Edith ScStr- - Storia

Edith ScStr- - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Edith

(ScStr: t. 400; l. 120'; b. 26'; dph. 14'; cpl. 26; a. 2 cannoni)
Il primo Edith, un piroscafo a vite, fu trasferito dal Dipartimento della Guerra alla Marina in base alla legislazione del Congresso del 3 marzo 1849 e consegnato al Commodoro Thomas a Catesby Jones, Comandante in Capo dello Squadrone del Pacifico, a San Francisco. Il 16 giugno il tenente James McCormick ricevette l'ordine di riferire sulle condizioni del piroscafo; successivamente, è stato posto in comando temporaneo con l'ordine di trasportare rappresentanti alla Convenzione costituzionale dello Stato della California.
Edith partì da Sausalito il 23 agosto 1849 in rotta verso Santa Barbara, ma incontrò una fitta nebbia che rendeva impossibili osservazioni accurate. La mattina del 24 agosto si è arenata su una parte disabitata della costa ed è andata perduta. Una corte d'inchiesta tenuta nel gennaio 1850 esonerò il suo comandante e il suo equipaggio da ogni colpa.


EDITH

Questo Articolo fa parte del Marvel Cinematic Universe (Terra-199999) - l'universo che si svolge all'interno del franchise MCU. È quindi considerato come Ufficiale e Contenuto Canon , ed è collegato a tutti gli altri argomenti relativi all'MCU.

EDITH sta per Even Dead I'm The Hero. EDITH è un'intelligenza artificiale, ed è nell'A.I. occhiali creati da Tony Stark. Qualche tempo dopo gli eventi di Avengers: Endgame, Tony Stark li lasciò con Happy prima della sua morte per il prossimo Iron Man. EDITH Apparso per la prima volta in Avengers: Infinity War, non parla affatto, ma lo fa in Spider Man: Far From Home, e ha la capacità di rispondere ai comandi di Peter.


Contenuti

Dopo aver viaggiato indietro nel tempo dall'anno 2267 attraverso il portale temporale senziente noto come Guardian of Forever, il dottor Leonard McCoy fece la conoscenza di Keeler, che si prese cura di lui mentre era in uno stato delirante a causa di un'overdose accidentale di cordrazina . Keeler era una pacifista forte e vocale e le sue idee sui viaggi nello spazio, sulle nuove fonti di energia e su una società pacifica hanno portato al ridicolo quelli del rifugio.

Dopo essersi ripreso, McCoy salvò Keeler dalla morte in un incidente stradale, cambiando inconsapevolmente la storia. Ciò ha portato alla creazione di una linea temporale alternativa in cui Keeler ha continuato a lottare per i suoi obiettivi e alla fine ha fondato uno dei più grandi movimenti per la pace negli Stati Uniti. Le sue azioni infine attirarono l'attenzione del presidente Roosevelt, con il quale si incontrò il 23 febbraio 1936, per conferire il suo piano d'azione per assistere i bisognosi. Alla fine degli anni '30, il crescente pacifismo causato dalle azioni avviate da Keeler ritardò il coinvolgimento degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale, consentendo alla Germania di completare i suoi esperimenti sull'acqua pesante ed essere la prima nello sviluppo della bomba atomica. Questo, insieme al razzo V-2, ha permesso alla Germania di conquistare il mondo.

In futuro, il capitano James T. Kirk e il comandante Spock appresero di questa alterazione della storia dal Guardian, che disse loro che, a causa delle azioni di McCoy in passato, la storia era stata alterata e la Terra che conoscevano non esisteva più. Non avendo altra scelta, Kirk e Spock decisero di viaggiare nel passato attraverso il portale del Guardian, sperando di riparare al danno alla storia causato da McCoy.

