Bilancio e legge contabile

Bilancio e legge contabile


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'idea di creare un processo regolare per il bilancio federale risale all'amministrazione Taft. Tuttavia, il Congresso è stato lento ad accogliere la proposta; ai singoli legislatori piaceva l'idea di restrizioni di bilancio sugli altri, ma volevano campo libero per i propri progetti preferiti. Il Congresso iniziò a considerare la questione più seriamente durante la prima guerra mondiale, quando le ingenti spese governative sollevarono preoccupazioni sull'efficienza. Durante l'amministrazione Wilson è stato presentato un disegno di legge che richiederebbe al presidente di preparare i budget annuali per la disposizione finale da parte di Camera e Senato. Si oppose a una disposizione che impediva al presidente di rimuovere dall'incarico il revisore dei conti, il revisore capo del governo. Nel dopoguerra, i repubblicani ripresero il controllo della Casa Bianca e del Congresso e perseguirono il loro obiettivo di ridurre il costo del governo e aumentare la efficienza. Warren Harding ha convocato una sessione speciale del congresso e ha sollecitato, tra l'altro, l'approvazione del disegno di legge di bilancio. Il provvedimento ottenne l'approvazione nel mese di giugno, conservando il provvedimento osteggiato da Wilson, e prevedeva quanto segue:

  • Creato l'Ufficio del Bilancio; il suo direttore doveva essere un incaricato presidenziale. L'ufficio era originariamente parte del Dipartimento del Tesoro, ma nel 1939 fu trasferito al Dipartimento Esecutivo.
  • Richiesto che il direttore del bilancio esamini tutte le richieste di bilancio del Congresso, cerchi economie e rimuova i duplicati.
  • Ha richiesto al presidente di presentare una proposta di bilancio e una dichiarazione delle condizioni finanziarie del governo al Congresso ogni anno. L'anno fiscale federale doveva andare dal 1 luglio al 30 giugno dell'anno successivo.
  • Istituito l'Ufficio di Ragioneria Generale sotto il controllo del Controllore Generale. La funzione del GAO era di condurre revisioni dei conti del governo.

L'obiettivo generale di questa legislazione era di centralizzare il processo di bilancio. In passato, le questioni di bilancio erano state assegnate a una serie di comitati del Congresso e non esisteva un controllo centrale.


Vedi altra legislazione nazionale durante l'amministrazione Harding.


TOPN: Legge sul bilancio e la contabilità, 1921

Le leggi acquisiscono nomi popolari mentre si fanno strada attraverso il Congresso. A volte questi nomi dicono qualcosa sulla sostanza della legge (come nel "2002 Winter Olympic Commemorative Coin Act"). A volte sono un modo per riconoscere o onorare lo sponsor o il creatore di una particolare legge (come con il 'Taft-Hartley Act'). E a volte hanno lo scopo di raccogliere sostegno politico per una legge dandole un nome accattivante (come con lo "USA Patriot Act" o il "Take Pride in America Act") o invocando indignazione o simpatia pubblica (come con qualsiasi numero di leggi nominate per le vittime di reati). Libri di storia, giornali e altre fonti usano il nome popolare per fare riferimento a queste leggi. Perché questi nomi popolari non si trovano facilmente nel codice degli Stati Uniti?

Il Codice degli Stati Uniti vuole essere una raccolta logica e organizzata delle leggi approvate dal Congresso. Al suo livello più alto, divide il mondo della legislazione in cinquanta Titoli organizzati per argomento, e ciascun Titolo è ulteriormente suddiviso in un numero qualsiasi di sottotemi logici. In teoria, qualsiasi legge - o singola disposizione all'interno di qualsiasi legge - approvata dal Congresso dovrebbe essere classificabile in uno o più slot nel quadro del Codice. D'altro canto, la legislazione spesso contiene fasci di disposizioni non correlate all'attualità che rispondono collettivamente a una particolare esigenza o problema pubblico. Una legge agricola, ad esempio, potrebbe contenere disposizioni che influiscono sullo status fiscale degli agricoltori, sulla loro gestione della terra o sul trattamento dell'ambiente, un sistema di limiti o aiuti ai prezzi, e così via. Ognuna di queste singole disposizioni rientrerebbe, logicamente, in un punto diverso del Codice. (Naturalmente, questo non è sempre il caso in cui alcune normative si occupano di una gamma piuttosto ristretta di problemi correlati.)

Il processo di incorporazione di un atto legislativo di recente adozione nel Codice è noto come "classificazione" - essenzialmente un processo per decidere dove nell'organizzazione logica del Codice appartengono le varie parti della legge particolare. A volte la classificazione è facile, la legge potrebbe essere scritta pensando al Codice e potrebbe specificamente modificare, estendere o abrogare parti particolari del Codice esistente, rendendo non una grande sfida capire come classificare le sue varie parti. E come abbiamo detto prima, una particolare legge potrebbe avere un focus ristretto, rendendo sia semplice che sensato spostarla all'ingrosso in un particolare slot del Codice. Ma questo non è normalmente il caso, e spesso diverse disposizioni della legge apparterranno logicamente a posizioni diverse e sparse del Codice. Di conseguenza, spesso la legge non si trova in un luogo ben identificato dal suo nome popolare. Né una ricerca a testo integrale del Codice rivelerà necessariamente dove sono stati sparsi tutti i pezzi. Invece, coloro che classificano le leggi nel Codice in genere lasciano una nota che spiega come una particolare legge è stata classificata nel Codice. Si trova solitamente nella sezione Note allegata a una sezione pertinente del Codice, solitamente sotto un paragrafo identificato come "Titolo abbreviato".

