton non è originale. No. In origine l'acquedotto passava OVER Burnside e c'erano tunnel pedonali e veicolari sotto l'acquedotto.

Negli anni '20, '8217 o all'inizio degli anni '30, ’, il “ponte” fu rimosso, l'acquedotto è stato eseguito sotto Burnside e un ‘sifone inverso’ è stato installato sotto Burnside. Così, all'inizio del XX secolo, furono create le mura a forma di fortezza e i piccoli edifici nel mezzo a livello della strada. Sono stato abbastanza sorpreso di apprendere questo.

Ora siamo a Sedgwick Avenue e West 170th Street e siamo arrivati ​​a una delle vere meraviglie architettoniche del XIX secolo, High Bridge, che dà anche il nome alla parte del Bronx in cui ci troviamo.Costruito tra il 1838 e il 1848, è il più antico ponte rimasto che collega l'isola di Manhattan con gli Stati Uniti continentali. Edgar Allan Poe ha scritto di aver attraversato il ponte durante le sue passeggiate notturne. In primo piano si può vedere una porta dell'acquedotto.

Nella seconda foto, vediamo i suoi restanti archi in muratura che torreggiano in alto sopra il fiume Harlem. L'arco in ghisa, visibile a destra, è stato installato negli anni '20 per consentire il traffico navale.

Torre del ponte alto, una volta una delle strutture più alte di Manhattan, rivaleggiata solo dai campanili delle chiese quando fu costruita nel 1872, è alta 195 piedi e utilizzata per contenere un serbatoio da 47.000 galloni per immagazzinare l'acqua che scorreva su enormi tubi di ferro situati nella parte inferiore dell'High Bridge. La torre è stata utilizzata per lo stoccaggio dell'acqua fino al 1965, e fino al 1957 la torre ospitava campane a carillon. Un piromane suicida ha incendiato il campanile nel 1984, provocando un restauro da un milione di dollari nel 1988.

Sfortunatamente, il ponte di osservazione in cima alla torre è chiuso ad eccezione di occasioni speciali come i tour condotti dagli Urban Park Rangers di New York.

Lo stesso ponte alto è chiusa al traffico pedonale (non ha mai percorso una carreggiata per i veicoli a motore) dal 1960. Negli ultimi anni High Bridge Park (sul lato di Manhattan tra Amsterdam Avenue e West 174th Street) è stato abbellito da New York Restoration, un gruppo guidato da Bette Midler, la Divina Miss M stessa.


Documentario Storia delle opere idriche americane

New York City fu colonizzata per la prima volta dagli europei quando arrivarono gli olandesi nel 1624. La prima città era limitata all'isola di Manhattan e aveva tre sistemi idrici separati.

Christopher Colles Water Works - 1774
Le prime opere idriche furono costruite da Christopher Colles nel 1774, ma l'arrivo dell'esercito britannico nell'agosto 1776 pose fine al progetto mentre i lavori erano in fase di collaudo.

Le opere idriche del 1799 della Manhattan Company e la ricerca di un approvvigionamento idrico migliore
Nel 1799, la Manhattan Company fu noleggiata per distribuire l'acqua a Manhattan e distribuì l'acqua del pozzo attraverso tubi di legno e successivamente di ghisa. La qualità e la quantità della loro fornitura non è mai stata adeguata e sono state fatte diverse proposte per implementare un migliore approvvigionamento idrico per la città. La città di New York costruì un serbatoio d'acqua riempito da un pozzo nel 1831 per la protezione antincendio e, dopo aver preso in considerazione diverse alternative, scelse di prendere l'acqua dal fiume Croton.

Lavori idrici di New York City
Dopo anni di studio e pianificazione, gli elettori della città approvarono l'Acquedotto di Crotone nelle elezioni tenutesi dal 14 al 16 aprile 1835, con un voto di 17.330 contro 5.963. L'anno successivo, John B. Jervis fu scelto come capo ingegnere dell'Acquedotto. La costruzione iniziò nel 1837 e questo primo, o Old Croton, Acquedotto, fu messo in servizio il 22 giugno 1842 ad un costo di poco meno di $ 9 milioni. Una grande celebrazione si tenne il 14 ottobre 1842. Un serbatoio di ricezione fu costruito a Central Park a sud della 86th Street (fuori produzione nel 1925) e un serbatoio di distribuzione fu situato a Murray Hill di Manhattan tra la 41st e la 42nd Street sulla Fifth Avenue. L'acqua fu prelevata dal serbatoio di distribuzione il 18 dicembre 1897 e fu abbattuta per far posto alla Biblioteca Pubblica di New York. Alcune fondamenta del serbatoio sono ancora visibili al livello inferiore dell'edificio della biblioteca.



Celebrazione dell'acqua di Crotone 1842 | Vedi anche Vista del serbatoio di distribuzione | Vedi anche Murray Hill Reservoir |

Questo serbatoio conteneva 20 milioni di galloni imperiali o 24.006.000 galloni statunitensi e, quando era pieno, il livello dell'acqua di 114 piedi e 10 pollici sopra la marea media era sufficiente per fornire teoricamente acqua ai piani superiori di ogni edificio nell'area edificata della città a sud di quella posizione. Sfortunatamente, durante i periodi di alta richiesta d'acqua, l'acqua spesso non arrivava nemmeno al secondo piano di molti edifici in un momento in cui venivano costruiti edifici più alti. Questo costrinse i proprietari dell'edificio a installare cisterne di legno sui tetti per assicurare l'approvvigionamento idrico ai piani superiori, che sono ancora comuni in città. L'acqua è stata forzata nelle cisterne da pompe azionate da motori idraulici, motori ad aria calda, gas naturale e artificiale e infine elettricità. Una società nel 1870 propose di utilizzare i mulini a vento, ma a quanto pare fece pubblicità solo una volta.


Profilo e Pianta della Parte Inferiore dell'Acquedotto di Crotone, di John B. Jervis (1843),
Dalla collezione di disegni di John B. Jervis presso la Biblioteca pubblica di Jervis.

L'acquedotto era lungo 41 miglia ed era progettato per fornire un massimo di 60 milioni di galloni imperiali (72.018.000 galloni statunitensi) con un'area di 53,34 piedi quadrati. La capacità è stata aumentata a 95 milioni di galloni americani alzando il livello dell'acqua sopra la linea della sorgente. Ad un certo punto circa 103 milioni di galloni sono passati attraverso l'acquedotto in un solo giorno, ma hanno danneggiato la struttura.



Illustrazioni dell'Acquedotto di Crotone di F. B. Tower (1843), pagina 84.
Dipartimento dei Lavori Pubblici, Relazione trimestrale al 31 marzo 1881. Pagina 27.

L'attraversamento del fiume Harlem fu una delle questioni più controverse della costruzione originale dell'acquedotto. Il maggiore Douglass aveva proposto un ponte alto sul fiume, mentre John Martineau aveva progettato un sifone rovesciato utilizzando un tubo in ferro battuto di 8 piedi di diametro. Jervis prese in considerazione entrambe le opzioni e raccomandò un sifone che utilizzasse quattro tubi in ghisa da 36 pollici installati su un ponte basso, ma sorse una forte opposizione sulla minaccia percepita alla navigazione. Il legislatore statale risolse il dilemma approvando una legge nel 1839 che imponeva un ponte alto o un tunnel sotto il canale del fiume. Jervis e i Water Commissioners hanno scelto il ponte a causa delle incertezze sul costo e sulla praticità del tunnel. Jervis progettò un ponte di 1.460 piedi con 15 archi in muratura di pietra. Lo progettò per trasportare due tubi da 48 pollici, ma come misura economica ha installato due tubi da 36 pollici poiché sentiva che la capacità aggiuntiva non sarebbe stata necessaria per cinquant'anni. Fu installato un tubo temporaneo per consentire il flusso dell'acqua fino a quando l'imponente High Bridge non fu completato alla fine del 1848. I due tubi più piccoli raggiunsero la loro capacità subito dopo l'apertura del ponte e nel 1861 fu installato un tubo in ferro battuto da 90 pollici sopra i due tubi più piccoli. Una migliore navigazione del fiume ha mostrato che gli archi originali ostruivano il passaggio delle navi e cinque degli archi originali attraverso il fiume sono stati sostituiti da un'unica campata in acciaio nel 1927. Le condutture dell'acqua sono state messe fuori servizio il 15 dicembre 1949 e un la famosa passerella pedonale è stata riaperta in tutta la campata nel 2015.





L'alto ponte di Harlem, N.Y.,
di N. Currier (1849)
Ponte Alto durante la costruzione
del grande principale (1861)
Sezione trasversale del ponte alto (1882) Veduta aerea del Ponte Alto
che mostra arco in acciaio del 1927.

Furono costruiti nuovi serbatoi per aumentare l'offerta: Boyds Corner nel 1873 e Middle Branch nel 1878. Un rifornimento fu portato dal Kensico Reservoir sul fiume Bronx nel 1884, che fu integrato da acqua aggiuntiva dal fiume Byram nel 1896. Studi di Ellis S Chesbrough e altri dimostrarono che erano necessarie forniture aggiuntive e nel 1883 fu formata una commissione per costruire un secondo acquedotto dallo spartiacque di Crotone, nonché ulteriori serbatoi di stoccaggio. Il secondo o nuovo acquedotto di Croton fu utilizzato per la prima volta il 14 luglio 1890. In questa mappa sono mostrati sia il vecchio che il nuovo acquedotto, insieme al gasdotto del fiume Bronx:


Mappa del percorso del nuovo Acquedotto di Crotone, presenti acquedotto e condotta del fiume Bronx anche gli spartiacque dei fiumi Croton, Bronx e Byram,
di Benjamin Silliman Church (1887)

La città ha deciso di sviluppare la regione di Catskill come fonte d'acqua aggiuntiva all'inizio del XX secolo e ha proceduto a pianificare e costruire strutture per sequestrare le acque dell'Esopus Creek, uno dei quattro bacini idrografici delle Catskill, e per fornire l'acqua in tutto il Città. Questo progetto, per sviluppare quello che è noto come Catskill System, includeva il bacino idrico di Ashokan e l'acquedotto Catskill e fu completato nel 1917.
La costruzione del bacino idrico Schoharie e del tunnel Shandaken fu completata nel 1928 .

New York City ha studiato il potenziale per prendere l'acqua dallo spartiacque del fiume Delaware a metà degli anni '20 e il progetto è stato approvato nel 1928. Dopo i ritardi causati dal New Jersey che ha fatto appello alla Corte Suprema degli Stati Uniti, la costruzione è iniziata nel marzo 1937 con l'acquedotto del Delaware apertura nel 1944, Rondout Reservoir nel 1950, Neversink Reservoir nel 1954. Pepacton Reservoir nel 1955 e Cannonsville Reservoir nel 1964. Il Delaware System comprende un acquedotto completato nel 1944 e diversi serbatoi per fornire acqua dal fiume Delaware.



Mappa dell'acquedotto Catskill, da L'acquedotto Catskill e le prime forniture idriche della città di New York (1917), pagina 8. Mappa del sistema di approvvigionamento idrico di New York City dal Dipartimento per la protezione ambientale di New York City

New York City ha acquisito altri due sistemi idrici municipali dal consolidamento del 1898, tra cui Brooklyn e Long Island City. Diversi altri sistemi idrici privati ​​hanno continuato a funzionare per molti anni.

Referenze | Riferimenti precedenti |
1835 Gli elettori della città approvarono l'Acquedotto di Crotone nelle elezioni tenutesi il 14-16 aprile 1835, con un voto di 17.330 contro 5.963. Una ripartizione del voto per rione è mostrata qui. | anche qui |

1835. David B. Douglass fu assunto come capo ingegnere per l'acquedotto di Croton con uno stipendio annuo di $ 5.000 il 2 giugno 1835.

1836. David B. Douglass licenziato come capo ingegnere l'11 ottobre 1836.

1836 John B. Jervis viene assunto come capo ingegnere dell'acquedotto di Crotone il 20 ottobre 1836.

1836 Relazione del Commissario per l'acquas, dal 1 agosto 1836 al 1 gennaio 1837.

1837 "Rivolta e spargimento di sangue previsti", Posta serale (New York, New York), 23 agosto 1837, pagina 2.
Gli operai dell'acquedotto di New York a Croton, poche miglia sopra Sing-Sing, lunedì scorso hanno fatto uno sciopero per salari più alti. Sembra che finora ricevessero circa settanta centesimi al giorno, il che era insufficiente per il loro sostentamento, dovendo pagare venti scellini alla settimana per il vitto e perdendo spesso due, tre e quattro giorni alla settimana a causa del maltempo. Apprendiamo che gli appaltatori si sono opposti all'anticipo del salario e la maggior parte (circa trecento) si è rifiutata di lavorare ai prezzi precedenti. Dopo aver bighellonato ieri per i lavori, alcuni sembravano più inclini a lavorare che essere oziosi, ma altri si rifiutarono di permetterli, e verso sera iniziò una battaglia generale tra loro.
Il negozio e la vita di uno degli appaltatori erano minacciati e l'aspetto sembrava indicare una rivolta generale. L'informazione fu presto comunicata agli abitanti di Sing Sing, quando i militari furono ordinati e molti dei cittadini si armarono di moschetti dalla prigione di stato e marciarono, verso le otto di sera, sul luogo dell'azione. Al suono della musica gli operai se ne andarono, così che la pace regnava durante la notte. Le guardie di Sing Sing non erano ancora tornate stamattina quando il Telegraph ha lasciato quel villaggio, ma speriamo che non si siano verificati ulteriori disordini. Diversi individui erano molto contusi, e un uomo è scampato a malapena alla morte per la scarica di una pistola da parte di uno degli appaltatori, la palla che gli è passata attraverso il bavero del cappotto e gli ha sfiorato il petto. Si diceva che due uomini fossero stati uccisi, ma crediamo che non ci fossero fondamenta per quel rapporto.

1838 "Riunione dei cittadini della Contea di Westchester, in relazione all'attraversamento del fiume Harlem con l'acquedotto di Croton, mediante un sifone rovesciato", Il Post della Sera (New York, New York) 9 marzo 1838, pagina 2. Anche un memoriale al legislatore statale che chiedeva un ponte più alto per facilitare la navigazione sul fiume.

1838 "Acquedotto di Crotone", americano di New York, 13 marzo 1838, pagina 1. Lettera anonima critica l'idea di un sifone per attraversare il fiume Harlem.

1838 "Acquedotto di Crotone", Il Post della Sera (New York, New York) 13 marzo 1838, pagina 2. Due lettere, la seconda che offre sostegno a Frederick Graff per il sifone proposto.

1838 "Acquedotto di Crotone", americano di New York, 16 marzo 1838, pagina 2. Scritto da "un amico dell'attuale capo ingegnere".

1838 "Affari della città", Il Post della Sera (New York, New York) 29 marzo 1838, pagina 2. Lettera da "Sixteenth Ward" che dice "Sono portato a credere che nessuna nave abbia mai o mai navigherà su quel fiume, o, più propriamente, su un torrente".

1838 "Gli operai volevano 7 scellini al giorno", Westchester Herald, 24 aprile 1838, pagina 4.
200 operai troveranno subito impiego, nei tratti 21° e 22° dell'Acquedotto di Crotone, nel Villaggio di Sing-Sing, alle suddette retribuzioni. Sing-Sing, 16 aprile 1838. [Uno scellino di New York valeva 12 centesimi o un ottavo di dollaro.]

1838 Rapporto semestrale dei Commissari dell'Acqua: Dal 1° gennaio al 30 giugno 1838, 2 luglio 1838. Documento n. 5.
Pagina 57: Il lavoro è stato un po' ritardato, all'inizio della stagione attuale, da un'affluenza degli operai per un anticipo di salario. Ha avuto inizio alla sezione 15, sotto contratto con Timothy N. Ferrell. La retribuzione giornaliera, durante i mesi invernali, era compresa tra 68€ e 75 centesimi e l'appaltatore ha pubblicato un avviso che la paga, per il mese di aprile, sarebbe stata compresa tra 75 e 81 centesimi. Le richieste degli uomini, però, erano di 87€ a 100 centesimi al giorno e l'appaltatore, rifiutandosi di rispettare questi termini, gli operai di quella sezione, (perché non si estendeva ai meccanici), lasciarono il lavoro in un corpo , e procedeva lungo la linea dell'acquedotto in maniera tumultuosa, dalla diga di Crotone a Sing Sing costringendo coloro che erano disposti a lavorare ad unirsi a loro, fino a raggiungere alcune centinaia di persone. La pronta ingerenza dei Magistrati della città di Mount Pleasant, tuttavia, impedì alla folla di procedere oltre il detto villaggio e in pochi giorni, tra gli uomini che gli appaltatori erano disposti a impiegare, tornarono ai lavori mentre i capi, e il più rissoso degli uomini, è stato rifiutato l'impiego, e di conseguenza hanno lasciato il posto. Il salario ora pagato è di 87 centesimi al giorno agli operai e 150 centesimi ai meccanici.