Arrivati ​​in un momento prima dell'arrivo di McCoy, incontrarono Edith Keeler, di cui Kirk si innamorò rapidamente e i due iniziarono una relazione. Keeler osservò anche che Spock era un vero e leale amico che apparteneva al fianco di Kirk e che lo sarebbe sempre stato. Keeler pensava erroneamente che Spock e Kirk avessero servito insieme nella prima guerra mondiale, ed è per questo che Spock si riferiva a Kirk come "capitano". Essendo intrappolati nel passato dove si usava ancora il denaro, Kirk e Spock rubarono vestiti da una scala antincendio e avevano bisogno di cibo per sopravvivere. Spock aveva anche bisogno di acquisire componenti elettronici per costruire un meccanismo con il quale potesse recuperare informazioni essenziali dal suo tricorder. Keeler è stato in grado di garantire un lavoro e un alloggio per entrambi gli uomini. Dopo aver esaminato i dati del tricorder presi dal Guardian, Kirk e Spock appresero che, per ripristinare la linea temporale, Edith Keeler doveva morire. Riunitosi con McCoy, Kirk prese la straziante decisione di impedirgli di salvare Keeler dall'incidente stradale, assicurando la sua morte e quindi il ripristino della linea temporale. (TOS: "La città ai margini dell'eternità")


Edith Roosevelt

Edith Roosevelt (1861-1948) è stata una first lady americana (1901-09) e la seconda moglie di Theodore Roosevelt, il 26° presidente degli Stati Uniti. Innamorati d'infanzia, i due sono stati separati per un certo numero di anni prima di riprendere la loro storia d'amore e sposarsi, due anni dopo la tragica morte della prima moglie di Theodore, Alice. Nel 1901, i Roosevelt entrarono alla Casa Bianca, che Edith e Theodore si resero presto conto di non poter ospitare la loro giovane e numerosa famiglia. Hanno ottenuto il permesso e il finanziamento dal Congresso per ristrutturare ampiamente l'edificio, compresa la costruzione della nuova ala ovest, che ha separato per la prima volta gli alloggi privati ​​della famiglia dagli uffici presidenziali.

La secondogenita di Gertrude Elizabeth e Charles Carow, rampollo di una compagnia di spedizioni di successo con sede a New York, Edith Kermit Carow è nata in un mondo di privilegi. Ha ricevuto una vasta educazione in scrittura, letteratura, lingue e arti, e ha imparato il corretto comportamento sociale che ci si aspetta da una giovane donna dell'alta società. Ma non tutto era roseo all'interno della famiglia Carow a causa delle abitudini di consumo di alcol e gioco di Charles, e la sua improvvisa perdita di reddito alla fine del 1860 costrinse la famiglia a vivere con i parenti per alcuni anni. Profondamente vergognata dei fallimenti di suo padre, Edith in seguito distrusse gran parte della sua corrispondenza e dei suoi documenti superstiti.

Edith è stata istruita nella famiglia Roosevelt insieme ai fratelli del futuro presidente e ha accompagnato la famiglia nei loro viaggi estivi a Oyster Bay, Long Island. La loro frequente vicinanza ha alimentato scintille romantiche, anche se la loro relazione si è raffreddata dopo il secondo anno di Roosevelt all'Università di Harvard, e presto ha iniziato a corteggiare Alice Hathaway Lee. Un anno e mezzo dopo la morte della sua prima moglie, Roosevelt ha ritrovato Edith a casa di una sorella. Fidanzati nel novembre 1885, accettarono di mantenere il loro status segreto mentre la madre di Edith pianificava di trasferire la famiglia in Europa. I Roosevelt finalmente si sposarono a Londra il 2 dicembre 1886.

Ha stabilito un precedente assumendo il primo segretario sociale della Casa Bianca con stipendio federale per rispondere alla posta, trasmettere notizie alla stampa e aiutare a gestire la famiglia. Edith ha anche onorato i suoi predecessori appendendo ritratti di ex first lady in un corridoio al piano terra della Casa Bianca. Dal punto di vista politico, i contributi più importanti di Edith sono arrivati ​​attraverso la sua corrispondenza privata con Cecil Spring-Rice, un giovane ambasciatore britannico che era stato l'uomo migliore al matrimonio di Roosevelt. Continuamente informato della guerra russo-giapponese in corso attraverso sua moglie, il presidente negoziò la fine del conflitto, per il quale vinse il Premio Nobel per la pace nel 1906.

