Modello di aeroplano volato - Storia

Modello di aeroplano volato - Storia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Samuel Pierpoint Langley, segretario dello Smithsonian Institute, catapultò un aeromodello il 6 maggio 1896. Il modello volò oltre i 3.000 piedi e raggiunse un'altitudine di 100 piedi.


Giugno 2011 Momenti di Storia

In onore dell'inizio dei Nats all'aperto di questa settimana, presentiamo alcune toppe e spille delle precedenti competizioni. Ci auguriamo che ti piaccia guardare questi piccoli ricordi del passato.

1. 2.

1. Pin, 1976 Nats, Dayton, Ohio (50° anniversario dei Nats) (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, #2010.08.12)

2. Patch, 1978 Nats, Lake Charles, Louisiana (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, #2007.13.103)

3. 4.

3. Patch, 1979 Nats, Lincoln, Nebraska (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, #2008.05.152)

4. Patch, 1981 Nats, Seguin, Texas (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, #2005.02.152)

5. 6.

5. Patch, 1989 Outdoor Nats, Tri-Cities, Washington - Pasco, Kennewick e Richland (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, #2006.02.131)

6. Patch, 1991 Indoor Nats, Johnson City, Tennessee (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, #2007.13.114)

Settimana 4 - 23 giugno 2011: apertura della campagna per i membri dell'AMA (23 giugno 1937)

Con il numero del 23 giugno 1937 di Model Aviation (Volume 1, Number 20), l'Academy of Model Aeronautics ha dato il via a "un'iniziativa a livello nazionale per iscrivere tutti i costruttori e i volantini esperti di modellini nelle sue liste di appartenenza". Le quote sono rimaste le stesse annunciate nel successivo Model Aviation (Volume 1, Number 21) con l'abbonamento Junior per i minori di 21 anni a $ 1,50 e un abbonamento senior a $ 3,00. L'Accademia, composta da esperti aeromodellisti provenienti da tutto il paese, doveva fungere da comitato consultivo sugli aeromodelli per la National Aeronautic Association (NAA).

1. 2.

1. Model Aviation (Volume 1, Number 11), annuncio di copertina che "L'Academy for Model Aeronautics dovrebbe presentare presto i suoi piani di espansione e il suo programma di avanzamento". (Fonte: collezione della Biblioteca NMAM)

2. Model Aviation (Volume 1 numero 20), "Apre l'Academy Membership Drive". (Fonte: collezione della Biblioteca NMAM)

Settimana 3 - 16 giugno 2011: un'idea per un country club di aeromodelli

Da una proposta preliminare per il primo Model Aircraft Country Club negli Stati Uniti, 15 giugno 1976, di Frank Anderson:

"Questa mappa mostra l'area in esame per il primo US Model Aircraft Country Club [area ombreggiata] che fornirà sia Sport che Competizione R.C. Modellatori di poche ore preziose, giorni o addirittura settimane di relax, lontano dai fastidi del mondo di tutti i giorni, in amichevole compagnia con tanti altri che godono anche della stessa vocazione.

"MACC [Model Aeronautics Association of Canada] fornirebbe al movimento di aeromodellismo un approccio completamente nuovo allo Sport/Hobby e definirebbe sicuramente la nostra vocazione allo Sport/Hobby e definirebbe sicuramente la nostra vocazione come una vera e propria ricreazione per adulti, finalmente su un alla pari con il golf.

"I vantaggi sia per le nostre associazioni nazionali che per la nostra industria modello sono evidenti e i fondatori del nostro Country Club sarebbero ben ripagati sia in termini di importanza storica che di ritorno finanziario".

1.

1. Scansione della mappa (Fonte: National Model Aviation Museum Archives, AMA Collection #0001)

Settimana 2 - 9 giugno 2011 - Aeromodellismo della linea di controllo

I modellini della linea di controllo sono progettati per essere fatti volare su uno o più fili in un percorso circolare attorno all'aeromodellismo. I fili, collegati ad una maniglia, consentono al pilota di controllare il modello lungo l'asse del passo.

Lo sviluppo del modello di aeromodello Control Line è iniziato con modelli vincolati che venivano fatti volare attorno a un punto di ancoraggio fisso. Nel 1879, Victor Tatin dimostrò un aereo alimentato ad aria compressa su una piattaforma circolare appositamente costruita a Chalais-Meudon, in Francia. Sessant'anni dopo, Oba St. Clair di Yamhill, Oregon, fece un ulteriore passo avanti.

Nel 1936, St. Clair iniziò a costruire un modello Berliner Joyce Free Flight dai piani presentati nel numero di agosto 1935 della rivista Modern Mechanics and Invention. Mentre era in fase di completamento, si rese conto che il suo modello sarebbe stato rapidamente danneggiato o perso nelle foreste che circondavano la sua casa. Decise che la soluzione era far volare l'aereo in un cerchio attaccato a un'unica linea. Se c'era anche la minima brezza, il modello avrebbe iniziato a salire e scendere da solo, quindi St. Clair decise che aveva bisogno di più controllo.

Durante l'autunno del 1936, St. Clair ideò un sistema di controllo a quattro linee che chiamò "full-house" e lo installò in un nuovo aeroplano da lui costruito chiamato Miss Shirley (dal nome della figlia appena nata). Senza filo a portata di mano, St. Claire ha usato la lenza, ma ha scoperto che non si allungava allo stesso modo. Per consentire lo stesso allungamento, ha usato una grande maniglia con quattro pali attaccati, permettendogli di recuperare rapidamente qualsiasi allentamento delle linee. Il "tuttofare" gli ha permesso di controllare l'ascensore, gli alettoni e l'acceleratore. Il 4 luglio 1937 effettuò il suo primo volo di successo. La voce si sparse rapidamente e furono scritti numerosi articoli, mettendo in evidenza questa nuova forma di controllo degli aeromodelli.

