Immersione virtuale a 360º sul relitto della Milkmaid (Islanda)

Immersione virtuale a 360º sul relitto della Milkmaid (Islanda)

Il 16 ottobre 2019, il 360 anni dal naufragio della nave mercantile olandese Milkmaid (Melckmeyt) su una remota isola islandese durante una missione commerciale clandestina.

Dalla sua scoperta nel 1992, rimane come il più antico naufragio identificato in Islandae il suo scafo inferiore è rimasto insolitamente ben conservato nelle gelide acque del paese.

Per celebrare l'anniversario, gli specialisti di archeologia digitale dell'Università di Flinders (Australia) hanno collaborato con gli archeologi marittimi dell'Università d'Islanda per lanciare un'immersione virtuale a 360º sul naufragio.

È un esperienza virtuale realistica, e include una ricostruzione digitale (sull'immagine di copertina) di come la nave avrebbe potuto apparire sul fondo del mare pochi istanti dopo il suo affondamento.

I tre minuti di immersione virtuale sono stati realizzati per una mostra al Museo marittimo di Reykjavik, ma ora è stato pubblicato su YouTube ed è disponibile per chiunque abbia la realtà virtuale (o con uno smartphone o un tablet) per vederlo.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di diffusione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto d'incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Titanic - teoria potopenia od Jamesa Camerona