La nostra tabella dei nomi popolari è organizzata in ordine alfabetico per nome popolare. Troverai tre tipi di link associati a ciascun nome popolare (sebbene ogni legge potrebbe non avere tutti e tre i tipi). Uno, un riferimento a un numero di diritto pubblico, è un collegamento al disegno di legge così come è stato originariamente approvato dal Congresso e ti porterà al sistema legislativo LRC THOMAS o al sito GPO FDSYS. I cosiddetti collegamenti "Short Title" e collegamenti a sezioni particolari del Codice vi condurranno a una tabella di marcia testuale (le note della sezione) che descrivono come la legge specifica è stata incorporata nel Codice. Infine, gli atti possono essere indicati con un nome diverso o possono essere stati rinominati, i collegamenti ti porteranno all'elenco appropriato nella tabella.


Contenuti

Questo disegno di legge è stato introdotto contemporaneamente al Pro-Growth Budgeting Act del 2013 (H.R. 1874 113° Congresso) e al Baseline Reform Act del 2013 (H.R. 1871 113° Congresso) come pacchetto di proposte di legge sulla riforma del bilancio. [2]

Acquisizione federale di Fannie Mae e Freddie Mac Modifica

Il acquisizione federale di Fannie Mae e Freddie Mac si riferisce alla messa sotto tutela delle imprese sponsorizzate dal governo Fannie Mae e Freddie Mac da parte del Tesoro degli Stati Uniti nel settembre 2008. È stato uno degli eventi finanziari tra i tanti nella crisi dei mutui subprime in corso.

Il 6 settembre 2008, il direttore della Federal Housing Finance Agency (FHFA), James B. Lockhart III, ha annunciato la sua decisione di collocare due imprese sponsorizzate dal governo (GSE), Fannie Mae (Federal National Mortgage Association) e Freddie Mac ( Federal Home Loan Mortgage Corporation), in tutela gestita dalla FHFA. [4] [5] [6] Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Henry Paulson, ha dichiarato che mettere i due GSE in tutela era una decisione che sosteneva pienamente e che consigliava "che la tutela era l'unica forma in cui avrei impegnato i soldi dei contribuenti a il GSE". Ha inoltre affermato che "attribuisco la necessità dell'azione di oggi principalmente al conflitto intrinseco e al modello di business imperfetto incorporato nella struttura del GSE e alla correzione degli alloggi in corso". [4] Lo stesso giorno, il presidente della Federal Reserve Bank Ben Bernanke ha dichiarato il suo sostegno: "Approvo fermamente sia la decisione del direttore della FHFA Lockhart di mettere Fannie Mae e Freddie Mac in tutela sia le azioni intraprese dal segretario al Tesoro Paulson per garantire la solidità finanziaria di queste due società». [7]

Le perdite combinate del GSE di 14,9 miliardi di dollari e le preoccupazioni del mercato sulla loro capacità di raccogliere capitali e debiti hanno minacciato di sconvolgere il mercato finanziario immobiliare degli Stati Uniti. Il Tesoro si è impegnato a investire fino a 200 miliardi di dollari in azioni privilegiate e ad estendere il credito fino al 2009 per mantenere solvibili e operativi i GSE. I due GSE hanno in essere oltre 5 trilioni di dollari in titoli garantiti da ipoteca (MBS) e il debito, la sola parte del debito, è di 1,6 trilioni di dollari. [8] L'azione di tutela è stata descritta come "uno degli interventi governativi più radicali nei mercati finanziari privati ​​degli ultimi decenni" [9] e uno che "potrebbe trasformarsi nel più grande e costoso salvataggio di società private mai realizzato dal governo". [10]

Questo sommario si basa in gran parte sul sommario fornito dal Congressional Research Service, una fonte di dominio pubblico. [11]

Il Budget and Accounting Transparency Act del 2014 modificherebbe il Federal Credit Reform Act del 1990 (FCRA) (titolo V del Congressional Budget Act del 1974 [CBA]) per rivedere il trattamento di bilancio dei prestiti diretti federali e delle garanzie sui prestiti per tenerne conto sulla base del fair value (attualmente, un criterio di competenza FCRA). [11]

Il disegno di legge richiederebbe che il budget del presidente dall'anno fiscale 1992 in poi rifletta la componente di sconto del Tesoro dei programmi di prestito diretto e garanzia di prestito. Definisce la "Componente di attualizzazione del Tesoro" come il costo stimato a lungo termine per il governo federale di un prestito diretto o di una garanzia di prestito (o modifica) calcolato sulla base del valore attuale netto, esclusi i costi amministrativi e qualsiasi effetto accessorio su entrate o uscite governative. [11]

Il disegno di legge modificherebbe altri requisiti per il bilancio del Presidente, a partire dall'esercizio 2015, comprese le condizioni per i nuovi prestiti diretti o gli impegni di garanzia dei prestiti. Richiede che la nuova autorità di bilancio per tali prestiti o impegni di garanzia del prestito sia fornita in anticipo in una legge sugli stanziamenti. [11]