Non passò molto tempo prima che altri modellisti iniziassero a sviluppare e commercializzare sistemi Control Line. Nel 1939, i fratelli Stanzel iniziarono a pubblicizzare il loro Tiger Shark e nel 1940 Jim Walker svelò il suo Fireball. In pochissimo tempo, i modelli Control Line sono diventati di gran moda, sostituendo i modelli Free Flight sugli scaffali dei negozi di hobby locali.

Per ulteriori informazioni su Oba St. Clair, l'AMA History Program ha una sua biografia online: https://www.modelaircraft.org/files/StClairOba.pdf. Inoltre, Charles Mackey ha creato un sito web su Oba: http://obastclair.com/index.html.

I piani per il Berliner Joyce furono ristampati nel numero di febbraio 1977 della rivista Model Builder e i piani sono disponibili presso il Bill Northrop Plans Service.

1.

1. Questo diagramma mostra come un aeromodello della linea di controllo viene pilotato nell'emisfero intorno al pilota. Il pilota controlla l'asse di beccheggio dell'aereo. (Fonte: Museo nazionale dell'aviazione dei modelli)

2. 3.

2. St. Clair inginocchiato accanto al suo Berliner Joyce, 1936. (Fonte: AMA History Program, courtesy of Shirley St. Clair)

3. Il berlinese Joyce in volo. La manica a vento, attaccata all'ala destra, impediva all'aereo di deviare dal cerchio mantenendo la linea di controllo ben tesa. Fonte: AMA History Program, per gentile concessione di Shirley St. Clair)

4. 5.

4. St. Clair con il suo sistema di controllo "tuttofare". (Fonte: AMA History Program, per gentile concessione di Shirley St. Clair)

5. The Miss Shirley, 1937. (Fonte: AMA History Program, per gentile concessione di Shirley St. Clair)

Settimana 1 - 2 giugno 2011 - Sede centrale di AMA a Reston, Virginia

La sede dell'AMA si trovava in almeno otto luoghi diversi prima che fosse determinato che fosse necessaria una sede permanente. I prezzi di Washington DC stavano aumentando e il numero di personale necessario per l'aumento dei membri riteneva che fosse costruito un nuovo edificio. È iniziata una campagna di capitali per aiutare a pagare l'edificio: le persone che hanno dato denaro hanno ricevuto una toppa, una spilla o una chiave che indicava che erano sostenitori dell'AMA. Il 27 giugno 1982 a Reston, in Virginia, il terreno fu aperto. Nel settembre del 1983 l'edificio fu aperto. L'adesivo sul vetro sopra la porta indicava che si trattava del "Centro nazionale per l'aeromodellismo".

Nel 1992, il Consiglio Esecutivo decise di trasferire la sede a Muncie, Indiana, su 1000 acri di terreno, chiamando il terreno "International Aeromodeling Center" (IAC) e costruendo il "Frank V. Ehling Complex". Nel 2001, è stato costruito un altro edificio nel sito IAC per aiutare a ospitare il personale in crescita e dare al Museo più spazio per lo stoccaggio.

1. 2.

1. & 2. Cerimonie rivoluzionarie per l'edificio della sede dell'AMA a Reston, Virginia, 27 giugno 1982. (Fonte: National Model Aviation Museum Archives, AMA Collection #0001.)

3. 4.

3. Una vista dall'alto della costruzione dell'edificio della sede centrale di Reston. (Fonte: National Model Aviation Museum Archives, AMA Collection #0001.)

4. La cerimonia del taglio del nastro per il quartier generale di Reston, settembre 1983. (Fonte: National Model Aviation Museum Archives, AMA Collection #0001.)

5. 6.

5. L'AMA ha annunciato il suo nuovo indirizzo ai membri con largo anticipo con adesivi come questi. (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, AMA Collection, 2007.13.57.)

6. Per incoraggiare le donazioni in denaro ai costi di costruzione, sono stati istituiti diversi livelli di donazione al fondo e i donatori hanno ricevuto vari elementi a ciascun livello. Questa toppa indicava che il donatore aveva donato al livello dell'oro, o il livello più alto verso il fondo di costruzione. (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, AMA Collection, 2005.02.101.)
7. 8.

7. Questo adesivo indicava che il proprietario aveva fatto una donazione di base al fondo edilizio. (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, AMA Collection, 2006.01.171.)

8. Anche i sostenitori del fondo edilizio possono ricevere spille. Questa spilla in particolare apparteneva a Frank Zaic. (Fonte: National Model Aviation Museum Collection, donazione di Frank Zaic, 1999.46.10.)


Modello di aeroplano volato - Storia

Si prega di notare quanto segue per il numero stimato di voli:
- I modelli ATR sono validi fino al 31 dicembre 2014.
- 737 è attivo fino a marzo 2019.
- Tutti gli altri modelli sono validi fino a dicembre 2017.

