Presidente della Federazione Russa - Storia

Presidente della Federazione Russa - Storia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Boris Eltsin è stato eletto presidente della Federazione Russa. L'elezione ha reso Eltsin il più alto funzionario eletto direttamente dal popolo russo e, quindi, lo ha posto allo stesso livello di Gorbaciov che non era mai stato eletto.

Biografia di Vladimir Putin: da agente del KGB a presidente russo

Vladimir Putin è un politico russo ed ex ufficiale dei servizi segreti del KGB attualmente in carica come presidente della Russia. Eletto per il suo attuale e quarto mandato presidenziale nel maggio 2018, Putin ha guidato la Federazione Russa come primo ministro, presidente ad interim o presidente dal 1999. A lungo considerato alla pari del presidente degli Stati Uniti nel detenere uno dei più importanti potenti uffici pubblici, Putin ha esercitato aggressivamente l'influenza e la politica politica della Russia in tutto il mondo.

Fatti veloci: Vladimir Puton

  • Nome completo: Vladimir Vladimirovich Putin
  • Nato: 7 ottobre 1952, Leningrado, Unione Sovietica (oggi San Pietroburgo, Russia)
  • Nomi dei genitori: Maria Ivanovna Shelomova e Vladimir Spiridonovich Putin
  • Coniuge: Lyudmila Putina (sposata nel 1983, divorziata nel 2014)
  • Figli: due figlie Mariya Putina e Yekaterina Putina
  • Istruzione: Università statale di Leningrado
  • Noto per: primo ministro russo e presidente ad interim della Russia, dal 1999 al 2000 presidente della Russia dal 2000 al 2008 e dal 2012 al presente primo ministro russo dal 2008 al 2012.

Inizio carriera

Putin ha studiato legge all'Università statale di Leningrado, dove il suo tutore era Anatoly Sobchak, in seguito uno dei principali politici riformisti del periodo della perestrojka. Putin ha servito 15 anni come ufficiale dell'intelligence straniera per il KGB (Comitato per la sicurezza dello Stato), di cui sei anni a Dresda, nella Germania dell'Est. Nel 1990 si ritirò dal servizio attivo del KGB con il grado di tenente colonnello e tornò in Russia per diventare prorettore dell'Università statale di Leningrado con la responsabilità delle relazioni esterne dell'istituzione. Poco dopo Putin divenne consigliere di Sobchak, il primo sindaco democraticamente eletto di San Pietroburgo. Ha rapidamente conquistato la fiducia di Sobchak ed è diventato noto per la sua capacità di portare a termine le cose nel 1994, quando è salito alla carica di primo vicesindaco.

Nel 1996 Putin si è trasferito a Mosca, dove è entrato a far parte dello staff presidenziale come vice di Pavel Borodin, l'amministratore capo del Cremlino. Putin è cresciuto vicino al compagno di Leningrado Anatoly Chubais ed è salito in posizioni amministrative. Nel luglio 1998 il Pres. Boris Eltsin nominò Putin direttore del Servizio di Sicurezza Federale (FSB il successore interno del KGB), e poco dopo divenne segretario dell'influente Consiglio di Sicurezza. Eltsin, che stava cercando un erede che assumesse il suo ruolo, ha nominato Putin primo ministro nel 1999.

Sebbene fosse praticamente sconosciuto, le valutazioni di approvazione pubblica di Putin sono aumentate quando ha lanciato un'operazione militare ben organizzata contro i ribelli secessionisti in Cecenia. Stanco di anni di comportamento irregolare di Eltsin, il pubblico russo ha apprezzato la freddezza e la risolutezza di Putin sotto pressione. Il sostegno di Putin a un nuovo blocco elettorale, Unity, ne ha assicurato il successo alle elezioni parlamentari di dicembre.


Il ritorno politico di Boris Eltsin e il crollo dell'Unione Sovietica

Essendo stato esiliato in una posizione relativamente oscura nella burocrazia delle costruzioni, Eltsin iniziò il suo ritorno politico nel 1989 vincendo le elezioni per un nuovo parlamento sovietico con quasi il 90% dei voti. L'anno successivo ha vinto una vittoria schiacciante simile in una corsa per il parlamento russo, ne è diventato il presidente e poi ha rinunciato alla sua appartenenza al Partito Comunista. Con il suo slancio, Eltsin iniziò a chiedere le dimissioni di Gorbaciov. Si è anche presentato alle elezioni per la presidenza russa, ottenendo il 59 percento dei voti nel giugno 1991, rispetto al solo 18 percento del suo concorrente più vicino.

La statura di Eltsin crebbe ulteriormente nell'agosto 1991 quando salì in cima a un carro armato per denunciare un tentativo di colpo di stato contro il suo rivale Gorbaciov. Il colpo di stato, guidato da funzionari sovietici conservatori, fallì dopo tre giorni. Subito dopo, Eltsin iniziò a smantellare il Partito Comunista e tutte e 15 le repubbliche dell'Unione Sovietica si mossero per assicurarsi la loro indipendenza. Gorbaciov, che con il suo programma “perestroika” e “glasnost” aveva sperato di cambiare ma non di distruggere l'Unione Sovietica, si dimise il 25 dicembre 1991. Sei giorni dopo l'Unione Sovietica si sciolse ufficialmente e fu sostituita da una politicamente debole Comunità di Stati Indipendenti che Eltsin aveva stabilito insieme ai suoi omologhi in Ucraina e Bielorussia.


Terzo mandato da presidente

Il 4 marzo 2012, Vladimir Putin è stato rieletto per il suo terzo mandato come presidente. Dopo diffuse proteste e accuse di brogli elettorali, è stato insediato il 7 maggio 2012 e poco dopo aver assunto l'incarico ha nominato Medvedev primo ministro. Ancora una volta al timone, Putin ha continuato ad apportare controverse modifiche agli affari interni e alla politica estera della Russia.  

Nel dicembre 2012, Putin ha firmato una legge che vieta l'adozione da parte degli Stati Uniti di bambini russi. Secondo Putin, la legislazione, entrata in vigore il 1° gennaio 2013, mirava a rendere più facile per i russi adottare gli orfani autoctoni. Tuttavia, il divieto di adozione ha suscitato polemiche internazionali, secondo quanto riferito lasciando quasi 50 bambini russi - 2014 che erano nelle fasi finali dell'adozione con cittadini statunitensi nel momento in cui Putin ha firmato la legge - 2014 in un limbo legale.

Putin ha ulteriormente teso le relazioni con gli Stati Uniti l'anno successivo, quando ha concesso asilo a Edward Snowden, ricercato dagli Stati Uniti per la fuga di informazioni riservate dalla National Security Agency. In risposta alle azioni di Putin, U.S. Il presidente Barack Obama ha annullato un incontro programmato con Putin in agosto.  

In questo periodo, Putin ha anche sconvolto molte persone con le sue nuove leggi anti-gay. Ha reso illegale l'adozione da parte delle coppie gay in Russia e ha vietato la propaganda di relazioni sessuali "non tradizionali" ai minori. La legislazione ha portato a una diffusa protesta internazionale.


Contenuti

Il nome Russia deriva da Rus', uno stato medievale popolato principalmente dagli slavi orientali. Tuttavia, questo nome proprio divenne più importante nella storia successiva, e il paese veniva chiamato tipicamente dai suoi abitanti "Русская земля" (Russkaya zemlya), che può essere tradotto come "terra russa" o "terra di Rus". Per distinguere questo stato dagli altri stati da esso derivati, si denota come Rus' di Kiev dalla storiografia moderna. Il nome Rus' stesso proviene dal popolo della Rus' altomedievale, e dai mercanti e guerrieri svedesi, [12] [13] che si trasferirono dall'altra parte del Mar Baltico e fondarono uno stato centrato su Novgorod che in seguito divenne Kievan Rus'.

Un'antica versione latina del nome Rus' era Rutenia, per lo più applicata alle regioni occidentali e meridionali della Rus' adiacenti all'Europa cattolica. Il nome attuale del paese, Россия (Rossiya), deriva dalla designazione greca bizantina della Rus', Ρωσσία Rossia—farro Ρωσία (Rosía pronunciato [roˈsia] ) in greco moderno. [14]

Il modo standard per riferirsi ai cittadini russi è "russi" in inglese. [15] Ci sono due parole in russo che sono comunemente tradotte in inglese come "russi": una è "русские" (russo), che più spesso si riferisce ai russi etnici, e l'altro è "россияне" (rossiyane), che si riferisce ai cittadini della Russia, indipendentemente dall'etnia. [16]

Storia antica

Una delle prime ossa umane moderne di oltre 40.000 anni è stata trovata nella Russia meridionale, nei villaggi di Kostyonki e Borshchyovo situati sulle rive del fiume Don. [17] [18]

La pastorizia nomade si sviluppò nella steppa pontico-caspica a partire dal calcolitico. [19] Resti di queste civiltà della steppa sono stati scoperti in luoghi come Ipatovo, [19] Sintashta, [20] Arkaim, [21] e Pazyryk, [22] che portano le prime tracce conosciute di cavalli in guerra. Nell'antichità classica, la steppa pontico-caspica era conosciuta come Scizia. [23]

A partire dall'VIII secolo a.C., gli antichi commercianti greci portarono la loro civiltà negli empori commerciali situati nelle città russe di Tanais e Fanagoria. [24]

Dal III al IV secolo d.C., il regno gotico di Oium esisteva nella Russia meridionale, che fu in seguito invasa dagli Unni. Tra il III e il VI secolo d.C., il Regno del Bosforo, che era un governo ellenistico succeduto alle colonie greche, [25] fu anche sopraffatto da invasioni nomadi guidate da tribù bellicose come gli Unni e gli Avari eurasiatici. [26] I Cazari, di origine turca, governarono le steppe del basso bacino del Volga tra il Mar Caspio e il Mar Nero fino al X secolo. [27]

Gli antenati dei russi moderni sono le tribù slave, la cui casa originale è ritenuta da alcuni studiosi le aree boschive delle Paludi di Pinsk, una delle zone umide più grandi d'Europa. [28] Gli slavi orientali gradualmente insediarono la Russia occidentale in due ondate: una che si spostava da Kiev verso le odierne Suzdal e Murom e un'altra da Polotsk verso Novgorod e Rostov. Dal VII secolo in poi, gli slavi orientali costituirono il grosso della popolazione nella Russia occidentale, [29] e lentamente ma pacificamente assimilarono i popoli nativi ugro-finnici, tra cui i Merya, [30] i Muromi, [31] e i Meshchera. . [32]

Rus' di Kiev

L'istituzione dei primi stati slavi orientali nel IX secolo coincise con l'arrivo di Varangiani, i Vichinghi che si avventuravano lungo i corsi d'acqua che si estendevano dal Baltico orientale al Mar Nero e al Mar Caspio. [33] Secondo il Cronaca Primaria, un Varangiano del popolo Rus, di nome Rurik, fu eletto sovrano di Novgorod nell'862. Nell'882, il suo successore Oleg si avventurò a sud e conquistò Kiev, [34] che in precedenza aveva pagato tributo ai Cazari. Oleg, il figlio di Rurik Igor e il figlio di Igor Sviatoslav successivamente sottomisero tutte le tribù slave orientali locali al dominio di Kiev, distrussero il Khazar Khaganate e lanciarono diverse spedizioni militari a Bisanzio e in Persia.

Tra il X e l'XI secolo, Kievan Rus' divenne uno degli stati più grandi e prosperi d'Europa. [35] I regni di Vladimir il Grande (980-1015) e di suo figlio Yaroslav il Saggio (1019-1054) costituiscono l'età d'oro di Kiev, che ha visto l'accettazione del cristianesimo ortodosso da Bisanzio e la creazione del primo scritto slavo orientale codice legale, il Russkaya Pravda.

Nei secoli XI e XII, le continue incursioni di tribù nomadi turche, come i Kipchak e i Peceneghi, causarono una massiccia migrazione delle popolazioni slave orientali verso le regioni più sicure e boscose del nord, in particolare nell'area nota come Zalesye [ 36] che ha portato alla mescolanza con le tribù native del Volga Finnic. [37] [38]

L'era del feudalesimo e del decentramento era giunta, segnata da continue lotte interne tra i membri della dinastia Rurikid che governava collettivamente la Rus' di Kiev. Il dominio di Kiev diminuì, a vantaggio di Vladimir-Suzdal a nord-est, Repubblica di Novgorod a nord-ovest e Galizia-Volinia a sud-ovest.

