Comitati a breve termine

Comitati a breve termine



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel 1831 John Hobhouse, il parlamentare radicale per Westminster, ha deciso di introdurre un disegno di legge che limiti il ​​lavoro minorile. Hobhouse ha proposto che: (a) nessun bambino dovrebbe lavorare in una fabbrica prima dei 9 anni; (b) nessuno di età compresa tra i 9 ei 18 anni deve lavorare per più di dodici ore; (c) nessuno di età compresa tra i 9 ei 18 anni dovrebbe lavorare per più di 66 ore settimanali; (d) nessuno sotto i 18 anni dovrebbe essere autorizzato a svolgere lavoro notturno.

Dopo che i dettagli del disegno di legge di Hobhouse furono pubblicati, i lavoratori iniziarono spontaneamente a formare quelli che divennero noti come Comitati a breve termine nel tentativo di aiutare a promuovere il suo passaggio in Parlamento. I primi Comitati a tempo breve furono formati da lavoratori tessili a Huddersfield e Leeds. Nel giro di pochi mesi vengono istituiti Comitati a Tempo Corto nella maggior parte delle principali città tessili.

Filatori e tessitori costituivano la maggior parte dei membri, ma chiunque avesse sostenuto la loro campagna era il benvenuto. Ad esempio, a Huddersfield diversi negozianti e il direttore del negozio cooperativo locale erano membri del comitato. I Comitati a breve termine hanno tenuto riunioni pubbliche e hanno tentato di persuadere le persone a firmare petizioni a sostegno del disegno di legge di Hobhouse. Il Leeds Short Time Committee ha raccolto 10.000 firme in una settimana e la filiale di Bradford ha inviato una petizione al Parlamento con i nomi di 4.000 persone.

Il Parlamento fu sciolto nell'aprile 1831 e così il disegno di legge di Hobhouse dovette essere reintrodotto dopo le elezioni generali. Le proposte di Hobhouse per la legislazione di fabbrica furono discusse in Parlamento nel settembre 1831. I Comitati a breve termine erano furiosi quando Hobhouse accettò di apportare modifiche alle sue proposte. Sebbene la legge di Hobhouse fosse stata approvata, si applicava solo alle fabbriche di cotone e non forniva alcun macchinario per la sua applicazione.

Insoddisfatto di ciò che Hobhouse aveva ottenuto, i Comitati a tempo ridotto hanno continuato a lavorare per la legislazione di fabbrica. Un magnifico oratore, Richard Oastler divenne presto l'oratore principale alle riunioni pubbliche del Comitato a tempo breve. Hanno anche pubblicato opuscoli scritti da Oastler come Humanity Against Tyranny e The Factory Question.

I Comitati a breve termine hanno tentato di ottenere sostegno per la nuova legislazione di fabbrica inviando informazioni sulla loro campagna ai sindacati, ai club di assistenza sanitaria e alle società amichevoli. I manifesti venivano affissi sui muri delle sale di lettura e delle osterie e posti nelle vetrine dei negozianti che sostenevano la causa. Questa campagna di propaganda era costosa. Richard Oastler ha dato tutti i suoi risparmi e una percentuale del suo reddito per aiutare a finanziare il movimento. John Wood, proprietario di una fabbrica di Bradford, è stato un altro grande contributore. Alcuni comitati, come quello di Leeds, hanno impiegato agenti a tempo pieno per visitare il paese per raccogliere fondi per la campagna.

Alla Camera dei Comuni, Michael Sadler, l'M.P. per Newark, divenne il principale portavoce delle politiche dei Comitati a tempo breve. Il 16 marzo 1832 Sadler presentò al Parlamento un disegno di legge che proponeva di limitare l'orario in tutti i mulini a 10 ore per i minori di 18 anni. Nel tentativo di dimostrare al Parlamento la forza dell'opinione pubblica a favore della legislazione sulle fabbriche, Sadler e Oastler organizzarono una riunione di massa a Huddersfield. Oltre 16.000 persone hanno partecipato all'incontro e un altro a Manchester ha attirato oltre 100.000 persone.

