Trovano i resti del più antico trattamento ginecologico di cui esistono prove

Trovano i resti del più antico trattamento ginecologico di cui esistono prove


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Scienziati delle università di Granada e Jaén studiano le prove fisiche trovate nella mummia di una donna che ha subito un grave trauma al bacino nel 1878-1797 a.C., mettendole in relazione con le cure mediche descritte in vari papiri medici egiziani dell'epoca.

I ricercatori del progetto Qubbet El-Hawa, che gestisce l'Università di Jaén (UJA) ad Assuan (Egitto) e al quale partecipano scienziati dell'Università di Granada (UGR), hanno trovato resti deltrattamento ginecologico il più antico conosciuto, eseguito presso adonna che viveva nell'antico Egitto 4.000 anni fa e morì nel 1878-1797 a.C.

Durante la campagna di scavi 2017 inQubbet el HawaAl confine meridionale dell'Egitto faraonico, i ricercatori andalusi hanno trovato nella tomba QH34 un pozzo verticale scavato nella roccia che terminava in una camera funeraria con dieci sepolture intatte.

Almeno in questo sito nell'Alto Egitto, le tecniche di mummificazione non erano molto efficaci in quel momento. Sebbene i personaggi sepolti lì generalmente appartenessero alle classi superiori della società e avrebbero ricevuto cure speciali, le mummie sono in realtàscheletri molto ben conservato avvolto in spessi strati di bende di lino, che a volte conservano tracce di tessuti soffici essiccato.

“Le mummie avevano corredi funerari (solitamente collane di diverso tipo), erano ricoperte o meno da maschere facciali di cartone ed erano custodite all'interno di due sarcofagi rettangolari sovrapposti, solitamente molto alterati dall'azione delle termiti e coniscrizioni geroglifiche", Spiega l'antropologo forenseMiguel Bottle, Professore Emerito dell'UGR che ha effettuato le analisi.

L'ultima mummia sepolta

Una di loro, che è stata scavata dal team di antropologi della spedizione, era forse l'ultima mummia sepolta in quella camera. Apparteneva a una donna di alta classe sociale, il cui nome,Sattjeni, è stato conservato nei resti della bara esterna. Quel nome doveva essere frequente tra le classi alte della regione, ecco perché questa donna è stata chiamata Sattjeni A.

Tra le gambe originariamente fasciate di Sattjeni A (nella parte inferiore del bacino, sotto le bende), i ricercatori hanno trovato una ciotola di ceramica con tracce d'uso, all'interno della quale eranoresti organici bruciati. L'analisi dei resti scheletrici è stata effettuata da un team di antropologi dell'Università di Granada coordinati da Miguel Botella, e ha confermato che la donna era sopravvissuta a una grave frattura al bacino, forse causata da una caduta, che ha dovuto provocare gravi lesioni. dolori.

È molto probabile che, per alleviare questi dolori, la donna è stata trattatafumigazioni, come lapapiri medici i contemporanei descrivono per risolvere problemi ginecologici.

"La cosa più interessante della scoperta dei ricercatori dell'Università di Jaén non è solo la documentazione di acure ginecologiche palliative, qualcosa che di per sé è unico nell'archeologia egizia, ma questo tipo di trattamenti con fumigazioni sono stati descritti nei papiri medici contemporanei e, fino ad ora, non c'erano prove che siano stati effettuati ", afferma il medico in Egittologia del UJA Alejandro Jiménez, direttore del progetto Qubbet el-Hawa. Questo lavoro è stato pubblicato sulla rivista egiziana Zeitschriftfürägyptische Spracheund Altertumskunde.

Fonte: Università di Granada
Diritti:Creative Commons.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Esplora il vecchio attico del padre, trova una stanza segreta con un valore inestimabile..


Commenti:

  1. Qays

    Ti consiglio di visitare il sito con un numero enorme di articoli sull'argomento che ti interessa. I can look for a link.

  2. Grayson

    Grazie per aver scelto le informazioni. Non lo sapevo.

  3. Zololl

    Grandi notizie, continua così, buona fortuna in futuro.

  4. Alger

    L'ufficio scrive, le cose stanno andando ... =)

  5. Mongwau

    Risposta rapida, accenno alla mente :)



Scrivi un messaggio