Tassi di incidenti mortali per milione di voli

Modello Valutare voli FLE* Eventi Airbus A300** 0.61 6,51 M 3.99 7 Airbus A300-600** 0.30 6.06 M 2.00 2 Airbus A300** (tutti i modelli) 0.46 12,57 M 5.99 10 Airbus A310** 1.35 4,74 M 6.39 9 Airbus A318/A319/A320/A321 0.09 119.0 10.58 14 Airbus A330 0.19 10,26 M 1.99 2 ATR 42 e ATR 72 0.44 26,8 M 11.86 15 Boeing 727** 0.50 76,61 M 38.6 51 Boeing 737-100/200** 0.62 58,29 M 36.43 50 Boeing 737-300/400/500** 0.15 79,60 M 11.99 19 Boeing 737-600/700/800/900 0.07 100.3 M 7.19 12 Boeing 737 MAX 7/8/9/10 3.08 0,65 M 2.00 2 Boeing 737 (tutti i modelli) 0.24 238,84 M 58.4 83 Boeing 747-100/200/300/SP** 1.02 12,98 M 13.23 26 Boeing 747-400** 0.06 8,42 M 0.50 2 Boeing 757** 0.22 25,0 M 5.41 9 Boeing 767 0.28 20.0 M 5.50 6 Boeing 777 0.18 11,11 M 2.01 3 Boeing DC9** 0.58 62,59 M 36.40 45 Boeing DC10/MD10** 0.64 9.30 M 5.91 15 Boeing MD11** 0.37 2,79 M 1.02 3 Boeing MD80/MD90** 0.26 46,38 M 11.94 18 Bombardier Dash 8 UNK UNK 3.38 5 Serie Canadair CRJ UNK UNK 3.10 4 BAe146/RJ100** 0.39 11,56 M 4.49 6 Concorde*** 11.36 0,09 M 1.00 1 Embraer E170/E190 0.03 16,67 M 0.44 1 Fucile F28** 1.62 9,53 M 15.45 21 Focaccina 70/100** 0.18 11,11 M 2.01 6 Lockheed L1011** 0.47 5,40 M 2.54 5 Saab 340** 0.19 11,2 M 2.10 3

** Non più in produzione
*** Non più in servizio commerciale
**** Un aereo mancante da oltre 30 giorni

Una voce del 25 settembre 2009 su AirSafe.com News descriveva i contenuti del seguente video, che elenca i modelli di aerei di linea popolari con i cinque tassi di incidenti aerei mortali più bassi. Al 31 dicembre 2017, l'ordine dei modelli di compagnie aeree con i cinque tassi di incidente più bassi diversi da zero era:

  1. 0.03 - Embraer 170/190
  2. 0,06 - Boeing 747-400
  3. 0,07 - Boeing 737-600/700/800/900 (737NG)
  4. 0,08 - Airbus A320 (include A318, A319, A321)
  5. 0,14 - Boeing 737-300/400/500**

Link podcast video e audio (2:57)
Audio: MP3 | video: iPod/MP4 | WMV | Youtube

Nota: questi tassi di eventi fatali elencati sono una stima del rischio storico e non una stima o una previsione di prestazioni future. Inoltre, questo elenco di tassi di eventi fatali non costituisce né un'approvazione o una mancanza di approvazione di alcuna compagnia aerea o gruppo di compagnie aeree.


Una confessione da barbiere

Aneddoti sono emersi anche da altre comunità di Tulsa. Secondo il rapporto della Commissione, all'inizio degli anni '50, un uomo bianco di mezza età era in testa in un negozio di barbiere di Tulsa vantandosi che lui e un amico avevano sorvolato Greenwood durante il massacro e avevano lanciato la dinamite. Per lo storico Ellsworth, il resoconto è credibile. "Oltre alle circa 50 copie del libro di Mary Parrish, non c'era nulla [a quel tempo] pubblicato sugli attentati", ha detto Ellsworth. “INon era un argomento che era là fuori in stampa. Ecco perché credo che, a meno che questo vecchio non si sia appena inventato tutto, cosa di cui dubito, la sua storia suona vera.

Altri resoconti ricordano uomini armati che prendono di mira i residenti in fuga dagli aerei a bassa quota. Un'immigrata messicana, che viveva ai margini del distretto di Greenwood, in seguito disse ai membri della famiglia di aver visto due ragazzi neri seguiti per strada da un aereo a due posti. Secondo il rapporto della Commissione, l'uomo sul sedile posteriore stava sparando ai ragazzi. Poi corse fuori e afferrò i ragazzi e li portò in casa."


I bei vecchi tempi –La nascita di RC

Con la nostra recente recensione del nuovo Park Flyer Junior Retro Series di Durafly, avevo menzionato che aveva preso spunti stilistici dal volo libero d'epoca d'epoca e dai primi modelli RC. Abbiamo ricevuto alcune e-mail che chiedevano ulteriori informazioni. Quindi, ho dissotterrato questo articolo informativo sugli inizi o sugli aeroplani RC scritto da Frank Gudaitis. Abbiamo fatto molta strada, piccola! Controlla.

Testo e immagini di Frank Gudaitis

Il primo vero esempio di controllo radiofonico fu dimostrato a New York City nel 1898. Il suo inventore, Nikola Tesla, era un immigrato di 43 anni a cui fu debitamente concesso il brevetto statunitense n. 613.809 l'8 novembre 1898. Fu solo uno dei 113 brevetti statunitensi che questo prolifico genio ricevette durante la sua vita. Molti ingegneri e storici elettrici considerano le sue invenzioni di base come le fondamenta del XX secolo come lo conosciamo. Nei decenni che seguirono, l'esercito e i suoi fornitori tentarono di implementare il lavoro di Tesla in vari progetti R/C, tra cui barche e aerei, senza molto clamore.