Dopo molte discussioni era chiaro che il Parlamento non era disposto ad approvare il disegno di legge di Sadler. Tuttavia, nell'aprile 1832 fu concordato che ci sarebbe stata un'altra inchiesta parlamentare sul lavoro minorile. Sadler è stato nominato presidente e per i successivi tre mesi la commissione parlamentare ha intervistato 48 persone che avevano lavorato nelle fabbriche tessili da bambini.

Michael Sadler perse il suo seggio alle elezioni generali del dicembre 1832. Quando il rapporto di Sadler fu pubblicato nel gennaio 1833, le informazioni contenute nel rapporto scioccarono l'opinione pubblica britannica e il Parlamento subì crescenti pressioni per proteggere i bambini che lavorano nelle fabbriche. Richard Oastler e il Rev. George Bull hanno organizzato una conferenza generale a Bradford dei Comitati a tempo breve. Ora c'erano ventisei Comitati per l'orario ridotto, dodici nello Yorkshire, undici nel Lancashire, due in Scozia e uno a Nottingham. Durante l'incontro si è deciso di chiedere a Lord Ashley, il deputato europeo. per il Dorsetshire, per diventare il loro nuovo leader alla Camera dei Comuni. Lord Ashley fu d'accordo, ma i suoi tentativi iniziali di persuadere il Parlamento della necessità di una giornata di dieci ore si conclusero con un fallimento. I Comitati a tempo breve continuarono a fare campagna per la legislazione e rimasero in vigore fino all'approvazione del Factory Act del 1847.

Non è una vergogna e una disgrazia che, in una terra chiamata "la terra delle Bibbie", i bambini in tenera età vengano strappati dai loro letti alle sei del mattino, e rinchiusi, in fabbriche pestifere, fino alle otto di sera ? Dieci ore al giorno, con otto il sabato, è il nostro motto: possa essere tuo. Signori, svegliamoci dal letargo e dall'incuria, e stringiamoci attorno ai principi dell'umanità, con voce irresistibile, esigiamo l'immediata riduzione delle ore di lavoro in fabbrica.

La giornata di dieci ore eguaglierebbe il lavoro chiamando al lavoro molti adulti di sesso maschile, che sono un peso per il pubblico, i quali, sebbene volenterosi e pronti a lavorare, sono obbligati a trascorrere il loro tempo nell'ozio, mentre i bambini sono costretti a lavorare da dodici a dodici ore. sedici ore al giorno.

Non bastano dieci ore perché un uomo lavori, per non parlare dei bambini? E i tuoi lavoratori non potrebbero imparare il loro dovere verso di te, oltre che verso Dio, molto meglio se finissero di lavorare alle sei ogni sera, e lavorassero solo dieci ore. Che sciocchezza gridare: "Se hai solo dieci ore di lavoro devi accontentarti di dieci ore di salario". Il fatto è che non ottengono la loro parte della propria produzione, e non l'avranno mai, finché non accorciano il tempo.


Comitato del Congresso degli Stati Uniti

UN commissione congressuale è una sottoorganizzazione legislativa del Congresso degli Stati Uniti che gestisce un compito specifico (piuttosto che i doveri generali del Congresso). L'appartenenza al comitato consente ai membri di sviluppare una conoscenza specialistica delle materie di loro competenza. Come "piccole legislature", i comitati monitorano le operazioni governative in corso, identificano le questioni adatte alla revisione legislativa, raccolgono e valutano le informazioni e raccomandano corsi d'azione al loro corpo genitore. Woodrow Wilson una volta scrisse: "non è lontano dalla verità dire che il Congresso in sessione è il Congresso in mostra pubblica, mentre il Congresso nelle sue sale di commissione è il Congresso al lavoro". [1] Non ci si aspetta che un membro del Congresso sia un esperto su tutte le questioni e le aree tematiche che vengono presentate al Congresso. [2] I comitati del Congresso forniscono preziosi servizi informativi al Congresso indagando e informando su argomenti specializzati.

