Jimmy Hoffa denunciato per la scomparsa

Jimmy Hoffa denunciato per la scomparsa


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La mattina del 31 luglio 1975, James Riddle Hoffa, uno dei leader sindacali americani più influenti del XX secolo, viene ufficialmente dichiarato scomparso dopo non essere riuscito a tornare a casa la notte precedente. Sebbene si creda comunemente che sia stato vittima di un colpo di mafia, non sono mai state trovate prove conclusive e il destino di Hoffa rimane un mistero.

LEGGI ANCHE: Cosa è successo a Jimmy Hoffa?

Nato nel 1913 da un povero minatore di carbone in Brasile, nell'Indiana, Jimmy Hoffa si dimostrò un leader naturale nella sua giovinezza. All'età di 20 anni, aiutò a organizzare uno sciopero dei lavoratori a Detroit e rimase un sostenitore dei lavoratori oppressi per il resto della sua vita. Il carisma e il talento di Hoffa come organizzatore locale lo hanno fatto notare rapidamente dai Teamster e lo hanno portato in alto attraverso i suoi ranghi. Poi un sindacato piccolo ma in rapida crescita, i Teamsters organizzarono i camionisti in tutto il paese e, attraverso l'uso di scioperi, boicottaggi e alcuni metodi di protesta più potenti anche se meno legali, vinsero richieste di contratto per conto dei lavoratori.

Hoffa divenne presidente dei Teamsters nel 1957, quando il suo ex leader fu imprigionato per corruzione. Come capo, Hoffa è stato lodato per il suo instancabile lavoro per espandere l'unione e per la sua instancabile devozione anche ai membri meno potenti dell'organizzazione. La sua cura e disponibilità sono state catturate in una delle citazioni più famose a lui attribuite: "Hai un problema? Chiamami. Basta alzare il telefono.»

La dedizione di Hoffa all'operaio e i suoi elettrizzanti discorsi pubblici lo resero estremamente popolare, sia tra i suoi compagni di lavoro che tra i politici e gli uomini d'affari con cui negoziava. Eppure, nonostante tutte le battaglie che ha combattuto e vinto per conto dei piloti americani, ha avuto anche un lato oscuro. Ai tempi di Hoffa, molti capi di Teamster collaboravano con la mafia in racket, estorsioni e appropriazione indebita. Lo stesso Hoffa ha avuto rapporti con mafiosi di alto rango ed è stato oggetto di numerose indagini governative negli anni '60. Nel 1967 fu condannato per corruzione e condannato a 13 anni di carcere.

Mentre era in prigione, Hoffa non ha mai ceduto il suo ufficio, e quando Richard Nixon ha commutato la sua condanna nel 1971, era pronto a tornare. Rilasciato a condizione di non partecipare alle attività sindacali per 10 anni, Hoffa aveva intenzione di combattere la restrizione in tribunale quando scomparve nel pomeriggio del 30 luglio 1975, dal parcheggio di un ristorante di Detroit, non lontano da dove era arrivato il suo inizio come organizzatore del lavoro. La sua famiglia ha presentato una denuncia di scomparsa alla polizia di Bloomfield Township il giorno successivo. Sono state avanzate diverse teorie cospirative sulla scomparsa di Hoffa e sulla posizione dei suoi resti, ma la verità rimane sconosciuta.

LEGGI ANCHE: 6 misteriose sparizioni nella storia degli Stati Uniti


Ci è stato detto che Jimmy Hoffa è stato sepolto in un barile di metallo -- indovina cosa ha trovato Fox Nation

Eric Shawn: 'Riddle, la ricerca di James R. Hoffa'

La mia serie Fox Nation è tornata con una straordinaria scoperta in cui si dice che Hoffa sia sepolto. Ecco un'anteprima.

Jimmy Hoffa potrebbe essere rinchiuso in una tomba a botte di metallo nel New Jersey.

Fox Nation ha trovato quelli che sembrano essere più grandi pezzi sepolti di metallo curvo, che potrebbero indicare fusti di acciaio disposti uno sopra l'altro, che si adattano alla descrizione di dove è stato sepolto Hoffa in un fusto di acciaio da 55 galloni, con fusti aggiuntivi impilati su meglio di lui, nel 1975.