Il disegno di legge esenta un prestito diretto o un programma di garanzia di prestito che costituisce un diritto (come il programma di prestito garantito per studenti o il programma di garanzia di mutuo per la casa del veterano), tutti i programmi di credito esistenti della Commodity Credit Corporation (CCC) o qualsiasi prestito diretto o garanzia di prestito rilasciata dalla Federal National Mortgage Association (Fannie Mae) o dalla Federal Home Loan Mortgage Corporation (Freddie Mac) (imprese sponsorizzate dal governo o GSE) da: (1) il requisito di cui sopra e (2) il divieto di modifica del un prestito diretto in essere o una garanzia di prestito in modo tale da aumentarne i costi, a meno che l'autorità di bilancio per il costo aggiuntivo non sia stata preventivamente fornita in una legge sugli stanziamenti. [11]

Il disegno di legge abrogherebbe l'autorizzazione generale di stanziamenti alle agenzie federali per i costi associati a tali obblighi di prestito diretto o impegni di garanzia del prestito. [11]

Il disegno di legge modificherebbe i requisiti per le transazioni del Tesoro con conti di finanziamento (conti non di bilancio associati a ciascun conto del programma che detiene saldi, riceve il pagamento dei costi dal conto del programma e include anche tutti gli altri flussi di cassa da e verso il governo federale derivanti da obbligazioni di prestito diretto o impegni di garanzia su prestiti assunti a partire dal 1° ottobre 1991). [11]

Il disegno di legge limiterebbe la disponibilità degli importi nei conti di liquidazione a pagamenti specifici risultanti da obbligazioni di prestito diretto o impegni di garanzia di prestito assunti prima del 1 ottobre 1991. [11]

Il disegno di legge modificherebbe il Balanced Budget and Emergency Deficit Control Act del 1985 (Gramm-Rudman-Hollings Act) per trattare un cambiamento nella spesa discrezionale esclusivamente a seguito dell'emendamento al titolo V del CBA apportato da questa legge come un cambiamento di concetto (che richiede adeguamenti ai limiti di spesa discrezionali). [11]

Il disegno di legge richiederebbe all'Ufficio di gestione e bilancio (OMB), prima di adeguare tali limiti di spesa discrezionali, di riferire alle commissioni del bilancio del Congresso sull'importo di tale adeguamento e su altre questioni correlate specificate. [11]

Il disegno di legge richiederebbe a ciascuno dei direttori del Congressional Budget Office (CBO) e dell'Office of Management and Budget (OMB) di studiare e formulare raccomandazioni alle commissioni del budget del Congresso sulla fattibilità dell'applicazione dei concetti di fair value al budget per i costi dei programmi assicurativi federali. [11]

Il disegno di legge richiederebbe che le entrate e le uscite, comprese le spese amministrative, del GSE siano conteggiate come nuova autorità di bilancio, spese, entrate o deficit o avanzo ai fini di: (1) il bilancio del Presidente, (2) il bilancio del Congresso e (3) la legge Gramm-Rudman-Hollings. [11]

Il disegno di legge porrà fine al trattamento obbligatorio dello stato di bilancio per un GSE dopo che si verifica quanto segue: (1) la sua tutela è stata terminata (2) il direttore della Federal Housing Finance Agency (FHFA) ha certificato per iscritto che il GSE ha rimborsato al governo federale l'importo massimo coerente con la minimizzazione del costo totale federale dell'assistenza finanziaria fornita al GSE e (3) il suo statuto è stato revocato, annullato o estinto e il suo statuto autorizzativo è stato abrogato. [11]

Il disegno di legge richiederebbe all'OMB di: (1) studiare la storia della compensazione degli incassi con le spese e l'importo delle entrate raccolte annualmente, in particolare l'applicazione storica dei termini di bilancio "entrate", "compensazione delle raccolte" e "compensazione delle entrate" e ( 2) riesaminare l'applicazione di tali termini e formulare raccomandazioni alle commissioni per il budget del Congresso sull'opportunità di continuare o modificare tale utilizzo. [11]

Il disegno di legge richiederebbe a qualsiasi agenzia federale, ogni volta che prepara e presenta materiali scritti di giustificazione del budget per qualsiasi commissione del Congresso, di pubblicarli lo stesso giorno della sua presentazione sulla pagina "aperta" del suo sito web pubblico. [11]

Il disegno di legge richiederebbe all'OMB di: (1) pubblicare la giustificazione del budget in una posizione centralizzata sul proprio sito Web in un formato sviluppato dall'OMB e (2) notificare a ciascuna agenzia federale il formato in cui pubblicarla. [11]

Questa sintesi si basa in gran parte sulla sintesi fornita dall'Ufficio del bilancio del Congresso, come ordinato dalla Commissione per il bilancio della Camera l'11 febbraio 2014. Questa è una fonte di dominio pubblico. [1]

HR 1872 modificherebbe il trattamento di bilancio dei programmi di credito federale. In particolare, il disegno di legge modificherebbe il Federal Credit Reform Act del 1990 (FCRA) per richiedere che, a partire dall'anno fiscale 2017, il costo dei prestiti diretti o delle garanzie sui prestiti sia riconosciuto nel bilancio federale in base al valore equo utilizzando le linee guida stabilite dal Financial Accounting Standards Board. Un approccio del valore equo alla contabilizzazione del costo dei prestiti federali e delle garanzie sui prestiti produrrebbe stime dei costi che corrispondono o approssimano il valore di tali prestiti o garanzie agli acquirenti nel mercato privato. [1]