I Roosevelt viaggiarono molto dopo aver lasciato la Casa Bianca nel 1909, con Edith che scortava il marito attraverso diversi paesi sudamericani prima della sua partenza per una spedizione nella giungla amazzonica. Dopo la morte dell'ex presidente nel 1919, Edith continuò il suo giro del mondo visitando l'Europa, il Sud Africa, l'Asia, le Hawaii e le Indie Occidentali, raccontando in seguito le sue esperienze nel diario di viaggio del 1927 "Cleared for Strange Ports". ha curato una storia della sua genealogia con suo figlio Kermit e ha assistito i membri anziani del contingente di suo marito “Rough Riders” durante quegli anni.

Edith è riemersa agli occhi del pubblico come oppositrice della campagna presidenziale del 1932 di Franklin D. Roosevelt. Un orgoglioso repubblicano, si è irritata per quello che era erroneamente concepito come uno stretto rapporto con il marito di sua nipote Eleonora, e ha parlato a una manifestazione per l'operatore storico Herbert Hoover al Madison Square Garden di New York quell'ottobre. Edith alla fine sviluppò più rispetto per FDR e le sue politiche del New Deal e mantenne rapporti cordiali con quel ramo della famiglia. Morì il 30 settembre 1948, nella sua casa di lunga data a Oyster Bay.


Ruote di allenamento

Edith è vista sulla sua bici con Margo e Agnes quando sentono un furgoncino dei gelati in lontananza e dice che avrà un doppio tuffo. Mentre lei e Margo si dirigono per la strada con gli altri bambini in bicicletta, ignari che Agnes è caduta da quella di lei. Edith è quindi stupita da Agnes e dalla sua nuova bici quando esce dal garage, prima che continuino a percorrere la strada, le ragazze finalmente arrivano al camion dei gelati e l'autista si ferma per loro.

Tuttavia proprio quando stanno per regalarsi anche loro un gelato, all'improvviso un ladro esce da una gioielleria e ruba il camion, mentre sta per fuggire, Edith e gli altri ragazzi sono delusi, poi assistono tutti a Agnes che lo insegue sulla sua motocicletta, Edith non riusciva a credere a quello che vedeva. Lei e Margo inseguono immediatamente Agnes sulle loro biciclette. Più tardi, quando Agnes ferma il ladro, Edith e Margo sono stupite dal gelato che piove e applaudono per Agnes, qualche tempo dopo che le ragazze sono di nuovo in sella alle loro bici, guardano l'altra bici di Agnes trasformarsi in una tuta robotica e la vedono volare lontano nel cielo, Edith risponde dicendo "Wow" mentre lei e Margo sono stupite ancora una volta dalla loro sorellina.


Morte e eredità

Piaf rimase professionalmente attiva fino agli ultimi anni della sua vita, esibendosi frequentemente a Parigi tra il 1955 e il 1962. Nel 1960, pur volendo ritirarsi, ebbe una sorta di rinascita con la registrazione della melodia di Charles Dumont e Michel Vaucaire "Non, Je Ne Regrette Rien,", che sarebbe diventato il suo inno degli ultimi giorni. 

Nell'aprile del 1963, Piaf registrò la sua ultima canzone. Con una serie di problemi di salute nel corso degli anni, ಝith Piaf morì per insufficienza epatica nella sua villa in Costa Azzurra il 10 ottobre 1963. (Sono state suggerite anche altre potenziali cause di morte). Aveva 47 anni. L'arcivescovo di Parigi ha negato le richieste di messa, citando lo stile di vita irreligioso di Piaf, ma il suo corteo funebre è stato comunque un'impresa imponente a cui hanno partecipato migliaia di devoti. È sepolta nel cimitero di Père Lachaise a Parigi accanto a sua figlia Marcelle.

Un lodato film biografico su Piaf è stato rilasciato nel 2007—la vie en rose, con l'attrice francese Marion Cotillardਊrdently che incarna il cantante e guadagnando un Academy Award. Il libro Knopf Nessun rimpianto: la vita di Edith Piaf, di Carolyn Burke, è stato pubblicato nel 2011. 