"Non riusciva a entrare prima nel corpo del tamburo, prima i piedi. Dovevano girarlo e metterlo in testa prima", ha detto Frank Cappola a Fox Nation, descrivendo come dice che suo padre, Paul Cappola Sr., ha spinto i resti di l'iconico leader sindacale in un tamburo d'acciaio quando il corpo gli è stato consegnato nella sua discarica di Jersey City collegata alla mafia, giorni dopo la scomparsa di Hoffa appena fuori Detroit.

"Non riusciva a piegare le gambe a destra", ha detto. "Non prenderla nel modo sbagliato, perché aveva molto rispetto per Hoffa, ma ha detto 'non potevano far entrare prima l'ometto grasso in un barile.' Così lo misero a testa in giù e poi gli misero sopra il coperchio. E poi lo seppellirono".

Cappola ha detto che suo padre ha poi scavato una buca profonda 12 piedi con un escavatore, ha scaricato il tamburo che conteneva i resti di Hoffa nella fossa, e poi ha ammucchiato più di una dozzina di tamburi d'acciaio sopra quelli di Hoffa, prima di riempire il buco con terra per coprire le prove. Ha detto che era "sicuro al 99 virgola 99 virgola 99 percento" e "scommetterebbe la mia vita" che Hoffa fosse lì.

Fox Nation ha anche trovato una fossa sotterranea che a un certo punto è stata riempita con sporcizia diversa sul posto.

La scoperta dei pezzi di metallo curvi sepolti e della fossa riempita dove Cappola ha detto che si possono trovare i resti di Hoffa, viene rivelata nell'ultimo episodio di Fox Nation di "Riddle, The Search for James R. Hoffa".

Lo spettacolo è una serie in quattro parti che approfondisce la scomparsa dell'ex presidente della International Brotherhood of Teamsters, con l'obiettivo di cercare di risolvere finalmente il caso. Hoffa è stato assassinato dopo essere scomparso il 30 luglio 1975 mentre si stava recando a un sospetto incontro con i capi della mafia, tra cui la famigerata famiglia criminale genovese del New Jersey Capo e il leader del Teamsters Union Anthony "Tony Pro" Provenzano, che governava l'area in cui ci ha detto Cappola Hoffa è sepolto.

Fox Nation ha assunto Ground Penetrating Radar Systems, una società nazionale che utilizza la tecnologia radar e le onde radio elettromagnetiche ad alta frequenza che riflettono gli oggetti nel sottosuolo, per cercare eventuali prove di barili sepolti. Il radar ha rivelato numerose forme curve, come oggetti a mezzaluna uno sopra l'altro, che il responsabile del progetto GPRS e il tecnico radar specializzato Steve Psihoules ci ha detto che sono pezzi di metallo, insieme a un mucchio di terra sotterraneo delineato, che indica che una fossa aveva a una volta è stato scavato e poi riempito.

Quelle che Psihoules chiamava "anomalie rotonde" del metallo erano descritte come simili alle dimensioni di grandi tamburi.

"Stiamo riscontrando un'altra anomalia rotonda proprio qui", ha detto Psihoules mentre scansionava il terreno e lo schermo radar rivelava numerosi oggetti rotondi nel punto in cui Frank aveva indicato come luogo di sepoltura di Hoffa.

"Li stiamo tutti ottenendo anche a un'altezza simile. Sto riscontrando anomalie simili", ha detto Psihoules mentre scansionava l'area usando uno schema a griglia. "Si può dire che c'era qualcosa che è stato disturbato qui", ha spiegato Psihoules mentre si fermava a una delle sue scoperte. "È quasi come scavato. È successo qualcosa qui. È decisamente di metallo."

Lo spot è un appezzamento di terreno polveroso e duro a Jersey City, direttamente sotto l'incombente Pulaski Skyway, che collega la città a Newark attraverso le Meadowlands. Il pacco è di proprietà del Dipartimento dei trasporti del New Jersey ed è ora utilizzato da una società di gestione dei rifiuti locale per immagazzinare i cassonetti inutilizzati.

"La storia di Frank è la migliore dannata storia che ho sentito su questo caso nei 44 anni da quando ho iniziato a indagare sull'omicidio di Hoffa", afferma Dan Moldea, il più importante esperto di Hoffa nel paese. Ha scritto il libro fondamentale, "The Hoffa Wars" nel 1978, ha indagato sulla scomparsa di Hoffa per decenni ed è stato intervistato da Fox Nation e poi si è unito al nostro sforzo.

