Wupatki Pueblo

Wupatki Pueblo



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Wupatki nazionale lun.

I pueblo di Wupatki sono come nessun altro. Wupatki era il pueblo più alto, più grande e uno dei più influenti della zona. Durante il suo picco nel 1180 d.C., circa 100 persone vivevano nel Wupatki Pueblo, con migliaia che vivevano in un giorno di cammino.

Quando il Sunset Crater eruttò nel 1064 d.C., costrinse le comunità che vivevano vicino al vulcano a spostarsi a nord. Mentre si spostavano a nord, si resero conto che le ceneri che coprivano i terreni a nord del vulcano fornivano condizioni eccellenti per la semina. Mentre si spostavano, alcune delle piccole case sparse cominciarono a essere sostituite da grandi pueblos. Questi pueblo, Wupatki, Wukoki, Lomaki e la Cittadella, per citarne alcuni, erano circondati da pueblo e villaggi più piccoli. Le reti commerciali si espansero portando tutti i tipi di oggetti esotici come conchiglie, turchesi e rame a Wupatki.

Nakikuhu in primo piano e la Cittadella sullo sfondo.

La vita a Wupatki era molto mista culturalmente. Wupatki era al crocevia degli indiani Sinagua, Cohonina e Kayenta Anasazi. Questo mix di persone può essere visto nei manufatti, negli oggetti commerciali e persino nei pueblo stessi.

Entro il 1250 d.C., Sunset Crater si calmò e coloro che vivevano a Wupatki si trasferirono, alcuni andando a nord verso l'altopiano del Colorado, mentre alcuni rimasero lì e altri si trasferirono a sud. I discendenti di coloro che vivono a Wupatki includono gli indiani Hopi, Zuni e Navajo.

La gente di Wupatki ha iniziato quando i cacciatori-raccoglitori sono diventati agricoltori e, più recentemente, sono diventati ranger e pastori. Non è ancora noto se fossero molti diversi tipi di nativi americani che vivevano lì, o se fossero solo gli indiani Sinagua che vivevano in modi diversi sotto diverse influenze. Le prove dei pueblo possono supportare entrambe le conclusioni.


Wupatki Pueblo

I numerosi siti di insediamento sparsi in tutto il monumento furono costruiti dall'antico popolo dei Pueblo, in particolare da Cohonina, Kayenta Anasazi e Sinagua. Wupatki fu abitata per la prima volta intorno al 500 d.C. Wupatki, che significa "Casa Alta" in lingua Hopi, è un'abitazione di un pueblo di Sinagua a più piani che comprende oltre 100 stanze, una sala comune e un campo da ballo, che lo rendono l'edificio più grande per quasi 50 miglia. Sono state scoperte anche strutture secondarie nelle vicinanze, tra cui due strutture simili a kiva.[5] Un grande afflusso di popolazione iniziò subito dopo l'eruzione del Sunset Crater nell'XI secolo (tra il 1040 e il 1100), che ricoprì l'area di cenere vulcanica, migliorando la produttività agricola e la capacità del suolo di trattenere l'acqua. Nel 1182, a Wupatki Pueblo vivevano da 85 a 100 persone, ma nel 1225 il sito fu definitivamente abbandonato. Sulla base di un'attenta indagine sui siti archeologici condotta negli anni '80, si stima che circa 2000 immigrati si siano trasferiti nell'area durante il secolo successivo all'eruzione. L'agricoltura si basava principalmente sul mais e la zucca allevati dai terreni aridi senza irrigazione. Nel sito di Wupatki, i residenti raccoglievano l'acqua piovana a causa della rarità delle sorgenti.[senza fonte]

Le pareti dell'abitazione sono state costruite con blocchi sottili e piatti dell'arenaria locale di Moenkopi che conferisce ai pueblos il loro distinto colore rosso. Tenuti insieme con malta, molti dei muri sono ancora in piedi. Ogni insediamento è stato costruito come un singolo edificio, a volte con decine di stanze. Il più grande insediamento sul territorio monumentale è la rovina di Wupatki, costruita attorno a una roccia naturale affiorante. Con oltre 100 stanze, si ritiene che questa rovina sia la struttura più alta e più grande della zona per il suo periodo di tempo. Il monumento contiene anche rovine identificate come un campo da baseball, simili a quelle trovate in Mesoamerica e nelle rovine di Hohokam dell'Arizona meridionale questo è l'esempio più settentrionale di questo tipo di struttura. Questo sito contiene anche uno sfiatatoio geologico.[6] Altri siti importanti sono Wukoki e The Citadel.