A metà degli anni '30, gli aeroplani in miniatura stavano appena iniziando ad essere alimentati da motori a benzina molto piccoli. Fu persino programmato un evento di gara R/C per i Nationals di aeromodelli del 1936 a Detroit. Era un po' prematuro che non si presentasse nemmeno un concorrente! L'anno successivo, tuttavia, deve essere considerato come il vero inizio di R/C.

R/C PIONIERI

Diversi uomini che erano attivi nella radio amatoriale si interessarono alla possibilità di controllare i modellini di aeroplani via radio. Due di questi primi pionieri furono Ross Hull e Clinton DeSoto. Entrambi erano funzionari dell'American Radio Relay League (ARRL), che è l'organo di governo degli operatori radioamatoriali. Hull era un progettista radio molto dotato i cui risultati includono la scoperta e l'eventuale spiegazione della curvatura troposferica delle onde radio VHF. Fin dalla sua giovinezza in Australia, Hull è stato anche un appassionato modellista. Hull e il suo socio DeSoto hanno costruito e pilotato con successo diversi grandi alianti R/C nella prima dimostrazione pubblica di voli controllati. I loro alianti hanno effettuato più di 100 voli. (Vedi i numeri di gennaio e agosto 󈧪 di Model Airplane News). Tragicamente, Hull morì un anno dopo, nel 1939, quando accidentalmente contattò 6.000 volt mentre stava lavorando su un primo ricevitore televisivo. DeSoto morì un decennio dopo.

VOLO COMPETITIVO

L'evento R/C dei Nazionali del 1937 attirò sei partecipanti: Walter Good, Elmer Wasman, Chester Lanzo, Leo Weiss, Patrick Sweeney e B. Shiffman. Lanzo ha vinto con l'aereo più leggero (6 libbre) e il modello più semplice, anche se il suo volo è stato un po' irregolare ed è durato solo alcuni minuti. Sweeney e Wasman hanno entrambi effettuato voli estremamente brevi (5 secondi) quando il loro aereo è decollato, è salito ripidamente, si è bloccato e si è schiantato. Sweeney, tuttavia, ha avuto la particolarità di essere la prima persona a tentare un volo R/C in una gara nazionale. Gli altri tre partecipanti non sono stati in grado di effettuare alcun volo.

NASCITA DELLA CANNA

Uno di loro, Weiss, era uno studente di ingegneria aeronautica di 18 anni che aveva costruito un modello RC molto grande con apertura alare di 14 piedi. Lui e uno studente di ingegneria elettrica, Jon Lopus, avevano ideato un sistema RC molto sofisticato e innovativo composto da sei ance sintonizzate che reagivano ai toni audio. Il sistema di controllo delle canne è stato ampiamente accettato negli anni '50. Durante le Nazionali del 1937, tuttavia, Weiss non fu in grado di avviare il motore bicilindrico Ferguson del suo aereo. Ha continuato a gestire con successo una società di produzione di avionica.

I Nazionali del 1938 furono ancora una volta ospitati dal “Motor City.” Sebbene l'elenco degli iscritti R/C fosse cresciuto fino a 26 partecipanti, solo cinque volantini si presentarono sul campo. Uno dei nuovi arrivati ​​è stato DeSoto, che è entrato in un modello in scala di 14 piedi, 25 libbre, di un Piper Cub alimentato da un motore bicilindrico Forster. Ciascuno dei quattro ricevitori separati a bordo utilizzava un tubo Raytheon RK-62 riempito di gas in un circuito super rigenerativo per attivare il proprio relè sigma. Il suo aereo si è piazzato secondo, ma non è chiaro se abbia volato o meno. Abbastanza stranamente, questi primi concorsi richiedevano solo che i concorrenti dimostrassero i loro sistemi R/C in una posizione statica a terra per vincere un premio per il secondo posto.

Walter Good è stato l'unico concorrente che ha tentato un volo controllato di fronte ai venti di 20 miglia all'ora. Anche se si è conclusa con un crack-up, Walt si è aggiudicato il primo posto. Una dimostrazione davvero convincente del volo R/C da parte di un aereo in miniatura a motore avrebbe dovuto attendere l'anno successivo. Undici volantini R/C si presentarono ai Nationals del 1939 all'aeroporto di Detroit Wayne County. Per la prima volta, i giudici hanno adottato un sistema a 100 punti. Sono stati assegnati punti per l'artigianato, l'effettiva operazione R/C in modalità di preflight statico a terra e una varietà di manovre di volo.

BUONI VOLANTINI

Quello è stato un anno gratificante per Walter e William Good, gemelli di 23 anni di Kalamazoo, MI. Bill era un radioamatore autorizzato con le lettere di chiamata W81FD. Il loro aereo, chiamato K-G, era un monoplano ad ala alta leggermente modificato.

(Vedi la storia di K-G nel numero di gennaio 󈨟 di Model Airplane News.) Questo primo modello a gas stabile è stato progettato da un ex editore di Novità sui modelli di aeroplani—Charles Hampson Grant.

I loro meccanismi radio e di controllo erano l'essenza della semplicità. In un'epoca in cui tutti gli aerei dei loro concorrenti trasportavano ricevitori con circuiti a 3 e 4 tubi, il ricevitore radio 8217 dei fratelli Good era un affare a un tubo con un minimo di componenti elettrici. Il loro relè fatto in casa era così sensibile che poteva essere attivato da un cambiamento di corrente di 1/2 milliampere! Hanno anche progettato e realizzato il loro meccanismo di scappamento da 1 oncia, alimentato ad elastico. Prima di andare ai Nationals nel 1939, i due fratelli avevano accumulato oltre 60 voli controllati nel sud del Michigan. I loro sforzi diligenti sono stati ripagati con un punteggio del primo posto di 89 punti, il vincitore del secondo posto ha segnato solo 11 punti. I fratelli Good hanno ripetuto il loro primo posto nelle Nazionali del 1940 e ancora una volta dopo la fine della seconda guerra mondiale, nel 1947.