1838 "Il ponte alto", Il Post della Sera (New York, New York), 15 agosto 1838, pagina 2. Lettera di "Westchester Farmer".

1838 "La questione di un ponte alto sul fiume Harlem", Il Post della Sera (New York, New York), 16 agosto 1838, pagina 2.

1838 "Navigazione sul fiume Harlaem", americano di New York, 9 novembre 1838, pagina 3.
"La circumnavigazione dell'isola di New York, derivata dal Dio della Natura, possa non essere mai ostacolata da nessuna mano scortese", brindisi di Richard Riker, presidente della Harlaem River Canal Company.

1839 "Acquedotto di Crotone", Messaggero del mattino (New York, New York), 18 luglio 1839, pagina 2. | anche qui |
L'intero costo dei lavori, secondo i contratti, compreso quello per il ponte basso ad Harlem (il primo progetto) è di 8.500.000 dollari e ora si aggiungono altri 400.000 dollari per il ponte alto, i cui appalti devono essere completati Il 29 di questo mese facendo, secondo queste stime, poco più di 9.000.000 di dollari, esclusi i tubi del bacino di distribuzione. Non c'è dubbio, però, nella mente degli appaltatori che, prima che l'acqua venga consegnata nelle case dei nostri cittadini, per i lavori verrà spesa la somma di almeno 12.000.000 di dollari. Il ponte basso è stato stimato in 450.000 dollari il ponte alto, 850.000 dollari, e il tunnel sotto il fiume, (l'intera larghezza del torrente, e non solo il canale), diverso dal tunnel del Tamigi per essere lavorato attraverso una diga a cassettoni , doveva costare 350.000 dollari. Tutti i tubi di ferro per portare l'acqua attraverso il fiume sono stati costruiti dal signor Gouverneur Kemble, per 350.000 dollari.
L'acqua deve essere trasportata sul fiume Harlem in due tubi da tre piedi attualmente, che si pensa saranno sufficienti per rifornire la città di acqua per cinquanta o cento anni a venire, quando saranno raccolti e sostituiti da tubi di quattro piedi . L'alto ponte sarà composto da quindici archi, otto di ottanta piedi di luce e sette di cinquanta piedi di luce. L'acquedotto, dove attraversa il fiume Harlem, sarà quasi centoventi piedi sopra il livello dell'acqua della marea. Alla diga sopra Sing Sing, la superficie dell'acqua è quaranta piedi sopra la superficie originale del fiume (che nasce nella contea di Putnam e ha diverse sorgenti da stagni e piccoli laghi nelle montagne) e il cui letto ha una larghezza media di centocinquanta piedi. Il grado dell'acquedotto alla diga è di centosessantasei piedi sopra l'acqua di marea a New York, e la superficie della diga è di dodici piedi sopra il grado dell'acquedotto. Lo stagno d'acqua causato dalla diga coprirà più di quattrocento acri di terreno e l'acqua entrerà nell'acquedotto in corrispondenza della diga attraverso un tunnel lungo centocinquanta tramezzi. Quando l'acquedotto è pieno, l'acqua si muoverà attraverso di esso alla velocità di quasi due piedi al secondo, il condotto avendo una discesa uniforme di tredici pollici al miglio, dalla diga al serbatoio di distribuzione: dove potrà scaricare quarantanove milioni e mezzo di galloni imperiali d'acqua ogni ventiquattr'ore. E calcolando che ogni uomo, donna e bambino in questa città consumerà ciascuno cinque galloni d'acqua ogni ventiquattr'ore, (una stima equa) l'acquedotto può fornire una popolazione di dieci milioni, o più di quanto l'isola di Manhattan conterrà nel giorno del giudizio.
Lungo tutta la linea di quest'opera davvero nobile, viene impiegato esclusivamente il cemento idraulico. Questo è ottenuto da diverse parti dello stato, lungo il fiume ed è costituito da una specie di subcarbonato di ferro, che si trova in uno stato di stretta miscela meccanica con solfato di calce, magnesia e una piccola porzione di selce. Questa pietra una volta trovata viene bruciata, come il calcare comune, e poi macinata invece di essere lenta con acqua, messa in botti e accuratamente esclusa dall'aria e non si può usare nessuno che sia stato macinato più di un mese.
La quantità di mattoni utilizzata lungo la linea può essere stimata dal fatto che per formare un miglio dell'acquedotto occorrono circa 2.000.000, per un totale di circa da 85.000.000 a 90.000.000 di mattoni per l'intera opera.

1839 "Sezioni dell'acquedotto di Crotone", Messaggero del mattino (New York, New York), 4 settembre 1839, pagina 2. | anche qui |
Quindi che il grido di battaglia per le prossime elezioni sia... "La rimozione dei commissari per l'acqua!"

1839 "Account dell'acquedotto di Crotone per la fornitura di acqua a New York", Rivista, Museo, Registro, Giornale e Gazzetta dei meccanici, 32:24-26 (12 ottobre 1839). Ristampato dal Messaggero del mattino del 18 luglio 1839, pagina 2. (sopra)

1840 Il governatore Whig William H. Seward sostituì i quattro commissari democratici per l'acqua con sostituzioni Whig. 17 marzo 1840. L'ultimo incaricato, William W.Fox, era un ex Whig ma si è dimesso meno di due settimane dopo.

1840 "Reminiscenze del defunto Washington Irving", da The Knickerbocker: Or, New York Monthly Magazine, 55:439-444 (aprile 1860)
Pagine 442-443: Greenbush, 17 marzo 1840.
MIO CARO SIGNORE: In conseguenza di non aver inviato all'ufficio postale per diversi giorni, non ho ricevuto la tua lettera che chiamava così avidamente aiuto, fino a ieri (lunedì) dopo l'orario postale. Non ho nulla a portata di mano da inviarti e temo che se l'avessi fatto, sarebbe troppo tardi. Non abbiamo nulla di nuovo da queste parti, eccetto che c'è stato il diavolo di pagare di recente a Sleepy Hollow, una circostanza, tra parentesi, con la quale voi di New York avete qualche preoccupazione, poiché è collegata al vostro Crotone Acquedotto. Quest'opera attraversa un bosco fitto, intorno alla parte inferiore della Conca, non lontano dalla vecchia chiesa stregata olandese: e nel cuore del bosco, un immenso canale sotterraneo, o arco di pietra, è gettato attraverso il fiume magico del Pocantico, per sostenere l'Acquedotto. Poiché il lavoro è incompiuto, una colonia di Patlander è stata accampata in questo luogo per tutto l'inverno, formando una specie di Patsylvania, nel mezzo di un "deserto". Ora, sia che abbiano ascoltato le vecchie storie tradizionali sul Vuoto, (che, tutto fantasioso favola e scarabocchi a parte, è davvero uno dei luoghi più infestati in questa parte del paese), o se i folletti del Hollow, abituati solo a tollerare la vicinanza delle vecchie famiglie olandesi, hanno risentito di questa intrusione nelle loro solitudini, da parte di estranei di lingua sconosciuta, certo è che i poveri Paddy sono stati tormentati, per qualche tempo, da tutti tipi di apparizioni. Una carreggiata tagliata attraverso i boschi, e che conduce dal loro accampamento oltre la chiesa stregata, e così via, a certi stabilimenti di whisky, è stata particolarmente assalita dai cattivi demoni: e i degni Patlander, sulla strada di casa di notte, videro mostri deformi che sbattevano sui loro percorsi a volte somiglianti a uomini, a volte ragazzi, a volte cavalli ma invariabilmente senza teste: il che mostra che devono essere discendenti diretti del vecchio Goblin del Vuoto. Questi diavoletti dell'oscurità sono diventati sempre più molesti nei loro scherzi, occasionalmente inciampando o abbattendo lo sfortunato oggetto della loro ostilità. In una parola, l'intero bosco è diventato una tale scena di sputacchiare e diablerie, che i Paddies non si avventureranno più fuori dalle loro baracche di notte: e un negozio di whisky in un villaggio vicino, dove erano soliti tenere i loro incontri serali, è stato costretto a chiudere, per mancanza di abitudine. Questa è una storia vera e puoi spiegarla a tuo piacimento. La corporazione della tua città dovrebbe badare a questo se questo tormento continua, non sarei sorpreso se i Paddy, stanchi di essere tagliati fuori dal loro whisky, abbandonassero completamente le regioni dei goblin di Sleepy Hollow, e il completamento dell'acqua di Croton -i lavori siano seriamente ritardati.
Distinti saluti, Washington Irving

1840 "Acquedotto di Crotone", Messaggero del mattino (New York, New York), 31 marzo 1840, pagina 2. | anche qui |

1840 Il diario di Philip Hone, 1828-1851, a cura, con introduzione di Allan Nevins. (1927)
Pagina 472: 7 aprile 1840. Rivolta sulle opere idriche. C'è stata una fiammata tra i lavoratori irlandesi dell'acquedotto di Crotone causata dagli appaltatori che hanno ridotto il loro salario da un dollaro a settantacinque centesimi al giorno. Si presentarono in gran numero e la marcia da Westchester ad Harlem impedì ad altri di lavorare e commisero alcuni atti di violenza sui lavoratori.

1841 La diga di Crotone subì una parziale breccia durante una rinfrescata del 7-8 gennaio 1841 e venne ricostruita. .

1841 "Commissari per l'acqua contro Consiglio comune", Inserzionista commerciale (New York, New York), 7 aprile 1841, pagina 2.

1841 "Corrispondenza", Inserzionista commerciale (New York, New York), 23 aprile 1841, pagina 2.
Abbiamo ricevuto ieri mattina una comunicazione sotto forma di opuscolo stampato, indirizzata a noi da Filadelfia, in risposta ad un articolo pubblicato nel Commercial del 7° istante, sotto la testa di "Commissari per l'acqua contro Consiglio comune". L'ultimo articolo, si ricorda, conteneva il parere di un comitato dell'American Institute, favorevole all'uso del ferro rifuso per getti, rubinetti e condutture dell'acqua, a preferenza dei getti direttamente dal minerale. L'opuscolo di Filadelfia sostiene una teoria contraria, e un amico personale di Filadelfia ci chiede di pubblicarlo per intero, o in parte, a nostro piacimento. Ora vorremmo molto accontentare il nostro amico, ma secondo le nostre percezioni del caso, sembra che ci sia una rivalità tra alcuni fondatori di ferro, che forniranno alcuni articoli ai commissari dell'acqua di New York. Entrambe le parti, pensiamo, intendono fare un bel po' di soldi con i contratti con i commissari e, a nostro modesto parere, se siamo chiamati ad agire tra di loro, dovremmo avere anche noi la possibilità di fare un po' di soldi. In altre parole, ripubblicheremo l'opuscolo secondo le consuete condizioni pubblicitarie. Noi "rettifichiamo asce" a pagamento.

1841 Un atto per emendare un atto intitolato "Un atto per provvedere alla fornitura alla città di New-York di acqua pura e salutare", approvato il 2 maggio 1834. Il 26 maggio 1841. Ulteriori $ 3,5 milioni hanno anche confermato che la città è responsabile per tubazioni di distribuzione a sud del bacino di distribuzione di Murray Hill.

1842 "Acqua di Crotone", Tribuna di New York, 21 aprile 1842, pagina 2.
Il Commissario dell'Acquedotto di Crotone fa sapere che l'acqua verrà immessa nelle tubazioni di distribuzione entro e non oltre il 4 luglio prossimo. Di seguito la Tariffa dei prezzi fissati per il privilegio di utilizzare l'Acqua di Crotone:

Spese annuali
Abitazioni di due storie $10
"di più di due storie 12
"sul retro dei lotti 5
" con officina o negozi da 12 a 20
Privilegio di lavare i marciapiedi 3
" bagno, dove ci sono infissi 5
Magazzino 15
Pensione da 10 a 20
Scuderie, private per stallo 5
"livrea" 2
Addebito su misura
Alberghi, birrerie, concerie, bagni pubblici, manifatture, stabilimenti di salatura o confezionamento, macchine a vapore e grandi consumatori generalmente per hhd. di 100 galloni 5 ct
Spedizione 25 ct

1842 "Il debito idrico di Crotone", Tribuna di New York, 3 agosto 1842, pagina 2.
Come possono essere raccolti questi soldi nel modo più conveniente ed equo? Sono state suggerite tre modalità, vale a dire
1°. Aumentando l'imposta generale sui beni immobili e mobili sufficiente per aumentare l'intero importo e consentire all'acqua di essere gratuita.
2d. Permettendo ad altrettanti al più presto di prendere l'acqua all'anno, l'affitto e aumentando il saldo di un aumento dell'imposta generale.
3d. Valutando alle case e ai lotti in tutte le strade dove i tubi di distribuzione sono, o possono essere posati, un importo sufficiente per pagare tutti gli interessi e le altre spese.

1842 Il Post della Sera (New York), 12 agosto 1842, pagina 2.
La sanità pubblica - I veleni minerali - L'acqua di Croton - Il tubo di piombo e le coliche di piombo di Theobald Mathew, Jr.

1842 "Rapporto del Comitato Congiunto Acquedotto di Crotone sulle norme e i regolamenti per l'approvvigionamento dell'acqua di Crotone", 26 settembre 1842.
Pagine 189-190: Norme e Regolamenti (in parte) sulla Distribuzione dell'Acqua di Crotone.
Gli idranti pubblici devono essere eretti o preparati, sotto la direzione del Consiglio dell'acquedotto di Crotone, previa approvazione del Comitato congiunto dell'acquedotto di Crotone, e con il dovuto riguardo all'invio prudente e alla spesa ragionevole, in luoghi appropriati della città, allo scopo di erogare liberamente l'acqua per uso personale e domestico.
Questi idranti saranno prima introdotti nei Distretti che contengono la maggior proporzione di abitanti poveri.
Le famiglie private, che desiderano essere rifornite dell'acqua, dovranno provvedere a tutte le spese di condurre le stesse nelle loro abitazioni, secondo le modalità stabilite dall'Ente Acquedotto di Crotone e pagheranno anticipatamente, per l'uso dell'acqua, a e dopo le seguenti tariffe annue:
Per una normale casa di abitazione a due piani, dieci dollari.
Per una normale casa di abitazione di tre piani o più, dodici dollari.
Per una normale casa di abitazione, di valore non superiore a 1.500 dollari, situata sul retro di un lotto, cinque dollari.
L'uso ragionevole dell'acqua per un Bagno, e per la pulizia della strada, delle finestre e del cortile, sarà consentito alle famiglie private, pagando le tariffe di cui sopra, senza Costi aggiuntivi.
Le famiglie private che hanno pagato oltre queste tariffe, saranno accreditate per l'eccedenza sui loro contratti futuri.
Per ordine dell'Ente Acquedotto di Crotone:
(Firmato) JOHN L. LAWRENCE, Presidente.
21 settembre 1842.

1842 Descrizione dell'acquedotto di Crotone, 14 ottobre 1842, di John Bloomfield Jervis, capo ingegnere
Pagina 31: L'approvvigionamento del Crotone, dal suo flusso giornaliero, aiutato da questo serbatoio, può quindi essere preso con fiducia a 35.000.000 di galloni che sarà molto ampio per molto tempo a venire e quando arriverà il giorno che richiederà un quantità maggiore, si può ottenere costruendo altri invasi più a monte del torrente, dove vi sono abbondanti strutture a tale scopo.

1843 Risoluzione che prevede l'erezione di idranti gratuiti, 15 aprile 1843, da Statuto e Ordinanze del Sindaco, dell'Assessore e del Comune della Città di New York (1845)

1843 Rivista e Documenti del Consiglio degli Assistenti della Città di New-York, Volume 21, 2 novembre 1842 - 18 maggio 1843. Include diversi riferimenti e proposte per le tariffe dell'acqua di Crotone.

1843 Relazione annuale dell'Ente Acquedotto di Crotone, Presentato il 29 maggio 1843.
Pagina 32: Gli idranti gratuiti, contemplati quando fu sancita l'erezione dell'acquedotto con il voto degli elettori della città, sono ora in rapido corso di introduzione, ne vengono predisposti circa sessanta ogni settimana, ed un numero pari a quello delle pompe pubbliche sarà probabilmente collocato in posizioni adeguate in tutta la città, durante la stagione in corso.

1843 Illustrazioni dell'Acquedotto di Crotone di F. B. [Fayette Bartholomew] Torre dell'Ingegneria | anche qui |
Pagina 78: L'acquedotto è calcolato per trasportare 60.000.000 di galloni in ventiquattro ore.
Pagina 93: L'altezza dell'interno dell'Acquedotto è di 8 piedi e 5 1/2 pollici e la larghezza massima è di 7 piedi e 5 pollici. L'area in sezione degli interni è di 53,34 piedi quadrati.

1844 Relazione semestrale dei commissari per l'acqua, 3 gennaio 1844.

1844 "Messaggio di S.O. il Sindaco, restituendo con le proprie obiezioni, la delibera di soppressione del Soprintendente alle Opere dell'Acquedotto di Crotone, adottata da questo Collegio, 22 gennaio 1844," 5 febbraio 1844, e risposte dell'Ente Acquedotto di Crotone, Soprintendente , fornitore di acqua e controllore.. Documenti del Consiglio degli Assistenti, Volume 23. Questo fornisce una sintesi dettagliata del sistema di distribuzione.