Alla fine Kievan Rus' si disintegrò, con il colpo finale che fu l'invasione mongola del 1237–40, [39] che portò alla distruzione di Kiev, [40] e alla morte di circa metà della popolazione di Rus'. [41] Gli invasori, più tardi conosciuti come tartari, formarono lo stato dell'Orda d'Oro, che saccheggiò i principati russi e governò le distese meridionali e centrali della Russia per oltre due secoli. [42]

La Galizia-Volinia fu infine assimilata dal Regno di Polonia, mentre la Repubblica di Novgorod e Vladimir-Suzdal, dominata dai mongoli, due regioni alla periferia di Kiev, stabilirono le basi per la moderna nazione russa. [38] La Repubblica di Novgorod sfuggì all'occupazione mongola e, insieme a Pskov, mantenne un certo grado di autonomia durante il periodo del giogo mongolo, furono ampiamente risparmiate dalle atrocità che colpirono il resto del paese. Guidati dal principe Alexander Nevsky, gli abitanti di Novgorod respinsero gli invasori svedesi nella battaglia della Neva nel 1240, così come i crociati germanici nella battaglia del ghiaccio nel 1242.

Granducato di Mosca

Lo stato più potente sorto alla fine dopo la distruzione della Rus' di Kiev fu il Granducato di Mosca, inizialmente parte di Vladimir-Suzdal. Mentre era ancora sotto il dominio dei mongoli-tartari e con la loro connivenza, Mosca iniziò ad affermare la sua influenza nella Rus' centrale all'inizio del XIV secolo, diventando gradualmente la forza trainante nel processo di riunificazione delle terre della Rus' e nell'espansione del Russia. [43] L'ultima rivale di Mosca, la Repubblica di Novgorod, prosperò come principale centro commerciale di pellicce e come porto più orientale della Lega Anseatica.

I tempi rimasero difficili, con frequenti incursioni mongolo-tatare. L'agricoltura ha sofferto dall'inizio della piccola era glaciale. Come nel resto d'Europa, la peste era un evento frequente tra il 1350 e il 1490. [44] Tuttavia, a causa della minore densità di popolazione e della migliore igiene - pratica diffusa della banya, un bagno di vapore umido - il tasso di mortalità per peste non era così grave come nell'Europa occidentale, [45] e il numero della popolazione recuperato nel 1500. [44]

Guidato dal principe Dmitry Donskoy di Mosca e aiutato dalla Chiesa ortodossa russa, l'esercito unito dei principati russi inflisse una sconfitta epocale ai mongoli-tartari nella battaglia di Kulikovo nel 1380. [46] Mosca assorbì gradualmente i principati circostanti, compresi quelli precedentemente rivali forti come Tver e Novgorod.

Ivan III ("il Grande") alla fine liberò il controllo dell'Orda d'oro e consolidò l'intera Rus' centrale e settentrionale sotto il dominio di Mosca. [47] Fu anche il primo a prendere il titolo di "Granduca di tutte le Russie". Dopo la caduta di Costantinopoli nel 1453, Mosca rivendicò la successione all'eredità dell'Impero Romano d'Oriente. Ivan III sposò Sofia Paleologina, nipote dell'ultimo imperatore bizantino Costantino XI, e fece sua l'aquila bicipite bizantina e infine lo stemma della Russia. [48]

Zar di Russia

Nello sviluppo delle idee della Terza Roma, il Granduca Ivan IV (il "Terribile") fu ufficialmente incoronato per primo Zar della Russia nel 1547. [47] The Zar promulgò un nuovo codice di leggi (Sudebnik del 1550), istituì il primo corpo rappresentativo feudale russo (Zemsky Sobor) e introdusse l'autogestione locale nelle regioni rurali. [49]

Durante il suo lungo regno, Ivan il Terribile quasi raddoppiò il già vasto territorio russo annettendo i tre khanati tartari (parti dell'Orda d'oro disintegrata): Kazan e Astrakhan lungo il fiume Volga e il Khanato siberiano nella Siberia sudoccidentale. [47] Così, entro la fine del XVI secolo, la Russia si espanse in Asia e fu trasformata in uno stato transcontinentale. [50]

Tuttavia, lo zar fu indebolito dalla lunga e infruttuosa guerra di Livonia contro la coalizione di Polonia, Lituania e Svezia per l'accesso alla costa baltica e al commercio marittimo. [51] Allo stesso tempo, i tartari del Khanato di Crimea, l'unico successore rimasto dell'Orda d'oro, continuarono a razziare la Russia meridionale. [52] Nel tentativo di ripristinare i khanati del Volga, la Crimea e i loro alleati ottomani invasero la Russia centrale e furono persino in grado di bruciare parti di Mosca nel 1571. [53] Ma l'anno successivo il grande esercito invasore fu completamente sconfitto dal Russi nella battaglia di Molodi, eliminando per sempre la minaccia di un'espansione ottomano-crimea in Russia. [54] Le incursioni degli schiavi della Crimea, tuttavia, non cessarono fino alla fine del XVII secolo, sebbene la costruzione di nuove linee di fortificazione attraverso la Russia meridionale, come la Grande Linea di Abatis, restringesse costantemente l'area accessibile alle incursioni. [55]

La morte dei figli di Ivan segnò la fine dell'antica dinastia Rurik nel 1598 e, in combinazione con la carestia del 1601–03, portò a una guerra civile, al governo dei pretendenti e all'intervento straniero durante il Periodo dei Torbidi all'inizio del XVII secolo. secolo. [56] Il Commonwealth polacco-lituano occupò parti della Russia, estendendosi anche a Mosca. [57] Nel 1612, i polacchi furono costretti a ritirarsi dal corpo volontario russo, guidato da due eroi nazionali, il mercante Kuzma Minin e il principe Dmitry Pozharsky. [58] La dinastia dei Romanov salì al trono nel 1613 per decisione di Zemsky Sobor, e il paese iniziò la sua graduale ripresa dalla crisi. [59]

La Russia continuò la sua crescita territoriale fino al XVII secolo, che fu l'età dei cosacchi. Nel 1648, i contadini dell'Ucraina si unirono ai cosacchi di Zaporozhian nella ribellione contro la Polonia-Lituania durante la rivolta di Khmelnytsky in reazione all'oppressione sociale e religiosa che avevano subito sotto il dominio polacco. [60] Nel 1654, il leader ucraino, Bohdan Khmelnytsky, offrì di porre l'Ucraina sotto la protezione dello zar russo, Aleksey I. [61] L'accettazione di questa offerta da parte di Aleksey portò a un'altra guerra russo-polacca. Infine, l'Ucraina fu divisa lungo il fiume Dnepr, lasciando la parte occidentale, la riva destra dell'Ucraina, sotto il dominio polacco e la parte orientale (riva sinistra Ucraina e Kiev) sotto il dominio russo. Più tardi, nel 1670-1671, i cosacchi del Don guidati da Stenka Razin iniziarono una grande rivolta nella regione del Volga, ma le truppe dello zar riuscirono a sconfiggere i ribelli. [62]

Ad est, la rapida esplorazione e colonizzazione russa dei vasti territori della Siberia fu guidata principalmente dai cosacchi alla ricerca di preziose pellicce e avorio. Gli esploratori russi si spinsero verso est principalmente lungo le rotte fluviali siberiane e verso la metà del XVII secolo c'erano insediamenti russi nella Siberia orientale, sulla penisola di Chukchi, lungo il fiume Amur e sulla costa del Pacifico. Nel 1648, Fedot Popov e Semyon Dezhnyov, due esploratori russi, scoprirono lo stretto di Bering e divennero i primi europei a navigare verso il Nord America. [63]

Russia imperiale

Sotto Pietro il Grande, la Russia fu proclamata Impero nel 1721 e divenne una delle grandi potenze europee. [64] Regnando dal 1682 al 1725, Pietro sconfisse la Svezia nella Grande Guerra del Nord, costringendola a cedere la Carelia occidentale e l'Ingria (due regioni perse dalla Russia al tempo dei disordini), così come il Governatorato di Estonia e Livonia, assicurandosi L'accesso della Russia al mare e al commercio marittimo. [65] Nel 1703, sul Mar Baltico, Pietro fondò San Pietroburgo come nuova capitale della Russia. [66] Durante il suo governo, furono fatte riforme radicali, che portarono alla Russia significative influenze culturali dell'Europa occidentale. [67]

Il regno della figlia di Pietro I, Elisabetta, nel 1741-1762, vide la partecipazione della Russia alla guerra dei sette anni (1756-1763).Durante questo conflitto, la Russia ha annesso per un po' la Prussia orientale e ha anche preso Berlino. Tuttavia, alla morte di Elisabetta, tutte queste conquiste furono restituite al Regno di Prussia dal filoprussiano Pietro III di Russia. [68]

Caterina II ("la Grande"), che regnò nel 1762-1796, presiedette all'età dell'Illuminismo russo. [69] Estese il controllo politico russo sul Commonwealth polacco-lituano e incorporò la maggior parte dei suoi territori in Russia durante le spartizioni della Polonia, spingendo la frontiera russa verso ovest nell'Europa centrale. [69] Nel sud, dopo le vittoriose guerre russo-turche contro l'Impero ottomano, Caterina avanzò il confine della Russia fino al Mar Nero, sconfiggendo il Khanato di Crimea. [69] Come risultato delle vittorie sull'Iran Qajar attraverso le guerre russo-persiane, entro la prima metà del XIX secolo, la Russia ottenne anche significativi guadagni territoriali in Transcaucasia e nel Caucaso settentrionale. [70] [71] Il successore di Caterina, suo figlio Paolo, era instabile e si concentrava principalmente sulle questioni domestiche. Dopo il suo breve regno, la strategia di Caterina continuò con la conquista da parte di Alessandro I (1801–25) della Finlandia dall'indebolita Svezia nel 1809, [72] e della Bessarabia dagli Ottomani nel 1812. [73] Mentre si trovavano in Nord America, i russi divennero i primi europei a raggiungere e colonizzare l'Alaska. [74]

Nel 1803-1806 fu effettuata la prima circumnavigazione russa, seguita in seguito da altri notevoli viaggi di esplorazione marittima russa. Nel 1820, una spedizione russa scoprì il continente antartico. [75]

In alleanze con vari altri paesi europei, la Russia ha combattuto contro la Francia di Napoleone. L'invasione francese della Russia al culmine del potere napoleonico nel 1812 raggiunse Mosca, ma alla fine fallì miseramente poiché l'ostinata resistenza in combinazione con il gelido inverno russo portò a una disastrosa sconfitta degli invasori, in cui più del 95% dei pan- Perì la Grande Armée europea. [76] Guidato da Mikhail Kutuzov e Barclay de Tolly, l'esercito imperiale russo cacciò Napoleone dal paese e guidò in tutta Europa nella guerra della sesta coalizione, entrando infine a Parigi. [77] Alessandro I controllava la delegazione russa al Congresso di Vienna, che definiva la mappa dell'Europa post-napoleonica. [78]

Gli ufficiali delle guerre napoleoniche riportarono con sé le idee del liberalismo in Russia e tentarono di ridurre i poteri dello zar durante la fallita rivolta decabrista del 1825. Alla fine del regno conservatore di Nicola I (1825-1855), un periodo zenit Il potere e l'influenza della Russia in Europa furono sconvolti dalla sconfitta nella guerra di Crimea. [79] Tra il 1847 e il 1851, circa un milione di persone morirono in tutto il paese a causa del colera asiatico. [80]

Il successore di Nicola, Alessandro II (1855-1881) attuò cambiamenti significativi in ​​tutto il paese, inclusa la riforma dell'emancipazione del 1861. Queste riforme stimolarono l'industrializzazione e modernizzarono l'esercito imperiale russo, che liberò gran parte dei Balcani dal dominio ottomano all'indomani del 1877. –78 Guerra russo-turca. [81]

La fine del XIX secolo ha visto l'ascesa di vari movimenti socialisti in Russia. Alessandro II fu ucciso nel 1881 da terroristi rivoluzionari, [82] e il regno di suo figlio Alessandro III (1881-1894) fu meno liberale ma più pacifico. L'ultimo imperatore russo, Nicola II (1894–1917), non fu in grado di prevenire gli eventi della rivoluzione russa del 1905, innescati dalla fallita guerra russo-giapponese e dall'incidente dimostrativo noto come Bloody Sunday. La rivolta fu repressa, ma il governo fu costretto a concedere importanti riforme (Costituzione russa del 1906), compresa la concessione della libertà di parola e di riunione, la legalizzazione dei partiti politici e la creazione di un organo legislativo eletto, la Duma di Stato di l'impero russo. La riforma agraria di Stolypin portò a una massiccia migrazione e insediamento di contadini in Siberia, e più di quattro milioni di coloni arrivarono nella regione tra il 1906 e il 1914. [83]

Rivoluzione di febbraio e Repubblica russa

Nel 1914, la Russia entrò nella prima guerra mondiale in risposta alla dichiarazione di guerra dell'Austria-Ungheria alla Serbia, alleata della Russia, [84] e combatté su più fronti mentre era isolata dai suoi alleati della Triplice Intesa. [85] Nel 1916, l'offensiva Brusilov dell'esercito imperiale russo distrusse quasi completamente l'esercito austro-ungarico. [86] Tuttavia, la sfiducia pubblica già esistente nei confronti del regime è stata aggravata dai crescenti costi della guerra, dalle alte vittime e dalle voci di corruzione e tradimento. Tutto ciò formò il clima per la rivoluzione russa del 1917, portata avanti in due grandi atti.