Il Congresso divide i suoi compiti legislativi, di supervisione e amministrativi interni tra circa 200 comitati e sottocomitati. All'interno delle aree assegnate, queste subunità funzionali raccolgono informazioni confrontano e valutano alternative legislative identificano problemi politici e propongono soluzioni selezionano, determinano e segnalano misure per l'esame completo della camera monitorare le prestazioni del ramo esecutivo (svista) e indagare sulle accuse di illeciti. [3] Le funzioni investigative hanno sempre avuto un ruolo chiave. Nella presentazione e nella formulazione della nuova legge, procedure come il processo di petizione di discarico della Camera (il processo di portare un disegno di legge in aula senza una relazione della commissione o il consenso obbligatorio della sua dirigenza) sono così laboriose e tecniche che le commissioni, oggi, dominano il stesura e perfezionamento dei dettagli di molti progetti di legge presentati al Congresso. Delle 73 petizioni di discarico presentate all'Assemblea plenaria dal 1995 al 2007, solo una è riuscita a ottenere un voto definitivo si o no per un disegno di legge. [4]

La crescita dell'autonomia e della sovrapposizione delle commissioni ha frammentato il potere del Senato e della Camera. Questa dispersione di potere può, a volte, indebolire il ramo legislativo rispetto agli altri due rami del governo federale, l'esecutivo e il potere giudiziario. Nel suo articolo spesso citato Storia della Camera dei Rappresentanti, scritto nel 1961, lo studioso americano George B. Galloway (1898-1967) scrisse: "In pratica, il Congresso non funziona come un'istituzione unificata, ma come una raccolta di comitati semi-autonomi che raramente agiscono all'unisono". Galloway ha poi citato l'autonomia dei comitati come un fattore che interferisce con l'adozione di un programma legislativo coerente. [5] Tale autonomia rimane oggi una caratteristica del sistema dei comitati al Congresso.


Sfondo

Lo smantellamento dei movimenti di liberazione e dei partiti politici di opposizione nel 1990 da parte del Pres. FW de Klerk, la scarcerazione di Nelson Mandela e la revoca dello stato di emergenza in Sudafrica hanno aperto la strada a un accordo di pace negoziato tra il regime dell'apartheid e coloro che lo hanno combattuto e hanno posto fine alla lotta contro il colonialismo e l'apartheid che durava in Sud Africa da più di 300 anni. I negoziati hanno portato alla fissazione di una data per le prime elezioni democratiche del paese e per l'adozione di una costituzione provvisoria. Uno dei principali ostacoli alla finalizzazione della costituzione provvisoria era la questione della responsabilità per i colpevoli di gravi violazioni dei diritti umani durante gli anni dell'apartheid. Durante i negoziati è emerso chiaramente che la destra politica e molti membri delle forze di sicurezza non erano fedeli al presidente de Klerk e rappresentavano una grave minaccia per la stabilità del paese. Hanno chiesto al presidente de Klerk di concedere loro un'amnistia generale per le azioni passate. L'opinione dominante tra i movimenti di liberazione dell'epoca, tuttavia, era che ci dovesse essere la responsabilità per i crimini passati, sulla falsariga dei processi di Norimberga.

Coloro che hanno negoziato per il regime dell'apartheid hanno insistito affinché nella costituzione provvisoria fosse scritta una garanzia di amnistia generale. Senza di essa, è improbabile che il governo dell'apartheid avrebbe rinunciato al potere. La forza dell'accordo di amnistia era che faceva parte di un pacchetto di iniziative contenute nella costituzione provvisoria che ha avviato il paese sulla strada per diventare uno stato democratico e di diritto. Ciò includeva una carta dei diritti forte e giustificabile. I termini dell'amnistia dovevano essere decisi dal primo governo democraticamente eletto del paese, una volta eletto nel 1994.