I piani per celebrare il centenario della nascita di Piaf&aposs nel 2015 includono un cofanetto da 350 tracce che sarà pubblicato da Parlophone e una grande mostra che si terrà presso la Bibliothèque Nationale de France. "La magia di Piaf è il suo repertorio che tocca tutti,” ha dichiarato Joël Huthwohl, curatore capo della mostra, in un  intervista a Il guardiano. Ha cantato canzoni semplici con melodie adorabili che hanno parlato a tutti in quei momenti importanti della loro vita."


1. La professione infermieristica

La professione infermieristica aveva solo una o due generazioni quando scoppiò la prima guerra mondiale. Fino ad allora l'assistenza infermieristica era dominata da suore, che avevano poca formazione, o da "vestiti" che spesso non avevano alcuna formazione. La Gran Bretagna ha aperto la strada alla formazione adeguata per le infermiere, e per molte donne l'allattamento è stato il primo assaggio della liberazione delle donne. Edith Cavell è entrata a far parte di un movimento internazionale per migliorare gli standard dell'assistenza infermieristica quando è stata reclutata come caposala di una scuola per infermieri a Ixelles a Bruxelles nel 1907, lo stesso anno in cui è stata fondata la First Aid Nursing Yeomanry in Gran Bretagna.

2. Limite di età per gli infermieri che prestano servizio all'estero

Dopo il 1914 ci fu un rapido aumento della domanda di infermieri, con la Croce Rossa britannica e francese in testa. Ma c'erano molti altri movimenti infermieristici tra cui il Voluntary Aid Detachment (VAD), a cui si unì Mary Lindell. Il limite di età per il servizio all'estero era di 23 anni, ma Mary voleva fare di più e andando in Francia ha potuto entrare a far parte del Société de Secours aux Blessés Militaires quando aveva solo 19 anni. Prima dei 23 anni, Mary esercitava la professione di anestesista in un ospedale da campo francese vicino alla linea del fronte. Era nel nord della Francia quando ha saputo dell'omicidio di Edith Cavell.

3. Edith Cavell sui giornali

All'inizio della guerra, Edith aveva curato i feriti alleati, ma quando il Belgio fu invaso dai tedeschi si prese cura anche dei tedeschi. A dispetto della legge marziale tedesca, Edith iniziò a dare rifugio ai soldati britannici e francesi feriti che erano sfuggiti alla cattura e ai giovani belgi in età militare. Si unì alla Resistenza belga e aiutò questi uomini a fuggire nell'Olanda neutrale. Edith fu arrestata nell'agosto 1915 e, in brevissimo tempo, fu processata dalla corte marziale e condannata a morte. Nonostante una protesta internazionale che includeva forti rappresentanze da parte del governo neutrale degli Stati Uniti, fu fucilata il 12 ottobre 1915. Un giornale, che lo descriveva come "un omicidio ripugnante", disse, "i cuori della nazione saranno commossi nel profondo al martirio di questa donna coraggiosa per mano dell'arci-Unno che ha insozzato l'Europa di sangue». Lo stesso giornale ha scritto che "un servizio nella cattedrale di St Paul in memoria dell'infermiera martire Edith Cavell è stato uno dei tributi più sorprendenti e impressionanti che la nazione abbia mai pagato all'interno delle mura del santuario nazionale".

4. Funerali di Stato

La morte di una donna in tali circostanze provocò un'ondata di repulsione in tutto il mondo civilizzato. Oltre al servizio funebre a St Paul, Edith Cavell è stata la prima donna comune a ricevere un funerale di stato nell'Abbazia di Westminster, un onore che condivide con la principessa Diana e l'ex primo ministro Margaret Thatcher.

5. Van ferroviario n. 132

I corpi di Edith Cavell, del capitano Charles Fryatt e del Milite Ignoto, furono portati ciascuno a Londra nello stesso vagone ferroviario, n. 132, che ora è conservato dalla Kent and East Sussex Railway.

6. Un santo inglese?

Ci sono dozzine di memoriali a Edith Cavell - in Belgio, in Francia e in tutto il mondo di lingua inglese inclusi ospedali e scuole e c'è persino una montagna che porta il suo nome! La vita di Edith è celebrata anche in musica, da una messa cattolica alla musica popolare recente. La Chiesa d'Inghilterra, che non fa santi, ha creato l'insolito onore di un Edith Cavell Day, il 12 ottobre, che condivide con la riformatrice carceraria Elizabeth Fry (m. 1845) e il missionario vescovo Wilfrid di Ripon (m. 709) .