Il disegno di legge richiederebbe anche che il Government Accountability Office (GAO) produca relazioni annuali sui progressi compiuti dalle agenzie federali nella sua attuazione, il bilancio federale riflette l'impatto netto dei programmi amministrati dalle agenzie federali di Fannie Mae e Freddie Mac pubblicando giustificazioni di bilancio su siti Web pubblici lo stesso giorno vengono presentati al Congresso e l'Ufficio di gestione e bilancio (OMB) e l'Ufficio del bilancio del Congresso (CBO) preparano studi sui costi dei programmi assicurativi federali e sull'applicazione storica dei termini di bilancio entrate, compensazione degli incassi, e incassi compensativi. [1]

Le modifiche proposte al trattamento di bilancio dei programmi di credito federale aumenterebbero i costi stimati di tali programmi rispetto alle misure utilizzate ai sensi della normativa vigente. (Questa legislazione non modificherebbe i termini di tali programmi di credito, ma modificherebbe ciò che viene registrato nel budget come costo dell'assistenza creditizia.) Il CBO stima che se fossero utilizzate procedure di fair value per stimare il costo della nuova attività di credito nel 2014 , il disavanzo totale per l'anno sarebbe di circa $50 miliardi superiore al disavanzo misurato con le attuali procedure di stima. Poiché tale aumento del costo deriverebbe da un cambiamento nei concetti e dalle definizioni utilizzate per preparare i documenti di bilancio federale piuttosto che da un cambiamento nell'autorità legale delle agenzie per gestire i programmi di credito, non sarebbe un costo aggiuntivo attribuito a HR 1872 per le procedure di esecuzione del bilancio del Congresso. [1]

Il CBO stima che la misurazione del costo dei programmi di credito federale sulla base del valore equo come prescritto dall'H.R. 1872 aumenterebbe i costi amministrativi delle agenzie per gestire tali programmi. Inoltre, i requisiti per pubblicare giustificazioni di bilancio su Internet e produrre studi richiederebbero risorse aggiuntive. Ipotizzando lo stanziamento degli importi necessari, il CBO stima che tali costi ammonterebbero a $ 16 milioni nel periodo 2014-2019. Le procedure a ripartizione non si applicano a questa normativa in quanto nessuna spesa diretta aggiuntiva sarebbe imputabile a H.R. 1872 in quanto non modificherebbe i programmi di credito. La normativa non inciderebbe sulle entrate. [1]

HR 1872 non contiene mandati intergovernativi o del settore privato come definito nell'Unfunded Mandates Reform Act (UMRA) e non imporrebbe alcun costo ai governi statali, locali o tribali. [1]

Il Budget and Accounting Transparency Act del 2014 è stato introdotto nella Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti l'8 maggio 2013 dal rappresentante Scott Garrett (R, NJ-5). [12] Il disegno di legge è stato deferito alla commissione per il bilancio della Camera degli Stati Uniti e alla commissione per la supervisione e la riforma del governo della Camera degli Stati Uniti. È stato riportato (modificato) insieme al Rapporto della Camera 113-381 parte 1 il 18 marzo 2014. [12]

I repubblicani hanno sostenuto che il disegno di legge migliorerebbe la capacità del Congresso di equilibrare il bilancio federale. [3] Quando sono stati introdotti questo e altri due progetti di legge sulla riforma del bilancio, il presidente della Commissione Bilancio della Camera, Paul Ryan, ha affermato che "queste riforme sono un passo importante verso il ripristino della disciplina fiscale a Washington", sostenendo che "migliorando il processo di bilancio, possiamo ottenere un gestire meglio il nostro problema di spesa." [2]

Romina Boccia dell'organizzazione di destra The Heritage Foundation ha scritto una relazione a favore della normativa, sostenendo che "un'errata contabilizzazione in bilancio dei rischi al ribasso che le GSE (impresa sponsorizzata dal governo) comportano per i contribuenti americani sta creando l'illusione che i GSE sono un pranzo gratis per Washington". [13] Boccia ha sostenuto che, poiché i GSE erano "fuori budget", hanno cambiato gli incentivi e distorto il bilancio federale, nascondendo "il vero costo per i contribuenti dal controllo federale di Fannie e Freddie". [13] La distorsione è dovuta al governo federale che conta come reddito i profitti, ma senza contare il debito di Fannie e Freddie come debito nazionale. [13]

Al contrario, Richard Kogan del Center on Budget and Policy Priorities sostiene che il disegno di legge farebbe sembrare al governo federale "prestiti federali e programmi di garanzia dei prestiti più costosi di quanto non siano in realtà". [14] Kogan esprime la sua preoccupazione che a causa dei costi apparentemente aumentati di vari programmi, i politici possano reagire aumentando le tasse e tagliando i programmi. [14] Kogan cita i numeri del CBO secondo cui 44 dei 100 programmi che verrebbero conteggiati in modo diverso in realtà fanno soldi (attraverso tasse e interessi), ma 33 di loro sembrerebbero costare soldi al governo in base ai nuovi requisiti di conteggio del disegno di legge. [14]