Oggi Wupatki appare vuoto e abbandonato, ma è ricordato e curato. Sebbene non sia più occupata fisicamente, gli Hopi credono che le persone che vissero e morirono qui rimangano come guardiani spirituali. Le storie di Wupatki vengono trasmesse tra Hopi, Navajo, Zuni e forse altre tribù. I membri dei clan Hopi Bear, Katsina, Lizard, Rattlesnake, Sand, Snow e Water tornano periodicamente per arricchire la loro comprensione personale della storia del loro clan.[7]

In quella che sembrerebbe un'area generalmente inospitale a causa della mancanza di cibo e fonti d'acqua, diversi manufatti sono stati localizzati nel sito da località lontane, il che implica che Wupatki fosse coinvolto nel commercio. Oggetti provenienti dal Pacifico e dalla costa del Golfo sono stati localizzati nel sito, come molte diverse varietà di ceramica, durante numerosi scavi che risalgono all'esplorazione del sito a metà del 1800.[8]


Pianifica la tua visita

La panoramica Loop Road attraversa un'ampia porzione del Wupatki National Monument che include molti dei migliori panorami e siti storici della zona. Inizia il tuo viaggio presso il centro visitatori del parco, situato al miglio 21, dove puoi pianificare la tua avventura e conoscere meglio la storia della regione. Lungo la panoramica Loop Road, troverai anche l'accesso ai famosi pueblos del parco. La maggior parte si trova lungo brevi sentieri pianeggianti entro mezzo miglio dalla strada principale. Assicurati di visitare il Wukoki Pueblo, una delle strutture più remote del parco, dove i visitatori hanno la possibilità di entrare nella sua antica torre.

Al Wupatki National Monument, puoi anche fermarti a pranzo nell'area picnic di Doney Mountain, fare un tour guidato delle rovine o esplorare i numerosi sentieri escursionistici del parco, tra cui l'impegnativa Crack-in-Rock Hike. Questo percorso è aperto solo alle escursioni guidate di gruppo, disponibili nei fine settimana di aprile e ottobre. L'escursione Crack-in-the-Rock comporta un faticoso viaggio di 16 miglia con lo zaino in spalla durante la notte che si snoda attraverso alcune opere d'arte e architettura rupestre dei pueblo raramente viste.


Lomaki e Box Canyon Pueblos

Grazie per averci aiutato a proteggere questo importante sito del patrimonio non arrampicandoci sui muri, lasciando tutti gli oggetti naturali e culturali al loro posto e rimanendo su sentieri designati.

Un'apertura attraverso una parete potrebbe essere stata una porta interna. I pueblos hanno spesso l'ingresso principale attraverso un'apertura al centro dei tetti. Importanza culturale e storica
Lomaki significa "Casa Bella" in lingua Hopi. Situato alla fine di questo sentiero, aveva nove stanze costruite in pietra calcarea e arenaria locali nell'ultimo decennio del 1100. Sia le pareti interne che quelle esterne potrebbero essere state rivestite di intonaco, anche se oggi non rimane nulla.

Sebbene quest'area non sembri oggi un terreno agricolo, gli abitanti di Lomaki erano abili agricoltori a secco che probabilmente usavano tecniche simili a quelle che usano oggi gli Hopi contemporanei. I campi erano situati sulle cime pianeggianti della mesa, nei lavaggi e sui pendii terrazzati. La presenza di pochi centimetri di cenere nera creava uno strato di pacciame che aiutava a trattenere l'umidità.

Le due strutture più piccole su entrambi i lati della fessura terrestre potrebbero aver ospitato la famiglia allargata delle persone che vivono a Lomaki. Queste abitazioni sono solo alcune delle dozzine che circondano sia Lomaki che Cittadella. Con un occhio attento puoi individuare altri muri in cima a mesas vicini. Un tempo questa era una fiorente comunità che commerciava con altre comunità per centinaia di miglia.

Sebbene non sia più occupato fisicamente, gli Hopi credono che le persone che vissero e morirono qui rimangano come guardiani spirituali. Questi luoghi vengono ricordati e curati, non abbandonati.