La rivoluzione di febbraio costrinse Nicola II ad abdicare, lui e la sua famiglia furono imprigionati e successivamente giustiziati a Ekaterinburg durante la guerra civile russa. [87] La ​​monarchia fu sostituita da una traballante coalizione di partiti politici che si autoproclamò Governo Provvisorio. [88] Il 1° settembre (14) 1917, su decreto del Governo Provvisorio, fu proclamata la Repubblica Russa. [89] Il 6 gennaio (19), 1918, l'Assemblea costituente russa dichiarò la Russia una repubblica federale democratica (ratificando così la decisione del governo provvisorio). Il giorno successivo l'Assemblea costituente fu sciolta dal Comitato esecutivo centrale panrusso.

Guerra civile russa

Un'organizzazione socialista alternativa coesisteva, il Soviet di Pietrogrado, che esercitava il potere attraverso i consigli degli operai e dei contadini democraticamente eletti, chiamati sovietici. Il governo delle nuove autorità ha solo aggravato la crisi nel Paese invece di risolverla. Alla fine, la Rivoluzione d'Ottobre, guidata dal leader bolscevico Vladimir Lenin, rovesciò il governo provvisorio e diede pieno potere di governo ai sovietici, portando alla creazione del primo stato socialista del mondo.

Dopo la Rivoluzione d'Ottobre, scoppiò la guerra civile russa tra il movimento bianco anticomunista e il nuovo regime sovietico con la sua Armata Rossa. La Russia bolscevica perse i suoi territori ucraini, polacchi, baltici e finlandesi firmando il Trattato di Brest-Litovsk che concludeva le ostilità con le potenze centrali della prima guerra mondiale. Le potenze alleate lanciarono un intervento militare senza successo a sostegno delle forze anticomuniste. Nel frattempo, sia il movimento bolscevico che quello bianco hanno condotto campagne di deportazioni ed esecuzioni l'una contro l'altra, note rispettivamente come Terrore Rosso e Terrore Bianco. Alla fine della guerra civile, l'economia e le infrastrutture russe furono gravemente danneggiate. C'erano circa 7-12 milioni di vittime durante la guerra, per lo più civili. [90] Milioni di persone divennero emigrati bianchi, [91] e la carestia russa del 1921-1922 fece fino a cinque milioni di vittime. [92]

Unione Sovietica

Il 30 dicembre 1922, Lenin e i suoi collaboratori formarono l'Unione Sovietica, fondendo la RSFS russa con quella ucraina, bielorussa e transcaucasica. Delle 15 repubbliche dell'Unione Sovietica, la più grande per dimensioni e popolazione era la RSFS russa, che ha dominato l'Unione per tutta la sua storia politicamente, culturalmente ed economicamente.

Dopo la morte di Lenin nel 1924, fu designata una troika a prenderne il controllo. Alla fine Joseph Stalin, il segretario generale del Partito comunista, riuscì a sopprimere tutte le fazioni dell'opposizione e a consolidare il potere nelle sue mani per diventare il dittatore del paese negli anni '30. Leon Trotsky, il principale sostenitore della rivoluzione mondiale, fu esiliato dall'Unione Sovietica nel 1929 e l'idea di Stalin del socialismo in un solo paese divenne la linea ufficiale. La continua lotta interna al partito bolscevico culminò nella Grande Purga, un periodo di repressioni di massa nel 1937-38, durante il quale furono giustiziate centinaia di migliaia di persone, inclusi membri originali del partito e capi militari costretti a confessare complotti inesistenti. [93]

Sotto la guida di Stalin, il governo ha lanciato un'economia di comando, l'industrializzazione del paese in gran parte rurale e la collettivizzazione della sua agricoltura. Durante questo periodo di rapido cambiamento economico e sociale, milioni di persone furono mandate nei campi di lavoro penale, [94] inclusi molti detenuti politici per la loro sospetta o reale opposizione al dominio di Stalin, milioni furono deportati ed esiliati in aree remote dell'Unione Sovietica. [94] La disorganizzazione transitoria dell'agricoltura del paese, combinata con le dure politiche statali e la siccità, portò alla carestia sovietica del 1932-1933, [95] che uccise tra 2 e 3 milioni di persone nella RSFS russa. [96] L'Unione Sovietica fece la costosa trasformazione da un'economia prevalentemente agricola a una grande potenza industriale in un breve lasso di tempo. [97]

Seconda guerra mondiale

Il 22 giugno 1941, la Germania nazista ruppe il trattato di non aggressione e invase la mal preparata Unione Sovietica con la più grande e potente forza di invasione della storia umana, [98] aprendo il più grande teatro della seconda guerra mondiale. Il piano nazista della fame prevedeva "l'estinzione dell'industria e di gran parte della popolazione". [99] Quasi 3 milioni di prigionieri di guerra sovietici in cattività tedeschi furono assassinati in soli otto mesi del 1941-1942. [100] Sebbene la Wehrmacht avesse avuto un notevole successo iniziale, il loro attacco fu interrotto nella battaglia di Mosca. Successivamente, i tedeschi subirono grandi sconfitte prima nella battaglia di Stalingrado nell'inverno 1942-43, [101] e poi nella battaglia di Kursk nell'estate del 1943. [102] Un altro fallimento tedesco fu l'assedio di Leningrado, in cui la città fu completamente bloccata a terra tra il 1941 e il 1944 dalle forze tedesche e finlandesi, e soffrì la fame e più di un milione di morti, ma non si arrese mai. [103] Sotto l'amministrazione di Stalin e la guida di comandanti come Georgy Zhukov e Konstantin Rokossovsky, le forze sovietiche avanzarono nell'Europa centrale e orientale nel 1944-45 e conquistarono Berlino nel maggio 1945. [104] Nell'agosto 1945, l'esercito sovietico cacciò il Giapponesi dal Manchukuo cinese e dalla Corea del Nord, contribuendo alla vittoria degli Alleati sul Giappone. [105]

Il periodo 1941-1945 della seconda guerra mondiale è conosciuto in Russia come la Grande Guerra Patriottica. [107] L'Unione Sovietica insieme agli Stati Uniti, al Regno Unito e alla Cina furono considerati i quattro grandi delle potenze alleate nella seconda guerra mondiale, [108] e in seguito divennero i quattro poliziotti che furono il fondamento del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite . [109] Durante questa guerra, che includeva molte delle operazioni di battaglia più letali della storia umana, la morte di civili e militari sovietici fu di circa 26-27 milioni, rappresentando circa un terzo di tutte le vittime della seconda guerra mondiale. [110] La totale perdita demografica dei cittadini sovietici fu ancora maggiore. [111] L'economia e le infrastrutture sovietiche subirono una massiccia devastazione, che causò la carestia sovietica del 1946-47. [112] Tuttavia, l'Unione Sovietica è emersa come una superpotenza globale in seguito. [113]

Guerra fredda

Dopo la seconda guerra mondiale, l'Europa orientale e centrale, compresa la Germania orientale e le parti orientali dell'Austria, furono occupate dall'Armata Rossa secondo la Conferenza di Potsdam. I governi comunisti dipendenti sono stati installati negli stati satellite del blocco orientale. Dopo essere diventata la seconda potenza nucleare del mondo, l'Unione Sovietica stabilì l'alleanza del Patto di Varsavia e iniziò una lotta per il dominio globale, nota come Guerra Fredda, con i rivali Stati Uniti e NATO. [114]

Dopo la morte di Stalin nel 1953 e un breve periodo di governo collettivo, il nuovo leader Nikita Krusciov denunciò i numerosi crimini e atrocità di Stalin e lanciò la politica di destalinizzazione. [115] Il durissimo sistema del lavoro penale fu riformato e molti prigionieri politici furono rilasciati e riabilitati (molti dei quali postumi). [116] Il generale allentamento delle politiche repressive divenne noto in seguito come il disgelo di Krusciov. [117] Allo stesso tempo, le tensioni della Guerra Fredda raggiunsero il culmine quando i due rivali si scontrarono per il dispiegamento dei missili Jupiter degli Stati Uniti in Turchia e dei missili sovietici a Cuba. [118]

Nel 1957, l'Unione Sovietica lanciò il primo satellite artificiale al mondo, Sputnik 1, dando così inizio all'era spaziale. [119] Il cosmonauta russo Yuri Gagarin divenne il primo essere umano ad orbitare attorno alla Terra, a bordo del Vostok 1 veicolo spaziale con equipaggio il 12 aprile 1961. [120] Dopo la cacciata di Krusciov nel 1964, seguì un altro periodo di governo collettivo, fino a quando Leonid Brezhnev divenne il leader. L'era degli anni '70 e dei primi anni '80 fu in seguito designata come l'era della stagnazione, un periodo in cui la crescita economica rallentò e le politiche sociali divennero statiche. La riforma di Kosygin del 1965 mirava al parziale decentramento dell'economia sovietica e spostava l'enfasi dall'industria pesante e dalle armi all'industria leggera e ai beni di consumo, ma fu soffocata dalla leadership comunista conservatrice. Nel 1979, dopo una rivoluzione guidata dai comunisti in Afghanistan, le forze sovietiche invasero il paese, dando inizio alla guerra sovietico-afghana. [121] L'occupazione prosciugò risorse economiche e si trascinò senza ottenere risultati politici significativi. Alla fine, i sovietici si ritirarono dall'Afghanistan nel 1989 a causa dell'opposizione internazionale, della persistente guerriglia antisovietica e della mancanza di sostegno da parte dei cittadini sovietici. [122]

Dal 1985 in poi, l'ultimo leader sovietico Mikhail Gorbaciov, che cercò di attuare riforme liberali nel sistema sovietico, introdusse le politiche di glasnost (apertura) e perestrojka (ristrutturazione) nel tentativo di porre fine al periodo di stagnazione economica e di democratizzare il governo. [123] Ciò, tuttavia, portò alla nascita di forti movimenti nazionalisti e separatisti. Prima del 1991, l'economia sovietica era la seconda più grande del mondo, [124] ma durante i suoi ultimi anni era afflitta da carenze di beni nei negozi di alimentari, enormi deficit di bilancio e crescita esplosiva dell'offerta di moneta che portava all'inflazione. [125]

Nel 1991, le turbolenze economiche e politiche iniziarono a ribollire quando gli stati baltici scelsero di separarsi dall'Unione Sovietica. [126] Il 17 marzo si tenne un referendum, in cui la stragrande maggioranza dei cittadini partecipanti votò a favore della trasformazione dell'Unione Sovietica in una rinnovata federazione. [127] Nell'agosto 1991, un tentativo di colpo di stato da parte dei membri del governo di Gorbaciov, diretto contro Gorbaciov e volto a preservare l'Unione Sovietica, portò invece alla fine del Partito Comunista dell'Unione Sovietica. [128] Il 25 dicembre 1991, in seguito alla dissoluzione dell'Unione Sovietica, insieme alla Russia contemporanea, emersero altri quattordici stati post-sovietici. [129]

Russia post-sovietica (1991-oggi)

Nel giugno 1991, Boris Eltsin divenne il primo presidente eletto direttamente nella storia della Russia quando fu eletto presidente della RSFS russa, [130] che divenne la Federazione russa indipendente nel dicembre di quell'anno. [131] Il collasso economico e politico dell'Unione Sovietica ha portato a una depressione profonda e prolungata, caratterizzata da un calo del 50% sia del PIL che della produzione industriale tra il 1990 e il 1995, sebbene alcuni dei cali registrati possano essere stati il ​​risultato di un bias al rialzo nei dati economici dell'era sovietica. [132] [133] Durante e dopo la disintegrazione dell'Unione Sovietica, furono intraprese riforme di vasta portata, tra cui la privatizzazione e la liberalizzazione del mercato e del commercio, [132] compresi cambiamenti radicali lungo le linee della "terapia d'urto" come raccomandato dagli Stati Uniti e il Fondo monetario internazionale. [134]

La privatizzazione ha in gran parte spostato il controllo delle imprese dalle agenzie statali a individui con connessioni interne nel governo, [135] che ha portato all'ascesa dei famigerati oligarchi russi. [136] Molti dei nuovi ricchi trasferirono miliardi in contanti e beni al di fuori del paese in un'enorme fuga di capitali. [137] La ​​depressione dell'economia ha portato al crollo dei servizi sociali, il tasso di natalità è crollato mentre il tasso di mortalità è salito alle stelle. [138] Milioni di persone sono precipitate nella povertà, da un livello dell'1,5% nella tarda era sovietica al 39-49% a metà del 1993. [139] Gli anni '90 hanno visto un'estrema corruzione e illegalità, l'ascesa di bande criminali e crimini violenti. [140]