1844 "L'acquedotto di Crotone", di William Beach Lawrence, da Rivista commerciale e recensione commerciale di Hunt 10(5):434-441 (maggio 1844)

1844 Relazione annuale dell'Ente Acquedotto di Crotone dal 1° maggio 1843 al 30 aprile 1844, 17 giugno 1844.
Il numero degli idranti liberi è circa seicento, e degli idranti antincendio circa millecinquecento questi ultimi hanno grandi orifizi con uno scarico copioso, e non erano destinati ad essere aperti se non in caso di incendio.

1845 Relazione annuale dell'Ente Acquedotto di Crotone, dal 1° maggio 1844 al 30 aprile 1845. 7 luglio 1845.
Pag. 125-126: Un fatto, suscettibile della più ampia dimostrazione, merita di essere menzionato: è che ogni persona, che paga le tasse sui beni immobili o personali, in realtà paga meno soldi ora, rispetto a prima dell'introduzione del acqua e questo deriva dalla riduzione delle tariffe di assicurazione. La tassa per coprire gli interessi del Croton Water Debt è di 20 centesimi sui 100 dollari, e la riduzione media sulle tariffe di assicurazione è di almeno 40 centesimi sui 100 dollari ed è lecito presumere, che con il numero di incendi che avvenissero, anche con così copiosa e abbondante scorta d'acqua per dissetarle, con piccola perdita e danno, le vecchie tariffe, senza questa scorta, sarebbero di necessità largamente aumentate. Per illustrare quanto sopra, il Consiglio menziona quanto segue: Uno dei nostri più intelligenti commercianti e più grandi contribuenti, che paga in questo ufficio l'affitto dell'acqua per quasi quaranta case, riferisce il risultato di un calcolo che ha fatto, vale a dire: Ha messo in una colonna il tasso di assicurazione che ha pagato su questa proprietà prima dell'introduzione di Croton Water in un'altra colonna, il tasso di assicurazione che paga attualmente, e aggiunto ad esso la tassa sull'acqua di Croton, e sottraendo gli ultimi due dal primo, il risultato è un netto risparmio del 25 per cento. Un altro commerciante afferma di aver assicurato sulle sue azioni 30.000 dollari prima dell'introduzione dell'acqua ha pagato 85 centesimi sui 100 dollari che ora paga per lo stesso importo di proprietà 35 centesimi sui cento dollari, un risparmio di 150 dollari. Se pagasse la tassa sull'acqua di Croton sull'importo di cui sopra sarebbe di 60 dollari, lasciando un guadagno netto di 90 dollari.

1846 Relazione annuale dell'Ente Acquedotto di Crotone per l'anno dal 1 maggio 1845 al 30 aprile 1846, 22 giugno 1846. Documento n. 7.
Pagina 78: Il forte aumento delle entrate è dovuto in gran parte all'abbandono del sistema pubblico di idranti.

1846 Una foto di New York nel 1846, di Edward Ruggles
Pagine 70-72: Acquedotto di Crotone. L'introduzione dell'acqua di Crotone ha avuto l'effetto di ridurre le tariffe di assicurazione di circa 40 centesimi sui 100 dollari.

1847 Relazione Annuale e Relazione Trimestrale Ente Acquedotto di Crotone, 6 settembre 1847. Non è stata trovata alcuna copia di questo.

1847 "Entrate dell'Acquedotto di Crotone", Rivista commerciale e recensione commerciale di Hunt 17:531-532 (novembre 1847)
L'Ente Acquedotto di Crotone, il 6 settembre, redigeva i suoi rapporti annuali e trimestrali dal 1° maggio 1847 al 31 agosto 1847.
La lunghezza totale dei tubi ora posati e in uso in 171 miglia.

1848 Relazione annuale e relazione trimestrale dell'Ente Acquedotto di Crotone, 4 settembre 1848.
Relazione annuale dal 1° maggio 1847 al 30 aprile 1848
Relazione trimestrale dal 1 maggio 1848 al 31 luglio 1848

1848 Rapporto semestrale dei commissari per l'acqua, 15 gennaio 1849. Documento n. 32
La prima linea di tubazioni sul ponte dell'Acquedotto sul fiume Harlem, è stata completata, e l'acqua di Crotone è passata attraverso di essa, il 30 maggio scorso. La seconda linea fu completata il 15 luglio e l'acqua vi passò poco dopo.
Gli appaltatori procedettero quindi diligentemente alla copertura di sabbia e terra, e al tappeto erboso e al flagello su tutto. Questo lavoro, con i terrapieni e la muratura intorno alle porte, &c., pulendo e puntando le parti della muratura del ponte come richiesto, e vari altri elementi, li occupò fino alla fine di ottobre, quando si riteneva che avessero completato il lavoro previsto dal loro contratto.

1849 Legge per modificare lo statuto della città di New York. 2 aprile 1849.
15. Ci sarà un dipartimento esecutivo, sotto la denominazione di Croton Acqueduct Board, che avrà la responsabilità dell'acquedotto di Crotone, e di tutte le strutture e opere e proprietà connesse con l'approvvigionamento e la distribuzione di acqua alla città di New York , e la bonifica sotterranea della stessa, e delle pubbliche fognature di detta città, e la riscossione dei proventi derivanti dalla vendita dell'acqua, con gli altri poteri e doveri che saranno o potranno essere prescritti dalla legge. I capi della stessa si chiameranno presidente, ingegnere e vice commissario, che insieme formeranno la Giunta dell'acquedotto di Crotone, e rimarranno in carica per cinque anni.
Ci sarà un ufficio in questo dipartimento per la riscossione delle entrate derivanti dalla vendita dell'acqua, e il suo capo ufficio sarà chiamato "registro dell'acqua".

1849 Atto per creare il "dipartimento dell'acquedotto di Crotone" nella città di New York. 11 aprile 1849.
18. Il comune di detta città può stabilire con ordinanza una tabella di canoni annuali per la fornitura dell'acqua di Crotone, denominati "affitti regolari", e ripartiti alle diverse classi di edifici di detta città in relazione alle loro dimensioni, valori dell'esposizione agli incendi, usi ordinari per abitazioni, magazzini, negozi, stalle private e altri usi comuni, numero di famiglie o occupanti o consumo di acqua, il più vicino possibile e modificare, alterare e modificare e aumentare tale scala di volta in volta a tempo ed estenderlo ad altre descrizioni di edifici e stabilimenti. Tali affitti regolari, quando così stabiliti, saranno riscossi rispettivamente dai proprietari o dagli occupanti di tutti questi edifici, che saranno situati su lotti adiacenti a qualsiasi strada o viale di detta città in cui sono o possono essere posate le condutture dell'acqua di distribuzione e da cui possono essere alimentati con acqua. Detti "affitti regolari" diventeranno un onere e un pegno rispettivamente su tali case e lotti come qui previsto.
19. Gli alberghi, le fabbriche, le stalle, le scuderie e gli altri edifici, e gli stabilimenti che consumano quantità d'acqua in eccesso, possono essere addebitati, oltre ai canoni regolari, di canoni aggiuntivi da chiamare "affitti extra".
20. Gli affitti annuali regolari che non vengono pagati all'acquedotto di Crotone prima del primo giorno di agosto di ogni anno, saranno soggetti ad un addebito aggiuntivo del cinque per cento, e quelli non pagati prima del primo giorno di novembre in ogni anno, è soggetto a un onere aggiuntivo del dieci per cento.

1849 Primo Rapporto Annuale del Dipartimento Acquedotti di Crotone per l'anno 1849, 7 gennaio 1850.
Pagina 34: La necessità di una polizia più rigida e di regole più rigorose che regolino l'uso dell'acqua sarà evidente, quando si affermerà che quasi l'intero volume del fiume Crotone è stato consegnato in città durante molte settimane del l'estate scorsa, pari ad almeno sessanta galloni imperiali [72 galloni di vino] ogni ventiquattro ore, per ogni abitante una scorta tre volte maggiore di qualsiasi legittimo uso di essa, richiederebbe. È vero che la quantità può essere aumentata a piacimento, con la costruzione di nuovi invasi, ma prima di sostenere tale spesa l'economia richiede che si faccia uno sforzo per obbligare all'osservanza delle vigenti ordinanze che ne regolano l'uso. Questo non sarà un dovere impossibile, se il potere di questo Consiglio non sarà, (come ora), reso nullo, dall'azione troppo volenterosa dei singoli membri del Consiglio Comune, e di altri funzionari comunali, nel concedere il permesso di tenere aperti idranti stradali ad uso di persone e quartieri privilegiati.L'operatività della nuova legge in materia di "affitti idrici", che entrerà in vigore il primo maggio prossimo, e per la quale sarà addebitato ogni lotto migliorato, sia che la casa sia fornita d'acqua o no, la rende più di sempre necessario che l'intera materia sia lasciata sotto il controllo di questo Dipartimento, in quanto si prevede che in seguito molto sarà rivendicato come un Giusto, che è stato finora ricevuto come a favore. Nella corretta amministrazione della polizia idrica, il benessere, così come gli interessi di tutti, sono direttamente coinvolti.

1850 "Un nuovo progetto", Giornale del dollaro (Philadelphia, Pennsylvania), 6 marzo 1850, pagina 2
Si propone al New York Common Council di conferire poteri assicurativi al dipartimento dell'acquedotto di Crotone. Si stima che i premi pagati per l'assicurazione incendio alle compagnie e alle agenzie della città, ammontino a circa tre milioni di dollari all'anno. Il Sole di quella città dice che questa misura, se avrà successo, porterà con sé l'acqua di Crotone gratuita per ogni abitante della città. I premi che verranno così ricevuti dall'Acquedotto di Crotone, saranno sufficienti non solo per pagare gli interessi sul debito idrico crotonese, ma eventualmente per pagare il capitale. Attualmente gli affitti dell'acqua non pagano la metà di questo interesse.

1850 Secondo Rapporto Annuale del Dipartimento dell'Acquedotto di Crotone per l'anno 1850, 31 dicembre 1850.
Pagina 48: Sotto queste responsabilità dirette e sufficientemente gravose, questo Collegio ora avverte il Consiglio Comune, e per suo tramite ogni cittadino, che l'ultima goccia d'acqua che le opere nel loro stato attuale possono fornire viene ora consegnata giornalmente in città, un'offerta più che uguale, e tutti i bisogni legittimi di una popolazione di un milione e mezzo!

1851 "L'acquedotto di Crotone: condizioni e finanze attuali", rapporto di Nicholas Dean, Esq. Presidente del Dipartimento Acquedotti di Crotone, fatta al Consiglio Comune della città di New York, dal Rivista del commerciante di Hunt e recensione commerciale 25(6):704-715 (dicembre 1851)

1852 "The Croton Water - La sua azione sul piombo, &c." a partire dal Scientifico americano 7(22):173 (14 febbraio 1852)

1852 Quarto Rapporto Annuale del Dipartimento dell'Acquedotto di Crotone per l'anno 1852, 3 gennaio 1853.
Pagine 15-16: I Commissari presumevano che ventidue galloni al giorno per ogni abitante sarebbero stati un'indennità liberale, al cui tasso una città, con una popolazione di due milioni e mezzo, poteva essere rifornita da un acquedotto di le dimensioni proposte.
Un'esperienza decennale ci permette di confrontare questi calcoli preliminari con i risultati effettivi, e quindi di vedere, con grande certezza, le esigenze del futuro.
Durante i mesi estivi, da due anni, l'intero corso del Crotone è stato deviato attraverso l'acquedotto, e nel 1851, "per molte settimane consecutive, non una goccia d'acqua passò sopra la diga, e il lago formato da essa è stato gradualmente abbassato di due piedi e sette pollici e mezzo." La consegna giornaliera in città, per gran parte di questi due anni, è stata di circa trenta milioni di galloni al giorno - spesso nell'ultimo anno almeno cinque milioni in più, prelevati dai bacini idrici dell'isola - donati a ciascun abitante all'interno del distretto idrico, (non più di quattrocentocinquantamila), una fornitura giornaliera di quasi novanta galloni.
Affermare che tale quantità di acqua sia necessaria per qualsiasi scopo utile è semplicemente assurdo, ma supponendo che non si verifichi alcuna riduzione del tasso, può essere opportuno vedere quanto tempo prima che la fornitura giornaliera cominci a diminuire per mancanza di capacità in l'acquedotto stesso.
Pagine 23-25: Nessuna stima soddisfacente del consumo di acqua presso alcune delle fabbriche e dei principali hotel, può essere effettuata senza l'intervento di un contatore dell'acqua. Di questi, il migliore finora offerto al Dipartimento, è l'invenzione di Samuel Huse, di Boston, dieci dei quali sono ora in uso in città. Per resistere alla pressione, devono essere molto robusti, e per registrare con precisione richiedono di essere regolati con grande precisione e finezza di lavorazione. Di conseguenza sono troppo costosi per essere utilizzati in generale per le abitazioni ordinarie. Alcuni di quelli ora in funzione qui, costano quattrocentocinquanta dollari ciascuno, e vanno fino al più piccolo, a trentacinque dollari, escluso il costo degli infissi e l'impostazione. La spesa per i contatori durante l'anno ammonta a tremilaseicentocinquanta dollari e quattordici centesimi, che, e oltre, saranno restituiti all'erario entro il primo anno, dalle maggiori addebiti a carico degli stabilimenti ai quali hanno stato apposto. Alla luce di tale risultato, il Dipartimento ritiene doveroso estendere la propria domanda fino a quando tutti i consumatori più importanti non saranno sottoposti a questo soddisfacente test, ea tal fine ha inserito una cifra contenuta nelle proprie stime per il prossimo anno.
I contatori sono ora in funzione nei seguenti luoghi e mostrano il consumo medio giornaliero di acqua come indicato.

1853 Relazione annuale del Board of Water Commissioner della città di Detroit. Nel 1853, il nuovo Board of Water Commissioners della città di Detroit inviò il sovrintendente Jacob Houghton, Jr. a visitare e riferire sui lavori idrici in altre città, inclusa New York.
Pagine 23: New York - Viene rifornito con l'acqua del fiume Croton, attraverso il quale è costruita una diga di quaranta piedi di altezza, che forma il Croton Lake, che copre un'area di quattrocento acri e che contiene, alla profondità di sei piedi, un fornitura disponibile di 500.000.000 di galloni d'acqua. Da lì l'acqua viene portata, per mezzo di un acquedotto in mattoni, (tranne agli attraversamenti del ponte sul fiume Harlaem, e la valle di Manhattan, dove vengono utilizzati sifoni invertiti delle rispettive avvallamenti di dodici e centocinque piedi), circa trentotto miglia di lunghezza, e con una caduta totale di quarantaquattro piedi, fino al serbatoio ricevente, che copre trentasette acri di terreno e ha una capacità di centocinquanta milioni di galloni. Da questo serbatoio l'acqua viene condotta tramite tubi di ferro al serbatoio di distribuzione, da dove viene distribuita nel modo consueto.
Questo serbatoio è costruito in pietra, copre un'area di quattro acri e contiene 21.000.000 di galloni, quando è pieno fino alla linea di galleggiamento superiore. Queste opere sono in grado di fornire trenta milioni di galloni al giorno, sono costate tra i tredici ei quattordici milioni di dollari e forniscono acqua a più di mezzo milione di persone.
È ora in previsione un ampliamento delle opere, per cui la quantità di acqua erogata giornalmente verrà materialmente aumentata.

1853 Quinto Rapporto Annuale del Dipartimento dell'Acquedotto di Crotone per l'anno 1853, 2 gennaio 1854.
Pagina 23: Contatori dell'acqua. Come affermato nell'ultima relazione annuale, questi strumenti sono aumentati a favore, e il consumatore che non poteva essere convinto della quantità di acqua utilizzata nel suo stabilimento ha ora un arbitro certo e imparziale per determinare la differenza di stima tra lui e il Dipartimento e sebbene il risultato in quasi tutti i casi sia contro il consumatore, tuttavia la decisione di questo piccolo ma costoso apparecchio è generalmente accettata.
L'unico strumento ancora in uso è quello del Sig. Samuel Huse, di Boston, ritenuto dal Dipartimento accurato e, per quanto si può accertare dall'azione di un modello funzionante, depositato presso lo studio da alcuni mesi, noto per essere così. L'unica obiezione al loro uso molto più esteso è la spesa dell'apparato, e qualche perdita nel battente d'acqua per coloro che ne richiedono l'uso, ad altitudini elevate e, c'è da sperare, che l'ingegnosità di qualche pratico inventore possa tuttavia superare queste difficoltà e rendere più ampia la loro adozione. La differenza di tariffa, operata dagli strumenti ora in uso, dimostra che essi sono, a dispetto del costo, l'articolo più prezioso a tal fine mai presentato alla loro attenzione. Affinché la differenza tra il precedente importo stimato e la quantità fissata dalla misurazione effettiva possa essere compresa dal lettore, si aggiungono alcuni casi, indicando gli importi pagati per i sei mesi precedenti e per i sei mesi successivi al pignoramento il metro.

