Megaloceros matritensis: il cervo gigante che popolava la valle del fiume Manzanares nel Pleistocene

Megaloceros matritensis: il cervo gigante che popolava la valle del fiume Manzanares nel Pleistocene


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il ricercatore del Museo Nazionale di Scienze Naturali (MNCN-CSIC) Jan van der Made ha descritto un discendente più recente di Megaloceros savini, che è una forma nana del gruppo dei cervi giganti.

La nuova specie, denominata Megaloceros matritensis, è strettamente correlato ad altri del genere di cervo gigante Megaloceros. "Era sicuramente un animale abbastanza comune circa 350.000 anni fa, momento in cui era un contemporaneo del suo parente più famoso, M. giganteus", dice Van der Made.

I fossili su cui si basa la definizione della specie sono depositati nelle collezioni MNCN dove, dallo scorso 7 febbraio è possibile visitare un campione che descrive com'era questo cervo e le caratteristiche geologiche delle terrazze fluviali. L'epoca a cui appartengono è ben documentata in Europa ed è sorprendente che la specie non sia stata rilevata prima.

“Fino ad ora si pensava che i fossili delle terrazze di Manzanares appartenessero al loro predecessore M. savini, il che ha portato a contraddizioni nella datazione delle terrazze fluviali. Con questa scoperta si è risolta la confusione sull'età dei terrazzamenti: si sono formati tra 400.000 e 300.000 anni fa ”, chiarisce il ricercatore.

Un cervo gigante più piccolo

Oltre alle differenze nella forma delle corna e nella dimensione dei denti e delle ossa, la specie aveva adattamenti masticatori, come premolari particolarmente grandi, denti con smalto particolarmente spesso e una posizione più bassa del condilo (l'articolazione che unisce la mascella al cranio).

“Anche se non conosciamo la dieta di questo cervo, i dati forniti dai suoi fossili ci consentono di dedurre che fosse un erbivoro in cerca di cibo che selezionava molto cibo. Lo spessore dello smalto della sua dentatura, ci fa pensare che si sia nutrito forse di piante più dure di quelle che solitamente formano la dieta dei cervi giganti. Allo stesso modo, le caratteristiche geologiche delle aree in cui sono stati trovati i loro fossili favoriscono la crescita di piante adattate a suoli ricchi di gesso che facevano eventualmente parte della loro dieta ”, spiega il paleontologo.

La specie è stata descritta grazie a materiale fossile raccolto sulle terrazze che per migliaia di anni ha formato il fiume Manzanares a sud di Madrid.

"Stiamo parlando di una fase geologica altamente documentata", spiega Van der Made. "Molto materiale che ora sappiamo appartenere a M. matritensis è stato trovato nei siti archeologici, insieme all'industria litica acheulea e musteriana, perché il nostro protagonista faceva parte della dieta degli abitanti del bacino di Manzanares in quel momento", continua il esperto.

“Una delle curiosità di questa ricerca è che contraddice la regola di Cope, secondo la quale le specie tendono ad evolversi aumentando le loro dimensioni, regola che i cervidi sembravano rispettare. Tuttavia M. matritensis, l'ultimo membro di una stirpe di cervi giganti, stava diminuendo di dimensioni durante il Pleistocene medio”Afferma Van der Made.

Riferimento bibliografico:

Jan van der Made. «Il “cervo gigante” minuscolo Megaloceros matritensis n.sp. dal Pleistocene medio di Madrid - Discendente di M. savini e contemporaneo di M. giganteus«. (2018) Quaternary International. DOI: https://doi.org/10.1016/j.quaint.2018.06.006.


Video: Mammoth:Titan of the Ice Age - Smilodon Fatalis Attacking Megaloceros Giganteus


Commenti:

  1. Gilford

    la domanda divertente

  2. Ommar

    L'ottima domanda

  3. Balder

    Scusa se ti interrompo, vorrei anche esprimere la mia opinione.

  4. Tygosar

    Ottima qualità che puoi scaricare

  5. Kester

    Cerchiamo di essere ragionevoli.

  6. Fenrigal

    Messaggio meraviglioso e utile



Scrivi un messaggio