Alla fine del 1993, le tensioni tra Eltsin e il parlamento russo culminarono in una crisi costituzionale che si concluse con la forza militare. [141] Durante la crisi, Eltsin fu sostenuto dai governi occidentali e oltre 100 persone furono uccise. [141] A dicembre si tenne e si approvò un referendum che introdusse una nuova costituzione, conferendo al presidente enormi poteri. [141]

Gli anni '90 sono stati afflitti da conflitti armati nel Caucaso settentrionale, sia schermaglie etniche locali che insurrezioni islamiste separatiste. [142] Dal momento in cui i separatisti ceceni dichiararono l'indipendenza nei primi anni '90, fu combattuta una guerriglia intermittente tra i gruppi ribelli e le forze russe. [143] Gli attacchi terroristici contro i civili compiuti dai separatisti, in particolare la crisi degli ostaggi del teatro di Mosca e l'assedio della scuola di Beslan, causarono centinaia di morti. [144] [145]

La Russia si è assunta la responsabilità di saldare i debiti esterni dell'Unione Sovietica, anche se la sua popolazione ne costituiva solo la metà al momento della sua dissoluzione. [140] Nel 1992, la maggior parte dei controlli sui prezzi al consumo furono eliminati, causando un'inflazione estrema e svalutando significativamente il rublo. [146] Con un rublo svalutato, il governo russo ha lottato per ripagare i suoi debiti con i debitori interni, così come con le istituzioni internazionali come il Fondo monetario internazionale. [147] Nonostante i significativi tentativi di ristrutturazione economica, il debito della Russia ha superato la crescita del PIL. Gli elevati disavanzi di bilancio, insieme alla crescente fuga di capitali e all'incapacità di rimborsare i debiti, [148] hanno causato la crisi finanziaria russa del 1998, [146] e hanno provocato un ulteriore calo del PIL. [125]

L'era di Putin

Il 31 dicembre 1999, il presidente Eltsin si è dimesso inaspettatamente, consegnando l'incarico al primo ministro recentemente nominato, Vladimir Putin. [149] Eltsin lasciò l'incarico ampiamente impopolare, con un indice di gradimento del 2% secondo alcune stime. [150] Putin ha poi vinto le elezioni presidenziali del 2000, [151] e ha soppresso l'insurrezione cecena. [152] Come risultato degli alti prezzi del petrolio, dell'aumento degli investimenti esteri e di politiche economiche e fiscali prudenti, l'economia russa è cresciuta notevolmente migliorando notevolmente il tenore di vita della Russia e aumentando la sua influenza nella politica globale. [153] Putin ha vinto un secondo mandato presidenziale nel 2004. [154]

Il 2 marzo 2008, Dmitry Medvedev è stato eletto presidente mentre Putin è diventato primo ministro, [155] poiché la costituzione vietava a Putin di servire un terzo mandato presidenziale consecutivo. [155] Putin è tornato alla presidenza dopo le elezioni presidenziali del 2012 [156] e Medvedev è stato nominato primo ministro. [157] Questa leadership congiunta di quattro anni dei due è stata coniata dai media esterni come "tandemocrazia". [158] [159]

Nel 2014, dopo che il presidente dell'Ucraina Viktor Yanukovich è fuggito a causa di una rivoluzione, Putin ha chiesto e ricevuto l'autorizzazione dal parlamento russo per schierare truppe russe in Ucraina, portando alla conquista della Crimea. [160] A seguito di un referendum in Crimea in cui la separazione è stata favorita da una grande maggioranza di elettori, [161] la leadership russa ha annunciato l'adesione della Crimea in Russia, sebbene questo e il referendum che lo ha preceduto non siano stati accettati a livello internazionale. [162] L'annessione della Crimea ha portato a sanzioni da parte dei paesi occidentali, dopo di che il governo russo ha risposto con controsanzioni contro un certo numero di paesi. [163]

Nel settembre 2015, la Russia ha avviato l'intervento militare nella guerra civile siriana a sostegno del governo siriano, consistente in attacchi aerei contro gruppi militanti dello Stato Islamico, Fronte al-Nusra (al-Qaeda nel Levante), l'Esercito di Conquista e altri gruppi ribelli. [164] Nel marzo 2018, Putin è stato eletto per un quarto mandato presidenziale complessivo. [165]

Nel gennaio 2020 sono stati proposti emendamenti sostanziali alla costituzione che sono entrati in vigore a luglio a seguito di un voto nazionale, consentendo a Putin di candidarsi per altri due mandati presidenziali di sei anni dopo la fine del suo mandato attuale. [166] Nell'aprile 2021, Putin ha firmato la modifica costituzionale in legge. [167]

Secondo la Costituzione della Russia, il paese è una federazione asimmetrica e una repubblica semipresidenziale, in cui il presidente è il capo dello stato, [168] e il primo ministro è il capo del governo. La Federazione Russa è fondamentalmente strutturata come una democrazia rappresentativa multipartitica, con il governo federale composto da tre rami: [169]

  • Legislativa: l'Assemblea federale bicamerale della Russia, composta dalla Duma di Stato di 450 membri e dal Consiglio della Federazione di 170 membri, adotta la legge federale, dichiara guerra, approva i trattati, ha il potere di borsa e il potere di impeachment del presidente.
  • Esecutivo: il presidente è il comandante in capo delle forze armate, può porre il veto ai progetti di legge prima che diventino legge e nomina il governo della Russia (gabinetto) e altri ufficiali, che amministrano e applicano le leggi e le politiche federali. : La Corte costituzionale, la Corte suprema e le corti federali inferiori, i cui giudici sono nominati dal Consiglio della Federazione su raccomandazione del Presidente, interpretano le leggi e possono ribaltare le leggi che ritengono incostituzionali.

Il presidente è eletto con voto popolare per un mandato di sei anni (eleggibile per un secondo mandato, ma non per un terzo mandato consecutivo). [170] I ministeri del governo sono composti dal Premier e dai suoi vice, ministri e altri individui selezionati, tutti nominati dal Presidente su raccomandazione del Primo Ministro (mentre la nomina di quest'ultimo richiede il consenso della Duma di Stato) .

Divisioni politiche

Secondo la costituzione, la Federazione Russa è composta da 85 soggetti federali. [d] Nel 1993, quando fu adottata la nuova costituzione, c'erano 89 soggetti federali elencati, ma in seguito alcuni di essi furono fusi. Questi soggetti hanno pari rappresentanza – due delegati ciascuno – nel Consiglio della Federazione. [171] I sudditi federali hanno pari rappresentanza – due delegati ciascuno – nel Consiglio della Federazione, la camera alta dell'Assemblea federale. Tuttavia, differiscono nel grado di autonomia di cui godono.

I soggetti federali sono raggruppati in otto distretti federali, ciascuno amministrato da un inviato nominato dal Presidente della Russia. [174] A differenza dei soggetti federali, i distretti federali non sono un livello di governo subnazionale ma sono un livello di amministrazione del governo federale. Gli inviati dei distretti federali fungono da collegamento tra i sudditi federali e il governo federale e sono principalmente responsabili della supervisione della conformità dei sudditi federali alle leggi federali.

Relazioni estere

A partire dal 2019 [aggiornamento], la Russia ha la quinta rete diplomatica più grande al mondo che mantiene relazioni diplomatiche con 190 Stati membri delle Nazioni Unite, due Stati parzialmente riconosciuti e tre Stati osservatori delle Nazioni Unite con 144 ambasciate. [175] È considerata una potenziale superpotenza ed è uno dei cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. La Russia è membro del G20, del Consiglio d'Europa, dell'OSCE e dell'APEC e assume un ruolo guida in organizzazioni come CIS, EAEU, CSTO, SCO e BRICS.

La Russia mantiene relazioni positive con altri paesi della SCO, [176] EAEU, [177] e BRICS, [178] in particolare con la vicina Bielorussia, che fa parte dello Stato dell'Unione, una confederazione sovranazionale di quest'ultima con la Russia. [179] La Serbia è storicamente uno stretto alleato della Russia da secoli, poiché entrambi i paesi condividono una forte affinità culturale, etnica e religiosa reciproca. [180] Nel 21° secolo, le relazioni sino-russe si sono notevolmente rafforzate bilateralmente ed economicamente: il Trattato di amicizia, la costruzione dell'oleodotto ESPO e il gasdotto Power of Siberia hanno formato una relazione speciale tra i due. [181] L'India è il più grande cliente di equipaggiamento militare russo e i due paesi condividono una relazione strategica e diplomatica storicamente forte. [182]

Militare

Le forze armate russe sono divise in forze di terra, marina e aerospaziale. Ci sono anche due rami di servizio indipendenti: le truppe missilistiche strategiche e le truppe aviotrasportate. A partire dal 2019 [aggiornamento], l'esercito aveva quasi un milione di personale in servizio attivo, che è il quarto più grande al mondo. [183] ​​Inoltre, ci sono oltre 2,5 milioni di riservisti, con un numero totale di truppe di riserva che può raggiungere i 20 milioni. [184] È obbligatorio per tutti i cittadini maschi di età compresa tra 18 e 27 anni essere arruolati per un anno di servizio nelle forze armate. [185]

La Russia vanta il secondo esercito più potente al mondo, [186] ed è tra i cinque stati riconosciuti dotati di armi nucleari, [187] con la più grande riserva mondiale di armi nucleari. [187] Più della metà delle 13.500 armi nucleari del mondo sono di proprietà della Russia. [187] Il paese possiede la seconda più grande flotta di sottomarini missilistici balistici, [188] ed è uno degli unici tre stati che operano bombardieri strategici, [189] con la forza di terra più potente del mondo, [190] la seconda più potente aeronautica militare, [191] e la terza flotta navale più potente. [192] La Russia ha la quarta spesa militare più alta del mondo, spendendo 65,1 miliardi di dollari nel 2019. [193] Ha una grande industria di armi completamente indigena, che produce la maggior parte delle proprie attrezzature militari, ed è il secondo esportatore di armi al mondo , dietro solo agli Stati Uniti. [185]

Diritti umani e corruzione

La gestione dei diritti umani in Russia è stata sempre più criticata dai principali osservatori della democrazia e dei diritti umani. In particolare, organizzazioni come Amnesty International e Human Rights Watch ritengono che la Russia non abbia abbastanza attributi democratici e conceda pochi diritti politici e libertà civili ai suoi cittadini. [194] [195] Dal 2004, Freedom House ha classificato la Russia come "non libera" nella sua Libertà nel mondo indagine. [196] Dal 2011, l'Economist Intelligence Unit ha classificato la Russia come un "regime autoritario" nel suo Democracy Index, classificandola al 124esimo posto su 167 paesi per il 2020. [197] La ​​Russia è stata classificata al 149esimo posto su 180 paesi in Reporters sans frontières. Indice della libertà di stampa per il 2020. [198]

La Russia è stato il paese europeo con il punteggio più basso nell'indice di percezione della corruzione di Transparency International per il 2020, classificandosi al 129° posto su 180 paesi. [199] La corruzione è percepita come un problema significativo in Russia, [200] che incide su vari aspetti della vita, tra cui l'economia, [201] affari, [202] pubblica amministrazione, [203] [204] forze dell'ordine, [205] assistenza sanitaria , [206] e l'istruzione. [207] Il fenomeno della corruzione è fortemente radicato nel modello storico di governo pubblico e attribuito alla generale debolezza dello stato di diritto in Russia. [200]

La Russia è un paese transcontinentale che si estende ampiamente sia in Europa che in Asia. Si estende nell'angolo più settentrionale dell'Eurasia e ha la quarta costa più lunga del mondo, a 37.653 km (23.396 mi). [e] La Russia si trova tra le latitudini 41° e 82° N e le longitudini 19° E e 169° W, ed è più grande di tre continenti: Oceania, Europa e Antartide, pur essendo leggermente più piccola di Plutone per superficie. [208]

I due punti più ampiamente separati in Russia sono distanti circa 8.000 km (4.971 mi) lungo una linea geodetica. [f] Le catene montuose del paese si trovano lungo le regioni meridionali, che condividono una parte significativa delle montagne del Caucaso, dei monti Altai in Siberia e della catena di Verkhoyansk e della penisola di Kamchatka nell'estremo oriente russo. I monti Urali, che corrono da nord a sud attraverso l'ovest del paese, sono ricchi di risorse minerarie e costituiscono il tradizionale confine tra Europa e Asia. [209]

La Russia, insieme al Canada, è uno degli unici due paesi al mondo con una costa lungo tre oceani, [210] grazie al quale ha collegamenti con 12 mari. [g] Le principali isole e arcipelaghi della Russia includono Novaya Zemlya, Franz Josef Land, Severnaya Zemlya, le Isole della Nuova Siberia, Wrangel Island, le Isole Curili e Sakhalin. Le Isole Diomede distano solo 3 km (1,9 mi) l'una dall'altra e l'isola Kunashir si trova a soli 20 km (12,4 mi) da Hokkaido, in Giappone.