7. Film su Edith Cavell

Un cortometraggio belga del suo funerale nel 1915 raggiunse la distribuzione mondiale e un film muto fu girato in Australia nel 1916 su di lei. La donna uccisa dai tedeschi era un film muto americano del 1918 basato sulla vita e la carriera dell'infermiera Edith Cavell.

Herbert Wilcox ha realizzato due film su Edith Cavell. Il primo era Alba, un film muto del 1928 che ha interpretato una delle principali attrici del suo tempo, Sybil Thorndike, nel ruolo di Edith. Divenne uno dei film britannici più controversi degli anni '20: furono esercitate pressioni dall'ambasciatore tedesco a Londra e dal ministro degli Esteri britannico per impedire che il film venisse approvato per la mostra e fu censurato a causa della sua "rappresentazione brutale" di guerra e anti - Sentimenti tedeschi.

Wilcox tornò sull'argomento nel 1939, questa volta in un "talkie", L'infermiera Edith Cavell, con la bellissima Anna Neagle come protagonista e realizzato in associazione con RKO Radio Pictures negli USA. Questo acclamato film è stato nominato agli Oscar del 1939 per la migliore colonna sonora originale e la sua uscita in America e in Europa alla vigilia della seconda guerra mondiale ha avuto un impatto significativo sul pubblico.

8. L'immagine di Edith Cavell era forte, anche tra gli uomini

Nell'ottobre 1940, due ritardatari della sconfitta dell'esercito britannico a St Valery-en-Caux in Normandia raggiunsero Parigi. Erano il capitano D. B. Lang, aiutante del 4° battaglione, Cameron Highlanders del Queens, 51a divisione (Highland) e il sottotenente John Buckingham. Hanno cercato aiuto all'ambasciata americana, ma gli è stato detto che "non potevano più aiutarci, finanziariamente o in altro modo". I tedeschi stavano inasprendo le cose e loro [gli americani] non osano correre alcun rischio”. Lang se ne andò "quasi disperato... ma tornò il giorno dopo nella speranza di qualcosa". Lang è stato fortunato ed è stato presentato a Kitty Bonnefous, che, insieme a Etta Shiber gestiva una linea di fuga e che ha riferito "era molto disposta ad aiutarci, era un'altra Edith Cavell che non si sarebbe fermata davanti a nulla per aiutare gli inglesi a raggiungere Francia non occupata».

9. La scozzese Edith Cavell

Mary-Helen Young si è formata come infermiera a Londra e ha lavorato in un ospedale in Francia durante la prima guerra mondiale. È diventata un'infermiera privata ed era a Parigi quando i tedeschi hanno preso la città. Come britannica, fu internata durante il rastrellamento generale degli alieni nel 1940, ma rilasciata circa sei mesi dopo, presumibilmente a causa della sua età (aveva quasi 60 anni). Negli anni tra le due guerre, Mary-Helen aveva visitato la sua città natale in Scozia, l'ultima volta per tre mesi nel 1938, e ora aveva l'opportunità di lasciare del tutto la Francia. Tuttavia, per qualsiasi motivo, non ha mai richiesto i necessari documenti di uscita. Ha mandato cartoline criptiche a sua sorella in Scozia. Uno datato novembre 1943 diceva semplicemente: "Da Marie-Hélène che sta bene e ti manda amore". Questa cartolina è stata probabilmente inviata quando era già in arresto per la seconda volta, accusata di aver aiutato un aviatore abbattuto a sfuggire alla cattura da parte dei tedeschi. Mary-Helen morì nel famigerato Jugendlager a Ravensbrück all'inizio del 1945. Dopo la seconda guerra mondiale l'Aberdeen Press and Journal apprese che Mary-Helen era "morta come viveva, una coraggiosa donna scozzese". Il giornale l'ha acclamata con orgoglio come Edith Cavell della Scozia: "Fino alla fine niente l'ha potuta spezzare. Sorrideva, anche in questo inferno che ci avevano fatto i tedeschi, era una donna coraggiosa, la più coraggiosa dei coraggiosi».