  1. ^ unBCDeFGhio"H.R. 1872 - CBO" (PDF) . Congresso degli Stati Uniti. Estratto il 28 marzo 2014 .
  2. ^ unBC
  3. Kasperowicz, Pete (28 marzo 2014). "House per spingere le riforme di bilancio la prossima settimana". La collina . Estratto il 7 aprile 2014 .
  4. ^ unB
  5. Kasperowicz, Pete (4 aprile 2014). "La prossima settimana: tira fuori il budget". La collina . Estratto il 7 aprile 2014 .
  6. ^ unB
  7. Paulson, Henry M., Jr. (2008-09-07). "Dichiarazione del segretario Henry M. Paulson, Jr. sull'azione dell'Agenzia federale per il finanziamento degli alloggi e del Tesoro per proteggere i mercati finanziari ei contribuenti" (comunicato stampa). Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. Estratto 07-09-2008.
  8. ^
  9. Lockhart, James B., III (2008-09-07). "Dichiarazione del direttore della FHFA James B. Lockhart". Agenzia federale per le finanze degli alloggi. Archiviato dall'originale il 2008-09-12 . Estratto 07/09/2008.
  10. ^
  11. "Scheda informativa: domande e risposte sulla conservazione" (PDF) . Agenzia federale per le finanze degli alloggi. 2008-09-07. Archiviato dall'originale (PDF) il 9 settembre 2008 . Estratto 07/09/2008.
  12. ^
  13. Bernanke, Ben S. (2008-09-07). "Dichiarazione del presidente del Consiglio della Federal Reserve Ben S. Bernanke:". Consiglio dei governatori del Federal Reserve System. Estratto il 10/09/2008.
  14. ^
  15. Kopecki, Alba (2008-09-11). "Gli Stati Uniti considerano di portare Fannie e Freddie nel budget". Bloomberg . Estratto l'11 settembre 2008.
  16. ^
  17. Goldfarb, Zachary A. David Cho Binyamin Appelbaum (2008-09-07). "Tesoro per salvare Fannie e Freddie: i regolatori cercano di impedire ai problemi delle imprese di scatenare un'ondata di fallimenti bancari". Il Washington Post. pp. A01. Estratto 07/09/2008.
  18. ^
  19. Duhigg, Charles Labaton, Stephen Sorkin, Andrew Ross (2008-09-07). "Come la crisi è cresciuta, un'opzione è rimasta". Il New York Times . Estratto 08-09-2008.
  20. ^ unBCDeFGhioJKiomnoP
  21. "HR 1872 - Sommario". Congresso degli Stati Uniti. Estratto il 28 marzo 2014 .
  22. ^ unB
  23. "HR 1872 - Tutte le azioni". Congresso degli Stati Uniti. Estratto il 28 marzo 2014 .
  24. ^ unBC
  25. Boccia, Romina (16 marzo 2014). "Rivelare i costi di budget di Fannie Mae e Freddie Mac: un passo verso l'eliminazione del GSE". La Fondazione del Patrimonio. Estratto il 7 aprile 2014 .
  26. ^ unBC
  27. Kogan, Richard (10 febbraio 2014). "Alterare la contabilità per i programmi di credito federale aumenterebbe artificialmente i costi, aumentando i rischi di tagli". Centro sulle priorità di bilancio e politiche. Estratto il 7 aprile 2014 .

Questo articolo include materiale di pubblico dominio da siti Web o documenti del governo degli Stati Uniti.


1974 Budget del Congresso e legge sul controllo dei sequestri

Il Budget del Congresso del 1974 e la legge sul controllo dell'impoundment hanno modificato il ruolo del Congresso nel processo di bilancio federale. Ha creato commissioni permanenti per il bilancio sia alla Camera che al Senato, ha istituito l'Ufficio del bilancio del Congresso e ha spostato l'inizio dell'anno fiscale dal 1 luglio al 1 ottobre.

Il Congressional Budget and Impoundment Act del 1974 ha creato una serie di modifiche istituzionali progettate per aiutare il Congresso a riconquistare il potere sul processo di bilancio. La legge è stata ispirata dal rifiuto di Richard Nixon di erogare quasi 12 miliardi di dollari di fondi stanziati dal Congresso nel 1973-74 attraverso il potere esecutivo di sequestro, nonché da timori più generalizzati sul deficit di bilancio. Nixon ha affermato che il deficit stava causando un'elevata inflazione e che di conseguenza aveva bisogno di frenare la spesa pubblica. A tal fine, nelle elezioni presidenziali del 1972 ha invitato il Congresso a concedere al presidente l'autorità di tagliare la spesa federale in modo da mantenere il bilancio sotto controllo. Il Congresso si oppose alla proposta di Nixon e cercò invece di riformare il ruolo di bilancio del Congresso. Nel 1972 il Congresso ha creato un Comitato congiunto di studio sul controllo del bilancio che ha chiesto riforme procedurali per consentire al Congresso di esaminare il bilancio federale da un "punto di vista generale, insieme a un sistema congressuale di decisione delle priorità". Dopo il sequestro di Nixon, il Congresso ha agito in base a queste raccomandazioni e nel 1974 il Congresso ha approvato la legge e il presidente ha firmato la legislazione.