Il loro storico aeroplano modello R/C, che chiamarono affettuosamente “Guff,” fu presentato al National Air and Space Museum di Washington, DC, nel maggio 1960, dove può essere visto oggi. Entrambi i fratelli hanno continuato la loro istruzione e successivamente hanno conseguito il dottorato in fisica. Dopo aver intrapreso una carriera nella ricerca e nell'insegnamento dell'elettronica, si sono ritirati, ma sono ancora molto attivi nel campo dell'elettronica. Walt vive in Florida e Bill risiede nello stato di New York. Comunicano costantemente tra loro usando i loro radioamatori.

JOSEPH RASPANTE

Nessuna storia sui primi giorni di R/C sarebbe completa senza riconoscere il lavoro di Joseph Raspante. A differenza della maggior parte dei primi pionieri dell'R/C, che erano fondamentalmente costruttori di aeromodelli in collaborazione con specialisti di radioamatori, Joe Raspante era un superbo progettista e costruttore dei primi modelli a gas, nonché un tecnico elettronico competente. Il suo sistema R/C era unico in quanto utilizzava una linea telefonica per selezionare varie funzioni di controllo. Si classificò secondo nei Campionati Nazionali R/C del 1939 e terzo nell'evento del 1940. Raspante è stato generoso e ha condiviso le sue conoscenze con i giovani costruttori negli anni successivi. Walter Good ricorda che quando i ladri hanno rubato il trasmettitore R/C di suo fratello dal loro hotel il giorno prima delle Nazionali del 1940, Raspante ha offerto l'uso del suo trasmettitore. Questo gesto era particolarmente significativo, perché i fratelli Good lo avevano sconfitto nelle Nazionali del 1939. Raspante alla fine vinse il primo posto che tanto desiderava al concorso NY Daily Mirror del 1946 all'aeroporto di Grumman. È stato un privilegio vederlo volare lì. Con l'avvento del transistor e dei microcircuiti integrati, il costruttore di R/C di oggi non ha quasi nessuna delle frustrazioni dei primi pionieri.

In retrospettiva, tuttavia, vediamo che la maggior parte degli sforzi dedicati al pioniere sono stati in gran parte vanificati da progetti elettrici eccessivamente complessi. Ma senza la loro perseveranza, dubito che il volo R/C sarebbe progredito così rapidamente fino a dove è oggi.


Storia degli aerei

Aliante due volte Avenger modificato per radiocomando progettato da J A Gorham nei primi anni '50 e introdotto come kit nel 1952 da Contest Kits. Questo esempio si comporta molto bene durante il volo di cresta.

L'Avenger due volte in volo a South Harting, Hampshire nel 2003.

Annuncio rivista originale gennaio 1952

Questo annuncio è apparso nel gennaio 1952 Aeromodeller e il kit è stato offerto da East Anglian Model Supplies di Ipswich. Questo modello aveva le dimensioni originali.

Fotografia che mostra la grande campata del Thermalist.

Il Thermalist è stato presentato dal designer R Minney nel dicembre 1948 per il concorso internazionale di velivoli a Eaton Bray. Ha guadagnato il primo posto contro l'opposizione internazionale. Il modello è interamente in balsa e l'esempio mostrato nella fotografia a colori è stato costruito da Graham Knight del Raynes Park Club nel 1999. L'apertura alare è di 137 pollici.


Storia dei modelli della linea di controllo

La maggior parte dei libri di storia attribuiscono Jim Walker come il più lontano di Control Line Flying. Tuttavia, secondo la ricerca di Charles Mackey, Oba St. Clair ha documentato e pilotato il suo sistema a quattro linee già nel 1937. Il suo sistema di controllo del modello di aeroplano è stato mostrato a Jim Walker nella seconda parte degli anni '30. All'inizio degli anni '40, Jim Walker sviluppò e brevettò il sistema di controllo di base a due fili per controllare un aeromodello. Alla fine perfezionò la sua idea e fondò l'innovativa American-Junior Aircraft Co. che produsse l'AJ Fireball, che fu il primo modello C/L, completo di maniglia di controllo e linee di volo. Il Firebaby prodotto in seguito, fu il primo modello "Ready to Fly" della linea di controllo RTF.

Dimostrerebbe la sua incredibile abilità di volo facendo volare 3 modelli alla volta, due per mano e uno sulla testa usando uno speciale berretto con una maniglia di controllo attaccata alla parte superiore. Con lo sviluppo del motore glow, è nato l'hobby della "Control Line" o "U-Control". Gli anni '50 erano conosciuti come "l'età dell'oro" della modellazione. Design di modelli innovativi come il "Nobler" insieme al miglioramento delle prestazioni del motore hanno permesso al modello di eseguire manovre acrobatiche. I record di velocità sono stati battuti con il miglioramento della tecnologia.

I volantini della linea di controllo sono generalmente più orientati alla competizione rispetto alle loro controparti R/C (Radio Control). Ci sono molti aspetti sul volo C/L (linea di controllo). I quattro tipi di competizione sono: velocità, corsa, acrobazie aeree di precisione e combattimento. Con il tipo eash, ci sono molte classi diverse in base al design del modello, alla cilindrata del motore e al livello di abilità del concorrente.
Velocità

La competizione Speed ​​si basa sulla costruzione e sul pilotaggio di un aeroplano il più velocemente possibile, dati i limiti di carburante, cilindrata del motore, design del modello e specifiche di linea. I disegni sono generalmente piccoli, aerodinamici, con ali lunghe e sottili. Diverse classi sono volate, in base alla cilindrata del motore. Tutto, dal motore a due tempi standard ai getti a impulsi. I modelli vengono cronometrati per un certo numero di giri per determinarne la velocità. Le velocità possono raggiungere un fantastico 200 mph!!