1854 "Attenzione ai mercanti", New York Herald, 27 luglio 1856, pagina 8.
Nella notte di venerdì scorso, John J. Morrow, guardiano privato, ha scoperto due negozi in Warren street danneggiati notevolmente dall'acqua di Crotone che tracimava i bacini. L'acqua non salirà ai piani superiori di giorno, ma di notte sì, e lasciando i rubinetti aperti i bacini si tracimavano. In questo modo quattro negozi sono stati traboccati nell'ultimo mese.

1855 Rapporto del Comitato permanente congiunto sull'acqua, insieme a un'appendice fatta al Consiglio comunale di Baltimora, 3 settembre 1855.
Pagina 19: 30 gennaio 1855. Testimonianza di Alfred Duvall. Visitato a New York nel giugno scorso non ha trovato acqua in nessuna delle fontane pubbliche, dimostrando che la fornitura dal Crotone era esaurita, si ritiene che le opere di Crotone siano rappresentate per fornire 35.000.000 di galloni imperiali al giorno, pari a poco più di 42.000.000 di galloni di vino, come 100 i galloni imperiali sono pari a 120.0320 di vino.

1855 Settimo Rapporto Annuale del Dipartimento dell'Acquedotto di Crotone per l'anno 1855, 7 gennaio 1856.
Pagina 13: I contatori sono stati posizionati su sessantotto grandi edifici e hanno funzionato in modo vantaggioso nel determinare la quantità di acqua consumata, e il Consiglio propone di estendere il sistema in casi speciali di hotel, fabbriche, &c., come le circostanze potrebbero richiedere, ma non si sono ancora convinti che l'esercizio di una propria discrezionalità permetterebbe di introdurli nelle case private, perché la spesa per l'intera città, e in proporzione per un porto, ammonterebbe, attualmente ai prezzi per metro e per , a qualcosa come un milione di dollari, e per le loro riparazioni e sovrintendenze a più di duecentomila dollari l'anno.

1857 "Il motore calorico di Ericsson", pubblicità in Tribuna di New York, 18 novembre 1857, pagina 2.
Motore motore che non richiede acqua. Per riempire le cisterne delle case private nelle città, un bruciatore a gas produce calore sufficiente per azionare il motore.

1859 "Acqua di Crotone e suoi abitanti", La nuova rivista mensile di Harper 18:451-466. (Marzo 1859) Esame dell'acqua di Crotone al microscopio.

1859 "Acqua", di Col James B. Murray, da L'American Gas Light Journal 1(2):26-27 (1 agosto 1859) Reminiscenze del Consiglio Comune del 1832 e dell'origine dell'Acquedotto di Crotone, dal 1857 opuscolo

1859 "Acqua", da L'American Gas Light Journal 1(3):39 (1 settembre 1859)
C'è qualcosa che non va con il Crotone. Tutti si lamentano della piccola muffa e del sapore malaticcio che ha acquisito dal primo agosto.
L'Acquedotto di Crotone ha in seria considerazione, ci risulta, di introdurre idrometri nelle case dei propri clienti, per porre fine all'enorme spreco d'acqua che si sta verificando.

1859 "Esplosione dell'acquedotto di Crotone", da L'American Gas Light Journal 1(5):80 (1 novembre 1859) Venerdì 12 ottobre 1859.

1859 "L'analisi dell'acqua di Croton", da L'American Gas Light Journal 1(5):86-87 (1 novembre 1859)

1859 John P. Treadwell e altri contro Myndert Van Shaick e altri, 30 Barb. 444, 13 novembre 1859, Corte Suprema dello Stato di New York
L'Ente acquedotto di Crotone ha piena facoltà, in base agli statuti e alle ordinanze del comune, di stabilire oneri speciali, o fissare tariffe extra, da corrispondere per l'uso dell'acqua, variando di volta in volta, secondo la quantità utilizzata e regolamentare le condizioni alle quali devono essere corrisposte indennità supplementari e le condizioni alle quali l'acqua deve essere utilizzata.
Il consiglio ha il diritto di rendere ogni tale accordo, nel rispetto di una fornitura supplementare di acqua, una questione di accordo, soggetto a termini e condizioni che riterrà necessario imporre.
La corretta costruzione della 27a sezione della legge del 1849, che istituisce il consiglio, è che il legislatore intendeva che l'acqua non dovesse essere fornita a coloro che non avrebbero pagato per essa e che nel consiglio dovesse esistere il potere di trattenere il fornitura, se le condizioni alle quali la fornitura è stata fornita non sono state rispettate.
L'ente ha quindi facoltà di interrompere l'erogazione dell'acqua, per il mancato pagamento della tariffa idrica, sia che si tratti dei canoni regolari, ripartiti in base alle dimensioni, del carattere e dell'uso dell'immobile, sia dei canoni extra addebitabili, oltre a gli affitti regolari, su edifici che consumano una quantità extra di acqua.

1859 "Rifiuti dell'acqua di Crotone", di Thomas B. Tappan, 12 novembre 1859, commissario, dipartimento dell'acquedotto di Crotone da L'American Gas Light Journal 1(6):98 (1 dicembre 1859)

1859 "Rifiuti dell'acqua di Crotone", da L'American Gas Light Journal 1(6):107 (1 dicembre 1859)

1859 Schizzo dell'ingegneria civile del Nord America, di David Stevenson
Pagine 200-203: Acquedotto di Croton

1859 Undicesimo Rapporto Annuale del Dipartimento dell'Acquedotto di Crotone per l'anno 1859, 3 gennaio 1860.
Pagina 20: Hotel San Nicola. La lunga causa iniziata nell'ultima parte del 1855, per un'ingiunzione procurata dai proprietari di questo immenso stabilimento, per impedire che l'acqua venisse chiusa per mancato pagamento, per il loro consumo straordinario, è stata discussa questo mese alla Corte Suprema , in appello contro la sentenza della Corte infra, e si è nuovamente pronunciata a favore della città. Le argomentazioni della Corte stabiliscono i principi contenuti nelle sezioni della legge del 1849, che si riferiscono a tale materia, e assegnano le ragioni in forza delle quali sono state tratte. Costituiscono una perfetta giustificazione dell'operato del Collegio, in relazione all'applicazione ai fabbricati, dei contatori dell'acqua, e del prezzo che per l'acqua è stato praticato, secondo l'ordinanza.

1860 "Il Crotone", Il New York Times, 4 gennaio 1860, pagina 11,
I poteri di questo Consiglio sono molto ampi. Ha in carico l'acquedotto di Crotone, i serbatoi, le opere e i beni connessi all'approvvigionamento e alla distribuzione dell'acqua nella città della costruzione, riparazione e pulizia delle fognature di pavimentazione, ripavimentazione e riparazione strade o scavo e costruzione di pozzi e raccolta di ricavi derivanti dalla vendita dell'acqua di Crotone. Questi doveri comprendono grandi interessi pubblici, e toccano in misura incalcolabile la salute e il benessere del cittadino, e tuttavia il sindaco non è rivestito di alcun potere di controllarli, tanto meno di dirigerli.
Il Consiglio di Crotone, costituito da un Presidente, un Commissario e un Ingegnere, compone un triumvirato gestionale, che non è in alcun modo riconducibile ad alcun amministratore delegato. Benché questi ufficiali in prima istanza derivino la loro autorità per nomina dal Sindaco e dal Collegio degli Assessori, tuttavia il mandato è di cinque anni, senza alcuna previsione di rimozione, per quanto grande sia la necessità, sono totalmente indipendenti dal potere creativo. Le ingenti somme spese da questo Consiglio e dai subordinati da esso nominati sono materie sulle quali il Sindaco non ha alcun controllo. È condotto comparativamente sugli stessi principi di stretta società del Dipartimento dell'Almshouse.
Essendogli stati conferiti molti dei suoi attuali compiti dallo statuto del 1857, non è possibile dare un'esatta rendicontazione dell'ammontare degli stanziamenti per esso negli ultimi dieci anni, né è possibile dire con quale economia sia ora essere amministrato.

1860 "Rifornimento idrico nella città di New York", da L'American Gas Light Journal 1(7):137-138 (1 gennaio 1860) Continuazione dell'articolo del 1 agosto 1859 sulla storia dell'approvvigionamento idrico di New York.

1860 "Temperatura dell'acqua di Crotone", da L'American Gas Light Journal 1(10):209 (2 aprile 1860)

1860 "Dipartimento dell'acquedotto di Crotone", The American Gas-Light Journal 1(10):210-211 (2 aprile 1860). Volte sotterranee e rifornimento idrico alla prigione di Sing-Sing.

1860 "Acqua a buon mercato", Il New York Times, 9 ottobre 1860, pagina 4. | Anche qui |
L'unico metodo ragionevole per prevenire gli sprechi è caricare ogni casa con l'acqua che entra in quella casa, e l'unico metodo possibile per accertare questa quantità è per misurarlo, o meglio, si misuri, come il gas, passando per un metro.

1860 "L'acquedotto di Crotone", di T. Addison Richards, da La nuova rivista mensile di Harper 22:18-30 (dicembre 1860)

1861 "Relazione annuale del dipartimento dell'acquedotto di Crotone", Il New York Times, 2 marzo 1861, pagina 8.

1861 "The Croton Aqueduct Department", New York World, 4 marzo 1861, pagina 6.

1861 "Acquedotti di Filadelfia e New York", Giornale americano della luce a gas 2:347 (15 maggio 1861).

1861 "Nuovo contratto per l'acquedotto di Crotone", Giornale americano della luce a gas 2:351 (15 maggio 1861). I signori Colwell & Co. di Philadelphia per 4.200 piedi di tubi di cinque piedi.

1861 "Pausa nella rete di Croton", Giornale americano della luce a gas 2:362 (1 giugno 1861). Il 18 maggio sulla Fifth Avenue, non lontano da dove è avvenuta la grande rottura nel dicembre dello scorso anno.

1861 "Ancora un'altra pausa nel Croton Main", Giornale americano della luce a gas 2:369 (1 giugno 1861). 23 maggio in Worth Street, vicino a Church.

1865 "Pompa a pressione automatica di Hanson", pubblicità da Inserzionista commerciale (New York, New York), 2 dicembre 1865), pagina 2.

1865 Colton Mappa di New York City. Mostra serbatoi di ricezione a Central Park e serbatoio di distribuzione di Murray Hill

1867 "Più acqua necessaria", Posta serale (New York, New York), 27 luglio 1867, pagina 2.
Attualmente gli armadi e le vasche da bagno al terzo piano in tutta la città, e quelli al secondo piano in alcune parti della città, non solo sono inutili, ma peggio che inutili, poiché con l'attuale carente scorta d'acqua non possono essere tenuti dolce e pulito, anche quando non utilizzato. In alcune situazioni l'acqua vi scorre per un'ora o due subito dopo la mezzanotte, riempiendo il serbatoio dei gabinetti - ma questa è una scorta inadeguata per l'uso di un'intera giornata.

1868 "Il nostro approvvigionamento idrico", Il New York Times, 24 aprile 1868, pagina 8.
“Se la pulizia è accanto alla devozione, allora, a giudicare dalla quantità di acqua consumata a New York, i nostri cittadini devono essere molto vicini all'essere un popolo devoto. Ma c'è da temere che delle ingenti quantità d'acqua consumate giornalmente in questa Città, una proporzione molto grande venga sprecata. In quante case il Crotone viene lasciato costantemente in funzione, perché è troppo disturbo, o troppo fare uno sforzo di memoria per spegnerlo? Quanta acqua viene sprecata nel lavaggio di motori, stalle e altro, e quanta nei nostri hotel e bar? I Commissari del Dipartimento di Crotone dicono che circa un quarto di tutta l'acqua consumata in questa Città va sprecata, e forse la stima non è esagerata.L'attuale consumo di acqua a New York è in media di sessanta milioni di galloni al giorno, o sessanta galloni per ogni abitante. Questa fornitura, dedotta la quantità necessaria per spegnere fuochi, per lavaggi e altri scopi, sembrerebbe liberale, anche se non eguale, se possiamo credere alla storia, a quella prevista per i cittadini della Roma Imperiale, che erano liberi di usare qualcosa come cento galloni al giorno ciascuno. La nostra offerta, tuttavia, è maggiore, in proporzione al numero di abitanti, di quella della metropoli britannica, e anche di alcune delle principali città del Vecchio Mondo. Nello stesso tempo la nostra acqua supera la loro in purezza, un gallone che contiene poco più di quattro granelli di materia solida. Difficilmente si crederà che i newyorkesi, prima dell'introduzione del croton, fossero costretti a bere acqua contenente da 20 a 125 grani di impurità per gallone. Eppure questo era il fatto.

1868 Terzo rapporto annuale del Metropolitan Board of Health dello Stato di New York
Pagine 615-621: Rapporto sulla qualità dell'approvvigionamento idrico, durante l'anno 1868, di C. F. Chamdler, Ph. D.

1870 "veleni di Crotone", New York Daily Herald, 11 aprile 1870, pagina 7. Pericoli di cisterne e tubi di piombo.

1870 Un atto per provvedere ulteriormente al governo della città di New York. 26 aprile 1870.
13. Il commissario dei lavori pubblici è autorizzato a sua discrezione a far collocare in tutti i negozi, officine, alberghi, fabbriche, edifici pubblici, presso i moli, i traghetti, le stalle e in tutti i luoghi in cui l'acqua è fornita per il consumo aziendale dal dipartimento dei lavori pubblici, in modo che tutta l'acqua così fornita in essi o lì possa essere misurata e conosciuta dal detto dipartimento, e per lo scopo di accertare la proporzione imponibile che i consumatori di acqua dovrebbero pagare per l'acqua ivi contenuta o ivi ricevuta e utilizzata. Successivamente, secondo quanto stabilito dall'Assessore ai Lavori Pubblici, il predetto servizio emetterà tutte le bollette e gli oneri per l'acqua da esso forniti ad ogni singolo consumatore di cui sopra, al cui consumo è apposto un contatore come suddetto, in proporzione congrua l'acqua consumata, come accertata dal contatore nei propri locali o luoghi occupati o utilizzati come predetto. Tutte le spese dei contatori, dei loro allacciamenti e messa a punto, delle tariffe dell'acqua, e di altri oneri legali per la fornitura dell'acqua di Crotone saranno un pegno sui locali in cui l'acqua viene fornita come ora previsto dalla legge. Nulla di quanto contenuto nel presente documento deve essere interpretato in modo da rimettere o impedire la dovuta riscossione di arretrati o addebiti per il consumo di acqua finora sostenuti, né interferire con i relativi privilegi, né di oneri, tariffe o gravami da sostenere in seguito per il consumo di acqua, in ogni abitazione, edificio o luogo che non contenga uno dei metri predetti.

1870 "Contatori dell'acqua: la loro utilità e pericolo" Il New York Times, 1 maggio 1870, Pagina 3 | parte 2 |

1870 "L'approvvigionamento idrico", Il New York Herald, 13 luglio 1870, pagina 12.
L'approvvigionamento idrico. 12 luglio 1870. Si informa che entro i confini della città non sarà consentito alcun collegamento con le condutture dell'acqua di Crotone di qualsiasi ariete d'acqua, pompa Hansom o qualsiasi altra macchina o macchinario, con cui l'acqua di Crotone deve essere utilizzata come forza motrice, senza prima avere un permesso da parte mia per effettuare tale connessione.
Siete inoltre avvisati di non collocare serbatoi in nessun luogo in cui l'acqua di Crotone scorrerà per la sua testa, o essere pompata o forzata da macchinari azionati dall'acqua di Crotone, con un tubo di troppo pieno, senza un permesso come sopra indicato. William W. Tweed, Commissario dei Lavori Pubblici.

1870 "Croton Water", pubblicità da Il New York Times, 20 luglio 1870, pagina 6.
Sopraelevata ai piani superiori senza sprechi e senza costi. Nessuna obiezione da parte dell'Ente di Crotone, utilizzato con successo in questa città, e avallato da architetti e proprietari di immobili. Continental Windmill Co., N. 5 College-place, N.Y.

1870 Documento immobiliare e guida per i costruttori 5(123):16 (23 luglio 1870)
Pagina 16: Pompe autoazionanti di Hanson. Queste pompe possono essere utilizzate dal Croton Board.

1870 "Avviso ai produttori e agli inventori di contatori d'acqua", Il Sole (New York, New York), 8 agosto 1870, pagina 4.
Il Dipartimento dei Lavori Pubblici, Città di New York, a partire dal prossimo 20 agosto, sarà pronto ad esaminare e testare la capacità e l'accuratezza di qualsiasi contatore dell'acqua che gli sarà presentato a tale scopo.
William M. Tweed, Commissario dei Lavori Pubblici.

1870 "Contatori dell'acqua", Il New York Herald, 2 novembre 1870, pagina 12.

1872 "Il lavoro del contatore dell'acqua", Il New York Times, 10 febbraio 1872, pagina 4. | anche qui |
La richiesta di Mr. Navarro per $283.500 - Una protesta che deve essere presentata oggi al Board of Audit - Come i contatori d'acqua sono stati testati dall'anello.