"Penso che Eric ed io stiamo ora dimostrando che dalla zuppa alle noci, questa è stata un'operazione del New Jersey", ha detto.

Frank si è avvicinato per la prima volta a Dan dopo essere apparso nei primi due episodi di "Riddle", gli ha detto dove si trova il sito, e poi ha accompagnato Dan lì per vederlo di persona. Frank ha anche eseguito un affidavit giurato a sostegno delle sue informazioni da presentare alle forze dell'ordine.

"Mi porta nel punto esatto. Sapeva esattamente dov'era", ha ricordato Moldea.

Frank Cappola mostra Dan Moldea dove dice che suo padre ha seppellito Jimmy Hoffa. Descrive come Hoffa è stato sepolto nell'ultimo episodio di "Riddle: The Search for James R. Hoffa" su Fox Nation. (Copyright Dan E. Moldea, 2019. Tutti i diritti riservati.)

Il sito si trova a pochi metri dal confine di proprietà della discarica, PJP Landfill, che il padre di Frank possedeva insieme al mafioso della Genovese Crime Family Phil "Brother" Moscato. Il figlio di Moscato, Philip, Jr. ha detto a Fox Nation che anche suo padre ha ammesso che il corpo di Hoffa è stato portato nel New Jersey da Detroit ed è stato sepolto.

L'F.B.I. ha a lungo teorizzato che gli assassini di Hoffa lo seppellissero nella discarica, che all'epoca era una discarica di 87 acri di rifiuti, sostanze chimiche e migliaia di barili pieni di rifiuti tossici nota come "discarica di Moscato". Una ricerca dell'ufficio del 1975 non ha portato alla luce resti, ma numerosi mafiosi sono stati convinti nel corso degli anni che Hoffa è stato scaricato lì. I file dell'FBI rivelano che vari membri della mafia hanno affermato che Hoffa potrebbe essere trovato lì o lo sospettavano.

Un mafioso ha detto agli agenti che "l'hanno riportato qui. dove pensi? La discarica di Phillip Brother Moscato", un altro ha detto "hanno messo il corpo di Hoffa in un fusto da 50 galloni e l'hanno trasportato da Detroit al New Jersey", un altro ha detto che se i "Feds" scavassero nella discarica, avrebbero colpito "pagare sporco" e persino alcuni membri di Teamsters senza nome erano "preoccupati per il barile".

Negli anni '80 la discarica è stata dichiarata sito federale Superfund e lo stato e il Dipartimento per la protezione ambientale degli Stati Uniti hanno ripulito e bonificato l'area. L'EPA afferma di aver rimosso più di 10.000 barili contenenti rifiuti tossici, ma il luogo in cui Frank dice che suo padre ha seppellito Hoffa risulta non essere stato toccato dalla pulizia. Il padre di Frank non voleva che i resti di Hoffa fossero trovati nella sua discarica, quindi Frank disse di averlo seppellito proprio accanto alla sua proprietà, direttamente sotto l'incombente sopraelevata sopraelevata, che non faceva parte del piano di risanamento del governo.

"Mio padre ha deciso di cambiare location perché sentiva di non poterlo fare, non sapeva se qualcuno stava guardando. Il posto era sempre sotto sorveglianza", ci ha detto Frank. "Dopo che sono arrivato il giorno dopo, il buco è stato riempito."

Frank ha detto che ha deciso di farsi avanti perché molti dei sospetti coinvolti ora sono morti. Ha anche promesso a suo padre, morto nel 2008, che non avrebbe parlato, anche se dice che il ruolo di suo padre nel seppellire Hoffa lo ha sempre "perseguitato". Ha detto che i conoscenti della mafia di suo padre non gli hanno dato scelta e che era "molto turbato per tutta la vita, che doveva essere messo in quella posizione. Ma sai, se non lo fai, lo fanno per tu."

"Penso di fare la cosa giusta", ci ha detto Frank. "Mio padre ha detto 'Voglio che quest'uomo torni a casa dalla sua famiglia. Ha bisogno di tornare a casa.' Era un brav'uomo e mio padre lo rispettava".