10. Edith Cavell e Mary Lindell

L'ospedale di Edith a Bruxelles era stato invaso dai tedeschi durante la prima guerra mondiale, quando Mary era un'infermiera di 20 anni in un ospedale della Croce Rossa francese nel nord della Francia. La Parigi di Mary cadde sotto l'occupazione tedesca nel 1940, quando Mary aveva quasi la stessa età di Edith quando fu giustiziata. Mary - il cui ricordo di fanciullezza del martirio di Edith è stato rafforzato dall'uscita del film di Wilcox del 1939 - ha spesso evocato l'immagine dell'infermiera martirizzata. Quando ha creato la sua linea di fuga, Mary ha affermato: "Ciò che mi ha dato l'idea che qualcosa doveva essere fatto era ciò che Edith Cavell aveva fatto nell'ultima guerra, era necessario e doveva essere fatto in questa guerra. Chi? Non c'era nessuno a Parigi, o nessuno che potesse farlo, quindi ho detto che ci sei, tesoro, devi farlo'.


Richiede più riconoscimento

In dotazione: Biblioteca di Stato del WA

A Perth, la Edith Cowan University prende il nome da Cowan e compare sulla banconota da 50 dollari australiana.

Ma nella sua città natale, Geraldton, l'unico tributo alla donna che ha spianato la strada a così tante altre è un piccolo parco fuori dalla stazione di polizia chiamato "Edith Cowan Square".

La signora Stinson ha affermato di meritare più di una piazza, che è il luogo preferito per le proteste e l'attivismo.

"Per tutta la vita, Edith Cowan è stata uno dei miei eroi", ha detto.

"C'è molto poco intorno a Geraldton per riconoscerla. Ci sono persone che hanno fatto molto meno e che sono così famose. Mi piacerebbe vedere qualcosa di significativo collocato a Geraldton."


Edith Crawley e Michael Gregson

Edith Crawley e Michael Gregson si erano incontrati per la prima volta a Londra, dove Michael aveva chiesto più volte a Edith di scrivere per lo schizzo casa editrice di riviste nel 1920. Sebbene inizialmente esitante, decise di accettare e i due uscirono a pranzo al loro primo appuntamento al Regole. Alcuni giorni dopo, Edith fu ferita e disgustata nello scoprire che Michael era, in effetti, sposato e che aveva flirtato romanticamente con lei durante il loro appuntamento a pranzo. Trovando questo "totalmente ripugnante", Edith offrì le sue dimissioni, ma Michael spiegò che sua moglie (che aveva amato molto) era malata di mente ed era stata ricoverata in un manicomio per alcuni anni. Poiché un pazzo non è stato ritenuto responsabile, non ha potuto divorziare da lei ed è stato quindi legato a una pazza, che non sa nemmeno chi sia, per il resto della sua vita. Edith ha quindi deciso di rimanere poiché sentiva simpatia per Michael e le sue difficoltà.

Speciale Natale 2012

Un anno dopo, Edith e Michael si erano incontrati di nuovo al castello di Duneagle. Sebbene felice di presentare il suo nuovo innamorato alla sua famiglia, Edith gli chiese perché fosse davvero venuto. Ha ammesso che conoscendo un po' la sua famiglia, avrebbero potuto apprezzarlo, così che avrebbe poi chiesto la mano di Edith. Pur commossa, Edith non poteva vedere un lieto fine nel sposare un editore senza alta classe. Prima di andarsene, si scambiarono un caldo bacio.

Si sono incontrati di nuovo a una festa in casa, dove Michael era uno dei giocatori di Poker. Rendendosi conto dei modi vili e imbroglioni di Sampson per ottenere lui stesso tutte le vincite, Michael lo persuase a consegnarle tutte, altrimenti lui, Michael, l'avrebbe detto a Lord Grantham. Quindi diede i soldi a Robert, che pensò di essersi comportato in un modo "piuttosto abbastanza da gentiluomo".

