Il Codex Amiatinus

Il Codex Amiatinus


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il Codex Amiatinus è il più antico codice sopravvissuto del Vulgata, il Traduzione latina della Bibbia di San Girolamo nel IV secolo.

Per localizzarci, il Codex Amiatinus era uno dei tre Vulgata realizzato nel monastero benedettino di Wearmouth-Jarrow, nel regno anglosassone della Northumbria, nell'VIII secolo.

È stato un regalo per lui Papa Gregorio IISebbene l'abate incaricato di portarlo a Roma nel 716 morì durante il viaggio.

Il codice andò perduto fino alla sua ricomparsa nel IX secolo nell'Abbazia di El Salvador, sul Monte Amiata (da cui il nome), nella regione italiana della Toscana.

Vi rimase fino al 1786, anno in cui si trasferisce alla Biblioteca Laurenciana di Firenze, La tua posizione attuale.

Caratteristiche del Codex Amiatinus

Tra le sue pagine miniate spicca soprattutto a rappresentazione dello scriba Ezra (nell'immagine), una scelta strana per una Vulgata, che di solito include l'immagine di San Girolamo che traduce la Bibbia.

Il codice è conservato in un unico, enorme tomo che misura 49 x 34 x 18 cm e pesa 34 chili.

Potrebbe interessarti

Sezione manoscritti medievali

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di diffusione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Ancient Bibles


Commenti:

  1. Carleton

    Secondo me non hai ragione. Discutiamolo. Scrivimi in PM.

  2. Canh

    Nel farlo, non ho dubbi.

  3. Vito

    Hai rapidamente escogitato una frase così incontro?

  4. Adriyel

    Non farai niente qui.

  5. Tabari

    Non una parola di più!

  6. Alhmanic

    Non riesco nemmeno a credere che siano eccellenti case di tronchi



Scrivi un messaggio