Frank, che aveva 63 anni quando l'abbiamo incontrato alla fine del 2019, era malato da tempo con problemi cardiaci e polmonari. Era preoccupato che se non avesse accettato di essere intervistato, il suo segreto sarebbe morto con lui.

"Se sono morto nessuno lo saprà. Sono l'ultima persona in vita."

Purtroppo Frank è morto quattro mesi dopo la nostra intervista, nel febbraio dello scorso anno. Le informazioni di Frank Cappola potrebbero rivelarsi la sua eredità che potrebbe finalmente aiutare a risolvere la ricerca di James Riddle Hoffa.

Dal momento che Fox Nation scavare nel sito è contro la legge dello stato del New Jersey, stiamo aspettando l'azione delle forze dell'ordine per fare il passo successivo per determinare se ciò che abbiamo trovato potrebbe finalmente porre fine al mistero di quello che è successo a Jimmy Hoffa.

Segui Eric Shawn su Twitter: @EricShawnTV. Guarda tutti e quattro gli episodi di "Riddle: The Search for James R. Hoffa" su Fox Nation.

I programmi Fox Nation sono visualizzabili su richiesta e dall'app del tuo dispositivo mobile, ma solo per gli abbonati Fox Nation. Vai su Fox Nation per iniziare una prova gratuita e guarda l'ampia libreria dei tuoi personaggi preferiti di Fox News, insieme a emozionanti successi.


Jimmy Hoffa

I nostri redattori esamineranno ciò che hai inviato e determineranno se rivedere l'articolo.

Jimmy Hoffa, in toto James Riddle Hoffa, (nato il 14 febbraio 1913, Brasile, Indiana, Stati Uniti - scomparso il 30 luglio 1975, Bloomfield Hills, vicino a Detroit, Michigan), leader sindacale americano che è stato presidente della International Brotherhood of Teamsters dal 1957 al 1971 ed è stato uno dei gli organizzatori del lavoro più controversi del suo tempo.

Figlio di un minatore dell'Indiana morto quando Hoffa aveva sette anni, Hoffa si trasferì con la sua famiglia a Detroit nel 1924. Lasciò la scuola all'età di 14 anni, lavorò come magazziniere e magazziniere per diversi anni e iniziò la sua attività di organizzazione sindacale in gli anni '30. Inizialmente l'agente d'affari per Local 299 a Detroit, Hoffa nel 1940 era diventato presidente del Central States Drivers Council e dal 1942 presidente della Michigan Conference of Teamsters. Nel 1952 fu eletto vicepresidente internazionale dei Teamsters e cinque anni dopo successe a Dave Beck come presidente internazionale.

Conosciuto in tutto il settore degli autotrasporti come un negoziatore duro e ben informato, Hoffa ha centralizzato con successo l'amministrazione e la contrattazione nell'ufficio internazionale del sindacato. Ha inoltre svolto un ruolo chiave nella creazione del primo contratto nazionale di trasporto merci. I suoi sforzi hanno contribuito a rendere i Teamsters il più grande sindacato degli Stati Uniti.

Noto per essere stato a lungo associato a personaggi della criminalità organizzata, Hoffa è sopravvissuto a una serie di procedimenti giudiziari fino al 1967, quando è entrato nella prigione federale di Lewisburg, in Pennsylvania, per iniziare una condanna a 13 anni per manomissione della giuria, frode e cospirazione. Hoffa ha rifiutato di dimettersi da presidente dei Teamsters mentre era in prigione e ha mantenuto la sua posizione fino al 1971. U.S. Pres. Richard M. Nixon ha commutato la sentenza di Hoffa nel dicembre 1971, stabilendo che non poteva impegnarsi in alcuna attività sindacale fino al 1980. Hoffa, tuttavia, ha combattuto la restrizione in tribunale ed è stato ampiamente creduto che avesse continuato segretamente i suoi sforzi per ristabilire una posizione sindacale.

Il 30 luglio 1975 scomparve da un ristorante nella periferia di Detroit in circostanze che non sono mai state completamente determinate. Si diceva che avesse avuto un appuntamento al ristorante con Anthony Provenzano, un funzionario dei New Jersey Teamsters ed ex figura della mafia, e Anthony Giacalone, un mafioso di Detroit, entrambi in seguito negarono di aver incontrato Hoffa, che non fu mai più visto. È stato legalmente dichiarato "presunto morto" nel 1982.