Alcuni giorni dopo, Michael rivelò a Edith che aveva un'idea di divorziare dalla sua pazza moglie diventando cittadino tedesco e scoprendo cosa era coinvolto trasferendosi a Monaco di Baviera. Quella notte, alla festa letteralmente di Michel, Edith ha ammesso quanto fosse commossa a tal punto che sarebbe andato per sposarla legalmente, poiché la nazione odiava coloro che erano tedeschi ed era preoccupata di come avrebbe preso la gente che lo odiava per questo , ma gli assicurò che lo avrebbe amato più che mai. Quindi diede a Edith alcune carte da firmare, che le avrebbero dato autorità sui suoi affari legali mentre era via. Al Regole, Edith si è divertita a passare il tempo con Michael il più possibile prima che partisse per la Germania in poche settimane. Esprimendo che le sarebbe mancato molto, ha chiesto di baciarla, cosa che ha fatto. Poi sono rimasti tutta la notte nel suo appartamento e hanno fatto l'amore per la prima volta per diverse ore.

Erano passati alcuni mesi dalla partenza di Michael per Monaco di Baviera, in Germania, dove alla fine fu denunciato come disperso. Edith era particolarmente preoccupata per la sua sicurezza ed espresse profonda preoccupazione per il motivo per cui non avrebbe risposto alle sue chiamate. Alcuni giorni dopo, ricevette la notizia dal dottor Clarkson che in effetti era incinta del figlio di Michael. Senza nessun altro a cui rivolgersi, confidò il suo segreto a sua zia Rosamund, poiché sapeva che i suoi genitori non avrebbero mai accettato che sarebbe stata madre di un figlio bastardo. Pensando di non avere scelta, Edith ha optato per l'alternativa dell'aborto. Ha ammesso che ama ancora Michael e che avrebbe amato il suo bambino. Ben presto si rese conto che andare con l'aborto era stato un errore. Rosamund è certa che ci sia strada da fare sia per lei che per il bambino.

La stagione londinese

Un anno dopo, nel 1923, Edith era tornata da Ginevra, in Svizzera, e ha segretamente dato alla luce la figlia di Michael, una figlia che aveva dato in adozione alla famiglia Schroeder.


Impara qualcosa sulla storia … e anche su Edith

ALBUQUERQUE, N.M. &mdash Edith Marmon, nativa di Laguna Pueblo, potrebbe non essere stata il membro più importante della sua famiglia pionieristica, ma le strade di Albuquerque l'hanno immortalata.

È per lei che è stato chiamato il famoso Edith Boulevard. Un isolato a est, Walter Street prende il nome dal suo fratellastro, ma è rimasta principalmente una strada residenziale. Walter era sposato con la famosa e venerata educatrice Susie Rayos Marmon, l'omonima di una scuola elementare di Albuquerque.

Edith Marmon da giovane in abiti tradizionali.

Il padre di Edith Marmon, Robert G. Marmon, chiamò la strada alla fine del 1800. Era un ingegnere e geometra che seguì suo fratello maggiore Walter G. Marmon dall'Ohio per stabilirsi sul Laguna Pueblo. Il padre di Edith e suo zio Walter furono responsabili di aver aiutato a complottare Albuquerque dopo l'arrivo della ferrovia.

I fratelli Marmon si assimilarono alla tribù Laguna, sposando donne Laguna. Robert è stato il primo uomo bianco a servire come governatore del Pueblo secondo la storia della famiglia. Anche suo fratello Walter sarebbe diventato governatore. A volte viene erroneamente riportato che Walter G. Marmon fosse il padre di Edith, ma i registri di famiglia e i ritagli di giornale mostrano che Robert G. Marmon generò sia Edith che Walter K. Marmon.

Edith nacque nel pueblo nel 1889 e sua madre Agness Analla morì due anni dopo. È stata allevata dalla seconda moglie di suo padre, Marie Marmon, il cui nome da nubile era anche Analla ed era forse la sorella di Agness.

I registri mostrano che Edith frequentò la Carlisle Indian Industrial School a Carlisle, in Pennsylvania, per cinque anni, arrivando nel 1897 all'età di 8 anni. La scuola fu il principale collegio indiano dal 1879 al 1918 con più di un centinaio di tribù che vi mandarono i loro figli. Da allora i collegi di quell'epoca sono stati condannati per aver cercato di silenziare e talvolta persino di cancellare la cultura nativa dei loro studenti.