Il Lomaki Pueblo nel 1941 durante la stabilizzazione

Preservazione
I pueblo di Lomaki e Box Canyon hanno subito diversi progetti di stabilizzazione nel corso degli anni, a partire dai primi anni '30. Anche se la ricostruzione era comune in questo periodo, gli sforzi si sono concentrati sulla stabilizzazione delle mura esistenti per prevenire danni futuri. Anche gli scavi di questi siti sono stati minimi.

Nell'ottobre 1955, l'archeologo Roland Richert condusse un progetto completo di stabilizzazione del Box Canyon Pueblos. I lavori includevano la ricalcatura dei giunti di malta erosi, il ripristino delle pietre di copertura e la "tappatura" delle parti superiori dei muri e la rimozione delle macerie di pietra che stavano causando l'inclinazione delle pareti e l'avvicinarsi del crollo. Tutte le operazioni di ricalcatura, ripristino e rivestimento sono state eseguite con cemento, colorato con colori camoscio e arancione per adattarsi alla malta originale. Quest'opera è stata poi occultata con una malta di terra ricavata dalla sommità della mesa, in prossimità della struttura.

L'uso del cemento nella conservazione archeologica e nella ricostruzione dei pueblos era comune in questo periodo, ma non è più utilizzato. Nel tempo i sali e altri prodotti chimici nel cemento danneggiano le pietre del muro e impediscono all'acqua di evaporare. Le tecniche attuali utilizzano una miscela di malta simile ai materiali originali utilizzati dalle popolazioni ancestrali dei Pueblo realizzati con ceneri e terreni locali.

I più grandi sforzi storici di stabilizzazione di Lomaki Pueblo furono condotti nel 1941 e nel 1954. Diversi supporti in legno furono installati nel primo progetto ma non erano più efficaci e furono sostituiti da supporti metallici nascosti nel 1954.

L'attuale conservazione comprende ispezioni annuali di tutte le pareti del pueblo, ravvivatura della malta quando necessario, copertura di fragili pavimenti di pueblo con geotessili e terra di riempimento e monitoraggio degli impatti dei visitatori.

Lomaki Pueblo con guardrail in legno

Gestione dell'impatto umano

Il National Park Service è sempre al lavoro per mantenere un equilibrio tra il divertimento dei visitatori e la protezione delle risorse del parco. Il modo in cui ciò viene realizzato si è evoluto nel corso della storia dell'agenzia e all'interno del Wupatki National Monument. A un certo punto, i guardrail in legno con angoli in pietra erano comuni per mantenere i visitatori su percorsi designati.

Questi guardrail non esistono più a Lomaki o da nessuna parte all'interno del monumento. Mentre i visitatori sono ancora limitati a viaggiare su percorsi designati, le barriere fisiche sono state sostituite dall'istruzione e dalla segnaletica posizionata con cura.

Un fattore in questa decisione è stata la conservazione di quello che viene chiamato un paesaggio culturale. In altre parole, si è cercato di creare un'esperienza visiva il più possibile autentica e libera da impedimenti moderni.


Io & i fantasmi del monumento nazionale Wupatki

Era la fine della giornata in Arizona ed ero solo. Mentre entravo, ho incrociato gli ultimi visitatori della giornata, li ho visti uscire dal parcheggio, con un po' di polvere che si alzava dietro di loro mentre svanivano nel deserto. Poi, eravamo solo io e i fantasmi del Wupatki National Monument.

Quando ho visitato il Monumento Nazionale delle Rovine di Casa Grande, ho passato 15 minuti a parlare con un volontario di come ci si sente ad essere lì di prima mattina, a vagare tra le rovine prima che arrivino i turisti. Ha parlato delle persone che vivevano lì, di coloro che hanno costruito il sito secolare, che chiamavano il luogo la loro casa. Mi disse che sapeva che erano ancora lì, che li sentiva in quei tranquilli momenti mattutini.

Ho esplorato le rovine sperando di sentire ciò che provava il volontario, ma non l'ho fatto ed ero triste di non essere stato in grado di essere lì quando il sito era più tranquillo e calmo.

Quando mi sono ritrovato da solo in un pueblo all'interno di Wupatki, a più di 200 miglia a nord delle rovine di Casa Granda, ho capito di cosa stava parlando. Capito. L'ho sentito.