La legge aveva due obiettivi principali: (1) rafforzare e centralizzare l'autorità di bilancio del Congresso (2) ridurre l'autorità di sequestro del Presidente. Quest'ultimo è stato fatto redigendo linee guida dettagliate che limitano il modo in cui il presidente può sequestrare i fondi già stanziati dal Congresso. Il primo—che si è dimostrato il più significativo dei due—è stato fatto attraverso una varietà di mezzi. La legge ha creato il Congressional Budget Office (CBO) per fornire al Congresso un'analisi economica indipendente e porre fine al monopolio del ramo esecutivo sulle informazioni di bilancio creato dal Budget and Accounting Act del 1921. Ha creato commissioni permanenti di bilancio sia alla Camera che al Senato, ha previsto un numero maggiore di personale per queste e altre commissioni coinvolte nelle decisioni di bilancio e ha apportato modifiche alla procedura di approvazione di un bilancio. Il nuovo comitato per il bilancio doveva approvare una "risoluzione di bilancio simultanea" (da approvare dal Congresso entro il 15 maggio) che delineasse le spese e le entrate complessive del governo, sulla base delle stime del CBO. La risoluzione contestuale servirebbe quindi da modello per il lavoro regolare dei comitati di autorizzazione e appropriazione nella stesura del bilancio.

Gli effetti a lungo termine del Congressional Budget Act sono controversi. Iwan Morgan sostiene che la legge ha spostato la leadership di bilancio al Congresso, il che ha esacerbato i problemi inerenti a quell'istituzione creando scadenze irrealistiche e chiedendo un livello di coordinamento di cui il Congresso non è in grado.

Joseph J. Hogan, "Ten Years After: The US Congressional Budget and Impoundment Control Act del 1974," Pubblica amministrazione 63:2 (giugno 1985): 133-149. http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1467-9299.1985.tb00896.x/abstract

Joint Committee on the Organization of Congress (1993), "The Congressional Budget and Impoundment Control Act of 1974", http://archives.democrats.rules.house.gov/archives/jcoc2.htm.

Mark S. Kamlet e David C. Mowery, "Il primo decennio del Congressional Budget Act: imitazione legislativa e adattamento nel budget", Policy Sciences 18:4 (1985): 313-334. http://www.springerlink.com/content/k111h64p130g6554/

Iwan Morgan, L'età dei deficit: presidenti e bilanci squilibrati da Jimmy Carter a George W. Bush (Università del Kansas, 2009), 3-6.

James P. Pfiffner, Il presidente, il bilancio e il Congresso: sequestro e legge sul bilancio del 1974. (Westview Press, 1979).

Joseph White e Aaron Wildavsky, Il deficit e l'interesse pubblico: la ricerca di un bilancio responsabile negli anni '80 (Università della California, 1989), 11-17.

Copyright e copia 2011 I reggenti dell'Università della California. Tutti i diritti riservati
Commenti e suggerimenti | Ultimo aggiornamento: 03/07/11 | Gestore del server: Contatto


Responsabilità presidenziale

L'atto prevede che il Presidente presenti un bilancio al Congresso ogni anno entro il primo lunedì di febbraio. Il presidente deve giustificare quel budget, quindi, a seconda di quale partito controlla il Congresso, questo di solito porta a disaccordi su quali programmi del governo meritano soldi. Entrambe le parti hanno storicamente utilizzato questo processo di approvazione per promuovere i propri programmi. Il 14° emendamento dice che il debito del governo non può essere messo in discussione. Se il Congresso si rifiuta di approvare denaro sufficiente per pagare i debiti, è plausibile che il Presidente possa ignorare tale decisione per soddisfare le linee guida della Costituzione.


Il Budget and Accounting Act del 1921 (Pub. L. 67-13) è stato firmato in legge il 10 giugno 1921 dal presidente Warren G. Harding, dopo essere stato posto il veto dal presidente Calvin Coolidge nel 66° Congresso. La legge richiedeva, per la prima volta, che il presidente presentasse al Congresso un bilancio per il governo federale nella sua interezza.

L'idea di stabilire un processo centralizzato per il bilancio federale è stata discussa e dibattuta anche prima dell'amministrazione del presidente William H. Taft. Nel 1911, la Commissione per l'economia e l'efficienza studiò la questione e raccomandò l'adozione di un sistema di bilancio nazionale. Il Congresso non ha immediatamente dato seguito alle raccomandazioni con alcuni rappresentanti e senatori che esprimevano riserve sul controllo centralizzato o sull'idea di limitazioni ai poteri di bilancio del Congresso.

Il Congresso ha esaminato attentamente il progredire della prima guerra mondiale e le grandi spese governative hanno sollevato preoccupazioni sulla metodologia di bilancio. Durante l'amministrazione Wilson è stato presentato un disegno di legge per richiedere al presidente di preparare i budget annuali per la disposizione finale da parte della Camera e del Senato. Wilson, uno dei principali sostenitori della riforma del governo, ha posto il veto alla misura. Ha obiettato a una disposizione che impediva al presidente di rimuovere la nuova posizione di Comptroller, il revisore capo del governo. Si è opposto al fatto che il Congresso abbia troppo potere sulle circostanze che chiunque detenesse quella posizione potesse essere licenziato.

Nel dopoguerra, i repubblicani ripresero il controllo della Casa Bianca e del Congresso e perseguirono il loro obiettivo di ridurre i costi del governo e aumentarne l'efficienza. Warren Harding ha convocato una sessione speciale del congresso e ha sollecitato, tra l'altro, l'approvazione del disegno di legge di bilancio. Il provvedimento ottenne l'approvazione nel mese di giugno, conservando il provvedimento osteggiato da Wilson, e prevedeva quanto segue:

Creato l'Ufficio del Bilancio, il suo direttore doveva essere un delegato presidenziale. L'ufficio era originariamente parte del Dipartimento del Tesoro, ma nel 1939 fu trasferito al Dipartimento Esecutivo.

