I Neanderthal condividevano le caratteristiche dentali con altre specie umane

I Neanderthal condividevano le caratteristiche dentali con altre specie umane


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il gruppo di antropologia dentale del Centro nazionale per la ricerca sull'evoluzione umana (CENIEH) ha appena pubblicato sulla rivista Comptes Rendus PALEVOL un lavoro di istologia dentale in cui il campione del sito Sima de los Huesos ad Atapuerca (Burgos) viene confrontato per la prima volta con campioni dentali del sito di Krapina Neanderthal in Croazia, nonché con diverse popolazioni umane attuali.

Questo è uno studio comparativo incentrato sui cani, in cui sono stati inclusi anche alcuni denti antecessori dell'Homo, i cui risultati mostrano che le popolazioni del Pleistocene di Atapuerca già mostravano il modello considerato tipicamente Neanderthal nei suoi volumi di smalto e dentina.

“I denti di Sima de los Huesos hanno grandi dimensioni di dentina nella loro corona e radice, così come uno smalto sottile. est pattern istologico è stato tradizionalmente considerato un tratto distintivo dei Neanderthal e ha permesso loro di differenziarsi sia da altri gruppi che dagli esseri umani moderni ”, afferma Cecilia García Campos, autrice principale dell'articolo.

Inoltre, i risultati di questo studio potrebbero supportare una comparsa precoce di questa caratteristica caratteristica dentale, che sarebbe stata osservata già 800.000 anni fa in Homo antecessor, rimanendo in gruppi successivi durante il Pleistocene medio.

Lignaggio di Neanderthal

Il fossili trovati a Sima de los Huesos inizialmente erano considerati appartenenti al taxon Homo heidelbergensis, una specie che popolava l'Europa prima dei Neanderthal, il cui nome deriva dalla mascella rinvenuta nella città di Heidelberg (Germania).

Tuttavia, uno studio condotto da Juan Luis Arsuaga, dal Centro comune per l'evoluzione e il comportamento umano UCM-ISCIII, e pubblicato nel 2014 sulla rivista Scienza, ha messo in dubbio questo incarico, proponendo di rimuovere la popolazione del Sima da questo taxon per le evidenti somiglianze che presentava con l'Homo neanderthalensis.

Successivamente, due studi genetici della Sima de los Huesos, pubblicati sulla rivista Natura nel 2014 e nel 2016 hanno rafforzato questa decisione dimostrandolo questi ominidi appartenevano al lignaggio evolutivo di Neanderthal a causa della sua stretta relazione con gli antenati dei Neanderthal.

"I risultati ottenuti dall'istologia dentale degli individui della Sima de los Huesos supportano lo stretto rapporto che doveva esserci tra gli ominidi del Pleistocene medio di Atapuerca e gli ultimi gruppi di Neanderthal che abitavano l'Europa", sottolinea Cecilia García Campos.

Riferimento bibliografico:

CeciliaGarcía-Campos et al. "Dimensioni dello smalto e della dentina degli ominini del Pleistocene di Atapuerca (Burgos, Spagna): uno studio comparativo dei canini" Comptes Rendus Palevol, 30 novembre 2018.

attraverso Sincronizza


Video: A Neanderthal Perspective on Human Origins - 2014


Commenti:

  1. Jack

    forse starò zitto

  2. Aeson

    Sì, sei un narratore

  3. Zolobar

    the bright

  4. Quaashie

    Mi dispiace, ma penso che tu abbia torto. Posso dimostrarlo.

  5. Gabar

    I have to say this - confusion.

  6. Faelar

    Capito non tutto.

  7. Moogugore

    Anche cosa di conseguenza?



Scrivi un messaggio