Non mi sentivo solo. Sapevo di essere l'unica persona lì, sapevo che gli ultimi visitatori se ne erano andati, che non c'erano più auto nel parcheggio e potevo vedere l'intero sito e sapere che ero solo io lì, ma li sentivo ancora, ancora mi sentivo come un ospite, uno invitato a rimanere solo fino a quando il sole non ha iniziato a tramontare. Mi sono sentito il benvenuto lì, ma c'era anche un avvertimento che il posto non era per me una volta che il sole era tramontato.

Circa 800 anni fa, Wupatki era uno dei più grandi e forse più influenti pueblo in circolazione. La ricerca archeologica suggerisce che l'eruzione del vicino vulcano Sunset Crater ha spinto le persone verso Wupatki e ha contribuito alla crescente influenza del sito.

Oggi, il Wupatki National Monument comprende i resti di Wupatki Pueblo, il più grande pueblo all'interno del monumento, così come Lomaki, Box Canyon, Citadel, Nalakihu e Wukoki Pueblos. Mi sono ritrovato solo nella maggior parte di questi piccoli pueblo, ed è lì che li ho sentiti, i fantasmi.

Ho visitato un totale di sette unità del Parco Nazionale mentre ero in Arizona, incluso il Grand Canyon e il Saguaro National Park, ma c'era qualcosa che ho sentito al Wupatki National Monument che è rimasto con me. Forse era perché avevo il posto tutto per me o forse è solo un posto davvero, davvero speciale.

L'unico modo che conosco per descriverlo è che questo posto continua a perseguitarmi. L'ho sentito quando ero lì, l'ho sentito sull'aereo mentre stavo tornando a casa e lo sento ancora, la dolce spinta di curiosità che viene dallo sfiorare l'alterità.

UN PO' DI LUCE STORIA

Le rovine all'interno del monumento nazionale Wupatki sono state costruite dall'antico popolo dei Pueblo.

Il Wupatki Pueblo comprendeva circa 100 stanze e conobbe un boom demografico dopo l'eruzione del vulcano Sunset Crater alla fine del 1100. Era l'edificio più grande in un raggio di 50 miglia e ospitava circa 100 persone.

Oltre agli altri pueblo, ci sono un campo da baseball, un centro visitatori e uno sfiatatoio geologico e, naturalmente, un sacco di storia.

BUONO A SAPERSI

Sunset Crater Volcano National Monument e Wupatki National Monument sono adiacenti l'uno all'altro. C'è un percorso panoramico di 34 miglia che collega i due siti, conducendo i visitatori attraverso foreste di pini ponderosa e poi immergendosi in un deserto dipinto. È bello e vario e un eccellente primer per esplorare la varietà dei paesaggi dell'Arizona.

Sia Sunset Crater che Wupatki sono a breve distanza in auto da Flagstaff, in Arizona, e ho trascorso circa tre ore e mezza esplorando i due siti, ma se sei interessato a fare un'escursione più lunga o sei qualcuno a cui piace leggere tutto nel mostre storiche, concederei un'altra o due ore.

I sentieri e i pueblo del monumento nazionale Wupatki sono aperti tutti i giorni dall'alba al tramonto, mentre il centro visitatori è aperto dalle 9:00 alle 17:00. tutti i giorni, tranne a Natale.


2) Il Pueblo più grande è il Pueblo Wupatki

Wayne Stadler, utente di Flickr

Questo più grande pueblo è l'omonimo del monumento nazionale. Un tempo dimora di oltre 100 persone e solo un giorno di cammino da migliaia di altre, questo pueblo era un importante epicentro. Una caratteristica principale del pueblo Wupatki è una grande sala comune. Gli storici ritengono che gli abitanti si incontrassero qui per discutere questioni importanti come il commercio e le questioni della comunità locale. Che immagine mentale interessante — una sorta di riunione del municipio, ma nel 1250 d.C.! Direttamente dietro il centro visitatori, troverai un sentiero che conduce a questo gioiello storico. Classificato da facile a moderato, il percorso ti porterà a circa due miglia e mezzo di andata e ritorno. Non solo è pavimentato, ma presenta anche un punto panoramico che ti consente di controllare il pueblo di Wupatki dall'alto!