James P. Hoffa, il figlio di Jimmy Hoffa, ha prestato giuramento come presidente generale dei Teamsters il 1 maggio 1999, dopo un'amara campagna elettorale culminata nella sconfitta di Ron Carey, un critico di lunga data di Jimmy Hoffa.

Gli editori dell'Enciclopedia Britannica Questo articolo è stato recentemente rivisto e aggiornato da Amy McKenna, Senior Editor.


I file dell'FBI di Jimmy Hoffa che sono stati nascosti dal 1975 devono essere rilasciati, i legislatori dicono al DOJ

Quello che è successo a Jimmy Hoffa potrebbe presto essere noto, se il governo rivela ciò che ha tenuto nascosto per decenni.

"Sarebbe una chiusura fantastica per la famiglia Hoffa, per coloro che lo conoscevano e per il pubblico americano", afferma il membro del Congresso Lee Zeldin, R-N.Y. Ha presentato una richiesta formale al Congresso per aprire al pubblico i fascicoli del caso Hoffa dell'FBI.

"La declassificazione avrebbe dovuto essere fatta anni fa. Questo avrebbe dovuto essere rilasciato".

Zeldin ha presentato al Dipartimento di Giustizia la cosiddetta "Revisione della declassificazione obbligatoria del Congresso" sul caso Hoffa, chiedendo il rilascio pubblico di decine di migliaia di pagine di documenti, interviste e rapporti che il governo ha tenuto nascosti da quando Hoffa è scomparso nel 1975. Lui e altri credono che se verrà rivelato il resoconto completo di ciò che le autorità hanno scoperto nel caso decennale, le risposte sul destino di Hoffa e su chi lo ha ucciso, saranno finalmente note.

"Abbiamo un processo nel nostro paese, una volta passati i 25 anni o giù di lì, che articoli come questo dovrebbero essere declassificati e rilasciati pubblicamente ed eccoci qui, sono passati 45 anni. Hai ancora membri della famiglia Hoffa, membri del Teamster e l'interesse pubblico per queste informazioni. È un messaggio per far loro sapere che Jimmy Hoffa non è stato dimenticato. La sua eredità sopravvive e non ci fermeremo finché non avremo queste risposte", afferma Zeldin.

La richiesta di declassificazione si concentra su diversi punti specifici sollevati nella serie Fox Nation che ora è in streaming, "Riddle, The Search for James R. Hoffa".

"Vedrai questi documenti essere rilasciati al pubblico", dice l'ex procuratore federale Alex Little. "Penso che possa funzionare. Penso che la domanda per l'FBI sia, quanto è importante per te far sapere al pubblico cosa è successo? E penso che questo tipo di crimini che sono infami, che ottengono molta attenzione pubblica, sono esattamente quelli che è importante che il pubblico sappia".

L'ultimo episodio di "Riddle" riporta le affermazioni secondo cui i resti di Hoffa sono stati trasportati da Detroit, dove è stato assassinato dai mafiosi il 30 luglio 1975, e sepolto in un tamburo d'acciaio vicino a una discarica collegata alla mafia a Jersey City, nel New Jersey . La proprietà, la discarica PJP, era in comproprietà tra il mafioso della famiglia criminale genovese Phillip "Fratello" Moscato e l'uomo d'affari Paul Cappola. L'F.B.I. ha perquisito la discarica, nota come "discarica di Moscato", pochi mesi dopo la scomparsa di Hoffa, agendo su una soffiata del mafioso diventato informatore Ralph Picardo e altre informazioni raccolte da intercettazioni telefoniche e informazioni mafiose. Il corpo di Hoffa non è stato trovato, ma il punto esatto in cui presumibilmente rimane sepolto non è stato scavato dalle autorità, perché si trova a pochi metri dalla linea di proprietà della discarica e tecnicamente non faceva parte dell'area di ricerca.