Richiesto che il direttore del bilancio esamini tutte le richieste di bilancio del Congresso, cerchi economie e rimuova le duplicazioni.

Ha richiesto al presidente di presentare una proposta di bilancio e una dichiarazione delle condizioni finanziarie del governo al Congresso ogni anno. L'anno fiscale federale doveva andare dal 1 luglio al 30 giugno dell'anno successivo.

Istituito l'Ufficio di Ragioneria Generale sotto il controllo del Controllore Generale. La funzione del GAO era quella di condurre revisioni dei conti del governo.

L'obiettivo generale di questa legislazione era di centralizzare il processo di bilancio. In passato, le questioni di bilancio erano state assegnate a una serie di comitati del Congresso e non esisteva un controllo centrale.


Bilancio e legge contabile - Storia

Il movimento verso un sistema di bilancio in cui l'amministratore delegato esercitava un maggiore controllo sul bilancio ha le sue radici nelle pratiche di bilancio sopra descritte ed è stato perseguito dai riformatori progressisti dell'inizio del XX secolo. Questi riformatori riponevano poca fiducia nelle istituzioni legislative. La corruzione legislativa, soprattutto a livello municipale, li ha portati a riporre più fiducia e autorità nelle istituzioni esecutive e amministrative. Questa convinzione si è manifestata a livello nazionale nel movimento per un sistema di bilancio esecutivo.

Un importante studio iniziale che sollecitava un bilancio esecutivo è stato realizzato dalla Commissione per l'economia e l'efficienza del presidente Taft (1910-1912). Il rapporto della Commissione, tuttavia, era praticamente silenzioso sul ruolo del legislatore nel sistema di bilancio esecutivo che raccomandava e la proposta languiva al Congresso. Nonostante ciò, rimase nell'agenda nazionale, fortemente sostenuto dall'Institute for Government Research (in seguito ribattezzato Brookings Institution) e fu incluso nelle piattaforme presidenziali repubblicane nel 1916 e 1920 e nella piattaforma democratica nel 1920, (nel 1916 i Democratici aveva approvato un ritorno al controllo consolidato degli stanziamenti al Congresso, ma non un bilancio presidenziale). 5

In 1919 Congress finally acted on this issue, establishing select committees in both the House and Senate to hold hearings and make recommendations. The House Select Committee held 11 days of hearings in September and October of 1919. The Senate Committee held 4 additional days of hearings in December 1919 and January 1920. Legislation embodying these recommendations was passed overwhelmingly in both Chambers in 1920, but was vetoed by President Wilson because of concern with the constitutionality of a provision involving his removal power over the new office of Comptroller General. After the election of Warren G. Harding to the presidency in 1920 the bill was passed with only minor changes in the removal power provision, and enacted as the Budget and Accounting Act of 1921. 6

Characterized as ``probably the greatest landmark of our administrative history,'' 7 the Budget and Accounting Act required the President to submit a single, consolidated budget proposal for congressional consideration each year. The Act also established the Bureau of the Budget (predecessor of the current Office of Management and Budget) to provide the President with the resources necessary to produce such a proposal, and the General Accounting Office, to provide Congress with the resources to ensure accountability. The most important changes resulting from that legislation -- the requirement for a Presidential budget submission, a central budget office, and the General Accounting Office -- remain to this day.


NOTE

5 Johnson, Donald Bruce (ed), National Party Platforms (rev. ed.), v. 1, 1840-1956, Urbana, University of Illinois Press, 1978. passim.
6 Public Law 13, 67th Congress, 42 Stat. 20.
7 Emmerich, Herbert, Federal Organization and Administrative Management, University, Univ. of Alabama Press, 1971. p. 40.


Michigan Uniform Budgeting and Accounting Act and Your Annual Budget

The annual budget process is important for municipalities in determining the resources needed to fund the goals and objectives to meet the needs of its citizens. The budget provides control and accountability over the revenues and expenditures of the government. All municipal budgets must include a public hearing as part of the adoption process. The Michigan Uniform Budgeting and Accounting Act requires the adoption of an annual budget.

As part of the budget process, governmental departments lay out the plans and projects for the next year. In addition, governments should also set aside funds for known capital needs that are a few years in the future. Planning in this manner can help the government reduce or eliminate the need for expensive debt financing.

Once the budget is adopted, periodic monitoring throughout the year is important and will ensure the government remains on track with spending. Budgets may not be static, and may need to be amended during the year as circumstances change. It is important to ensure elected officials are aware of and approve budget amendments.

Here are additional resources on budgeting and best practices: The Michigan Municipal League provides an overview of the Budgeting process as part of their Handbook for Municipal Officials… http://www.mml.org/resources/publications/ebooks/index.html#hmo. The Government Finance Officers Association provides comprehensive guidance on Recommended Budget Practices… https://www.gfoa.org/recommended-budget-practices-national-advisory-council-state-and-local-budgeting.

Maner Costerisan professionals can help your municipality develop its annual budget and help implement long term forecasts to plan for the future. Give us a call 517.323.7500.