Monumento Nazionale Wupatki

Meno di 800 anni fa, Wupatki Pueblo era il più grande pueblo in circolazione. Fiorì per un tempo come luogo di incontro di culture diverse. Eppure questo era uno dei luoghi più caldi e aridi dell'altopiano del Colorado, che offriva poco cibo, acqua o comodità. Come e perché la gente viveva qui? I costruttori di Wupatki e dei vicini pueblo sono andati avanti, ma la loro eredità rimane. Il monumento è stato istituito dal presidente Calvin Coolidge il 9 dicembre 1924 per preservare la Cittadella e i pueblo di Wupatki. I confini sono stati modificati più volte da allora e ora includono ulteriori pueblo e altre risorse archeologiche su un totale di 35.422 acri. Wupatki rappresenta un crocevia culturale, sede di numerosi gruppi di persone nel corso di migliaia di anni. La comprensione delle persone precedenti proviene da molteplici prospettive, inclusa la storia tradizionale delle persone stesse e le interpretazioni degli archeologi delle strutture e dei manufatti che rimangono. Il sito offre diversi percorsi per consentire ai visitatori di camminare, fare escursioni e vedere i vari pueblos.

Speriamo che questo saggio ti sia piaciuto.

Sostieni questa tradizione di 70 anni di scritture storiche affidabili e i volontari che la sostengono con una donazione a Eredità americana.


Cittadella e Nalakihu

Le rovine della cittadella sono in cima alla collina e le rovine di Nalakihu sono a destra del sentiero.

Più in là, c'è una rovina chiamata Cittadella. Anche questa rovina è in cima a una stretta collina. Si erge in alto sopra la pianura coperta di ginepri, offrendo una vista imponente tutt'intorno. Il sentiero è solo 1/4 di miglio ed è pianeggiante fino alle rovine di Nalakihu, ma poi sale ripidamente fino alle rovine della Cittadella. Questo sentiero è stato chiuso per restauro quando siamo passati, ma questa è un'altra breve e facile sosta.


Avventura fotografica: Wupatki National Monument, Arizona

Quando ero in Europa, era incredibile per me quanta storia fosse in ogni sua svolta. Le chiese erano vecchie di secoli e alcune case erano state usate per generazioni e generazioni. È un'esperienza molto diversa da quella che ho vissuto in America. Siamo un paese giovane e la nostra storia è storia giovane. Naturalmente, la storia della nostra nazione non inizia con gli europei. I nativi americani sono stati qui per primi e hanno tradizioni ricche, antiche quanto quelle che ho osservato in Europa. Tuttavia, molti dei loro edifici sono stati creati per essere temporanei e facilmente spostabili per adattarsi agli stili di vita delle tribù.

Le eccezioni sono gli abitanti delle scogliere e i costruttori di pueblo del sud-ovest. Siamo stati in grado di vedere case costruite da entrambi, ma di gran lunga la mia tappa preferita è stata Wupatki National Monument. Situato un po' vicino a Flagstaff, è un'ottima sosta tra Sedona e il Grand Canyon. Sono davvero due siti del National Park Service in uno perché è proprio accanto al Sunset Crater Volcano – che è storicamente significativo.

Wupatki significa “Tall House” in Hopi, e lo era davvero. Il pueblo di Sinagua era a più piani e aveva più di 100 stanze e fu abitato per la prima volta intorno al 500 d.C. Dopo l'eruzione del Sunset Crater tra il 1040 e il 1100, il terreno ricco probabilmente migliorò il potenziale di crescita del suolo desertico e un afflusso di persone portò il numero di abitanti a circa 100. Ma nel 1225, il sito fu completamente abbandonato – probabilmente il risultato di un'altra eruzione del Sunset Crater.

Oggi, il Wupatki National Monument si occupa di diversi pueblos nell'area di varie dimensioni e stato di rovina. È sorprendente per me che queste persone senza una fonte d'acqua visibile siano state in grado di creare una casa in un ambiente così inospitale. È un sito che consiglio vivamente a tutti i viaggiatori, comprese le famiglie con bambini. Sebbene i miei figli non abbiano iniziato uno studio approfondito della storia dei nativi americani, è stato molto utile per loro vedere una casa molto diversa dalla loro.

Tutto ovunque è anche un podcast!


Guarda il video: Wupatki Pueblo