Edith sposò John Trevor Evans nel 1914, sul Laguna Pueblo. Il matrimonio fu annunciato in un articolo del 18 settembre 1914 sul Santa Fe New Mexican.

"La signorina Marmon viveva in precedenza a Santa Fe, dove era stenografa nell'ufficio del procuratore generale", si legge nell'articolo. “Lei è molto popolare qui ed è una giovane donna insolitamente attraente.”

La felicità coniugale non durò. I due divorziarono nel 1930. Un avviso di giornale del 1932 mostra che Edith ha portato il suo ex marito in tribunale per non aver pagato i $ 50 al mese di mantenimento dei figli per i loro tre figli. Ha affermato di essere disoccupato e di non essere in grado di pagare i soldi.

Edith Boulevard iniziò come una piccola strada residenziale a est dei binari ferroviari in quello che sarebbe diventato il distretto storico di Huning Highland a sud di Central e ad ovest dell'Interstate 25. Una mappa della città del 1886 mostra Edith Boulevard che si estende da Tijeras Avenue a sud di Iron Avenue.

La chiesa cattolica di San Ignacio fa da sfondo all'incrocio tra Edith Boulevard e Kinley Avenue.

Solo tre anni dopo, una mappa mostra che la strada è stata estesa ancora più a sud.

L'Edith Boulevard di oggi era un tempo un gruppo di strade sconnesse, tra cui La Ladera, Camino de la Ladera, Las Lomas, Bernalillo Road e Santa Barbara Road a Martineztown. Alcuni sostengono addirittura che facesse parte di El Camino Real, una famosa strada utilizzata dai mercanti e altri che viaggiavano da Città del Messico al nord del New Mexico.

Un'ampia ridenominazione e riallineamento delle strade di Albuquerque nel 1952 ha trasformato Edith Boulevard, dandogli lo stesso nome per l'intero percorso. Vecchie case, alcune mantenute con cura, fiancheggiano ancora la strada così come le attività industriali e commerciali.

Altri membri di spicco della famiglia Marmon sono la pronipote scrittrice e poetessa di Edith Marmon Leslie Marmon Silko e suo padre (nipote di Edith) il famoso fotografo Lee Marmon, 94 anni, che vive ancora a Laguna Pueblo. In una recente intervista telefonica, Lee Marmon ha ricordato sua zia Edith. Ha detto che non ha mai parlato della strada che porta il suo nome, ma ogni volta che viaggia per strada, pensa a lei.

"Non ho mai pensato di chiederle cosa ne pensasse di avere una strada intitolata a lei", ha detto. “Era una persona meravigliosa. … Edith era molto intelligente, molto acuta e molto gentile.”

La gentilezza, ha detto Marmon, era qualcosa che suo nonno (il papà di Edith) sottolineava sempre.

"È un peccato che Edith non abbia avuto più pubblicità", ha detto.

Edith ha lavorato per più di due decenni presso l'amministrazione dei veterani e ha trascorso gran parte della sua vita adulta vivendo ad Albuquerque al 1123 di Forrester Ave. NW. È svanita nell'oscurità alla fine della sua vita. Non sembra nemmeno esserci un necrologio che segna la sua morte nel 1960, ma Edith continua a vivere ogni volta che la gomma incontra la strada.

Curioso di sapere come ha preso il nome una città, una strada o un edificio? Invia un'e-mail alla scrittrice dello staff Elaine Briseño a [email protected] o 505-823-3965 mentre continua il viaggio mensile in “What’s in a Name?”

Nota del redattore: The Journal continua “What’s in a Name?,” una rubrica bimestrale in cui la scrittrice Elaine Briseño racconterà una breve storia di come i luoghi del New Mexico abbiano preso il loro nome.


Albuquerque Journal ei suoi giornalisti si impegnano a raccontare le storie della nostra comunità.


Guarda il video: The Most Undervalued Growth Stock?! Company Expects 1600% Revenue Growth This Year!