Da corsa

Gli eventi di corsa comportano il volo di due o più aeroplani insieme nello stesso cerchio. L'idea, ovviamente, è quella di completare un determinato numero di giri prima che lo facciano gli avversari. Gli eventi di gara di solito comportano un numero minimo di pit stop, in cui gli aerei vengono atterrati, riforniti, riavviati e rilanciati da un secondo membro del team. La competizione di tipo racing assume molte forme. Alcuni richiedono il trasporto di una determinata quantità di carburante, mentre altri richiedono un numero obbligatorio di soste per il rifornimento. L'evento internazionale, F2C è noto come "Team Racing". In F2C vengono utilizzati motori da 2,5 cc. Un altro tipo di corsa, noto negli Stati Uniti, si chiama "Sport Racing". Questo tipo di corsa utilizza come standard il motore economico "Fox 35 Stunt". Molti club hanno adottato una forma dell'evento per attirare l'inizio nel mondo delle corse. La versione più popolare della corsa è stata fondata nel Pacifico nord-occidentale, quindi è stato coniato il nome "Northwest Sport Race". Altri eventi di corse come "Flying Clown Race", utilizzano il modello dello stesso design.

Acrobazie aeree di precisione


L'acrobazia di precisione, o "Stunt", è il principale evento al mondo su Control Line. Implica il volo di una serie di manovre acrobatiche, come quadrati, clessidra e quadrifoglio. I modelli sono grandi rispetto ai modelli Speed, Racing o Combat e spesso sono ben rifiniti con centinaia di ore di lavoro. George Aldritch, che ha disegnato il famoso modello acrobatico "Nobler", ha sviluppato il modello moderno ancora in uso oggi. Il design unico del Nobler incorpora l'uso di alette che funzionano in combinazione con l'ascensore. Ciò ha fornito un sostanziale aumento della manovrabilità per l'epoca. Le navi acrobatiche sbattute sono comuni nella maggior parte dei progetti odierni. Il pilota ha trascorso molte ore a perfezionare il proprio modello. Ogni manovra è giudicata da 10 a 40 punti. Viene assegnato un ulteriore punto 25 per il completamento del modello. Inoltre, viene assegnato un massimo di 20 punti per l'aspetto del modello.

Recentemente sono stati aggiunti nuovi eventi alle acrobazie, come "Old-Time", "Classic" e "P40". "Old-Time" e "Classic" sono eventi nostalgici che celebrano il modello disegnato in un periodo centenario. Il modello "Old-Time" è e prima del 1953 e il modello "Classic" è dal 1953 al 1967.

L'evento "P40" o "Profilo 40" è un modello progettato con fusoliera piatta o di tipo "Profilo". La cilindrata del motore non può superare i .40 pollici cubi. Così il nome "Profilo 40". Il modello "Profilo" è di solito quello con cui inizia la maggior parte dei principianti perché sono molto più facili da costruire, più semplici da riparare e sono in grado di resistere a crash del supporto rispetto alla controparte costruita.

Combattere

L'evento "Combattimento" è la simulazione del combattimento aria-aria o "Lotta tra cani". Questi modelli sono molto minimali, semplicemente un'ala e un ascensore. Sono costruiti per essere resistenti e molto maneggevoli. Due piloti volano nello stesso cerchio, trainando stelle filanti di carta crespa. I punti vengono assegnati per i tagli sullo streamer dell'avversario. Inoltre, vengono assegnati punti per "airtime". Come per altri eventi, vengono volate diverse classi.

Vettore

L'evento Carrier è progettato per imitare le operazioni reali basate su portaerei navali. Questa area modello viene riprodotta da un ponte di una portaerei simulata e deve simulare il volo della portaerei con include diverse cose: volo lento ad alta velocità e atterraggio arrestato di precisione. Il punteggio si basa sull'accumulo di questi voli più un punto aggiuntivo per l'aspetto simile a una scala. Come altri eventi, ci sono molte classi di Carrier dalla Classe II, Profile, Profile 15, ecc. Ogni classe ha limiti sulla cilindrata del motore e sul tipo di design.


V11.27.2 Copyright © 2011 Aeromaniac Design Inc.

2. Otto Lilienthal

Otto Lilienthal esegue uno dei suoi esperimenti di volo a vela. (Credito: dominio pubblico)

"Inventare un aeroplano non è niente", disse una volta Otto Lilienthal. 𠇌ostruirne uno è già qualcosa. Ma volare è tutto.” Era un motto secondo il quale viveva l'aviatore tedesco. Tra il 1891 e il 1896, costruì 16 diversi modelli di alianti e fece circa 2.000 voli di successo, la maggior parte dei quali da una collina artificiale fuori Berlino. I velivoli di Lilienthal erano in genere rozzi monoplani che assomigliavano a deltaplani, ma era anche un instancabile sperimentatore che ha compilato risme di dati sul volo degli uccelli, sull'aerodinamica e sulla progettazione del profilo aerodinamico.

