La spada crociata codificata: puoi risolvere il codice criptico?

La spada crociata codificata: puoi risolvere il codice criptico?


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Riuscirai a risolvere il codice criptico inciso nella lama di questa spada del XIII secolo? La curiosa iscrizione continua a confondere storici, crittografi e linguisti e l'anno scorso la British Library ha chiesto aiuto al pubblico per svelare questo mistero vecchio di 800 anni.

Mentre leggerai questo articolo, noterai che la mia ricerca personale ha trasformato una piccola, ma significativa chiave in questo mistero, ma forse puoi risolverlo una volta per tutte?

La spada risale al periodo compreso tra il 1250 e il 1330 e fu scoperta nel XIX secolo nel fiume Witham vicino a Lincoln, nel nord dell'Inghilterra. Attualmente in mostra alla British Library nella mostra Magna Carta, la sua lama in acciaio ha un bordo affilato che è insolito, con due sgusciatori o scanalature, che corrono paralleli su ciascun lato. L'anno scorso, un portavoce del British Museum di Londra ha dichiarato:

“Un'origine vichinga è stata suggerita per la spada sulla base delle forme dei fullers, del pomo e delle lettere dell'iscrizione. Tuttavia, è evidente che il pomo, l'iscrizione e la forma della lama sono più caratteristici delle spade europee medievali rispetto a quelle di origine vichinga.

Il portavoce del museo ha continuato dicendo che la lama è molto probabilmente tedesca e la spada è inglese, e sarebbe stata dotata di un'elsa. L'elsa a forma di croce è caratteristica delle spade di questo periodo e sebbene una spada sia un'arma di morte, la sua forma e la sua forma erano associate al simbolo centrale del cristianesimo.

Dal magnifico film svedese del 2007 "Arn, the Knight Templar".

La spada di un cavaliere era un multi-strumento. Da un lato era un efficace strumento di macellazione e pugnalata e dall'altro, quando tenuto con la lama rivolta verso il basso, le traverse formavano una croce. Pertanto, una spada è sia un dispositivo di omicidio che un altare mobile. I crociati spesso incidevano piccole croci sui manici e sulle lame delle spade dopo essere stati nominati cavalieri, e questo accadeva molto spesso poco prima e dopo la battaglia. Non appena una battaglia era terminata, i cavalieri cadevano in ginocchio in cerca di redenzione per la brutalità che avevano appena scatenato, e le loro spade, impugnate come croci, furono alzate al cielo.

L'iscrizione criptica che scorre lungo la lama delle armi è intarsiata con un sottile filo d'oro e recita:

N D X O X C H W D R G H D X O R V I

La lingua in cui è stato scritto il messaggio è sconosciuta, aggiungendo un altro grado di difficoltà nel decifrare questo codice. La maggior parte degli studiosi concorda sul fatto che sia abbreviato in latino e greco, forse una stenografia religiosa feudale, e il blog originale della British Library è stato recentemente aggiornato con ulteriori informazioni da Marc van Hasselt dell'Università di Utrecht che ha suggerito che questa è una delle numerose spade trovate in tutta Europa che sembrano provenire da la stessa officina.

Una crepa nel codice

L'anno scorso, quando questa scoperta è arrivata per la prima volta sulla mia scrivania, ho fatto due rapide osservazioni e mi sono rifiutato di dedicare altro tempo, qualunque sia, alla decodifica di questa trascrizione.

1. La prima R non assomiglia per niente alla seconda R ed è possibile che la prima R sia effettivamente una N.

2. E la quarta lettera è ufficialmente interpretato come un C, ma potrebbe essere un G.

La spada a doppio taglio del XIII secolo con un codice criptico. Immagine: il British Museum.

Quindi cos'è con queste due osservazioni che mi ha spento?

A meno che non viaggiamo indietro nel tempo e non chiediamo al fabbro che ha inciso le lettere cosa significassero, non possiamo mai essere sicuri al 100% del messaggio previsto. Sarà sempre un punto di congettura. Perché dovrei essere coinvolto nella decodifica di una trascrizione se fosse chiaro fin dall'inizio che il risultato sarà accurato solo al 50%? Tuttavia, non ho completamente ignorato la spada. I simboli sono la mia cosa, e ho notato qualcosa di interessante sulla lama che apparentemente tutte le altre decine di migliaia di ricercatori avevano trascurato. Mettendo da parte la trascrizione ho concentrato la mia attenzione sulle due croci alle estremità della serie di lettere.

Questa linea di indagine ha prodotto alcuni fatti affascinanti sulle origini e il significato di questo particolare tipo di croce, avvicinandoci alla mente della persona che una volta brandiva questa misteriosa arma.

Le due croci alle estremità della serie di lettere. Immagine: il British Museum.

1. Questo tipo di croce è noto in araldica come "croce potente" o "croce stampella". Questo nome deriva dalle traverse, o stampelle, alle estremità delle sue quattro braccia e la parola "potente", è usata nella terminologia araldica per descrivere le forme a T.

La croce potente

2. Si credeva che la potente croce detenesse poteri mistici cristiani, e come tale fu adottata da diversi ordini crociati nel XIII secolo. È ancora usato oggi nei loghi e nelle insegne cattoliche romane per le loro organizzazioni di scoutismo e guida.