La Russia, sede di oltre 100.000 fiumi, [210] ha una delle più grandi risorse idriche superficiali del mondo, con i suoi laghi che contengono circa un quarto dell'acqua dolce liquida del mondo. [211] Il lago Baikal, il più grande e importante tra i corpi d'acqua dolce della Russia, è il lago d'acqua dolce più profondo, puro, antico e capiente del mondo, [212] contenente oltre un quinto delle acque dolci superficiali del mondo. [211] Ladoga e Onega nella Russia nordoccidentale sono due dei più grandi laghi d'Europa. [210] La Russia è seconda solo al Brasile per risorse idriche rinnovabili totali. [213] Il Volga, ampiamente considerato il fiume nazionale della Russia per la sua importanza storica, è il fiume più lungo d'Europa. [214] I fiumi siberiani di Ob, Yenisey, Lena e Amur sono tra i fiumi più lunghi del mondo. [214]

Clima

Le enormi dimensioni della Russia e la lontananza di molte aree dal mare determinano il predominio del clima continentale umido, prevalente in tutte le parti del paese ad eccezione della tundra e dell'estremo sud-ovest. Le montagne del sud ostruiscono il flusso delle masse d'aria calda dall'Oceano Indiano, mentre la pianura dell'ovest e del nord rende il paese aperto alle influenze artiche e atlantiche. [215] La maggior parte della Russia nordoccidentale e della Siberia ha un clima subartico, con inverni estremamente rigidi nelle regioni interne della Siberia nordorientale (soprattutto Sakha, dove si trova il Polo Nord del Freddo con la temperatura record di -71,2 °C o -96,2 °F), e inverni più miti altrove. Sia la striscia di terra lungo la costa dell'Oceano Artico che le isole artiche russe hanno un clima polare.

La parte costiera del Krasnodar Krai sul Mar Nero, in particolare a Sochi, possiede un clima subtropicale umido con inverni miti e umidi. In molte regioni della Siberia orientale e dell'Estremo Oriente, l'inverno è secco rispetto all'estate, in altre parti del paese le precipitazioni sono più uniformi in tutte le stagioni. Le precipitazioni invernali nella maggior parte del paese di solito cadono sotto forma di neve. La regione lungo la costa del Basso Volga e del Mar Caspio, così come alcune aree della Siberia più meridionale, possiede un clima semi-arido.

In gran parte del territorio, ci sono solo due stagioni distinte, inverno ed estate, poiché la primavera e l'autunno sono solitamente brevi periodi di cambiamento tra temperature estremamente basse ed estremamente alte. [215] Il mese più freddo è gennaio (febbraio sulla costa), il più caldo è solitamente luglio. I grandi intervalli di temperatura sono tipici. In inverno le temperature si fanno più fredde sia da sud a nord che da ovest a est. Le estati possono essere piuttosto calde, anche in Siberia. [216]

Biodiversità

Da nord a sud, la pianura dell'Europa orientale è rivestita in sequenza di tundra artica, taiga, foreste miste e di latifoglie, steppe e semideserti (che costeggiano il Mar Caspio), poiché i cambiamenti nella vegetazione riflettono i cambiamenti del clima. La Siberia supporta una sequenza simile ma è in gran parte taiga. Circa la metà del territorio totale della Russia è forestale, [185] e ha le più grandi riserve forestali del mondo, conosciute come i "Polmoni d'Europa", [217] che è seconda solo alla foresta pluviale amazzonica per quantità di anidride carbonica che assorbe. [217]

Ci sono 266 specie di mammiferi e 780 specie di uccelli in Russia. Un totale di 415 specie animali sono state incluse nel Russian Red Data Book nel 1997 e ora sono protette. [218] Ci sono 45 riserve della biosfera dell'UNESCO, [219] 64 parchi nazionali e 101 riserve naturali. La Russia ha ancora molti ecosistemi che sono ancora intatti dall'uomo, principalmente nelle aree della taiga settentrionale e nella tundra subartica della Siberia. Nel corso del tempo la Russia ha migliorato e applicato la legislazione ambientale, lo sviluppo e l'attuazione di varie strategie e programmi federali e regionali, e lo studio, l'inventario e la protezione di piante, animali e altri organismi rari e in via di estinzione, includendoli nel Russian Red Libro dei dati. [220]

La Russia ha un reddito medio-alto misto e un'economia di transizione, [221] con enormi risorse naturali, in particolare petrolio e gas naturale. Ha l'undicesima economia mondiale per PIL nominale e la sesta per PPP. Nel 2017, il grande settore dei servizi ha contribuito al 62% del PIL totale, il settore industriale al 32% e il piccolo settore agricolo a circa il 5%. [185] La Russia ha un basso tasso di disoccupazione del 4,5%, [222] e un tasso di povertà relativamente basso del 12,6%. [223] Più del 70% della sua popolazione è classificato ufficialmente come classe media, [224] cosa che è stata contestata da alcuni esperti. [225] [226] Alla fine di dicembre 2019, il fatturato del commercio estero russo ha raggiunto 666,6 miliardi di dollari. Le esportazioni della Russia hanno totalizzato oltre $ 422,8 miliardi, mentre le sue merci importate valevano oltre $ 243,8 miliardi. [227] A partire da dicembre 2020 [aggiornamento], le riserve estere in Russia valevano $ 444 miliardi. [228] La forza lavoro russa di circa 70 milioni è la sesta più grande del mondo. [229] Ha una grande industria automobilistica, che si classifica come la decima più grande al mondo per produzione. [230]

La Russia è il quattordicesimo esportatore mondiale, [231] e petrolio, gas naturale, metalli e legname rappresentano oltre l'80% delle sue esportazioni all'estero. [185] Nel 2016, il settore del petrolio e del gas ha rappresentato il 36% delle entrate del bilancio federale. [232] Nel 2019, il Ministero delle Risorse Naturali e dell'Ambiente ha stimato il valore delle risorse naturali al 60% del PIL del Paese. [233] La Russia ha uno dei debiti esteri più bassi tra i paesi sviluppati, [234] e si è classificata al 28° posto su 190 paesi nell'indice Ease of Doing Business 2019. Ha un'aliquota forfettaria del 13% e ha il secondo sistema di tassazione personale più attraente al mondo per i manager single dopo gli Emirati Arabi Uniti. [235] Tuttavia, è stata rilevata anche un'estrema disuguaglianza del reddito e della ricchezza delle famiglie nel paese. [236] [237]

Infrastruttura

Il trasporto ferroviario in Russia è per lo più sotto il controllo delle ferrovie russe statali. [238] La lunghezza totale dei binari ferroviari di uso comune è la terza più lunga del mondo e supera gli 87.157 km (54.157 mi). [239] A partire dal 2016 [aggiornamento] , la Russia ha 1.452,2 mila km di strade [240] e la sua densità stradale è tra le più basse al mondo. [241] Le vie navigabili interne della Russia sono le seconde più lunghe del mondo e totalizzano 102.000 km (63.380 mi). [242] Tra i 1.218 aeroporti russi, [243] il più trafficato è l'aeroporto internazionale Sheremetyevo di Mosca. [244]

Il posto più grande della Russia è il porto di Novorossiysk nel Krasnodar Krai. [246] È l'unico paese al mondo ad operare rompighiaccio a propulsione nucleare, che promuovono lo sfruttamento economico della piattaforma continentale artica della Russia e lo sviluppo del commercio marittimo attraverso la rotta del Mare del Nord. [247]

La Russia è descritta come una superpotenza energetica, [248] con le più grandi riserve di gas naturale del mondo, [249] la seconda più grande riserva di carbone, [250] l'ottava più grande riserva di petrolio, [251] e le più grandi riserve di scisto bituminoso in Europa . [252] È il primo esportatore mondiale di gas naturale, [253] il secondo produttore di gas naturale, [254] il secondo esportatore di petrolio, [255] e il terzo produttore di petrolio. [256] I combustibili fossili causano la maggior parte delle emissioni di gas serra della Russia. [257] Il paese è il quarto produttore mondiale di elettricità, [258] e il nono produttore di energia rinnovabile nel 2019. [259] La Russia è stata anche il primo paese al mondo a sviluppare energia nucleare civile e a costruire il primo centrale nucleare. [260] Nel 2019 era il quarto produttore mondiale di energia nucleare. [261]

Agricoltura e pesca

La Russia ha la quarta area coltivata al mondo, a 1.265.267 chilometri quadrati (488.522 miglia quadrate). Tuttavia, solo il 7,4% della sua terra è coltivabile. [262] È il più grande esportatore mondiale di grano, [263] ed è il primo produttore di orzo, grano saraceno e avena, e uno dei maggiori produttori ed esportatori di segale e semi di girasole. Le analisi geopolitiche dell'adattamento ai cambiamenti climatici prevedono grandi opportunità per l'agricoltura russa durante il resto del 21° secolo, con l'aumento dei campi coltivabili in Siberia. [264] La gestione dei flussi migratori, interni e internazionali, dovrebbe essere un aspetto centrale del processo. [264]

Mentre le grandi fattorie si concentrano principalmente sulla produzione di cereali e sull'allevamento di animali, i piccoli appezzamenti privati ​​producono la maggior parte delle patate, degli ortaggi e della frutta del paese. [265] La Russia è la patria del miglior caviale del mondo [266] e mantiene una delle flotte da pesca più grandi del mondo, classificandosi al sesto posto nel mondo per tonnellaggio di pesce catturato catturando 4.773.413 tonnellate di pesce nel 2018. [267]

Scienze e tecnologia

Il budget di ricerca e sviluppo della Russia è il nono più alto al mondo, con una spesa di circa 422 miliardi di rubli in ricerca e sviluppo interni. [268] Nel 2019, la Russia si è classificata al decimo posto a livello mondiale per numero di pubblicazioni scientifiche. [269] Dal 1904, il Premio Nobel è stato assegnato a ventisei russi e sovietici in fisica, chimica, medicina, economia, letteratura e pace. [270]

Mikhail Lomonosov ha proposto la legge di conservazione della materia prima della legge di conservazione dell'energia. [271] Dai tempi di Nikolay Lobachevsky (il "Copernico della Geometria" che pioniere della geometria non euclidea) e di un importante tutore Pafnuty Chebyshev, la scuola matematica russa divenne una delle più influenti al mondo. [272] Dmitry Mendeleev ha inventato la tavola periodica, la struttura principale della chimica moderna. [271] Nove matematici sovietici/russi furono premiati con la Medaglia Fields.[273] A Grigori Perelman è stato offerto il primo Clay Millennium Prize Problems Award per la sua prova finale della congettura di Poincaré nel 2002. [274] Le scoperte e le invenzioni russe includono il trasformatore, la lampada elettrica a incandescenza, l'aereo, il paracadute di sicurezza, il ricevitore radio , microscopio elettrico, foto a colori, [275] cingoli, tavola periodica, assemblaggio di binari, vagoni ferroviari alimentati elettricamente, videoregistratore, elicottero, cella solare, yogurt, televisione, cracking di benzina, gomma sintetica e mietitrebbia. [276]

Roscosmos è l'agenzia spaziale nazionale russa, mentre i successi russi nel campo della tecnologia spaziale e dell'esplorazione spaziale sono fatti risalire a Konstantin Tsiolkovsky, il padre dell'astronautica teorica. Le sue opere hanno ispirato importanti ingegneri missilistici sovietici, come Sergey Korolyov, Valentin Glushko e molti altri che hanno contribuito al successo del programma spaziale sovietico nelle prime fasi della corsa allo spazio e oltre.