1872 Secondo relazione annuale del Dipartimento dei Lavori Pubblici del Comune di New York per l'anno conclusosi il 10 aprile 1872
Pagine 11-13: Ad eccezione dei contatori dell'acqua, l'importo del canone d'acqua addebitato ai consumatori si basa su stime delle quantità consumate. Attualmente sono in uso oltre duecento metri d'acqua del brevetto Worthington, che ora è sostanzialmente lo stesso di quando fu brevettato per la prima volta una decina di anni fa. L'istituzione e l'applicazione di mezzi per accertare correttamente le quantità di acqua consumata è un argomento di grande importanza per la città, poiché in tal modo aumenterebbero notevolmente le entrate derivanti dai canoni idrici, e qualsiasi uso eccessivo dell'acqua di Crotone sarebbe facilmente individuato e prevenuto . Sotto la direzione del mio predecessore in carica furono esaminate e sperimentate una quarantina di diverse invenzioni e brevetti sui contatori d'acqua. Quella che segue è una copia della relazione dell'Ingegnere Capo dell'Acquedotto di Crotone sull'argomento:
All'On. William M. Tweed, Commissario dei Lavori Pubblici: Signore, sotto le sue istruzioni, ho eretto impianti adatti per testare i contatori dell'acqua, e ho esaminato e provato quarantotto (48).
Nell'esame, le qualità ricercate erano l'accuratezza della misurazione, la forza e la durata, con semplicità, economicità di costruzione e che impedivano poco il flusso dell'acqua.
Una grande capacità e abilità meccanica è stata dimostrata nella costruzione dei metri presentati per la prova, molti dei quali sono bellissimi esemplari di opere d'arte e soddisfano la maggior parte dei requisiti.
Il contatore presentato in prova dal Sig. J.F. De Navarro, chiamato contatore vibrante a pistone singolo, è una macchina molto compatta, semplice nella sua costruzione e facilmente riparabile o regolata. Ci vuole solo una piccola forza per farlo funzionare, misura l'acqua con grande precisione e, secondo me, risponde ai requisiti più da vicino di qualsiasi altro misuratore presentato per la prova.
Cordiali saluti, EDW. H. TRACY, Ingegnere Capo Acquedotto di Crotone.
Il 23 agosto 1871 il Dipartimento stipulò un contratto con J.F. De Navarro per 10.000 contatori d'acqua, a 70 dollari ciascuno. Di queste ne sono state consegnate 4.050, una stima in quanto il contratto è in attesa di pagamento presso l'ufficio del Comptroller. Secondo un'altra stima, ora in questo ufficio, è stata negata l'approvazione di questo Dipartimento, al fine di poter accertare e determinare la legittimità di detto contratto.

1873 Terzo rapporto annuale dell'assessorato ai lavori pubblici della città di New York : per l'anno conclusosi il 10 aprile 1873.
Pagine 20-21: Come indicato nell'ultima relazione annuale, questo Dipartimento ha rifiutato di approvare le fatture o di ricevere i contatori forniti da JF Navarro in base a un contratto stipulato prima della mia amministrazione, al che il signor Navarro ha avviato un procedimento legale per costringere il Dipartimento a attingere la sua richiesta al Comptroller per il pagamento di $ 285.000, con interessi, per 4.050 metri consegnati in base a tale contratto la decisione della Corte Suprema in Sezioni è stata favorevole al Dipartimento, ma nel gennaio scorso, su appello del Sig. Navarro, il La Corte Suprema in General Term ha ribaltato questa decisione, ed ha emesso un mandato di mandamus perentorio, ordinando a me, in qualità di Commissario dei Lavori Pubblici, di richiedere al Comptroller una richiesta per l'intero importo richiesto, con gli interessi. Su parere e parere dell'Avvocato della Corporazione, questo Dipartimento non ha potuto opporre ulteriore resistenza, ma ora il Dipartimento delle Finanze contesta la fondatezza della domanda, in una causa promossa dal Sig. Navarro contro il Sindaco, gli Assessori e comunanza.

1873 Il mondo di New York, 30 maggio 1873, pagina 4.
Il disegno di legge che incorpora "The Salt-water Supply Company of the City of New York" dipende ora dalla legislatura.

1873 "Rifornimento di New York con acqua da Poughkeepsie", La Gazzetta della Sera (Port Jervis, New York), 31 luglio 1873, pagina 2.

1875 "Fiera dell'istituto americano", Il produttore e costruttore 7(11):248 (novembre 1875)
Thomas Hanson, di Brooklyn, esibisce un motore di pompaggio a pressione d'acqua silenzioso, che usa la forza dell'acqua prelevata nella parte inferiore della casa per forzare l'acqua in un serbatoio per rifornire la parte superiore. Ciò evita lo spreco di acqua allo scopo di azionare la pompa, come spesso accade con i motori idraulici.

1876 ​​"Utilizzo dell'acqua salata", Il New York Times, 4 marzo 1876, pagina 8.

1876 ​​"Utilizzare l'acqua salata", New York Daily Herald, 4 marzo 1876, pagina 8.

1876 ​​"Senza acqua salata", New York Herald, 8 aprile 1876, pagina 11.

1876 Diario giornaliero di Lockport, 8 novembre 1876, pagina 2.
C'è un grande pericolo di una carestia d'acqua a New York. Salvo pioggia, la fornitura si esaurirà entro 10 giorni. Il Grafico consiglia alle autorità di tagliare perentoriamente l'acqua a tutte le fabbriche, raffinerie, birrifici, scuderie e aziende che utilizzano molta acqua per le normali operazioni commerciali. Gli alberghi e le case mercantili dovrebbero essere messi a disposizione a breve termine fino all'arrivo delle piogge. Navi e battelli a vapore dovrebbero essere mandati a Brooklyn e Jersey City per la loro acqua.

1876 Il motore di pompaggio a vapore Worthington: storia della sua invenzione e sviluppo, di Henry R. Worthington
Pagine 60-61: AFFIDAVIT DI JOHN P. TREADWELL.
John P. Treadwell, di età legale, essendo debitamente giurato, dice:
Risiedo a New Milford, nel Connecticut. Sono stato proprietario del St. Nicholas Hotel, New York, dal 1858 al 1868.
Quando ho aperto quella casa, nel 1858, ho pensato che i nostri accordi per fornire l'acqua all'albergo fossero più completi. Ma poiché dovevamo rifornire l'edificio sopra il secondo piano con le pompe a vapore, ho scoperto presto che mentre potevamo elevare l'acqua, creavamo un grande disturbo con i nostri ospiti usando le pompe di notte, poiché
obbligato, al fine di fornire una fornitura sufficiente. C'era un "tonfo" continuo, che si estendeva lungo tutta la linea dell'edificio, sul lato sud, per seicento piedi di lunghezza.
Per rimediare a questo male, ho provato altre Pompe allora in uso, ma non ho avuto miglior successo, finché alla fine ho dovuto ordinare le Pompe spente alle nove di sera, e correre il rischio di una scorta fino al mattino. Ma non è stato così
risposta, poiché la fornitura si esaurirebbe prima che potessimo avviare le pompe al mattino. Alla fine ho fatto visita al signor Worthington, e lui ha fatto per me uno dei suoi motori di pompaggio, che è stato installato nell'hotel nell'autunno del 1857, e mi ha sollevato da tutti i miei problemi. Quando è stato messo in posizione, è stato impostato per funzionare e funzionare tutta la notte, e non ho mai sentito una parola di lamentela da parte degli ospiti della casa. Potresti stare accanto a questa pompa quando è in funzione e, se non la guardi, non sapresti che funziona. è senza rumore.
Sapendo, come faccio per esperienza, i suoi meriti per l'uso in hotel, preferirei pagare il doppio del prezzo piuttosto che non averlo, rispetto a qualsiasi altra pompa che conosco.
Non sono interessato all'oggetto di questa domanda. JNO. P: TREADWELL.
AFFIDAVIT DI A. B. DARLING.
A. B. Darling, maggiorenne. prestando giuramento, dice:
Risiedo a New York e sono proprietario e manager del Fifth Avenue Hotel. In tale veste richiedo l'utilizzo di Motopompe a Vapore di varie dimensioni, per l'approvvigionamento idrico dei piani superiori dell'albergo e per l'estinzione degli incendi. Per questi scopi non ho mai visto un Pumping Engine che considero uguale al Worthington. È sicuro nel suo funzionamento e praticamente silenzioso. Molte altre Pompe che altrimenti funzionano molto bene, sono così rumorose da tenere svegli gli ospiti in quella parte della casa attraverso la quale passano i tubi. Non sono un meccanico, e non so a cosa siano dovuti questi preziosi effetti ma posso dire che l'azione di questo Motore è superiore a quella delle numerose altre Pompe che ho conosciuto, tanto da giustificare più che il prezzo più alto che comanda.
Non sono interessato all'oggetto di questa richiesta di proroga. A.B. CARA.

1876 ​​"A Memoir of American Engineering", un documento letto da John B. Jervis, CE, membro onorario della Società, letto il 18 ottobre 1876, da Transazioni dell'American Society of Civil Engineers 6:39-67 (1878)

1877 "Acqua di Crotone", da Il mensile di Scribner, 14(2):161-176 (giugno 1877)

1878 Discorso a favore della conservazione dell'attuale serbatoio di Murray Hill, di George B. Butler, consegnato il 5 novembre 1877.

1879 "Come combattere le fiamme", di William J. McAlpine, New York Daily Herald, 1 febbraio 1879, pagina 2.
Uno schema ponderoso per la protezione della proprietà. I vigili del fuoco spostati. L'acqua che verrà da un serbatoio a 350 piedi dal suolo.
Proposto un serbatoio di stoccaggio dell'acqua di 100 piedi di diametro e 350 piedi di altezza, più del doppio dell'altezza dell'edificio della Western Union.

1879 Relazione del Dipartimento dei Lavori Pubblici della Città di New York, per il trimestre conclusosi il 30 giugno 1879, con relazione speciale in materia di Approvvigionamento idrico.
Pagine 14-15: C'è però un altro difetto nell'acquedotto stesso. Questo forse non si può chiamare un difetto del disegno originario, quando si considera che non era previsto che la linea di galleggiamento dell'acquedotto si alzasse al di sopra del molleggio dell'arco, in modo che al massimo la profondità dell'acqua non superasse i cinque piedi. Si calcolava che questo volume avrebbe fornito sessanta milioni di galloni al giorno, e probabilmente non si era provveduto a consegnarne una quantità maggiore. La parte superiore dell'acquedotto, l'arco, i pennacchi ei muri di sostegno, non furono quindi costruiti in considerazione della pressione dell'acqua che arrivava fin quasi al tetto. Sono passati ormai otto o nove anni da quando si è ritenuto necessario portare l'acqua nell'acquedotto ben al di sopra della linea delle sorgenti. È evidente che questo doveva essere il caso per soddisfare la domanda di novanta-cento milioni di galloni al giorno. Questa accresciuta pressione, sommata all'assestamento dei muri inferiori, provocò delle crepe nell'arco, da cui fuoriusciva l'acqua, e, facendosi strada tra i muri a secco fino al suolo, provocò un assestamento ancora maggiore del terrapieno. In quel momento, se non prima, avrebbero dovuto essere presi provvedimenti per rafforzare e riparare la porzione superiore dell'acquedotto, secondo le modalità perseguite negli ultimi tre anni. Se ciò fosse stato fatto saremmo stati salvati da una grande ansia e da ciò che avrebbe potuto provocare una grave calamità.

1879 Tribuna di New York, 12 agosto 1879, pagina 4
L'Assessore ai Lavori Pubblici ha ritenuto necessario, in considerazione della crescente domanda per l'approvvigionamento idrico, richiedere a tutti coloro che utilizzano l'acqua per scopi professionali l'utilizzo di un contatore con il quale misurare l'importo che devono pagare alla città. Questo, si crede, sarà utile, non tanto per ottenere un reddito per la città, quanto per controllare i rifiuti. Si nota come un incidente nell'aumento del drenaggio dell'approvvigionamento, che le strade sopraelevate utilizzano mezzo milione di galloni d'acqua al giorno.

1879 "L'uso dei contatori dell'acqua", Tribuna di New York, 12 agosto 1879, pagina 8.
Un nuovo ordine in riferimento al metro Worthington - La tuta Navarro.
Tra 500 e 600 ora in giudizio.

1881 New York City, Notizie di ingegneria, 8:91 (5 marzo 1881)

1881 Il record della città: Gazzetta ufficiale, Volume 9, Parte 2 (11 aprile 1881)
Pagina 583: Spreco di acqua e approvvigionamento futuro.
Nel corso dell'anno sono stati installati 2.604 contatori d'acqua e al primo gennaio 4.002 sono stati utilizzati.
I progettisti e i costruttori dell'acquedotto e del sistema idrico di Crotone non contemplavano la necessità o la richiesta che l'acqua fosse erogata dalla propria pressione nei piani superiori degli edifici alti. Già nel 1867 i Commissari dell'Acquedotto di Crotone, nella loro relazione annuale al Comune, affermano a questo proposito: , e la sua consegna conveniente assicurata. Il suo consumo moderato e la distribuzione relativamente limitata durante i primi anni di funzionamento dei lavori hanno agito leggermente sulla capacità dei tubi e, naturalmente, è stata naturalmente avvertita la comodità temporanea di una prevalenza maggiore che ha, purtroppo, portato a aspettative irragionevoli su parte dei primi consumatori, ed ora che la città è notevolmente aumentata di superficie e di popolazione, con conseguenti accresciute esigenze del servizio idrico, sono inclini a considerarla una privazione ingiusta, che, in fondo, modera un eccessivo privilegio.

1881 Rifornimento idrico di New York, 11 aprile 1881. Relazione a Hubert O. Thompson, Commissario dei lavori pubblici, di Isaac Newton, ingegnere capo, parere di E.S. Chesbrough, consulente tecnico.
Pagina 5: La capacità massima dell'acquedotto è stata variamente indicata, in diversi rapporti, da 90 a 115 milioni di galloni al giorno. Un tempo, quando si stimava che la portata fosse costretta a superare i 103 milioni, le conseguenze furono disastrose, poiché questa velocità causò gravi danni all'acquedotto, che fu quindi ridotto.
Pagina 6: L'illustre costruttore dell'acquedotto non previde il grande aumento della domanda di acqua determinato dalle esigenze della vita moderna, l'enorme crescita di manufatti in città, l'uso già probabilmente tra le sette e le ottomila caldaie a vapore all'interno i limiti cit, le ferrovie a vapore in esercizio che consumano già oltre un milione di galloni al giorno, né la fornitura in ogni casa di raccordi idrici, spesso comprese le pompe, dal seminterrato ai piani superiori.

1881 "L'approvvigionamento idrico della città", Il New York Times, 30 ottobre 1881, pagina 5. | Ristampato in Notizie di ingegneria 9:449-450 (5 novembre 1881)
Cosa bevevano i newyorkesi prima che Croton fosse conquistato.
È solo una questione di tempo quando la metropoli dovrà toccare il lago George o il lago Ontario.

1881 Come si spreca l'acqua di Croton Notizie di ingegneria 8:450-451 (5 novembre 1881)
Come viene sprecata l'acqua di Croton. Gli ispettori dell'Assessorato ai Lavori Pubblici sono impegnati nella ricerca di case dove l'acqua viene sprecata. Il loro metodo consiste nel far entrare un uomo in una fogna di notte attraverso un tombino e applicare un manometro all'acqua che scorre nelle fogne dalle case. Nei casi in cui il flusso è grande, un ispettore viene inviato a casa il giorno successivo per esaminare l'impianto idraulico. Quando viene rilevata una perdita grave, l'acqua viene interrotta sommariamente. In questo modo negli ultimi giorni alcune case sono state private dell'acqua. La polizia è stata informata di essere particolarmente vigile per prevenire lo spreco o l'acqua, e il risultato dell'ordine è stato che diverse case sono state segnalate. In un caso ieri l'acqua è stata interrotta da una fila di tre case su un rapporto della polizia. L'acqua non sarà rimessa in circolazione fino a quando i proprietari o gli occupanti non adotteranno misure per prevenire gli sprechi. I funzionari del Dipartimento dei Lavori Pubblici trovano la colpa maggiore nei condomini. Uno di loro visitato dagli ispettori aveva un serbatoio all'ultimo piano contenente 3.300 litri d'acqua. Questo è stato riempito e svuotato due volte al giorno, rendendo l'approvvigionamento idrico di 6.600 galloni al giorno. Dieci famiglie vivono in casa, quindi vengono utilizzati 660 galloni da ogni famiglia, che è considerata una quantità eccessiva. Questo non include l'acqua calda, che viene fornita dalle caldaie nel seminterrato. I funzionari non hanno il potere di limitare la fornitura a meno che non si possa dimostrare uno spreco d'acqua. Gli ispettori hanno qualche problema nell'ottenere l'ammissione alle case durante il giorno, poiché i domestici si oppongono a farli entrare mentre i loro datori di lavoro sono fuori.