Giurisdizione del Comitato

Come specificato nell'articolo XXV, 1(c)(1) del Regolamento Permanente del Senato, la Commissione per le Forze Armate ha la seguente giurisdizione:

1. Attività aeronautiche e spaziali peculiari o principalmente associate allo sviluppo di sistemi d'arma o operazioni militari.

3. Dipartimento della Difesa, Dipartimento dell'Esercito, Dipartimento della Marina e Dipartimento dell'Aeronautica, in generale.

4. Manutenzione e funzionamento del Canale di Panama, inclusi amministrazione, servizi igienico-sanitari e governo della Zona del Canale.

5. Ricerca e sviluppo militare.

6. Aspetti di sicurezza nazionale dell'energia nucleare.

7. Riserve petrolifere navali, eccetto quelle in Alaska.

8. Retribuzione, promozione, pensionamento e altri benefici e privilegi dei membri delle forze armate, compresa l'istruzione all'estero di dipendenti civili e militari.

9. Sistema di servizio selettivo.

10. Materiali strategici e critici necessari per la difesa comune.

Il Senato ha inoltre conferito alla commissione l'autorità di studiare e riesaminare, su base globale, questioni relative alla politica di difesa comune degli Stati Uniti e di riferire in merito di volta in volta.


Che cos'è un Super PAC? Una breve storia

Uno sguardo a come sono nati i "Super PAC" e come funzionano con l'avvicinarsi del giorno delle elezioni.

9 agosto 2012 -- Per iniziare, che cos'è un Super PAC non: "Un popolare videogioco per smartphone."

Nessuna vergogna però se questo era il tuo pensiero iniziale. Un numero statisticamente significativo di persone, quando è stata posta una domanda come quella nel titolo e ha ricevuto quattro potenziali risposte, ha scelto l'opzione sopra citata.

Né "Super PAC" è il soprannome di una "Commissione del Congresso sul deficit di bilancio" (9% degli intervistati). Molti sosterrebbero che i Super PAC sono molto più efficienti di qualsiasi organismo formato nelle aule della Camera o del Senato.

Solo il 40% degli americani, secondo il sondaggio Washington Post/Pew Research della scorsa settimana, ha correttamente identificato i Super PAC come gruppi "in grado di accettare donazioni politiche illimitate".

Per l'altra metà (e poi alcuni), ecco un breve primer:

Prima che i Super PAC diventassero "super", erano solo PAC, o comitati di azione politica. I gruppi potevano sostenere un candidato o una causa, ma erano pesantemente regolamentati dai termini della legge sul finanziamento della campagna. Agli individui è stato permesso di donare $ 2.500 - non di più - e alle società e ai sindacati è stato severamente vietato fare donazioni.

Nel 2010 tutto è cambiato. Due casi giudiziari decisi nell'arco di due mesi hanno riscritto il libro sulla spesa per le campagne elettorali e hanno inaugurato l'era del Super PAC. In primo luogo, c'era la sentenza della Corte Suprema ora denominata semplicemente "Citizens United".

La storia inizia sei anni prima, quando il gruppo no profit conservatore Citizens United ha presentato una denuncia al Federal Election Committee (FEC), l'organismo incaricato di arbitrare le controversie sui finanziamenti della campagna, affermando che le pubblicità televisive per "Fahrenheit 9/11" di Michael Moore erano effettivamente... e illegalmente, perché il giorno delle elezioni era così vicino, sostenendo la rielezione del presidente George W. Bush. La FEC ha respinto la richiesta, quindi Citizens United ha deciso di avviare una propria società di produzione. Tre anni dopo, il suo "Hillary: The Movie", un documentario antipatico sull'allora candidato Clinton, è stato completato ed è pronto per essere trasmesso su DirecTV. Ma la FEC, sostenuta da una sentenza del tribunale di grado inferiore, ha impedito al gruppo di pubblicare annunci che promuovevano il film.