Budget and Accounting Act - History

An Act To provide a national budget system and an independent audit of Government accounts, and for other purposes.

SEC. 20I. The President shall transmit to Congress on the first day of each regular session, the Budget, which shall set forth in summary and in detail:

(a) Estimates of the expenditures and appropriations necessary in his judgment for the support of the Government for the ensuing fiscal year except that the estimates for such year for the Legislative Branch of the Government and the Supreme Court of the United States shall be transmitted to the President on or before October I5th of each year, and shall he included by him in the Budget without revision

(b) His estimates of the receipts of the Government during the ensuing fiscal year, under (I) laws existing at the time the Budget is transmitted and also (2) under the revenue proposals, if any, contained in the Budget

(c) The expenditures and receipts of the Government during the last completed fiscal year

(d) Estimates of the expenditures and receipts of the Government during the fiscal year in progress

(e) The amount of annual, permanent, or other appropriations, including balances of appropriations for prior fiscal years, available for expenditure during the fiscal year in progress

(f) Balanced statements of (I) the condition of the Treasury at the end of the last completed fiscal year, (2) the estimated condition of the Treasury at the end of the fiscal year in progress, and (3) the estimated condition of the Treasury at the end of the ensuing fiscal year if the financial proposals contained in the Budget are adopted

(g) All essential facts regarding the bonded and other indebtedness of the Government and

(h) Such other financial statements and data as in his opinion are necessary or desirable in order to make known in all practicable detail the financial condition of the Government.

SEC. 202. (a) If the estimated receipts for the ensuing fiscal year contained in the Budget, on the basis of laws existing at the time the Budget is transmitted, plus the estimated amounts in the Treasury at the close of the fiscal year in progress, available for expenditure in the ensuing fiscal year, are less than the estimated expenditures for the ensuing fiscal year contained in the Budget, the President in the Budget shall make recommendations to Congress for new taxes, loans, or other appropriate action to meet the estimated deficiency. (b) If the aggregate of such estimated receipts and such estimated amounts in the Treasury is greater than such estimated expenditures for the ensuing fiscal year, he shall make such recommendations as in his opinion the public interests require.

SEC. 203. [Supplementary or deficiency estimates to meet necessary expenses may also be transmitted. ]

SEC. 206. No estimate or request for an appropriation and no request for an increase in an item of any such estimate or request, and no recommendation as to how the revenue needs of the Government should be met, shall be submitted to Congress or any committee thereof by any officer or employee of any department or establishment, unless at the request of either House of Congress. SEC. 207. There is hereby created in the Treasury Department a Bureau to be known as the Bureau of the Budget. There shall be in the Bureau a Director and an Assistant Director. . .. The Bureau, under such rules and regulations as the President may prescribe, shall prepare for him the Budget, the alternative Budget, and any supplemental or deficiency estimates, and to this end shall have authority to assemble, correlate, revise, reduce, or increase the estimates of the several departments or establishments.

SEC. 209. The Bureau, when directed by the President, shall make a detailed study of the departments and establishments for the purpose of enabling the President to determine what changes (with a view of securing greater economy and efficiency in the conduct of the public service) should be made in (I) the existing organization, activities, and methods of business of such departments or establishments, (2) the appropriations therefor, (3) the assignment of particular activities to. particular services, or (4) the regrouping of services. The results of such study shall be embodied in a report or reports to the President, who may transmit to Congress such report or reports or any part thereof with his recommendations on the matters covered thereby.

[Title III of the act provides for the creation of a General Accounting Office under a Comptroller General of the United States, the latter to be appointed by the President, with the advice and consent of the Senate, for fifteen years, and to be removable for cause either by joint resolution of Congress or by impeachment. The offices of Comptroller and Assistant Comptroller of the Treasury, and of the six auditors, are abolished as of July I, I92I. The organization, duties, etc., of the General Accounting Office are prescribed. ]


Managing the Federal Budget

After World War I, the federal government grew exponentially due to its more active role in military and foreign policy. As federal spending rose, Congress sought to rationalize its decision-making process regarding government revenues and expenditures. Congress enacted the Budget and Accounting Act, which established a budget process for the executive branch and shifted many budgetary powers from Congress to the president. The 1921 act, as amended, remains the legislative basis for the nation’s executive budgetary system.


History of Government Accountability Office

During World War I, government spending and debt rose sharply, which prompted demand for a formal system to review, monitor, and control government expenditures. As a result, the Budget and Accounting Act of 1921 established the General Accounting Office (GAO), which assumed budget, accounting, and auditing responsibilities from the U.S. Treasury Department. In addition, this act also required the president to prepare an annual budget for the federal government. In 2004, the name changed to the Government Accountability Office after the passing of the GAO Human Capital Reform Act.

Government programs and expenditures expanded sharply in the 1930s as a result of President Roosevelt's New Deal social policies, which were created in response to the Great Depression. The GAO's role, which originally focused on ensuring payments were made properly, grew in importance. By 1945, at the end of World War II, government spending had again soared, and the GAO began auditing government agencies to ensure they operated according to their purpose.

By the 1970s, the GAO's work had expanded to include reviews of agency work on consumer protection, the environment, and social welfare. Originally, agency personnel consisted of only accountants however, it soon expanded to include scientists, healthcare professionals, and computer scientists.


Guarda il video: Akuntansi Anggaran