Nel 1957, il primo satellite artificiale in orbita attorno alla Terra, Sputnik 1, è stato lanciato. [119] Nel 1961, il primo viaggio umano nello spazio fu compiuto con successo da Yuri Gagarin. [120] Seguirono molti altri record di esplorazione spaziale sovietici e russi, inclusa la prima passeggiata spaziale eseguita da Alexei Leonov. [278] Vostok 6 è stato il primo volo spaziale umano a portare una donna nello spazio (Valentina Tereshkova). [279] Luna 9 è stata la prima navicella spaziale ad atterrare sulla Luna, [280] Sputnik 2 è stata la prima navicella spaziale a trasportare un animale (Laika), [281] Zond 5 ha portato i primi terrestri (due tartarughe e altre forme di vita) a circumnavigare la Luna, [282] Venera 7 è stata la prima navicella spaziale ad atterrare su un altro pianeta (Venere), [283] e Mars 3 è stata la prima navicella spaziale ad atterrare su Marte. [284] Lunokhod 1 fu il primo rover di esplorazione spaziale, [285] e Saljut 1 è stata la prima stazione spaziale al mondo. [286]

La Russia è tra i più grandi lanciatori di satelliti al mondo, [287] e ha completato il sistema di navigazione satellitare GLONASS. Sta sviluppando il proprio caccia a reazione di quinta generazione e sta costruendo la prima centrale nucleare mobile seriale al mondo. I razzi Soyuz sono l'unico fornitore di trasporto per gli astronauti presso la Stazione Spaziale Internazionale. Luna-Glob è un programma di esplorazione lunare russo, con la prima missione prevista per il lancio nel 2021. Roscosmos sta anche sviluppando la navicella spaziale Orel, per sostituire l'invecchiamento Soyuz, potrebbe anche condurre una missione in orbita lunare già nel 2026. [288] A febbraio Nel 2019 è stato annunciato che la Russia intende condurre la sua prima missione con equipaggio per atterrare sulla Luna nel 2031. [289]

Turismo

Secondo l'Organizzazione mondiale del turismo, la Russia è stata il sedicesimo paese più visitato al mondo e il decimo paese più visitato in Europa, nel 2018, con oltre 24,6 milioni di visite. [290] La Russia si è classificata al 39° posto nel Rapporto sulla competitività dei viaggi e del turismo 2019. [291] Secondo l'Agenzia federale per il turismo, il numero di viaggi in entrata di cittadini stranieri in Russia è stato pari a 24,4 milioni nel 2019. [292] Le entrate del turismo internazionale della Russia nel 2018 ammontava a 11,6 miliardi di dollari. [290] Nel 2020, il turismo ha rappresentato circa il 4% del PIL del paese. [293] Le principali rotte turistiche in Russia includono un viaggio intorno all'Anello d'Oro della Russia, un itinerario tematico delle antiche città russe, crociere su grandi fiumi come il Volga e viaggi sulla famosa ferrovia transiberiana. [294] I punti di riferimento più visitati e popolari della Russia includono la Piazza Rossa, il Palazzo di Peterhof, il Cremlino di Kazan, la Trinity Lavra di San Sergio e il Lago Baikal. [295]

La Russia è uno dei paesi più scarsamente popolati e urbanizzati del mondo, [185] e aveva una popolazione di 142,8 milioni secondo il censimento del 2010, [296] che è salito a 146,2 milioni nel 2021. [8] È il paese più popoloso in Europa, [297] e il nono paese più popoloso del mondo, [298] con una densità di popolazione di 9 abitanti per chilometro quadrato (23 per miglio quadrato). [299]

Dagli anni '90, il tasso di mortalità della Russia ha superato il tasso di natalità. [300] Nel 2018, il tasso di fertilità totale in tutta la Russia è stato stimato in 1,6 bambini nati per donna, che è inferiore al tasso di sostituzione di 2,1 ed è uno dei tassi di fertilità più bassi del mondo. [301] Successivamente, la nazione ha una delle popolazioni più antiche del mondo, con un'età media di 40,3 anni. [302] Nel 2009, ha registrato una crescita demografica annua per la prima volta in quindici anni e dal 2010 la Russia ha registrato un aumento della crescita della popolazione a causa del calo dei tassi di mortalità, dell'aumento dei tassi di natalità e dell'aumento dell'immigrazione. [303]

La Russia è uno stato multinazionale, sede di oltre 193 gruppi etnici a livello nazionale. [304] Nel censimento del 2010, circa l'81% della popolazione era di etnia russa, [304] e il resto del 19% della popolazione era costituito da persone di origini diverse, [3] mentre circa l'85% della popolazione russa era di origine europea , [3] di cui la stragrande maggioranza erano slavi, con una sostanziale minoranza di ugrofinnico, germanico e altri popoli. Ci sono 22 repubbliche in Russia, designate per avere le proprie etnie, culture e lingue. In 13 di loro, i russi etnici costituiscono una minoranza. Secondo le Nazioni Unite, la popolazione immigrata della Russia è la terza più grande al mondo, con oltre 11,6 milioni [305], la maggior parte dei quali proviene da stati post-sovietici, principalmente ucraini. [306]

Lingua

Il russo è la lingua ufficiale e prevalentemente parlata in Russia. [2] È la lingua madre più parlata in Europa, [320] la lingua geograficamente più diffusa dell'Eurasia, [321] nonché la lingua slava più parlata nel mondo. [321] Il russo è la seconda lingua più utilizzata su Internet dopo l'inglese, [322] ed è una delle due lingue ufficiali a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, [323] nonché una delle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite. [324]

Oltre al russo, in tutta la Russia si parlano oltre 100 lingue minoritarie. [325] Secondo il censimento del 2002, 142,6 milioni in tutto il paese parlavano russo, 5,3 milioni parlavano tataro e 1,8 milioni parlavano ucraino. [326] La costituzione conferisce alle singole repubbliche del paese il diritto di stabilire le proprie lingue di stato oltre al russo. [327]

Religione

La Russia è uno stato laico per costituzione e la sua più grande religione è il cristianesimo. Ha la più grande popolazione ortodossa del mondo, [329] [330] e secondo diverse indagini sociologiche sull'adesione religiosa, tra il 41% e oltre l'80% della popolazione russa aderisce alla Chiesa ortodossa russa. [331] [332] [333]

Nel 2017, un sondaggio realizzato dal Pew Research Center ha mostrato che il 73% dei russi si è dichiarato cristiano, di cui il 71% era ortodosso, l'1% era cattolico e il 2% era altri cristiani, mentre il 15% non era affiliato, il 10% erano musulmani e l'1% seguiva altre religioni. [4] Secondo vari rapporti, la percentuale di atei in Russia è compresa tra il 16% e il 48% della popolazione. [334]

L'Islam è la seconda religione più grande in Russia, ed è la religione tradizionale tra i popoli del Caucaso settentrionale e tra alcuni popoli turchi sparsi lungo la regione del Volga-Ural. [335] I buddisti ospitano una popolazione considerevole in quattro repubbliche della Russia: Buryatia, Tuva, Zabaykalsky Krai e Kalmykia, l'unica regione in Europa dove il buddismo è la religione più praticata. [336] L'ebraismo è stato una fede minoritaria in Russia, poiché il paese ospita una popolazione ebraica storica, che è tra le più grandi d'Europa. [337] Negli ultimi anni, l'Induismo ha visto un aumento dei seguaci anche in Russia. [338]

Formazione scolastica

In Russia, lo stato fornisce la maggior parte dei servizi educativi che regolano l'istruzione attraverso il Ministero dell'Istruzione e della Scienza. Le autorità regionali regolano l'istruzione all'interno delle loro giurisdizioni nel quadro prevalente delle leggi federali. Il paese ha i più alti laureati o laureati al mondo in termini di percentuale di popolazione, al 54%. [339]

Ha un sistema educativo gratuito, garantito per tutti i cittadini dalla costituzione. [340] Dal 1990 è stata introdotta l'istruzione scolastica di 11 anni. L'istruzione nelle scuole secondarie statali è gratuita. L'istruzione universitaria è gratuita, con alcune eccezioni. Una quota consistente di studenti è immatricolata a piena retribuzione (molte istituzioni statali hanno iniziato ad aprire posizioni commerciali negli ultimi anni). [341] Le università più antiche e più grandi in Russia sono l'Università statale di Mosca e l'Università statale di San Pietroburgo. Secondo un rapporto dell'UNESCO nel 2014, la Russia è la sesta destinazione al mondo per gli studenti internazionali. [342]

Salute

La Russia, per costituzione, garantisce assistenza sanitaria gratuita e universale per tutti i cittadini russi, [343] attraverso un programma di assicurazione sanitaria statale obbligatorio. [344] Il Ministero della Salute della Federazione Russa sovrintende al sistema sanitario pubblico russo e il settore impiega oltre due milioni di persone. [344] Anche le regioni federali dispongono di propri dipartimenti della sanità che sovrintendono all'amministrazione locale. [344] Per accedere all'assistenza sanitaria privata in Russia è necessario un piano di assicurazione sanitaria privata separato. [344]

Secondo la Banca Mondiale, la Russia ha speso il 5,32% del suo PIL per l'assistenza sanitaria nel 2018. [345] Ha uno dei rapporti tra i sessi più parziali al mondo, con 0,859 maschi per ogni femmina. [185] Nel 2019, l'aspettativa di vita complessiva in Russia alla nascita è di 73,2 anni (68,2 anni per i maschi e 78,0 anni per le femmine), [346] e aveva un tasso di mortalità infantile molto basso (5 per 1.000 nati vivi). [347] L'obesità è un problema sanitario prevalente in Russia. Nel 2016, il 61,1% degli adulti russi era in sovrappeso o obeso. [348] Tuttavia, il tasso di consumo di alcol storicamente elevato della Russia rimane il più grande problema di salute nel paese, [349] in quanto è uno dei più alti al mondo, nonostante un netto calo nell'ultimo decennio. [350]

Arte e architettura

La prima pittura russa è rappresentata da icone e affreschi vibranti. Quando Mosca salì al potere, Teofane il Greco, Dionisio e Andrei Rublev divennero nomi vitali nell'arte russa. L'Accademia Russa delle Arti fu creata nel 1757. Nel XVIII secolo, gli accademici Ivan Argunov, Dmitry Levitzky, Vladimir Borovikovsky divennero influenti. L'inizio del XIX secolo ha visto molti dipinti importanti di Karl Briullov e Alexander Ivanov. A metà del XIX secolo, il gruppo dei perlopiù realisti Peredvizhniki rotto con l'Accademia. I principali realisti russi includono Ivan Shishkin, Arkhip Kuindzhi, Ivan Kramskoi, Vasily Polenov, Isaac Levitan, Vasily Surikov, Viktor Vasnetsov, Ilya Repin e Boris Kustodiev. L'inizio del XX secolo ha visto l'ascesa del simbolismo rappresentato da Mikhail Vrubel, Kuzma Petrov-Vodkin e Nicholas Roerich. L'avanguardia russa fiorì approssimativamente dal 1890 al 1930 artisti notevoli di questa epoca furono El Lissitzky, Kazimir Malevich, Wassily Kandinsky e Marc Chagall. Alcune influenti sculture sovietiche furono Vera Mukhina, Yevgeny Vuchetich e Ernst Neizvestny.

A partire dagli edifici in legno degli antichi slavi dalla cristianizzazione della Rus' di Kiev, per diversi secoli l'architettura russa è stata influenzata prevalentemente dall'architettura bizantina. Aristotele Fioravanti e altri architetti italiani portarono in Russia le tendenze rinascimentali. Il XVI secolo ha visto lo sviluppo delle chiese uniche a forma di tenda e del design della cupola a cipolla. Nel 17 ° secolo, lo "stile infuocato" dell'ornamento fiorì a Mosca e Yaroslavl, aprendo gradualmente la strada al barocco Naryshkin del 1690. Dopo le riforme di Pietro il Grande, l'architettura del paese fu influenzata dall'Europa occidentale. Il gusto settecentesco per l'architettura rococò ha portato alle splendide opere di Bartolomeo Rastrelli e dei suoi seguaci. Durante il regno di Caterina la Grande e di suo nipote Alessandro I, la città di San Pietroburgo fu trasformata in un museo all'aperto di architettura neoclassica. La seconda metà del XIX secolo è stata dominata dallo stile neobizantino e russo. Gli stili prevalenti del XX secolo erano l'Art Nouveau (Fyodor Shekhtel), il costruttivismo (Moisei Ginzburg e Victor Vesnin) e il classicismo socialista (Boris Iofan).

Musica

La musica nella Russia del 19° secolo è stata definita dalla tensione tra il compositore classico Mikhail Glinka insieme ad altri membri di The Mighty Handful e la Russian Musical Society guidata dai compositori Anton e Nikolay Rubinstein. La tradizione successiva di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, uno dei più grandi compositori dell'era romantica, è stata continuata nel XX secolo da Sergei Rachmaninov, uno degli ultimi grandi campioni dello stile romantico della musica classica europea. [351] Compositori di fama mondiale del XX secolo includono Alexander Scriabin, Igor Stravinsky, Sergei Prokofiev, Dmitri Shostakovich, Georgy Sviridov e Alfred Schnittke.

La moderna musica rock russa affonda le sue radici sia nel rock and roll occidentale e nell'heavy metal, sia nelle tradizioni dei bardi russi dell'era sovietica, come Vladimir Vysotsky e Bulat Okudzhava. [353] La musica pop russa si sviluppò da quella che era conosciuta in epoca sovietica come estrada in un settore a tutti gli effetti.