1881 "Un serbatoio inesauribile", Buffalo Morning Express, 18 novembre 1881, pagina 2.
Suggerisce di convogliare l'acqua del lago Erie a New York City e l'acqua del lago Chautauqua a Buffalo.

1882 Rifornimento idrico di New York, 20 gennaio 1882. Relazione di Isaac Newton, capo ingegnere dell'acquedotto di Crotone. | Anche qui |

1882 "Rifornimento idrico dal lago George", Notizie di ingegneria 9:80-81 (11 marzo 1882)

1882 "Rifornimento idrico del lago George", Notizie di ingegneria 9:104-105 (1 aprile 1882)

1882 "L'approvvigionamento idrico della città di New York", di E. Waller, Notizie chimiche 45:202-204 (12 maggio 1882) | anche qui |

1882 "Tariffe dell'acqua di New York", Notizie di ingegneria 9:182 (3 giugno 1882)

1882 New York City da "The Water-Supply of Certain Cities and Towns of the United States", di Walter G. Elliot, C. E., Ph. D.

1883 "Rifornimento idrico di New York City", La cartella clinica 23 (3): 70 (20 gennaio 1883)

1883 Rifornimento idrico di New York, 21 febbraio 1883. Rapporto sui serbatoi di stoccaggio nel Crotone, di Isaac Newton, ingegnere capo dell'acquedotto di Crotone. Parere dei consulenti tecnici.

1883 "Il grande lavoro del contatore dell'acqua", Notizie di ingegneria, 10:532 (3 novembre 1883)

1884 "Approvvigionamento idrico ad alto servizio per New York", Engineering News 11:102 (1 marzo 1884)

1884 "Il metro di Navarro", Notizie di ingegneria, 12:176 (11 ottobre 1884)

1884 Rapporto del Dipartimento dei Lavori Pubblici della Città di New York per il trimestre conclusosi il 31 dicembre 1884
Pagine 14-15: Con decisione o sentenza della Corte d'Appello, la città è diventata proprietaria di 10.000 contatori d'acqua "Navarro", ordinati dal Dipartimento sotto l'amministrazione del commissario William M. Tweed, ma respinti dai suoi successori con la motivazione che il prezzo pattuito per loro era esorbitante 4.050 di loro sono stati testati e regolati per misurare con precisione l'acqua che li attraversa, ma tutti questi contatori sono stati immagazzinati per così tanto tempo (circa quattordici anni) che sono richiederanno alcune riparazioni necessarie prima di poter essere utilizzati. Viene suggerito dal Capo Ingegnere dell'Acquedotto di Crotone che questi contatori siano collocati su case adibite esclusivamente ad abitazione, dove per legge i contatori non possono essere collocati a spese dei proprietari, e dove si sa o si presume l'esistenza di sprechi d'acqua e pensa che il costo dei contatori, mettendoli in ordine e sistemandoli, sarebbe restituito alla città in un anno dall'aumento delle entrate per l'acqua da loro misurata.

1885 Notizie di ingegneria, 13:285 (2 maggio 1885)
La New York City Water Company è stata costituita da Charles Spear, James H. Gould, William Ebbitt, Charles Crary, Samuel Carpenter, Joseph L. Liscomb, Chester L. Williams, William A. Sweeney e George F. Gregory. È scavare o scavare per l'acqua, stabilirne i depositi e condurla attraverso la città per scopi energetici e di estinzione del fuoco. Il suo capitale è di $3.000.000, diviso in 30.000 azioni da $100 ciascuna. I fondatori della società saranno i suoi amministratori fiduciari per il primo anno della sua esistenza.

1887 Stime Dipartimentali per il Bilancio per l'anno 1888
Pagina 80: 3d. $ 17.500 per la riparazione di 1.000 contatori d'acqua Navarro e la loro collocazione a carico del Comune in edifici denominati "appartamenti" e altre abitazioni, che, secondo la normativa vigente, non sono soggette all'uso obbligatorio dei contatori a carico del proprietari, ma in cui vi sono grandi opportunità di consumo eccessivo e spreco di acqua e dove si sa o si ritiene che esistano sprechi di acqua non necessari.Questo è necessario come una delle misure più efficaci per sopprimere l'uso eccessivo e lo spreco di acqua, e è il miglior uso che il Comune può fare dei 10.000 contatori d'acqua Navarro per i quali è stato costretto a pagare con sentenza dei tribunali.

1888 "New York City", da Manual of American Water Works, Volume 1.

1889 "Il Nuovo Acquedotto di Crotone", illustrato da Charles Barnard, da Rivista mensile illustrata The Century 39(2):205-224 (dicembre 1889)

1889 "Il nuovo acquedotto - La diga di Sodoma", illustrato, da Harper's Weekly 33:994-999 (14 dicembre 1889)

1890 "New York City", da Manual of American Water Works, Volume 2.

1891 L'età del ferro 47(2):712 (9 aprile 1891)
Si dice che i 10.000 contatori d'acqua di Navarro acquistati sotto il regime di Tweed, e che sono costati alla città oltre $ 1.000.000, saranno presto pubblicizzati per la vendita dal cortile della società come vecchia spazzatura.


Costruzione del sistema del Delaware prima del 1944

La costruzione del sistema del Delaware iniziò nel 1937. Per i primi quattro anni, i lavori avanzarono rapidamente, in particolare sull'acquedotto del Delaware. Nel 1939, le sezioni del tunnel più vicine alla città erano pronte per il calcestruzzo e nel 1942 furono scavate tutte le 85 miglia. I progressi rallentarono dopo che gli Stati Uniti entrarono nella seconda guerra mondiale nel dicembre 1941, quando divenne sempre più difficile per il Board of Water Supply garantire attrezzature e materiale in base ai requisiti del programma War Production Board.

Tuttavia, con crescenti preoccupazioni sulla possibilità che l'acquedotto di Catskill potesse essere danneggiato da un sabotaggio o da un attacco aereo, il Board of Water Supply ha ritenuto prioritario completare l'acquedotto del Delaware e metterlo in servizio come mezzo alternativo per fornire acqua in città prima che tutto il lavoro si fermasse. Con i suoi collegamenti agli altri due sistemi di approvvigionamento idrico della città (si collega al Croton System al West Branch Reservoir e al Catskill System al Kensico Reservoir), la città è stata in grado di fornire maggiori volumi di acqua da entrambi i sistemi rispetto a quanto altrimenti possibile. Il nuovo acquedotto fu messo in servizio in più fasi iniziando con il tunnel tra Kensico e Hillview Reservoirs (attivato il 28 aprile 1942), seguito dal tunnel tra West Branch e Kensico Reservoirs (attivato il 3 marzo 1943), e concludendosi con il tunnel più settentrionale tra il futuro Rondout Reservoir e il West Branch Reservoir (attivato il 5 aprile 1944). Il tunnel di emergenza temporaneo che avrebbe catturato e diretto il Rondout Creek nell'acquedotto del Delaware è stato uno degli ultimi progetti completati prima che i lavori si fermassero nel 1944.


Acqua, acqua ovunque e non una goccia da bere

La città di New Amsterdam, insediamento coloniale originario di Manhattan, è stata costruita nella parte più paludosa dell'isola: la sua sponda meridionale. Le fonti di acqua dolce più vicine erano sotterranee, ma nessuna era molto fresca. Le acque salate che circondano l'isola hanno portato in salamoia le falde acquifere e le sorgenti naturali di New Amsterdam. Un muro difensivo costruito nel 1653 tagliava fuori la colonia da acque migliori a nord. Gli olandesi scavarono pozzi poco profondi nell'acqua salmastra disponibile e costruirono cisterne per raccogliere la pioggia, ma nessuna delle due fonti era sufficiente a soddisfare le esigenze della colonia: produrre birra calda, nutrire capre e maiali, cucinare, combattere gli incendi e produrre. L'acqua poteva essere usata raramente per bere, secondo lo storico Gerard Koeppel, autore di Acqua per Gotham. “Era carica di tutti i tipi di particolato che rendevano l'acqua insoddisfacente come esperienza da bere,”, dice.

Nel 1664, la fornitura limitata e salata di acqua di New Amsterdam, insieme a un pessimo forte di legno, lasciò gli olandesi disidratati e praticamente indifesi, permettendo agli inglesi di prendere il controllo senza combattere e ribattezzare la terra New York.

Gli inglesi mantennero molti dei costumi esistenti della colonia, in particolare i suoi metodi igienico-sanitari, o la loro mancanza. Dal turbolento porto di mare al forte rinnovato, i coloni si scatenarono in abitudini nocive. Il deflusso delle concerie, dove le pelli degli animali venivano trasformate in cuoio, scorreva nelle acque che rifornivano i pozzi poco profondi. I coloni scagliarono carcasse e caricarono vasi da notte in strada. Le capre e i maiali vagavano liberi, lasciando mucchi di escrementi sulle loro tracce. All'inizio di New York, le strade puzzavano.

L'odore, tuttavia, non ha scoraggiato i nuovi arrivati. Tre decenni dopo la fondazione di New York, la popolazione è più che raddoppiata, raggiungendo i 5.000. Gli inglesi demolirono il vecchio muro olandese, che divenne l'odierna Wall Street, e la colonia si espanse a nord. I coloni condividevano una dozzina di pozzi scavati nelle strade infestate dalla spazzatura. Secondo Koeppel, è stata approvata una legge che ordinava che tutte le “vasche di sterco” e altre “cattiveria” fossero scaricate solo nei fiumi, ma il governo coloniale locale fece fatica a far sì che New York fosse il terreno fertile perfetto per le zanzare. . La febbre gialla colpì nel 1702, uccidendo il 12% della popolazione, e fu seguita da vaiolo, morbillo e più febbre gialla fino al 1743.

Uno scienziato incredulo di nome Cadwallader Colden osservò in un saggio sulla città pungente che i coloni preferirebbero "rischiare la propria salute e persino la distruzione dell'intera comunità" piuttosto che ripulirsi da soli. I ricchi coloni comprarono l'acqua con un carretto da uno stagno incontaminato appena a nord della città, chiamato Collect Pond. Ma un'altra legge approvata dal consiglio comunale della città ha costretto tutte le concerie a trasferirsi e si sono trasferite nel peggior posto possibile, le rive del Collect Pond.

Un acquerello del 1798 di Collect Pond di Archibald Robertson. New York City è visibile oltre la sponda meridionale. (The Edward W. C. Arnold Collection di stampe, mappe e immagini di New York)

Nel 1774, un ingegnere in cerca di fortuna di nome Christopher Colles propose un'idea per portare "una fornitura costante" di acqua dolce alla città con una popolazione che si avvicinava ai 25.000 abitanti. Era un concetto nuovo per l'era coloniale: tubazioni di pino sotto ogni strada, con pompe posizionate ogni 100 metri. Un serbatoio in muratura da 1,2 milioni di galloni, tirando da un pozzo largo 30 piedi e profondo 28 piedi scavato accanto al Collect Pond, fornirebbe i tubi.

Per sollevare l'acqua dal pozzo al serbatoio, Colles costruì un motore a vapore - il secondo mai realizzato in America, secondo Koeppel - con scarse risorse. Il motore potrebbe pompare 300.000 galloni al giorno nel serbatoio, sufficienti per fornire a ogni cittadino 12 galloni al giorno, se solo l'acquedotto fosse stato completato.

Nel 1776, un anno dopo lo scoppio della Rivoluzione americana, le forze britanniche occuparono New York, spingendo circa l'80% della popolazione a fuggire, compreso Colles. I servizi igienico-sanitari sono ulteriormente peggiorati. Collect Pond è diventato una discarica cittadina. Nel 1785, uno scrittore anonimo nel Diario di New York persone osservate "lavarsi" cose troppo nauseanti per menzionare tutta la loro schiuma e sporcizia vengono svuotate in questo stagno, oltre a cani morti, gatti, ecc. gettati ogni giorno e senza dubbio molti secchi [di escrementi] da quel quarto di la città.”

Dopo la guerra, una petizione approvata dalla comunità ha esortato il Consiglio Comune a continuare il progetto di Colles, secondo Gotham: una storia di New York fino al 1898 dagli storici di New York Edwin G. Burrows e Mike Wallace, ma alla città mancavano i fondi. La febbre gialla tornò nel 1790 e il business delle bare esplose. Tuttavia, la città continuò ad espandersi. Le strade furono lastricate intorno a Collect Pond e il Comune cercò un nuovo modo per fornire acqua alla città. Il problema dell'acqua ha suscitato l'interesse di un deputato dello Stato di New York: Aaron Burr.


Come è stata spostata Katonah per il sistema idrico di New York City

La casa del dottor Chapman nel bel mezzo di un trasloco. Per gentile concessione della Bedford Historical Society.

Bentornato a drammi d'epoca, una rubrica settimanale che alterna la raccolta di dimore storiche sul mercato e le risposte alle domande che ci siamo sempre posti sulle strutture più antiche.

"Il destino di Katonah è segnato", ha iniziato una colonna sulla prima pagina di Il New York Times l'8 aprile 1893. La città di Katonah, New York, a circa 40 miglia a nord di Manhattan, doveva essere demolita - spazzata via, davvero - per far posto al sistema idrico in espansione di New York City. Il sistema prevedeva la costruzione di una nuova diga, la diga di Croton, e con essa un nuovo bacino idrico. La città di Katonah si trovava direttamente sul percorso del bacino.

"Alla fine del XIX secolo, New York aveva un disperato bisogno di un nuovo sistema idrico", spiega Greg Young, co-conduttore del podcast The Bowery Boys. “Negli anni '30 e '40 dell'Ottocento la città riceveva la sua acqua dal vecchio acquedotto di Crotone, che correva dal nord di Manhattan fino alla città. Prima dell'acquedotto, i newyorkesi ricevevano acqua da altre fonti come i pozzi, che [erano] tutt'altro che puliti”.

New York City ha visto un'ondata di immigrazione a metà del 19° secolo. La popolazione della città ha continuato ad aumentare solo negli anni successivi alla guerra civile, così che quella che una volta era una città di duecentomila persone era improvvisamente diventata una città di oltre un milione. Ciò superò notevolmente la capacità dell'acquedotto originale. Bisognava ideare un nuovo sistema.

“Hanno costruito il nuovo sistema, che includeva non solo la nuova diga di Croton, ma anche il Jerome Park Reservoir nel Bronx, in più fasi alla fine del XIX secolo. È stata un'impresa enorme", afferma Young. “Allo stesso tempo, stava avvenendo il consolidamento di New York City. Questo progetto stava per fornire acqua per il nuovo di zecca New York City. Per il cinque distretti New York City”.

Il piano per la nuova Katonah. Per gentile concessione della Bedford Historical Society.

Ma ovviamente, fornire acqua a New York City con questa capacità aveva un prezzo, un prezzo che i residenti della contea di Westchester, appena a nord della città, dovevano pagare.

La città di Katonah, tra poche altre, sorgeva direttamente sull'impronta del progetto di bacino che avrebbe creato la nuova diga di Croton. La soluzione della città? Conquista la terra per eminente dominio, risarcisce i residenti per le loro case e costruisci il nuovo sistema idrico a perdita di queste città, che verrebbero sommerse.

"Progetti come questo hanno creato molta animosità tra i residenti della contea di Westchester e New York City", afferma Young. “Ecco perché molte delle città che Potevo hanno votato per il consolidamento di New York City hanno scelto di non farlo”.

Ma i residenti di Katonah non furono sconfitti così facilmente. Invece di perdere la loro città, hanno scelto di trasferirla.

“Sono stati davvero i cittadini che hanno detto ‘Non vogliamo perdere tutto. Non ce ne andremo", afferma Evelyne Ryan, direttrice esecutiva della Bedford Historical Society.

Case allineate, che si muovono lungo il fiume. Per gentile concessione della Bedford Historical Society.

Ha spiegato che un'associazione chiamata Katonah Village Improvement Society ha aiutato, nel 1894, a organizzare l'acquisto di terreni a sud della vecchia Katonah.

"Quello che hai avuto è stata l'opportunità di ridisegnare la città per trovare i posti migliori per cose come scuole, aziende e case", afferma Ryan.

Katonah ha assunto gli architetti paesaggisti B.S. e G.S. Olmstead (apparentemente senza alcuna relazione con il Frederick Law Olmsted) per tracciare la nuova città, che comprendeva un viale commerciale che correva parallelo alla ferrovia e un viale residenziale fiancheggiato da spazi verdi.

Alcuni degli edifici, come la scuola, sono stati ricostruiti sul posto. Ma molti degli edifici, come le case, sono stati fisicamente spostati dalle fondamenta originarie al nuovo appezzamento di terreno.

"I residenti di Katonah sono stati risarciti per i loro terreni e le loro case", spiega Ryan. "Le aste si sono svolte in modo che i residenti potessero acquistare Indietro la casa per poi farla spostare”.

Le persone che stavano costruendo il serbatoio non si preoccupavano delle case. Erano molto più interessati a garantire che cose come le fosse settiche fossero adeguatamente sigillate e che il terreno fornisse acqua potabile pulita ai residenti di New York City.