Nella primavera del 2009, il caso era arrivato alla Corte Suprema. Dopo un po' di ginnastica legale, la questione davanti ai giudici è stata ampliata e il 21 gennaio 2010 è arrivata la decisione. La Corte ha tolto tutti i limiti alla quantità di denaro che una persona potrebbe dare a un PAC.

Più polemicamente, la sentenza ha anche dichiarato che anche le società e i sindacati possono effettuare donazioni illimitate.

Le basi erano state messe in atto e due mesi dopo, un'altra sentenza del tribunale - Speechnow.org v. FEC - ha aperto la strada alla creazione di gruppi di "solo spesa indipendente", o Super PAC.

Ai Super PAC è vietato coordinare le attività con qualsiasi candidato o campagna, ma la linea di demarcazione è torbida. Le due più dedite a sostenere le campagne di Obama e Romney, rispettivamente, sono gestite da ex aiutanti del presidente e dal suo sfidante repubblicano.

Quando il comico Stephen Colbert ha fondato il suo satirico "Americans For A Better Tomorrow, Tomorrow" Super PAC l'anno scorso, poi ha deciso di "concorrere per la presidenza della Carolina del Sud", è stato costretto dalla legge a passare il controllo - cosa che ha fatto, al suo Il collega di Comedy Central Jon Stewart. Stewart l'ha ribattezzato "The Definitely Not Coordinating With Stephen Colbert Super PAC" e ha rilasciato una dichiarazione assicurando al pubblico: "Stephen e io non abbiamo in alcun modo elaborato una serie di battiti in codice morse per trasmettere informazioni reciproche sul nostro rispettivi spettacoli."

A partire da quest'ora, ci sono 593 Super PAC registrati, che sostengono di tutto, dai vecchi grassi ai giovani zombi affamati. Più in particolare, c'è Priorities USA, che sostiene il presidente Obama e ha speso quasi $ 18 milioni (al 30 giugno) per promuovere la sua causa da quando è stato co-fondato dall'ex vice segretario stampa della Casa Bianca Bill Burton.

Dalla parte di Mitt Romney c'è Restore Our Future, di gran lunga il più grande Super PAC, secondo la Sunlight Foundation apartitica. Restore Future ha incassato oltre $ 82 milioni e ha speso $ 61.985.504,82. L'organizzazione è gestita da un consiglio che include l'ex direttore politico di Romney, Carl Forti (che, va notato, aiuta anche a gestire Crossroads USA, il Super PAC di Karl Rove).

In tutto, i Super PAC durante questo ciclo di campagna inaugurale hanno raccolto più di $ 316 milioni, emettendo spese per $ 181.217.664,69. A poco meno di tre mesi dal giorno delle elezioni, aspettati che questi numeri continuino a salire.


La storia dietro l'insulto delle "mani piccole" di Donald Trump

"È più alto di me, è tipo 6' 2", motivo per cui non capisco perché le sue mani siano grandi come qualcuno che è 5' 2", ha scherzato Rubio. "Hai visto le sue mani? E sai cosa dicono degli uomini con le mani piccole..."

"- Non puoi fidarti di loro," disse Rubio.

Il commento di Rubio può sembrare insipido per un aspirante presidente, ma non è stata la prima volta che qualcuno ha messo in dubbio le dimensioni delle mani di Trump.

Quasi 30 anni fa, Graydon Carter, l'editore della rivista Vanity Fair, descrisse Trump in Rivista di spionaggio come un "volgare dalle dita corte".

In una lettera di un editore su "Vanity Fair" lo scorso novembre, Carter ha affermato di aver scritto il Rivista Sky commento nel 1988 "solo per farlo impazzire un po'".

E secondo Carter, lo fa ancora.

"Come tanti bulli, Trump ha la pelle di una ragnatela", ha scritto Carter a novembre.

