Gli archeologi riescono a ricostruire un completo laboratorio metallurgico fenicio ad Alicante

Gli archeologi riescono a ricostruire un completo laboratorio metallurgico fenicio ad Alicante


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sebbene sia nota la lavorazione dell'argento effettuata dai Fenici, mai prima d'ora è stata scavata un'officina completa. Gli autori di questa scoperta sono ricercatori delle università di Alicante e Murcia e del Museo Archeologico di Guardamar del Segura (Alicante).

I risultati sono stati appena pubblicati sulla rivista Complutum, edita dall'Università Complutense di Madrid.

I resti sono stati scavati in campagne archeologiche, effettuate tra il 2015 e il 2017 nel Deposito di piccole teste di stagno (CPE), a Guardamar del Segura (Alicante).

Questo laboratorio conserva l'architettura, un edificio a pianta circolare, e l'arredamento interno, costituito da una fornace, un banco da lavoro, utensili per fonderia e forgia e resti di galena d'argento (il minerale da cui si estraeva l'argento).

Mobili e oggetti situato negli scavi archeologici hanno permesso ai ricercatori di ricostruire la sua funzionalità, in particolare la metallurgia dell'argento. La verifica di questa attività evidenzia il prestigio sia dell'edificio stesso, sia degli artigiani chi lo ha utilizzato durante gli anni s. VII a.C.

Le indagini archeologiche condotte nel CPE di Guardamar del Segura hanno consentito di effettuare soccorsi per studi fenici questo sito.

Nonostante la sua parziale conservazione, dovuta al fatto che nel 1988 subì l'azione distruttiva di una cava abusiva per l'estrazione di inerti, è un insediamento che è ancora in grado di offrire informazioni di enorme rilevanza sul primo impatto fenicio sulla penisola orientale che, secondo i dati, potrebbe avvenire dai primi decenni degli anni '90. VIII a.C.

Bottega fenicia in uso tra il 700 e il 650 a.C.

Come commentato Immagine segnaposto Fernando Prados, primo autore dell'opera, “la bottega era in uso all'incirca tra il 700 e il 650 aC, momento che corrisponde alla seconda fase di vita di questa cittadina fondata intorno al 780 aC. e parzialmente distrutto da un terremoto avvenuto intorno al 730. Le date sono ottenute utilizzando la tecnica del Carbonio 14 (C14) effettuata sui semi, e gli studi sui metalli sono stati effettuati presso i Servizi di Ricerca Tecnica dell'UA (SSTTI) ”.

L'archeologo descrive in dettaglio l'origine dei minerali, su cui si specifica “sono arrivati ​​in barca dalle montagne di Almería e Murcia. Nella Piccola Testa di Stagno venivano prodotti i lingotti, che da qui venivano esportati in tutto il Mediterraneo fino al Vicino Oriente. Grazie a questa scoperta, possiamo riconoscere il circuito commerciale fenicio del sudest ispanico, che aveva come obiettivo principale l'argento e valorizzava questo giacimento unico ”.

La scoperta è stata recentemente presentata nel IX Congresso Internazionale di Studi Fenici e Punici, tenutosi a Mérida (Badajoz) lo scorso ottobre 2018.

Per la primavera del 2019 a mostra monografica sul sito nel Museo Archeologico di Guardamar.

Successivamente, in estate, assunto dall'INAPH e con il patrocinio del Consiglio comunale di Guardamar, Fernando Prados Martínez e Antonio García Menargues, direttori dello scavo, proseguiranno con esso. Al lavoro partecipano studenti e insegnanti dell'UMU e dell'UA.

Riferimento bibliografico:

Prados Martínez, F .; García Menárguez, A.; Jiménez Vialás, H. "Phoenician Metallurgy in the Iberian Southeast: The Small Head of Tin Workshop" (Guardamar, Alicante) Complutum, 29 (1): 79-94 (2018) http://dx.doi.org/10.5209 /CMPL.62396.
Tramite Sync.

Dopo gli studi di Storia all'Università e dopo molte prove precedenti, è nato Red Historia, un progetto che è emerso come mezzo di divulgazione dove si possono trovare le notizie più importanti di archeologia, storia e scienze umane, oltre ad articoli di interesse, curiosità e molto altro. Insomma, un punto di incontro per tutti dove condividere informazioni e continuare ad apprendere.


Video: Urbex Italia Rifugio Antiaereo Ospedale di Genova


Commenti:

  1. Halwende

    Penso che ti sbagli. Scrivimi in PM, parleremo.

  2. Aethelfrith

    Secondo me, questo è pertinente, prenderò parte alla discussione.

  3. Gorsedd

    Hai torto. sono sicuro. Posso dimostrarlo. Scrivimi in PM.

  4. Fulaton

    Penso di fare errori. Scrivimi in PM, parla.

  5. Gardazahn

    Sito interessante, in particolare voglio evidenziare il design



Scrivi un messaggio