Letteratura e filosofia

La letteratura russa è considerata tra le più influenti e sviluppate al mondo. Si può far risalire al Medioevo, quando furono composti poemi epici e cronache in slavo antico orientale. Nel XVIII secolo, nell'età dell'Illuminismo, le opere di Mikhail Lomonosov e Denis Fonvizin diedero impulso alla letteratura russa. L'inizio del XIX secolo iniziò con Vasily Zhukovsky e Alexander Pushkin, considerato da molti il ​​più grande poeta russo. [354] Proseguì con la poesia di Mikhail Lermontov e Nikolay Nekrasov, i drammi di Alexander Ostrovsky e Anton Cechov, e la prosa di Nikolai Gogol, Ivan Turgenev, Mikhail Saltykov-Shchedrin, Ivan Goncharov, Aleksey Pisemsky e Nikolai Leskov. Lev Tolstoj e Fëdor Dostoevskij sono stati descritti da come i più grandi romanzieri di tutti i tempi. [355] [356] I decenni successivi hanno avuto autori di spicco come Konstantin Balmont, Valery Bryusov, Vyacheslav Ivanov, Alexander Blok, Nikolay Gumilyov, Dmitry Merezhkovsky, Anna Akhmatova e Boris Pasternak e i romanzieri Leonid Andreyev, Ivan Bunin e Maxim Gorky .

Dopo la rivoluzione del 1917 e la conseguente guerra civile, molti importanti scrittori e filosofi lasciarono il paese mentre una nuova generazione di autori si unì nel tentativo di creare una cultura della classe operaia distintiva appropriata per il nuovo stato sovietico. I principali autori dell'era sovietica includono i romanzieri Yevgeny Zamiatin, Isaac Babel, Vladimir Mayakovsky, Ilf e Petrov, Yury Olesha, Mikhail Bulgakov, Mikhail Sholokhov, Aleksandr Solzhenitsyn, Yevgeny Yevtushenko e Andrei Voznesensky. [358]

Cucina

La cucina russa è stata formata dal clima, dalle tradizioni culturali e religiose e dalla vasta geografia della nazione. [359] Condivide molte somiglianze con le cucine dei paesi vicini e utilizza ampiamente verdure, pesce, farina, cereali, pane, [360] e bacche. [361]

I raccolti di segale, grano, orzo e miglio forniscono gli ingredienti per vari tipi di pane, frittelle e cereali, nonché per molte bevande. Il pane nero è molto popolare in Russia. [360] Le zuppe e gli stufati saporiti includono shchi, borsch, ukha, solyanka e okroshka. [361] La smetana (panna acida pesante) viene spesso aggiunta a zuppe e insalate. [362] Pirozhki, blini e syrniki sono tipi nativi di frittelle. [361] Il manzo alla Stroganoff, il pollo alla Kiev, i pelmeni e lo shashlyk sono piatti a base di carne popolari. [363] Altri piatti di carne includono involtini di cavolo ripieni (gustoso) solitamente ripieni di carne. [364] Le insalate includono l'insalata Olivier, l'aceto e le aringhe condite. [363]

La bevanda analcolica nazionale della Russia è il Kvas, [365] e la bevanda alcolica nazionale è la vodka [366] la sua creazione nella nazione risale al 14° secolo. [367] Il paese ha il più alto consumo di vodka al mondo, [368] ma la birra è la bevanda alcolica più popolare in Russia. [369] Il vino è diventato popolare in Russia nell'ultimo decennio, [370] [371] e il paese sta diventando uno dei maggiori produttori di vino del mondo. [369] [372]

Media

Le più grandi agenzie di stampa operanti a livello internazionale in Russia sono TASS, RIA Novosti e Interfax. [373] La televisione è il media più popolare in Russia, con il 74% della popolazione che guarda regolarmente i canali televisivi nazionali e il 59% che guarda regolarmente i canali regionali. [374] Ci sono tre principali stazioni radiofoniche nazionali in Russia: Radio Russia, Radio Mayak e Radio Yunost. La Russia ha il più grande mercato di videogiochi in Europa, con oltre 65 milioni di giocatori a livello nazionale. [375]

Il cinema russo e poi sovietico è stato un focolaio di invenzioni, che ha prodotto film di fama mondiale come La corazzata Potemkin. [376] I registi dell'era sovietica, in particolare Sergei Eisenstein e Andrei Tarkovsky, sarebbero diventati alcuni dei registi più innovativi e influenti del mondo. [377] [378] Lev Kuleshov sviluppò la teoria del montaggio sovietico e fu uno dei fondatori della Moscow Film School, la prima scuola di cinema al mondo. La teoria del "film-eye" di Dziga Vertov ha avuto un enorme impatto sullo sviluppo del documentario e del realismo cinematografico. Molti film di realismo socialista sovietico hanno avuto successo artistico, tra cui Chapaev, Le gru stanno volando, e Ballata di un soldato.

Gli anni '60 e '70 hanno visto una maggiore varietà di stili artistici nel cinema sovietico. Le commedie di Eldar Ryazanov e Leonid Gaidai di quel tempo erano immensamente popolari, con molti dei tormentoni ancora in uso oggi. [379] [380] Nel 1961-68 Sergey Bondarchuk diresse un adattamento cinematografico vincitore dell'Oscar dell'epopea di Lev Tolstoj Guerra e Pace, che è stato il film più costoso realizzato in Unione Sovietica. [381] Nel 1969, Vladimir Motyl's Sole Bianco del Deserto è stato rilasciato, un film molto popolare in un genere di ostern, il film è tradizionalmente guardato dai cosmonauti prima di qualsiasi viaggio nello spazio. [382] Nel 2002, Arca russa è stato il primo lungometraggio ad essere girato in una sola ripresa. [383] Oggi, l'industria cinematografica russa continua ad espandersi. [384]

Gli sport

Il calcio è lo sport più popolare in Russia. [386] La nazionale di calcio dell'Unione Sovietica divenne la prima campionessa europea vincendo Euro 1960, [387] e raggiunse la finale di Euro 1988. [388] Nel 1956 e nel 1988, l'Unione Sovietica vinse l'oro al torneo di calcio olimpico. I club russi CSKA Mosca e Zenit San Pietroburgo hanno vinto la Coppa UEFA nel 2005 e nel 2008. [389] [390] La nazionale di calcio russa ha raggiunto le semifinali di Euro 2008. [391] La Russia è stata la nazione ospitante per le confederazioni FIFA 2017 Coppa, [392] e la Coppa del Mondo FIFA 2018. [393]

L'hockey su ghiaccio è molto popolare in Russia. [394] La squadra nazionale di hockey su ghiaccio sovietica ha dominato lo sport a livello internazionale per tutta la sua esistenza, vincendo l'oro a sette delle nove Olimpiadi e 19 dei 30 Campionati del mondo che hanno disputato tra il 1954 e il 1991.La nazionale maschile di hockey su ghiaccio della Russia ha vinto i Campionati del mondo IIHF del 1993, 2008, 2009, 2012 e 2014. Bandy è un altro sport sul ghiaccio tradizionalmente popolare nel paese. L'Unione Sovietica vinse tutti i Campionati del mondo di Bandy per uomini tra il 1957 e il 1979, [395] e alcuni anche in seguito. La squadra nazionale di bandy della Russia ha vinto il campionato mondiale di Bandy nel 1999, 2001, 2006, 2007, 2008, 2011 ed è stata la campionessa mondiale in carica dal 2013. La squadra nazionale di basket russa ha vinto l'EuroBasket 2007, [396] e il russo il club di basket PBC CSKA Mosca ha vinto l'Eurolega nel 2006 e nel 2008. L'annuale Gran Premio di Russia di Formula 1 si svolge presso l'Autodromo di Sochi nel Parco Olimpico di Sochi. [397]

Storicamente, gli atleti russi sono stati uno dei contendenti di maggior successo ai Giochi Olimpici, [398] al secondo posto nella classifica di tutti i tempi delle medaglie olimpiche. [399] La Russia è la nazione leader nella ginnastica ritmica e il nuoto sincronizzato russo è considerato il migliore al mondo. [400] Il pattinaggio di figura è un altro sport popolare in Russia, in particolare il pattinaggio di coppia e la danza sul ghiaccio. La Russia ha prodotto una serie di famosi tennisti. [401] Gli scacchi sono anche un passatempo molto popolare nella nazione, con molti dei migliori giocatori di scacchi del mondo che sono russi da decenni. [402] I Giochi olimpici estivi del 1980 si sono tenuti a Mosca, [403] e le Olimpiadi invernali 2014 e le Paralimpiadi invernali 2014 sono state ospitate a Sochi. [404] [405]


Primi ministri della Federazione Russa

Boris Nikolayevich Eltsin

Boris Nikolayevich Eltsin (1931-2007) è stato il primo Primo Ministro della Federazione Russa (6 novembre 1991-15 giugno 1992). Eltsin è nato a Butka, Sverdlovsk, URSS. Dopo il suo mandato, è diventato presidente della Federazione Russa fino al 1999. Si è laureato in edilizia presso l'Istituto Politecnico degli Urali. Divenne membro a pieno titolo del Partito Comunista e ricevette l'Ordine di Lenin nel 1981 e divenne il primo segretario del Comitato del PCUS dell'Oblast di Sverdlovsk nel 1985. Eltsin demolì il socialismo e avviò l'economia di mercato della Federazione Russa.

Yegor Timurovich Gaidar

Yegor Timurovich Gaidar (1956-2009) è stato il secondo Primo Ministro della Federazione Russa (15 giugno 1992-14 dicembre 1992). Gaidar è nato a Mosca, in URSS. Era uno scrittore ed economista laureato all'Università statale di Mosca. Era un membro del Partito Comunista e redattore del Giornale Comunista. Si unì a Eltsin dopo la dissoluzione dell'URSS e divenne consigliere. Era famoso come il salvatore dell'economia russa, ma criticato per le sue spietate riforme economiche. Come primo ministro ad interim di Eltsin, fu in seguito sostituito da Viktor Chernomyrdin.

Viktor Stepanovich Chernomyrdin

Viktor Stepanovich Chernomyrdin (1938-2010) è stato due volte Primo Ministro della Federazione Russa (terzo il 14 dicembre 1992-23 marzo 1998), (quinto il 23 agosto 1998-11 settembre 1998). Si è laureato alla Samara State Technical University e alla Moscow State Open University. In seguito divenne un membro del Partito Comunista e divenne politico e presidente della Gazprom Energy Company. Ha lasciato un'eredità di diplomazia e detti umoristici che sono diventati parte del gergo russo.

Sergey Vladilenovich Kiriyenko

Sergey Vladilenovich Kiriyenko (1962) è stato il quarto Primo Ministro della Federazione Russa (23 marzo 1998-23 agosto 1998). Era un politico e ora capo della Rosatom, azienda statale per l'energia nucleare. È nato a Sukhumi ma ha trascorso la sua infanzia a Sochi, nel sud dell'URSS. Si è laureato al Nizhny Novgorod (Gorky) Water Transport Engineers Institute. Era conosciuto come uno dei nuovi riformisti che non erano riusciti a migliorare l'economia del paese. Si è dimesso dopo la crisi finanziaria russa del 1998.

Evgenij Maximovich Primakov

Yevgeny Maximovich Primakov (1929-2015) è stato il sesto Primo Ministro della Federazione Russa (11 settembre 1998-12 maggio 1999). Ha servito come primo ministro, ministro degli Esteri, capo dei servizi segreti e presidente del Soviet supremo dell'URSS. È nato a Kiev, SSR ucraino. Ha studiato all'Istituto di studi orientali di Mosca e all'Università statale di Mosca. Fu anche giornalista e corrispondente della Pravda (1956-1970). Ha anche ricoperto diversi incarichi di direzione nelle accademie scientifiche del paese. Ha lasciato un'eredità di diplomazia, multilateralismo e una riforma fiscale di successo che sono stati tutti accolti democraticamente dalla gente.

Sergey Vadimovich Stepashin

Sergey Vadimovich Stepashin (1952) è stato il settimo Primo Ministro della Federazione Russa (12 maggio 1999-9 agosto 1999). Un politico e attuale presidente della Camera dei conti della Russia. È nato a Lüshunkou, in Cina. Ha studiato alla Scuola Superiore di Politica del Ministero dell'Interno dell'URSS e all'Accademia Militare e Politica. È dottore in giurisprudenza e consigliere di Stato. È stato anche ministro della giustizia e ministro degli interni contemporaneamente. Ha ricevuto molti riconoscimenti e medaglie nella sua lunga carriera nel governo.

Vladimir Vladimirovich Putin

Vladimir Vladimirovich Putin (1952) è stato due volte Primo Ministro della Federazione Russa (ottavo - 9 agosto 1999-8 maggio 2000), (dodicesimo - 8 maggio 2008-7 maggio 2012). È nato a Leningrado, in URSS. Ha studiato diritto commerciale all'Università statale di San Pietroburgo. Parla tedesco e pratica Judo. È stato membro del Partito Comunista fino al 1991. In seguito si è unito al KGB ed è stato distaccato in Germania. È meglio conosciuto per i suoi primi otto anni come presidente quando l'economia russa è decollata a nuovi massimi per otto anni consecutivi. Continua a riscuotere un'elevata approvazione da parte dei suoi connazionali e della comunità internazionale.