"Fino ad oggi, ricevo occasionalmente buste da Trump. C'è sempre una sua foto, generalmente un foglio strappato da una rivista. Su tutte ha cerchiato la mano con un pennarello dorato nel coraggioso sforzo di evidenziare la lunghezza del le sue dita", ha scritto Carter. "Quasi mi dispiace per il poveretto perché, a me, le dita sembrano ancora anormalmente tozze."

"L'offerta più recente è arrivata all'inizio di quest'anno, prima della sua decisione di perseguire la nomina presidenziale repubblicana", ha continuato Carter. "Come gli altri pacchetti, questo includeva una mano cerchiata e le parole, anch'esse scritte in pennarello dorato: 'Vedi, non così corto!' Ho rispedito la foto per posta con una nota allegata, che diceva: 'In realtà, piuttosto breve.'"

E la teoria di Carter secondo cui Trump è ultrasensibile a questo particolare insulto sembra essere giusta.

Se pensavi che la battuta di Rubio durante la campagna elettorale della scorsa settimana non avrebbe avuto risposta da parte di Trump, ti sbagliavi.

Trump ha alzato le mani almeno due volte nelle ultime 24 ore.

A un raduno fuori Detroit questa mattina, Trump ha detto che non si sarebbe seduto e non sarebbe stato "presidenziale... quando il 'piccolo Marco'" ha parlato delle "dimensioni delle mie mani".

Trump alzò le mani e disse: "Quelle mani possono colpire una pallina da golf a 285 metri".

E al dibattito repubblicano a Detroit la scorsa notte, Trump ha detto: "E devo dire questo, devo dire questo. [Rubio] mi ha colpito le mani".

"Nessuno mi ha mai colpito le mani. Non ne ho mai sentito parlare", ha continuato Trump, trascurando di rivelare i suoi ripetuti messaggi a Carter.

"Guarda quelle mani", ha detto Trump sul palco del dibattito, alzando le mani verso il pubblico. "Sono mani piccole? E si riferiva alle mie mani: se sono piccole, qualcos'altro deve essere piccolo."

"Vi garantisco che non ci sono problemi", ha affermato Trump. "Te lo garantisco."


Pierre de Coubertin propone nuovi giochi olimpici

Circa 1500 anni dopo, un giovane francese di nome Pierre de Coubertin iniziò il loro risveglio. Coubertin è ora conosciuto come le Rénovateur. Coubertin era un aristocratico francese nato il 1 gennaio 1863. Aveva solo sette anni quando la Francia fu invasa dai tedeschi durante la guerra franco-prussiana del 1870. Alcuni credono che Coubertin attribuisse la sconfitta della Francia non alle sue abilità militari, ma piuttosto alla mancanza di vigore dei soldati francesi.* Dopo aver esaminato l'educazione dei bambini tedeschi, britannici e americani, Coubertin decise che era l'esercizio, più specificamente lo sport, a rendere una persona completa e vigorosa.

Il tentativo di Coubertin di interessare la Francia allo sport non è stato accolto con entusiasmo. Tuttavia, Coubertin insistette. Nel 1890 organizzò e fondò un'organizzazione sportiva, l'Union des Sociétés Francaises de Sports Athlétiques (USFSA). Due anni dopo, Coubertin ha lanciato per la prima volta la sua idea di far rivivere i Giochi Olimpici. In una riunione dell'Union des Sports Athlétiques a Parigi il 25 novembre 1892, Coubertin dichiarò:

Il suo discorso non ha ispirato l'azione.


Il catalizzatore per la moderna responsabilità sociale d'impresa

Sebbene le aziende responsabili esistessero già da più di un secolo prima, il termine Corporate Social Responsibility fu coniato ufficialmente nel 1953 dall'economista americano Howard Bowen nella sua pubblicazione Responsabilità Sociali dell'Imprenditore. In quanto tale, Bowen viene spesso definito il padre della CSR.

Tuttavia, è stato fino agli anni '70 che la CSR ha iniziato a spiccare il volo negli Stati Uniti. Nel 1971 il Comitato per lo Sviluppo Economico ha introdotto il concetto di “contratto sociale” tra imprese e società. Questo contratto ha portato avanti l'idea che le aziende funzionano ed esistono grazie al consenso pubblico e, quindi, c'è l'obbligo di contribuire ai bisogni della società.