I suoi voli ben documentati, alcuni dei quali lo hanno visto librarsi fino a 800 piedi, hanno aiutato a legittimare la ricerca dell'aviazione in un periodo in cui molti la consideravano ancora una stupida commissione. Le foto del “lider King” sono circolate in tutto il mondo, ispirando un'intera generazione di aviatori. “Nessuno ha eguagliato il suo potere di attirare nuove reclute alla causa,” Wilbur Wright. Sfortunatamente, Lilienthal non ha vissuto per vedere il pieno impatto del suo lavoro. Durante un volo il 9 agosto 1896, arrestò il suo aliante e precipitò a terra per 50 piedi, fratturandosi la spina dorsale. L'impavido aviatore è morto il giorno seguente, presumibilmente dopo aver pronunciato le parole ormai leggendarie, “Sacrifici devono essere fatti.”


L'ascesa e la caduta dell'aereo “Chiunque potrebbe volare”

Nell'ottobre del 1945, il futuro del viaggio si trovava in uno scintillante showroom di un Macy's di Manhattan. Accanto ai grandi magazzini di elettrodomestici, calzini da uomo e guaine da donna c'era un piccolo aeroplano a due posti interamente in metallo. Questo era l'Ercoupe, "l'aereo che chiunque poteva pilotare".

Costruito dalla Engineering and Researching Corporation (ERCO), l'Ercoupe è stato annunciato come "il primo aereo a prova di spin certificato d'America". la sua maneggevolezza a quella dell'auto di famiglia. Altri hanno garantito per la sua accessibilità, sottolineando che costa meno di $ 3.000  (circa $ 39.000 oggi). È stata anche una sensazione mediatica: Rivista LIFE l'ha chiamato “quasi infallibile” e il Post del sabato sera ha chiesto ai lettori di non guardarlo "come un altro aereo, ma come un nuovo mezzo di trasporto personale".

Era l'aereo di domani, oggi. 8221 Ma nel 1952 l'Ercoupe era praticamente fuori produzione. Sette decenni dopo, la domanda rimane: cosa è successo?

La risposta può essere trovata al College Park Airport del Maryland, una struttura riconosciuta come l'aeroporto più antico del mondo ininterrottamente operativo.” Situato a sole dieci miglia dal centro di Washington DC, è dove Wilbur Wright ha insegnato per la prima volta agli ufficiali militari Lt. Frank Lahm e il tenente Frederic Humphreys come pilotare un aeroplano. Il College Park Aviation Museum, che si affaccia sulla pista dell'aeroporto e ospita gli archivi della società ERCO, presenta una nuova mostra che mette in risalto lo sfarzo e il fascino dell'aereo dimenticato . 

La storia dell'Ercoupe inizia con il pioniere dell'aviazione Henry A. Berliner, che fondò ERCO nel 1930. Forse meglio conosciuto per aver sviluppato un pratico elicottero con suo padre, Berliner immaginava un futuro pieno di viaggi aerei accessibili. Nel 1936 assunse l'ingegnere Fred Weick, che condivideva la sua grande ambizione di sviluppare un aereo facile da pilotare e di facile utilizzo. Più tardi, la figlia di Weick avrebbe detto che l'obiettivo di suo padre era quello di costruire "il modello T del cielo".

Con questo in mente, è nata l'Ercoupe. Il primo modello di produzione fu completato nel 1938 (un primo modello si trova nelle collezioni Smithsonian's 8217) ed era diverso da qualsiasi cosa mai realizzata prima. Sterzava come un'auto grazie al ruotino anteriore collegato al volante di comando. Presentava un carrello di atterraggio triangolare, un'innovazione utilizzata ancora oggi. La cosa più evidente, però, è che l'Ercoupe era senza timone, il che significa che l'aereo veniva pilotato interamente attraverso la ruota di controllo. Quando l'amministrazione dell'aeronautica civile decretò che l'aereo era "caratteristicamente incapace di girare" nel 1940, era chiaro che l'Ercoupe si era guadagnato il suo famoso soprannome: "l'aereo che vola da solo".

The Ercoupe was poised to be a flying sensation, says Andrea Tracey, director of the College Park Aviation Museum. “Even though aviation was only about 30 years old at the time,” she says, “anyone could have and learn how to fly” the Ercoupe. Its accessibility was the secret of its early success, she notes: “You could order it from Macy’s and J.C. Penney, just like you could have ordered a house through Sears Roebuck.”

For a while, the plane even seemed to be impervious to world events. Though ERCO only manufactured 112 airplanes before the looming war effort halted production, it started selling the plane as soon as World War II ended. By the end of 1945, the airplane was in department stores across the country – from Denver to Baltimore, from San Antonio to Allentown. Celebrities like Dick Powell and Jane Russell bought and endorsed the airplane. The Secretary of the Interior Henry Wallace flew an Ercoupe solo. Magazine and newspaper features were written highlighting the safety, accessibility and affordability of the Ercoupe.

ERCO’s marketing blitz worked: During the first year, the company took over 6,000 orders. To keep up with demand, Berliner increased production, firmly believing the boom was here to last. By mid-1946, the ERCO factory in Riverdale was producing 34 airplanes a day.

The Ercoupe’s journey from boom to bust happened seemingly overnight. First, production outpaced demand. A brief economic downturn in 1946 spooked would-be purchasers. And professional pilots voiced their suspicion of the plane, pointing out that while the plane was safe in the hands of an experienced operator, descents and speed drops could prove to be fatal for the average consumer.

In the end, only 5,140 Ercoupes were produced. Just two years after taking America by storm, Berliner sold the rights to his plane. Seven years after it was introduced, production of the plane ceased for good.