I residenti si sono messi in fila per l'asta per riacquistare le loro case. Per gentile concessione della Bedford Historical Society.

Quindi, coloro che volevano le loro case potevano riacquistarle e utilizzare tutto il denaro rimasto per finanziare il trasferimento, iniziato nel 1897 e continuato per i prossimi anni.

Traslocare casa non è un'impresa da poco. Oggi il processo prevede l'installazione di un traliccio in acciaio che attraversa le fondamenta della struttura. La struttura può quindi essere prelevata e caricata su una piattaforma per essere ricollocata.

Nel 19° secolo, però, il processo era un po' più complicato. "Hanno sollevato le case e le hanno messe su binari lubrificati con un normale sapone da bucato", dice Ryan. “Hanno poi usato i cavalli per tirare le case lungo i binari, fermandosi periodicamente lungo il percorso”.

A complicare maggiormente le cose erano il terreno collinare ei vari corsi d'acqua che le case dovevano attraversare. "Per quanto ne so, non hanno perso nessuna delle strutture", afferma Ryan.

La pista che le case sono state spostate lungo. Per gentile concessione della Bedford Historical Society.

Ancora più incredibile è stato il fatto che molti dei residenti hanno continuato a vivere nelle loro case mentre venivano trasferiti. "I bambini andavano a scuola, tornavano a casa e scoprivano che la loro casa sarebbe stata in un luogo diverso", aggiunge Ryan.

Mentre la città di nuovo Katonah era parzialmente costituita da queste strutture spostate - circa 55 in tutto - alcuni cittadini hanno deciso di costruirne di nuove, il che ha portato all'uniformità architettonica in tutta la comunità appena pianificata.

La diga di Crotone

È *dam* impressionante!

Inserito da Curbed NY il martedì 7 febbraio 2017

"Poiché tutto accadeva nello stesso momento, le case, che siano state spostate o meno, sono dello stesso stile vittoriano", afferma lo storico della città di Bedford John Stockbridge.

“Quando si percorrono queste strade oggi, sembra di essere passati al 1897. Le case o venivano costruite allora o venivano portate qui. La maggior parte è in piedi oggi, più di cento anni dopo”.

La strada panoramica stabilizzata della nuova Katonah. Per gentile concessione della Bedford Historical Society.

Il nuovo villaggio ha iniziato a correre, secondo il libro Katonah: la storia di un villaggio di New York e della sua gente, e addirittura si vantava che “la vita sociale è stata molto meno influenzata dal trasloco. Continuò più o meno lo stesso piacevole schema stabilito nei vecchi villaggi”.

Cento anni dopo, il villaggio di Katonah prospera ancora oggi, facilmente raggiungibile in treno dalla Grand Central Station di New York. Inoltre, la diga di Croton, e il più grande sistema idrico installato negli ultimi decenni del XIX secolo, funzionano ancora. È affiancato da altri due sistemi per fornire acqua ai residenti di New York City.

Quanto alla vecchia Katonah? Anch'essa può ancora essere trovata da coloro che sono avventurieri nel cuore: "È solo un paio di miglia a nord della nuova Katonah, potresti fare jogging", afferma Stockbridge. "Se esci in barca a remi sul bacino idrico, puoi salire a terra e trovare le vecchie fondamenta".


Gestione dei bacini idrografici per l'approvvigionamento di acqua potabile: valutazione della strategia di New York City (2000)

New York City tra il 1840 e il 1960 sviluppò il più grande e, secondo alcuni, il miglior sistema di approvvigionamento idrico urbano del mondo in termini di qualità, affidabilità e gestione innovativa. Il Memorandum of Agreement (MOA) del 1997 riflette una nuova era di gestione creativa in risposta alla duplice realtà posta da (1) la necessità di conformarsi alla legge federale sull'acqua potabile (SDWA) e (2) l'indisponibilità di nuove fonti per aumentare o sostituire le forniture esistenti. Questo capitolo delinea l'evoluzione storica del sistema idrico di New York City in relazione alla crescita socioeconomica della città durante il XIX e l'inizio del XX secolo. Descrive quindi gli elementi fisici di base del sistema così com'è oggi, insieme alla geografia biofisica delle sorgenti Catskill/Delaware da cui deriva il 90% dell'acqua della città. Questo capitolo fornisce quindi lo sfondo e il contesto essenziali per l'esame dettagliato del MOA che seguirà nei capitoli successivi.

BREVE STORIA DELLA FORNITURA IDRICA DELLA CITTÀ DI NEW YORK

All'alba del diciannovesimo secolo, le città americane erano poche, di piccole dimensioni e costiere. Le infrastrutture ereditate dal periodo coloniale erano primitive anche per gli standard di mezzo secolo dopo: le strade erano tortuose e sterrate, gli edifici pubblici erano spartani, l'illuminazione stradale era rara, la raccolta dei rifiuti era praticamente sconosciuta e l'approvvigionamento idrico era del tutto inadeguato. Con l'immigrazione, l'industrializzazione e la crescita di una classe media urbana, la popolazione delle città iniziò ad aumentare nei primi decenni del secolo. New York City in particolare è cresciuta da 60.000 a 200.000 tra il 1800 e il 1830. Questa rapida crescita della popolazione è stata accompagnata da una successione di

epidemie, vagamente intese come legate all'acqua impura, nonché frequenti esplosioni di incendi difficilmente contenibili con le riserve idriche disponibili.

New York City era circondata da marea, acqua salmastra senza accesso immediato a corsi d'acqua dolce. I residenti dipendevano inizialmente da pozzi o cisterne per l'acqua piovana per il loro fabbisogno idrico. La falda freatica da cui dipendeva era facilmente contaminata da rifiuti superficiali. I pozzi vicino alla riva sono diventati salmastri a causa dell'intrusione di acqua salata. E con la limitata ricarica superficiale delle acque sotterranee locali, la resa affidabile di sorgenti e pozzi era insufficiente. Le cisterne per l'acqua piovana aggiungevano poco alla fornitura generale. Ad aumentare ulteriormente la domanda d'acqua fu il brevetto dello sciacquone nel 1819, che aumentò notevolmente il consumo di acqua pro capite poiché la rete fognaria sostituì gradualmente i servizi igienici in loco e la raccolta notturna del suolo (Weidner, 1974, p. 55).

All'inizio del XIX secolo, l'approvvigionamento idrico urbano era considerato una funzione privata piuttosto che pubblica (Blake, 1956). New York, Boston, Baltimora e diverse piccole città inizialmente si affidavano a società private privilegiate piuttosto che assumersi direttamente l'onere. Un'eccezione fu Filadelfia, dove ricorrenti focolai di febbre gialla all'inizio del XIX secolo provocarono una risposta municipale più aggressiva. Nel 1801, Filadelfia costruì a spese pubbliche un impianto di pompaggio sul fiume Schuylkill alimentato da due motori a vapore. Questo progetto è stato ideato e promosso dal noto ingegnere Benjamin Latrobe. Ha segnato una svolta sia tecnologica che istituzionale, in particolare nell'uso del motore a vapore per pompare l'acqua e nell'uso della tassazione pubblica per stabilire un approvvigionamento idrico municipale (Blake, 1956). Nel caso di Boston, la Jamaica Pond Aqueduct Company fu noleggiata nel 1796 per portare l'acqua a quella città attraverso una serie di tubi di tronchi cavi.

A New York City, la Manhattan Water Company fu costituita nel 1799 con un franchising esclusivo per rifornire la città di acqua. Ha costruito un bacino idrico nella parte bassa di Manhattan per rifornire 400 famiglie dalle acque sotterranee locali.

Ma quest'acqua si dimostrò sia scarsa che cattiva la società, trascurando lo scopo apparente della sua organizzazione, presto rivolse la sua attenzione quasi esclusivamente agli affari bancari e così perse la fiducia della comunità, e non passò molto tempo prima che i nuovi lavori votassero un fallimento. (Stand, 1860)

Nel 1811, un'apposita commissione istituita dal legislatore statale preparò un piano per la futura espansione di New York. Il "Piano dei Commissari" prevedeva strade future che marciavano per miglia nella campagna di Upper Manhattan fino alla "155a Strada". Il piano era una previsione accurata della crescita spaziale della città. L'apertura del Canale Erie nel 1825, che collegava il fiume Hudson con i Grandi Laghi, stabilì la preminenza economica della città nella nazione e contribuì alla sua rapida crescita e prosperità della popolazione. Le risorse idriche locali erano irrimediabilmente inadeguate a servire questo rapido tasso di crescita in termini di quantità, qualità e pressione. Vari schemi erano

discusso inutilmente, con molti a favore di una vicina deviazione dal fiume Bronx appena fuori dai confini della città. Questa fonte, tuttavia, non poté soddisfare a lungo i bisogni futuri della città in espansione (Blake, 1956).

Arginare il fiume Crotone

La soluzione della crisi idrica di New York City ha infine richiesto una sintesi di innovazione nella tecnologia, nella pubblica amministrazione e nella responsabilità civica precedentemente sconosciuta nella storia urbana. Questi fattori, insieme alla crescente disperazione e paura dell'opinione pubblica, hanno contribuito a una conquista comunale che ancora oggi fa invidia ad altre città del mondo. In particolare, l'azione pubblica per stabilire un approvvigionamento idrico non poteva più essere discussa o ritardata dopo che la città fu devastata dagli incendi nel 1828 e 1835 e dal colera nel 1832. La City assunse un ingegnere, il colonnello DeWitt Clinton, Jr., per studiare la crisi idrica e proporre una soluzione. Predisse che Manhattan avrebbe raggiunto una popolazione di 1 milione entro il 1890 (che si rivelò in ritardo di 12 anni). Per far fronte alla crisi, ha proposto di attingere al fiume Croton 40 miglia a nord della città per ottenere una fornitura affidabile di 20 milioni di galloni al giorno (mgd) di pura acqua di montagna, un progetto di straordinaria semplicità nel concetto ma scoraggiante in termini di costi e sfida ingegneristica. L'elevazione di un bacino idrico del fiume Croton a 200 piedi sul livello del mare consentirebbe all'acqua di fluire per gravità attraverso un acquedotto da costruire con una "testa" sufficiente per soddisfare le esigenze degli edifici più alti e dei vigili del fuoco in città (Weidner, 1974, pp. 28&ndash31). Andare ben oltre i confini della città avrebbe garantito (all'epoca) che l'acqua sarebbe stata relativamente pura e che i proprietari terrieri privati ​​sarebbero stati impotenti a opporsi alla deviazione dell'acqua del torrente locale verso la città. Il progetto ha anche attirato l'interesse di leader civici e politici sia nel governo cittadino che in quello statale. (Il governo federale non ha avuto alcun ruolo nel progetto.)

Il progetto del fiume Croton ha richiesto la costruzione di strutture di stoccaggio e trasporto senza precedenti dall'Impero Romano. Con il costo totale stimato in diversi milioni di dollari, il progetto è stato considerato troppo grande e troppo importante per un'impresa privata. Di conseguenza, la città di New York, sotto l'autorità del legislatore statale, si è impegnata a pianificare ed eseguire direttamente il progetto del fiume Croton. Fu nominata rapidamente una commissione per l'acqua, il finanziamento fu approvato dagli elettori della città nel 1835 e la costruzione iniziò nel 1837 (Blake, 1956).

Il progetto ha coinvolto cinque principali elementi strutturali: (1) una diga in muratura alta 50 piedi e lunga 270 piedi che racchiude un serbatoio con una superficie di 440 acri e una capacità di stoccaggio di 600 milioni di galloni, (2) un acquedotto in muratura coperto di 40 miglia con una sezione trasversale di sette piedi per otto, (3) un "ponte alto" lungo 1.450 piedi per convogliare l'acquedotto attraverso il fiume Harlem a Manhattan, (4) un bacino idrico di 35 acri situato all'interno del futuro sito di Central Park, e (5) un serbatoio di distribuzione di quattro acri con pareti in muratura situato nell'attuale sito della Biblioteca pubblica di New York tra Fifth Avenue e 42nd Street. Il primo fiume Crotone

Diga di Crotone. Fonte: The Hudson (Lossing, 1866. &copia 1866 di H.B. Nims & Co.).

l'acqua arrivò a Manhattan il 4 luglio 1842, un evento celebrato con campane della chiesa, cannoni e una parata di cinque miglia. L'evento era una soglia sia tecnologica che istituzionale: la città di New York era diventata maggiorenne (Weidner, 1974, pp. 45&ndash46 Platt, 1996, p. 187). Entro un decennio, la città potrebbe celebrare un'altra pietra miliare, l'apertura di Central Park, che conteneva il serbatoio di ricezione chiave per il sistema di Croton. Una mappa dell'attuale bacino idrico di Crotone è riportata nella Figura 2-1.

Evoluzione delle leggi sulla salute pubblica

Durante questo periodo, nello Stato di New York venivano sviluppate due importanti leggi sulla salute pubblica relative alla sicurezza dell'acqua potabile che avrebbero reso possibile l'espansione continua dell'approvvigionamento idrico della città di New York. In primo luogo, il New York Metropolitan Health Act è stato adottato dal legislatore dello Stato di New York nel 1866 come la prima importante legge americana sulla salute pubblica. È stato direttamente ispirato dalle scoperte del riformatore sanitario inglese James Chadwick, il cui "Report of ." del 1842

FIGURA 2-1 Il sistema di approvvigionamento idrico di Crotone. Per gentile concessione del NYC DEP.

i Poor Law Commissioners Concerning the Sanitary Condition of the Laboring Population of Great Britain'' spinsero un'indagine parallela a New York City da John Griscom nel 1845. Questi rapporti iniziarono a convincere il pubblico informato che l'incidenza di malattie infettive come il colera e il tifo era strettamente legato alla purezza e all'abbondanza dell'approvvigionamento idrico.

Il secondo importante atto legislativo fu la legge sulla sanità pubblica dello Stato di New York del 1905. Questo statuto consentiva alla città di regolamentare l'uso del suolo nella regione del bacino idrografico dello stato settentrionale per proteggere l'acqua potabile della città (articolo 11). La legge conferiva anche a New York City l'autorità di acquisire terreni attraverso il dominio eminente e autorizzava il Dipartimento della Sanità di Stato a promulgare norme e regolamenti per proteggere l'acqua potabile della città (Nolan, 1993, p. 534).

Espansione dell'approvvigionamento idrico

Quando la popolazione di New York City ha superato la soglia del milione negli anni 1870, la città ha iniziato ad affrontare la necessità di espandere il sistema di Crotone. Nel 1892 fu aperto un nuovo acquedotto di Crotone e nel 1905 fu completata una nuova massiccia diga sul fiume Croton che sommerse completamente la vecchia diga. Con la costruzione di diverse dighe più piccole nel 1911, l'attuale sistema del fiume Croton era in atto, fornendo un fornitura massima potenziale di 336 mgd (che supera l'intera fornitura disponibile oggi per la metropolitana di Boston).

Ma anche questo sistema allargato di Crotone sarebbe insufficiente per tenere il passo con l'enorme crescita della città. Nel 1898, la Greater New York con una popolazione di 3,5 milioni di abitanti si formò attraverso il consolidamento di Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island. Gli ingegneri idrici di New York nei primi decenni del ventesimo secolo iniziarono a guardare più lontano, alle sorgenti nelle montagne Catskill oltre il fiume Hudson. Tra il 1907 e il 1929, la città acquisì i diritti sull'acqua e costruì i bacini idrici di Schoharie e Ashokan nelle montagne di Catskill. Un nuovo acquedotto Catskill di 92 miglia trasportava l'acqua da Ashokan alla città, attraversando il fiume Hudson per mezzo di un "sifone invertito" lungo 3.000 piedi e 1.100 piedi sotto il livello del mare (Weidner, 1974, p. 161). Il sistema Catskill comprendeva anche la costruzione dei bacini idrici di Kensico e Hillview appena a nord della città, il City Tunnel n. 1 e il terminale Silver Lake Reservoir a Staten Island.

Questa impresa fu ripetuta negli anni '40 quando la City raggiunse le sorgenti del fiume Delaware a oltre 100 miglia di distanza. A differenza dei bacini idrici di Catskill, che attingevano ai corsi d'acqua interamente all'interno dello Stato di New York, il Delaware è un bacino fluviale interstatale. La proposta deviazione di notevoli quantità di acqua dalle sorgenti a New York City ha suscitato l'opposizione degli stati a valle del New Jersey e della Pennsylvania, dove molte comunità attingono al fiume Delaware per le proprie riserve idriche. Secondo la Costituzione degli Stati Uniti, le controversie tra Stati possono essere portate direttamente alla Corte Suprema degli Stati Uniti. Alla fine, la deviazione del fiume Delaware a New York City è stata autorizzata fino a un massimo di

FIGURA 2-2 Il sistema di approvvigionamento idrico di Catskill/Delaware. Per gentile concessione del NYC DEP.

limite massimo stabilito dalla Corte nelle decisioni del 1931 e del 1953. L'acquedotto del fiume Delaware di 105 miglia era il tunnel di acquedotto continuo più lungo del mondo (Weidner, 1974, p. 300). Incontra l'acquedotto Catskill a Kensico Reservoir ad est del fiume Hudson, che attraversa attraverso un profondo sifone rovesciato. Oggi, i sistemi combinati (Croton, Catskill e Delaware) sono in grado di fornire a New York City circa 1,3 miliardi di galloni al giorno, di cui circa il 40% derivano dal sistema Catskill, il 50% dal sistema Delaware e il 10% dal sistema di Crotone. Una mappa dello spartiacque Catskill/Delaware è presentata nella Figura 2-2. La Figura 2-3 mostra i sistemi Croton e Catskill/Delaware. Una cronologia di importanti eventi di approvvigionamento idrico si trova nella Tabella 2-1.