Negli anni '80, la CSR iniziale ha continuato ad evolversi man mano che sempre più organizzazioni iniziavano a incorporare gli interessi sociali nelle loro pratiche commerciali, diventando al contempo più reattive verso le parti interessate.


Dove si svolge l'azione

Il sistema dei comitati del Congresso è il luogo in cui l'"azione" avviene realmente nel processo legislativo degli Stati Uniti.

Ogni camera del Congresso ha comitati istituiti per svolgere funzioni specifiche, consentendo agli organi legislativi di svolgere più rapidamente il loro lavoro spesso complesso con gruppi più piccoli.

Ci sono circa 250 commissioni e sottocommissioni congressuali, ciascuna incaricata di funzioni diverse e tutte composte da membri del Congresso. Ogni camera ha i propri comitati, sebbene vi siano comitati congiunti composti da membri di entrambe le camere. Ogni commissione, seguendo le linee guida della Camera, adotta il proprio regolamento, conferendo a ciascun collegio un proprio carattere speciale.


Storia dei prodotti Microsoft

Sistemi operativi Microsoft

Un sistema operativo è un software fondamentale che consente a un computer di funzionare. Come azienda di nuova costituzione, il primo prodotto del sistema operativo di Microsoft ad essere rilasciato pubblicamente è stata una versione di Unix chiamata Xenix, rilasciata nel 1980. Xenix è stato successivamente utilizzato come base per il primo elaboratore di testi di Microsoft Multi-Tool Word, un predecessore di Microsoft Word.

Il primo sistema operativo di Microsoft di grande successo è stato MS-DOS (Microsoft Disk Operating System), scritto per IBM nel 1981 e basato sul QDOS (Quick and Dirty Operating System) del programmatore di computer Tim Paterson. Nell'affare del secolo, Gates concesse in licenza MS-DOS a IBM ma mantenne i diritti sul software. Di conseguenza, Gates ha fatto fortuna per Microsoft, che era diventata un importante fornitore di software.

Mouse Microsoft

Il mouse di Microsoft è stato rilasciato il 2 maggio 1983.

Finestre

Sempre nel 1983, è stato rilasciato il coronamento di Microsoft. Il sistema operativo Microsoft Windows aveva una nuova interfaccia utente grafica e un ambiente multitasking per i computer IBM. Nel 1986, la società è diventata pubblica. Il successo ha fatto sì che Gates diventasse miliardario all'età di 31 anni.

Microsoft Office

Il 1989 ha segnato il rilascio di Microsoft Office, un pacchetto software che, come descrive il nome, è una raccolta di programmi da utilizzare in un ufficio. Utilizzato ancora oggi, include un elaboratore di testi, un foglio di calcolo, un programma di posta, un software di presentazione aziendale e altro ancora.

Internet Explorer

Nell'agosto 1995, Microsoft ha rilasciato Windows 95. Ciò includeva tecnologie per la connessione a Internet, come il supporto integrato per la connessione remota, TCP/IP (Transmission Control Protocol/Internet Protocol) e il browser Web Internet Explorer 1.0.

Nel 2001, Microsoft ha introdotto la sua prima unità di gioco, il sistema Xbox. Xbox ha dovuto affrontare la forte concorrenza della PlayStation di Sony e, alla fine, Microsoft ha interrotto l'Xbox originale a favore delle versioni successive. Nel 2005, Microsoft ha rilasciato la console di gioco Xbox 360, che è stata un successo.

Microsoft Surface

Nel 2012, Microsoft ha fatto la sua prima incursione nel mercato dell'hardware informatico con l'annuncio dei tablet Surface con Windows RT e Windows 8 Pro.


Guarda il video: Certificates Room: lobiettivo rendimento con premi a breve termine ed effetto memoria