Presidente della Federazione Russa - Storia

1. Il Presidente della Federazione Russa è il capo dello Stato.

2. Il Presidente della Federazione Russa è garante della Costituzione della Federazione Russa, dei diritti e delle libertà dell'uomo e del cittadino. Secondo le regole fissate dalla Costituzione della Federazione Russa, adotterà misure per proteggere la sovranità della Federazione Russa, la sua indipendenza e integrità statale, garantire il funzionamento coordinato e l'interazione di tutti gli organi del potere statale.

3. Secondo la Costituzione della Federazione Russa e le leggi federali il Presidente della Federazione Russa determina gli indirizzi della politica interna ed estera dello Stato.

4. In qualità di Capo dello Stato, il Presidente della Federazione Russa rappresenta la Federazione Russa all'interno del Paese e nelle relazioni internazionali.

1. Il Presidente della Federazione Russa è eletto per sei anni dai cittadini della Federazione Russa a suffragio universale, uguale, diretto, a scrutinio segreto.

2. Può essere eletto Presidente della Federazione Russa qualsiasi cittadino della Federazione Russa di età non inferiore a 35 anni e con un certificato di residenza permanente nella Federazione Russa non inferiore a 10 anni.

3. Una stessa persona non può essere eletta Presidente della Federazione Russa per più di due mandati consecutivi.

4. Le regole per l'elezione del Presidente della Federazione Russa sono determinate dalla legge federale.

1. All'atto dell'insediamento il Presidente della Federazione Russa presta il seguente giuramento di lealtà al popolo:

"Giuro nell'esercizio dei poteri del Presidente della Federazione Russa di rispettare e salvaguardare i diritti e le libertà dell'uomo e del cittadino, di osservare e tutelare la Costituzione della Federazione Russa, di tutelare la sovranità e l'indipendenza, la sicurezza e l'integrità dello Stato , per servire fedelmente il popolo".

2. Il giuramento è prestato in un clima solenne alla presenza dei membri del Consiglio della Federazione, dei deputati della Duma di Stato e dei giudici della Corte costituzionale della Federazione Russa.

Il Presidente della Federazione Russa:

  1. nominare di comune accordo con la Duma di Stato il Presidente del Governo della Federazione Russa
  2. hanno il diritto di presiedere le riunioni del Governo della Federazione Russa adottare una decisione sulla registrazione del Governo della Federazione Russa
  3. presentare alla Duma di Stato un candidato per la nomina alla carica di Presidente della Banca centrale della Federazione Russa, sollevare davanti alla Duma di Stato la questione del licenziamento del Presidente della Banca centrale della Federazione Russa su proposta del Presidente del Governo della Federazione Russa nominare e revocare i vicepresidenti del Governo della Federazione Russa e i ministri federali
  4. presentare al Consiglio della Federazione candidati alla nomina a giudici della Corte costituzionale della Federazione Russa, della Corte Suprema della Federazione Russa, dell'Alta Corte Arbitrale della Federazione Russa, nonché un candidato alla carica di Procuratore -Generale della Federazione Russa nomina giudici di altri tribunali federali
  5. formare e dirigere il Consiglio di Sicurezza della Federazione Russa, il cui status è determinato dalla legge federale
  6. approvare la dottrina militare della Federazione Russa
  7. formare l'Amministrazione del Presidente della Federazione Russa nominare e revocare i rappresentanti plenipotenziari del Presidente della Federazione Russa
  8. nominare e revocare il comando supremo delle forze armate della Federazione Russa
  9. dopo consultazioni con i corrispondenti comitati e commissioni delle camere dell'Assemblea federale nominare e richiamare rappresentanti diplomatici della Federazione Russa negli Stati esteri e nelle organizzazioni internazionali.

Il Presidente della Federazione Russa:

  1. annunciare le elezioni alla Duma di Stato secondo la Costituzione della Federazione Russa e la legge federale
  2. sciogliere la Duma di Stato nei casi e secondo le regole fissate dalla Costituzione della Federazione Russa
  3. indire un referendum secondo le regole fissate dalla legge costituzionale federale
  4. presentare fatture alla Duma di Stato
  5. firmare e rendere pubbliche le leggi federali
  6. si rivolgono all'Assemblea federale con messaggi annuali sulla situazione nel Paese, sugli orientamenti della politica interna ed estera dello Stato.

1. Il Presidente della Federazione Russa può utilizzare procedure conciliative per risolvere le controversie tra gli organi del potere statale della Federazione Russa e gli organi del potere statale dei soggetti della Federazione Russa, nonché tra gli organi del potere statale dei soggetti della Federazione Russa la Federazione Russa. Nel caso in cui non si raggiunga una decisione concordata, ha il diritto di sottoporre la controversia all'esame di un tribunale corrispondente.

2. Il Presidente della Federazione Russa ha il diritto di sospendere gli atti degli Organi del potere esecutivo dei soggetti della Federazione Russa nel caso in cui tali atti siano in contrasto con la Costituzione della Federazione Russa e le leggi federali, gli impegni internazionali della Federazione Russa o violare i diritti e le libertà dell'uomo e del cittadino fino a quando la questione non sarà risolta da un tribunale corrispondente.

Il Presidente della Federazione Russa:

  1. governare la politica estera della Federazione Russa
  2. tenere negoziati e firmare trattati e accordi internazionali della Federazione Russa
  3. firmare strumenti di ratifica
  4. ha ricevuto credenziali e lettere di richiamo dei rappresentanti diplomatici a lui accreditati.

1. Il Presidente della Federazione Russa è il Comandante in Capo Supremo delle Forze Armate della Federazione Russa.

2. In caso di aggressione contro la Federazione Russa o di minaccia diretta di aggressione, il Presidente della Federazione Russa introduce nel territorio della Federazione Russa o in alcune sue parti una legge marziale e ne informa immediatamente il Consiglio della Federazione e la Duma di Stato su questo.

3. Il regime della legge marziale è definito dalla legge costituzionale federale.

Il Presidente della Federazione Russa, nelle circostanze e secondo le norme previste dalla legge costituzionale federale, introduce lo stato di emergenza nel territorio della Federazione Russa o in sue parti e ne informa immediatamente il Consiglio della Federazione e lo Stato Duma su questo.

Il Presidente della Federazione Russa:

  1. risolvere i problemi della cittadinanza della Federazione Russa e della concessione dell'asilo politico
  2. decorare con premi statali della Federazione Russa, titoli onorifici della Federazione Russa, gradi militari e speciali superiori
  3. decidere di perdonare.

1. Il Presidente della Federazione Russa emana decreti e ordinanze.

2. I decreti e gli ordini del Presidente della Federazione Russa sono obbligatori per l'esecuzione in tutto il territorio della Federazione Russa.

3. I decreti e gli ordini del Presidente della Federazione Russa non sono contrari alla Costituzione della Federazione Russa e alle leggi federali.

Il Presidente della Federazione Russa gode dell'immunità.

1. Il Presidente della Federazione Russa assume i suoi poteri dal momento del giuramento di lealtà e cessa di adempierli con la scadenza del mandato e dal momento del giuramento del presidente neoeletto.

2. Il Presidente della Federazione Russa cessa di esercitare i suoi poteri a breve termine in caso di dimissioni, incapacità stabile per motivi di salute di esercitare i poteri conferitigli o in caso di impeachment. In tal caso l'elezione del Presidente della Federazione Russa avrà luogo entro tre mesi dalla cessazione dei poteri a breve termine.

3. In tutti i casi in cui il Presidente della Federazione Russa non sia in grado di adempiere alle sue funzioni, queste sono temporaneamente adempiute dal Presidente del Governo della Federazione Russa. Il Presidente in carica della Federazione Russa non ha il diritto di sciogliere la Duma di Stato, nominare un referendum e anche le disposizioni della Costituzione della Federazione Russa.

1. Il Presidente della Federazione Russa può essere messo sotto accusa dal Consiglio della Federazione solo sulla base dell'accusa di alto tradimento o altro grave delitto, avanzata dalla Duma di Stato e confermata dalla conclusione della Corte Suprema della Federazione Russa sulla presenza di elementi di reato nell'operato del Presidente della Federazione Russa e dalla conclusione della Corte Costituzionale della Federazione Russa che ha confermato il rispetto delle regole di presentazione delle accuse.

2. La decisione della Duma di Stato sulla presentazione delle accuse e la decisione del Consiglio della Federazione sull'impeachment del Presidente sono adottate con i due terzi dei voti del numero totale dei membri di ciascuna camera e su iniziativa di non meno di un terzo dei deputati della Duma di Stato e con la conclusione di una commissione speciale istituita dalla Duma di Stato.

3. La decisione del Consiglio della Federazione sull'impeachment del Presidente della Federazione Russa è adottata entro tre mesi dalla data in cui la Duma di Stato ha avanzato le accuse contro il Presidente. Se durante questo periodo non viene adottata una decisione del Consiglio della Federazione, le accuse contro il Presidente si considerano respinte.


Mikhail Gorbaciov si dimette da presidente dell'URSS

Mikhail Gorbaciov annuncia le sue dimissioni da presidente dell'Unione Sovietica. In verità, non c'era molto di un'Unione Sovietica da cui dimettersi: appena quattro giorni prima, 11 delle ex repubbliche sovietiche avevano istituito la Comunità degli Stati Indipendenti (CIS), smembrando di fatto l'URSS. L'Unione Sovietica, a tutti gli effetti, aveva già cessato di esistere.

Nel suo discorso di addio alla nazione, Gorbaciov ha indicato che la recente istituzione della CSI è stato il motivo principale delle sue dimissioni, affermando di essere preoccupato per il fatto che le persone in questo paese stanno cessando di diventare cittadini di una grande potenza e le conseguenze possono essere molto difficili da affrontare per tutti noi. Con parole che a volte erano orgogliose, a volte risentite, Gorbaciov ha affermato di essere in piedi sul suo record di successi. Aveva, sosteneva, supervisionato il viaggio dell'Unione Sovietica lungo la strada della democrazia. Le sue riforme guidavano l'economia comunista verso l'economia di mercato. Dichiarava che il popolo russo stavano ” vivendo in un nuovo mondo” in cui ” è stato messo fine alla Guerra Fredda e alla corsa agli armamenti.” Ammettendo “sono stati commessi degli errori,” Gorbaciov rimase irremovibile sul fatto che x201Non ha mai avuto rimpianti per le politiche che ha perseguito.

In realtà, Gorbaciov aveva perso molto del suo potere e prestigio in Unione Sovietica anche prima dell'istituzione della CSI. L'economia era instabile. Nessuno sembrava contento di Gorbaciov: alcuni oppositori chiedevano ancora più libertà politica mentre i sostenitori della linea dura nel suo governo si opponevano a qualsiasi movimento verso la riforma. Nell'agosto 1991 sopravvisse a un tentativo di colpo di stato solo grazie all'assistenza del presidente della Federazione Russa Boris Eltsin. Dopo il tentativo fallito, Eltsin è diventato un critico vocale della lentezza delle riforme economiche e politiche nel paese. Quando il potere di Gorbaciov svanì, Eltsin rilevò il Cremlino e altre strutture del governo sovietico e sostituì la bandiera sovietica con la bandiera della Russia. Dopo oltre 70 anni di esistenza, l'arcinemico dell'Unione Sovietica durante la Guerra Fredda era scomparso.


Successione alla presidenza [ modifica | modifica sorgente]

Le leggi relative alla successione al presidente esistono per garantire la continua stabilità del governo.

Presidente in carica [ modifica | modifica sorgente]

In caso di morte, dimissioni o impeachment del Presidente, il Presidente del Governo (il Primo Ministro) diventa presidente provvisorio fino alle nuove elezioni presidenziali, che devono svolgersi entro 90 giorni.

Il Primo Ministro in qualità di presidente non può sciogliere la Duma di Stato, indire un referendum o proporre emendamenti alla Costituzione.

Quando il Presidente del Governo assume la carica di Presidente ad interim, deve rassegnare le dimissioni dalla carica di Presidente del Governo, il che significa che nelle circostanze straordinarie il Primo Vice Primo Ministro diventa Capo del Governo, manterrà tale carica fino al si insedia un nuovo Presidente (eletto). Il Primo Vice Primo Ministro guiderà un governo provvisorio, fino all'elezione di un nuovo presidente. Il nuovo presidente nominerà quindi un nuovo presidente del governo che formerà un nuovo governo.

Se invece il Presidente del Governo non può entrare in carica a causa di circostanze straordinarie, la successione alla presidenza della Federazione Russa procede come segue:


Guarda il video: Benteng Kremlin Moskow, Rusia