Sia New York che la città metropolitana di Boston hanno seguito strategie più o meno simili di sviluppo dell'approvvigionamento idrico tra il 1840 e il 1960, sequestrando le fonti d'acqua dell'entroterra da condurre attraverso il flusso per gravità alla regione utente. Ma i due sistemi differiscono notevolmente in termini di organizzazione istituzionale. La stessa New York City ha stabilito e continua oggi a gestire il suo sistema di approvvigionamento idrico, anche nello stato di New York. Al contrario, Boston trasmise il suo sistema nel 1895 a un'entità regionale di nuova creazione, il Metropolitan Water District, che a sua volta fu assorbito da un'agenzia statale e dalla Metropolitan District Commission, istituita nel 1919. Quest'ultimo completò i 400 miliardi di

FIGURA 2-3 Approvvigionamento idrico della città di New York. Per gentile concessione del NYC DEP.

TABELLA 2-1 Cronologia della popolazione di New York City, approvvigionamento idrico ed eventi correlati

Il Piano dei commissari per la città di New York e la crescita futura prevista

Albert Giblin brevetta in Gran Bretagna il silenziatore per acque reflue senza valvole (flush wc)

L'epidemia di colera colpisce New York City e altre città

New York Board of Water Commissioners istituito dal legislatore statale

Il Grande Incendio brucia gran parte di New York City

Iniziati la diga del fiume Croton e l'acquedotto di 41 miglia

La prima acqua raggiunge New York City dal fiume Croton&mdashcelebrations

Central Park è stato aperto e incluso il serbatoio

Legge sulla salute metropolitana dello Stato di New York

Completamento acquedotto del Nuovo Crotone

Consolidamento di "Greater New York City" e cinque distretti

La legislatura statale dà a New York City il potere di regolamentare la terra dello spartiacque a nord dello stato

Il nuovo sistema del fiume Croton è stato completato e il 10% dell'attuale sistema di New York City

Interstate compact re assegnazione del fiume Delaware e solo ratificato da New York

Il sistema Catskill Mountain è stato completato e il 40% dell'attuale sistema di New York City

New Jersey contro New York (283 Stati Uniti 336)

New York City è autorizzata a prelevare fino a 440 mgd dalle sorgenti del fiume Delaware

Iniziato il sistema del fiume Delaware

New Jersey contro New York (347 U. S. 995)&mdashNYC autorizzato a deviare fino a 800 mgd dalle sorgenti del Delaware soggetto al mantenimento di flussi minimi a valle. Nominato il maestro del fiume.

Pubblicato il regolamento spartiacque di New York City

Adozione del Delaware River Basin Interstate Compact (quattro stati e degli Stati Uniti)&mdashDelaware River Basin Commission istituita

Il sistema del fiume Delaware è stato completato e il 50% dell'attuale sistema di New York City

Firmato l'accordo di gestione del bacino idrico

gallone Quabbin Reservoir, 70 miglia a ovest di Boston, negli anni '40. Nel 1985, la responsabilità della distribuzione dell'acqua nell'area metropolitana di Boston è stata riassegnata a una nuova agenzia regionale, la Massachusetts Water Resources Authority. Pertanto, mentre New York City ha mantenuto il controllo sul suo sistema e ha incontrato molta ostilità anti-City nelle sue regioni di origine, il sistema metropolitano di Boston è stato a lungo amministrato da agenzie che servono una regione che contiene metà della popolazione dello stato e quindi ha acquisito una più ampia politica politica. sostegno nei suoi sforzi per proteggere le sue riserve idriche. Poiché entrambi i sistemi seguono binari paralleli nel tentativo di evitare la filtrazione nell'ambito dell'SDWA negli anni '90, questo contrasto nella struttura amministrativa può rivelarsi significativo. In particolare, il sistema metropolitano di Boston ha impiegato nuove leggi statali per promuovere la gestione dei bacini idrografici nelle aree di origine, mentre New York City ha dovuto impegnarsi in lunghe e delicate trattative con gli interessi dello stato settentrionale per raggiungere l'insieme di impegni che sono alla base del punto di riferimento MOA.

Vale la pena notare che il modello New York/Boston di deviazione interbacino da sorgenti lontane e montane ha influenzato molte altre città americane e straniere nelle loro ricerche per l'acqua pura. A volte non sono necessarie deviazioni a lunga distanza, come in alcune città dei Grandi Laghi che godono di ampie acque alle loro porte. Città occidentali come Los Angeles, San Francisco, Denver e Phoenix hanno perseguito in modo aggressivo la scarsità d'acqua ovunque fosse possibile, sviluppando tutte le misure tecniche e istituzionali necessarie per procurarsela. In alcuni casi, come il progetto Owens Valley di Los Angeles, i mezzi legali erano discutibili e l'esecuzione tecnica era difettosa, come dimostrato nel crollo della diga di St. Francis nel 1905 (Reisner, 1993). Ma la premessa di base dietro queste guerre per l'acqua occidentale era la stessa che motivava i primi progetti di New York e Boston: impiegare la tecnologia moderna e il potere politico per garantire un approvvigionamento abbondante ed economico di acqua pura alla popolazione urbana (Platt, 1996, p. 188).

Richieste future sul sistema di approvvigionamento idrico della città di New York

La domanda giornaliera media servita dal sistema di approvvigionamento idrico di New York City è diminuita da 1.547 mgd nel 1990 a 1.449 mgd nel 1995 (Hazen e Sawyer/Camp Dresser & McKee, 1997, p. 11). Sebbene quest'ultima cifra sia ancora superiore alla resa sicura stimata del sistema di 1.290 mgd, chiaramente il programma di gestione della domanda della città sta dando i suoi frutti. La continua espansione della misurazione e l'installazione di dispositivi idraulici a risparmio idrico fino ad oggi hanno fatto sì che la domanda giornaliera media continuasse a diminuire dal 1995 (Warne, 1999a). Il riquadro 2-1 illustra la storia delle attività di gestione della domanda di New York City.

La gestione della domanda idrica, che si è dimostrata efficace sia nel sistema idrico di New York che in quello di Boston, è tuttavia vulnerabile all'essere contrastata da un numero crescente di utenti dell'acqua. Futuri incrementi degli utenti, e quindi della domanda sul sistema, potrebbero derivare dalla crescita della popolazione all'interno del

RIQUADRO 2-1
Gestione della domanda a New York City

Alla fine degli anni '80, il sistema di approvvigionamento idrico di New York City fu chiamato a soddisfare una domanda media di 1.400-1.450 mgd per la città vera e propria più altri 120 mgd forniti alle comunità suburbane ammissibili. Con un rendimento sicuro affidabile dal sistema idrico totale di New York City stimato a circa 1.300 mgd, il sistema era tecnicamente carente. Ma un ulteriore aumento attraverso lo sviluppo di nuove fonti era irrealizzabile. È probabile che i nuovi trasferimenti fuori bacino dai fiumi a nord dello stato, incluso il Delaware, vengano bloccati da azioni legali. New York City ha una stazione di pompaggio usata raramente sul fiume Hudson a monte del fronte salato, ma dovrebbe affrontare sfide ambientali se la stazione dovesse essere utilizzata su una base più che di emergenza. Le acque sotterranee sottostanti a Long Island teoricamente potrebbero fornire acqua aggiuntiva, ma ciò sarebbe contrastato dalle comunità che già fanno affidamento su quella fonte (Platt e Morrill, 1997).

Fino agli anni '80, l'utilizzo dell'acqua a New York City è rimasto quasi completamente illimitato, il che ovviamente ha scoraggiato la conservazione dell'acqua da parte delle famiglie e di altri utenti. Questa situazione non sostenibile è stata affrontata in un programma di misurazione universale dell'acqua annunciato dal sindaco nel 1986. Sono stati installati più di 600.000 contatori per un costo di 350 milioni di dollari. Una volta completata la misurazione, New York City sarà in grado di monitorare l'uso dell'acqua e utilizzare i prezzi come strategia per limitare sia gli sprechi che l'aumento della domanda.

Nel 1991, la città ha lanciato un programma pilota di conservazione dell'acqua per arginare la crescente domanda. Il programma offriva il rilevamento gratuito delle perdite e l'installazione di dispositivi idraulici a risparmio idrico come docce e rubinetti a basso flusso, aeratori, borse per lo spostamento del serbatoio del WC e servizi igienici a basso flusso. Questi servizi sono stati forniti a 10.000 case con 1&ndash3 famiglie in tutta la città (Nechamen et al., 1995). A partire dal 1993, un programma di conservazione dell'acqua su larga scala ha condotto il rilevamento delle perdite per circa 8.000 case con 1&ndash3 famiglie e 80.000 appartamenti. La città ha fornito una gamma ampliata di docce e servizi igienici a risparmio idrico, nuovi servizi di sensibilizzazione e istruzione pubblica e risparmio energetico in collaborazione con l'azienda elettrica Consolidated Edison. La città ha sviluppato una verifica delle perdite come base per stimare i benefici a lungo termine delle misure sovvenzionate per la conservazione dell'acqua. Nel 1995, la domanda media in città era scesa a circa 1.300 mg al giorno. Si prevedono risparmi molto maggiori dalla continuazione del rilevamento delle perdite e degli sforzi di retrofit degli impianti idraulici. Si prevede che un terzo dei servizi igienici residenziali della città sarà sostituito con unità da 1,6 galloni per scarico entro il 1998.

L'Environmental Conservation Law (ECL) di New York, Sec 15-0105, ha da tempo dichiarato che "le acque dello Stato devono essere conservate". Una legge più recente (ECL, Sec. 15-0314) impone l'uso di impianti idraulici a risparmio idrico in tutte le nuove costruzioni o sostituzioni di impianti esistenti, compresi i limiti di 3 galloni al minuto per rubinetti del lavandino e soffioni e 1,6 galloni per sciacquone per i servizi igienici . Lo Stato prevede che questo requisito farà risparmiare oltre 500 mgd in tutto lo stato (Nechamen et al., 1995).

attuale area di servizio (New York City e alcuni sobborghi nella contea di Westchester), nonché dall'espansione dell'area di servizio per includere nuove comunità. (Ai fini di questa discussione, si presume che l'uso di acqua pro capite continuerà ad essere stabile o diminuirà in futuro.)

La probabilità di un significativo aumento della popolazione nell'attuale area di servizio è scarsa. Durante gli anni '70, New York City perse 900.000 abitanti, passando da 7,9 milioni nel 1970 a 7,0 milioni nel 1980. Con il miglioramento dell'economia della città e l'afflusso di nuovi migranti dall'estero, la popolazione della città nel 1990 si attestava a 7,3 milioni. Sebbene possano verificarsi ulteriori piccoli aumenti, non si prevede che New York City riacquisti la sua precedente popolazione di quasi 8 milioni. Poiché il sistema idrico ha servito quel livello di utenza prima delle misure di gestione della domanda e attraverso la maggior parte delle perturbazioni climatiche, non vi è motivo di prevedere alcun problema nel soddisfare la domanda prevista della città stessa. Né è probabile che le comunità di utenti suburbane esistenti, che nel 1995 avevano una domanda media di 123 mgd, aumenteranno in modo significativo la popolazione o il consumo di acqua. Queste sono per lo più comunità più vecchie che sono in gran parte costruite. Sebbene possa verificarsi una certa intensificazione dello sviluppo residenziale attraverso la sostituzione di case unifamiliari con edifici a maggiore densità, l'effetto netto sul sistema idrico della città non dovrebbe essere significativo.

Una fonte più probabile di futuro aumento della domanda nel sistema di New York City deriverebbe dall'espansione della sua area di servizio per includere le comunità e la popolazione attualmente servite da altre fonti. Ciò potrebbe verificarsi nel caso in cui le sorgenti presenti si contaminino o diventino insufficienti a soddisfare il fabbisogno di aree potenzialmente alla portata del sistema di distribuzione comunale (con installazione dei necessari connettori). Si possono prevedere tre possibili aree di carenze future: (1) Long Island, in particolare la contea di Nassau, (2) porzioni delle contee di Westchester o Putnam entro la portata degli acquedotti della città e (3) New Jersey settentrionale. Il comitato non ha condotto alcuna ricerca sulla probabilità di carenze idriche in nessuna di queste regioni, ma è consapevole delle preoccupazioni perenni sulla possibile contaminazione delle falde acquifere più profonde che sono le uniche fonti d'acqua per Long Island. Inoltre, ci si può aspettare che tutte e tre le regioni identificate sperimentino un'ulteriore crescita della popolazione nei prossimi due decenni che, anche senza contaminazione delle fonti attuali, potrebbe comportare la necessità di un aumento almeno supplementare dal sistema di New York City.

Nella misura in cui il sistema della città sta servendo una popolazione più piccola ora rispetto a tre decenni fa, può essere visto dalle giurisdizioni circostanti come una fonte logica di approvvigionamento idrico futuro. Ironia della sorte, questa percezione può essere rafforzata dal successo della città nel ridurre la domanda media pro capite attraverso le sue misure di conservazione (vedi riquadro 2-1).

L'aggiunta di ulteriori comunità al sistema di New York City sarebbe una decisione politica, che molto probabilmente coinvolgerebbe molte parti interessate a livello federale, statale,

e livelli locali. L'esito di una richiesta da parte di una giurisdizione carente d'acqua non può essere previsto. Tuttavia, se la salute pubblica è minacciata, potrebbero essere stabilite connessioni di emergenza che potrebbero rimanere in vigore a tempo indeterminato, portando di fatto a una dipendenza permanente dal sistema di New York City, almeno in periodi di siccità. Il comitato non è a conoscenza di come la questione dei futuri collegamenti al sistema Città possa essere stata affrontata nella legislazione o in altre dichiarazioni politiche fino ad oggi. Tuttavia, se il problema rimane irrisolto, le parti interessate dovrebbero adottare tutte le misure necessarie per proteggere le fonti degli utenti esistenti dalla contaminazione e dall'aumento della domanda al fine di ridurre al minimo il potenziale di richieste future sul sistema di New York City.

DESCRIZIONE DEL SISTEMA DI APPROVVIGIONAMENTO IDRICO DELLA CITTÀ DI NEW YORK

Il sistema di approvvigionamento idrico per New York City è sotto la giurisdizione del New York City Department of Environmental Protection (NYC DEP). L'acqua potabile fornita alla città dai bacini idrografici a nord dello stato viene sequestrata nei sistemi di Croton, Catskill e Delaware (vedi figure 2-1, 2-2 e 2-3). I tre bacini idrografici contengono 19 serbatoi e tre laghi controllati con una capacità di stoccaggio totale disponibile di circa 558 miliardi di galloni. Durante i periodi di pioggia normale, il totale della resa media per i tre sistemi è stimato a 2.400 mg al giorno (Hazen e Sawyer/Camp Dresser e McKee, 1997). I tre sistemi idrici sono interconnessi in più punti per aumentare la flessibilità e consentire lo scambio di acqua tra i sistemi. Durante i periodi di grave siccità, l'acqua del fiume Hudson può essere utilizzata per aumentare l'approvvigionamento idrico di 100 mg al giorno.

L'acqua viene trasportata per gravità dai serbatoi dei bacini idrografici di Croton, Catskill e Delaware alla città tramite grandi acquedotti e due serbatoi di bilanciamento. Tre tunnel, di cui due profondi tunnel rocciosi, e due serbatoi di distribuzione vengono quindi utilizzati per distribuire l'acqua potabile ai consumatori. Un terzo tunnel profondo nella roccia (Tunnel n. 3) è in costruzione dal 1970 e integrerà i due profondi tunnel attualmente utilizzati per l'acqua di Catskill e Delaware. Il profilo di flusso per il sistema Catskill/Delaware che illustra i cambiamenti di elevazione quando l'acqua passa dalle montagne di Catskill alla città è mostrato nella Figura 2-4.

Una piccola parte della sezione sud-orientale del Queens è rifornita da pozzi oltre al principale sistema di distribuzione della città. Questi pozzi, già gestiti dalla Jamaica Water Supply Company, sono gestiti dal Comune dal 1987 e forniscono tra 17 e 24 mgd, meno della metà della domanda media giornaliera totale nell'area di servizio. Di seguito viene presentata una panoramica più dettagliata dell'intero sistema. La tabella 2-2 elenca le caratteristiche idrologiche di ciascun bacino idrografico.