Today, only about 2,000 Ercoupes still exist (only about 1,000 are registered to fly with the FAA). Chris Schuldt flies his Ercoupe three or four times week, usually making short trips from his home in Fredericksburg, Virginia. He says the plane still gets fellow pilots talking. “You can never land anywhere where someone doesn't come up and ask you about the airplane,” says Schuldt. “They are a real conversation piece.”

Schuldt, who has had his pilot’s license since 1996, says the Ercoupe is relatively simple to learn. But, like pilots of yore, his enthusiasm comes with a caveat. 󈭊 percent of the time you can teach someone how to fly this plane much more easily and simply than many other airplanes,” he says. “The only problem is that last ten percent: It’s the ten percent that will kill you.”

Maybe it was the danger. Maybe Americans just weren’t ready to buy a plane along with refrigerators, underwear and the “miraculous” ballpoint pen. Ultimately, the Ercoupe wasn’t the plane for everyone — but it still represents a soaring vision of what travel could have been.

About Matt Blitz

Matt Blitz is a history and travel writer. His work has been featured on CNN, Atlas Obscura, Curbed, Nickelodeon, and Today I Found Out. He also runs the Obscura Society DC and is a big fan of diners.


Radio control has a history of just over 100 years. Here is a timeline of some of the important highlights.

Another great contributor to this timeline would be John H. Hammond who is often considered the father of radio control. He held over 400 patents in various aspects of RC including multi-channel rc and secret radio communications.

My thanks to the good folks over at the xenonproject.com. They have a lot of great radio control stuff. Check them out!

1871
Alphonse Penaud launches the Planophere 131 feet in the air, powered by a wound up rubber band and inspires many people to believe that powered flight has potential.

1898
Nikola Tesla designs and builds the first pair of radio controlled boats, demonstrating the vessels to a shocked crowd at Madison Square Garden. Tesla refers to his boats as "teleautomatons."

1903
The world&rsquos first RC apparatus is born. The Telekino is presented by Leonardo Torres Quevedo at the Paris Academy of Science. During this, he demonstrates the ability to remotely control a robot via electromagnetic waves causing it to execute various commands.

1917
During WWI Archibald Low, the &ldquofather of radio guidance systems&rdquo, creates an aerial drone plane for the Royal Flying Corps, which is radio controlled and intended as a guided bomb.

1932
The model aeroplane flies for its first time in this important era of RC development. We can thank the military for their contribution in remote control technology during WWII.

1937
Walter Good, along with his brother William, is credited with constructing and operating the first fully-functional RC airplane. With the help of his plane, "Big Guff," Walter gives RC enthusiasts a reason to take to the skies. This historic plane is now on display at the Smithsonian.

anni '40
Gas powered tether cars, a.k.a Spindizzies, are model cars powered by a miniature gas engine. This classic car became popular in the early '40s, but can only be started up to run in circles around the tether pole.

1950
Remote control models gain popularity during the 1950&rsquos, but are limited by battery capacities and must be recharged frequently until the invention of the transistor.

1967
The beginning of RC hobby car racing and production of car &ldquokits&rdquo. Pioneers make 1/8th scale pan cars and even 19 cubic inch 2-stroke model plane engines.

1968
Dr. Dieter Schluter, an engineer from West Germany builds the first fully controllable RC model helicopter and is credited as the father of RC helicopter flight.

1970
Companies begin introducing off-road RC vehicles. However, the Tamiya Rough Rider revolutionizes racing due to its die-cast suspension and big rubber tires for off-road areas. The RC buggy was born.

1993
1:10 scale electric cars and trucks gain in popularity and performance causing prices for motors, batteries and tires to soar. To make things more affordable, parking lot races of the 80's were reinstated.

1995
RC makes a whirring debut as Andy&rsquos fun-loving remote controlled car in Disney/Pixar&rsquos first CGI feature film - Toy Story.

2008
The world's largest RC airplane contest (literally) is held in Florida. Aptly named Top Gun, a total of 125 participants compete over a period of five days.

2010
After 6 years of successful Mars exploration, NASA announces on March 24th the RC instructed exploration rovers, Spirit and Opportunity, have vastly exceeded their driving distance goal of just 600 meters.

2010
On July 1, DARPA announces a $33 million dollar contract for Northrop Grumman to demonstrate autonomous aerial refueling using two UAV NASA Global Hawks.

2010
DARPA plans to fund their next phases of research by remotely controlling brain activity using ultrasound. These remote signals affect areas of the brain that regulate alertness and cognition in hopes that it will improve alertness and alleviate stress, anxiety and pain in soldiers.

2010
Horizon Fuel Cell Technologies debuts "H-CELL 2.0", the world's one and only hydrogen fuel cell hybrid power-train for high performance hobby grade model RC vehicles.

The Master Scratch Builders: Their Aircraft Models & Techniques (Schiffer Military History)

This book examines aircraft models by twenty outstanding practitioners from around the world, and provides detailed coverage of their often widely varying techniques. Each includes color photos of the featured model, plus numerous detail construction illustrations. Other chapters explain advanced finishing technique, vacuforming, model subject research, and tools/supplies/materials required for this arcane craft. While emphasis is upon aircraft from the two World Wars, the 1920s and 1930s are also represented by military, commercial, civil and racing aircraft. This is not only a book of surpassing visual excitement for the aviation/modelling enthusiast, but an invaluable technique resource.

Do you like making projects and exploring a variety of hobbies?

Sign up for my free newsletter. I give you regular updates on hobbies and projects you can make. it is totally free and I don't share your email with anybody.


Guarda il video: Come volano gli aerei - Componenti - Effetto Coandă - Downwash - Animazione 3D