Potenti incrociati stilizzati

3. Questa era una croce comunemente usata nell'araldica tedesca tra il XII e il XIV secolo, dove era conosciuta come a Kruckenkreuz (stampelle incrociate). Nello stesso paesaggio, oltre 900 anni dopo, questo tipo di croce divenne il primo simbolo dell'Austrofascismo.

L'uso della croce potente in Germania. Raduno del Fronte Patriottico.

  1. In antico persiano, questo particolare tipo di croce rappresentava la parola Wu o; mago, magi, mago. L'interpretazione diretta di Wu è ' uno capace; specialista in rituali». Recenti prove linguistiche suggeriscono che in cinese, W tu significava anche sciamano; strega, mago o mago, entrambi provenienti da una parola comune iraniana.

Persiano antico/cinese Wu o; mago, magi, mago.

5. Una grande croce potente, circondata da quattro croci greche più piccole su un campo d'argento, era la croce dei crociati, essendo il disegno araldico nello stemma indossato da Goffredo di Buglione, il primo re di Gerusalemme, durante la prima crociata. Ora conosciuta come la croce di Gerusalemme, rimase in uso come stemma e bandiera del Regno di Gerusalemme fino al XII e XV secolo.

Autore con la sua pregiata scatola in legno della Bibbia di Gerusalemme che mostra la Croce di Gerusalemme.

Il Multisala della Croce di Gerusalemme

Come con tutti i simboli, il messaggio ricevuto dipende dall'esperienza di vita e dalla conoscenza dello spettatore. Pertanto, il simbolismo della quintupla croce di Gerusalemme era diverso per ogni cavaliere. Per alcuni rappresentava le Cinque Piaghe di Cristo e per altri era Cristo ei quattro evangelisti, ovvero Cristo al centro dei quattro angoli della Terra.

Qualsiasi libro di araldica ti dirà quali poteri incrociati rappresentato, ma per capire meglio cosa potrebbero avere queste due minuscole croci incise significava, per il possessore di spade, dobbiamo resistere consapevolmente a fare interpretazioni oggettive fugaci e tentare di comprendere il contenuto emotivo del simbolo. Per noi, i simboli sono 'solo croci ' ma uscendo dalla tua scatola per un secondo, se il proprietario di questa spada fosse un crociato, potrebbe aver significato qualcosa di completamente più profondo, qualcosa di così personale e intenso che non possiamo davvero afferrare questo tipo di emozione oggi.

Prova a immaginarti in piedi in un deserto rovente, a migliaia di chilometri da casa, di fronte a 10.000 soldati saraceni altamente addestrati con le loro grottesche armi che brillano al sole. Sei disidratato, esausto e terrorizzato. Fanno pagare. Il tuo respiro accelera e il suo suono risuona intorno al tuo casco d'acciaio sudato. Poi un'ombra, prima che un cavallo da guerra saraceno ti colpisca, il suo potente sterno che ti spacca il naso sul viso.

Poi silenzio.

Sei a faccia in giù nel deserto rovente. Sputate una miscela violenta di sangue sabbioso e parti di denti rotti. Sei rotto e inizi a lasciarti andare; "stare giù ” la tua voce interiore ti ruggisce.

Ma poi, attraverso i tuoi occhi gonfi neri e blu, noti una minuscola croce che luccica sulla lama della tua spada. Senti una scintilla di speranza nel profondo del tuo intestino. Ti concentri di nuovo sulla vita e i tuoi sensi si acuiscono. Senti i toni metallici di guerra delle spade dei tuoi fratelli che si muovono e si scontrano sopra di te, e l'ira di Dio sale dentro di te. Spingendoti su, digrigni insieme gli ultimi denti frantumati e ti immergi di nuovo nel caotico, brutale bagno di sangue. Sei sopravvissuto. Ancora.

Queste minuscole croci potrebbero essere servite un tempo come punti focali altamente sacri, importanti centri, al Cavaliere che possedeva la spada. Al di là delle croci e delle lettere, dobbiamo trattare questo oggetto con il massimo rispetto perché, sebbene sia un tesoro storico, è stato molto probabilmente bagnato dal sangue di molti saraceni caduti difendendo la loro casa.

Conclusioni

Probabilmente non sapremo mai chi fosse il cavaliere che possedeva questa spada perché la trascrizione è così difficile da interpretare senza alcun punto di riferimento o retaggio. Ma penso che possiamo essere certi che fosse un crociato che servì la Chiesa e brandì quest'arma come una Spada di Dio. Se hai idee, osservazioni o suggerimenti su cosa potrebbe significare l'iscrizione, indipendentemente dal campo a sinistra, ti prego di inviarmi un'e-mail a [email protected].


Guarda il video: Duello di spada tra 2 giovani cavalieri a Castelbellino 03052015


Commenti:

  1. Abjaja

    Ti consiglio di provare Google.com

  2. Walwyn

    Mi piace la tua idea. Proponiti di fare una discussione generale.

  3. Bakazahn

    Mi dispiace, che ha interferito ... Capisco questa domanda. Invito alla discussione.



Scrivi un messaggio