"Qui hai le prove che la discarica di Moscato è probabilmente il luogo in cui è sepolto Jimmy Hoffa", dice Zeldin. "L'FBI era andato lì in passato, ci hanno provato duramente e forse non stavano cercando i siti giusti, per qualsiasi motivo. Non hanno avuto successo, ma Jimmy Hoffa potrebbe ancora essere sepolto lì. E se ciò che è stato fornito attraverso il tuo bene lavoro, risalendo alle prime fasi di questa indagine, la discarica di Moscato sarebbe ancora, fino ad oggi, il luogo di riposo per dove fu sepolto Jimmy Hoffa e rimane ancora oggi".

La richiesta include una declassificazione completa dei rapporti e dei promemoria dell'FBI relativi alle indagini, nonché "l'intervista di Ralph Picardo e il rapporto degli agenti dell'FBI a capo di Picardo l'11 dicembre 1975 a 'Moscato's Dump' da parte di agenti dell'FBI a Newark e Jersey City. , New Jersey." Richiede anche le trascrizioni delle interviste dell'ufficio di mafiosi di Detroit di alto livello che si ritiene siano stati coinvolti nell'omicidio, tra l'altro materiale.

"Non stiamo solo perseguendo rapporti sulla cronologia degli eventi e informazioni sui sospetti che hanno effettivamente ucciso Jimmy Hoffa, ma ci sono anche prove, crediamo, che sarebbero state rilasciate, informazioni aggiuntive che indicherebbero la discarica di Moscato, " dice Zeldin.

Alcuni dei file dell'FBI di Hoffa sono stati parzialmente rilasciati nell'ambito di cause legali per la libertà di informazione avviate decenni fa dalla famiglia Hoffa e dal quotidiano Detroit Free Press, ma la stragrande maggioranza del materiale rimane segreta. Pagina dopo pagina è stata redatta, oscurata, dal governo decenni fa con le autorità che citavano l'indagine in corso all'epoca.

I noti esperti del caso Hoffa supportano il rilascio.

"Un noto cittadino americano è scomparso in pieno giorno da una strada pubblica in una città americana senza lasciare traccia. Ci sono paesi in cui ciò è un evento quotidiano, ma non può essere tollerato in America", afferma Dan Moldea, il Washington, DC autore e giornalista che per primo ha iniziato a indagare sulla scomparsa di Hoffa quando è avvenuta. È l'autore del libro di riferimento, "The Hoffa Wars", pubblicato per la prima volta nel 1978.

Frank Cappola, il cui padre Paul era comproprietario della "discarica di Moscato", ha detto a Fox Nation e Moldea che è stato suo padre a seppellire Hoffa in un tamburo di metallo nel sito. Cappola, morto l'anno scorso, aveva mostrato a Moldea il punto esatto. Nell'ultimo episodio di "Riddle", il radar penetrante a terra di Fox Nation ha rilevato più pezzi sepolti di metallo curvo, forse tamburi, e un pozzo scavato riempito dove Cappola ha detto che suo padre ha scavato un buco profondo 12 piedi e ha scaricato il tamburo contenente i resti di Hoffa. Il piccolo appezzamento di terreno è attualmente di proprietà del Dipartimento dei trasporti del New Jersey.

"Apprezzo l'FBI per i suoi sforzi in corso per indagare sull'omicidio di Jimmy Hoffa quando le prove, le tempistiche e il cast di personaggi sono allineati. Ma, dopo 46 anni, è anche importante ottenere la piena divulgazione del record completo di il caso, soprattutto quando i metodi e le fonti ufficiali non sono compromessi".

Little, l'ex procuratore federale, afferma che l'FBI valuterà la sensibilità del materiale ancora classificato, insieme alle questioni legali. Ma pensa che sia passato il tempo che i file escano.

"In definitiva penso che vedrai le informazioni e questi documenti divulgati al pubblico. Penso che lo vedrai perché questo è il tipo di crimine, il tipo di indagine, su cui il pubblico ha più interesse a conoscere i fatti. È importante la storia degli Stati Uniti. È importante la storia dell'FBI. Penso che l'intera indagine sia qualcosa che il pubblico, e vedrai i membri del Congresso interessati a farla uscire, meriti di conoscere ", afferma Little.

"Parliamo di più di 40 anni dopo un crimine, non c'è nessun crimine da perseguire. L'interesse pubblico è maggiore".

"È fondamentale che l'FBI rilasci questi documenti specifici che aiuteranno a svelare la verità dietro l'uccisione di Jimmy Hoffa", ha scritto Zeldin al DOJ.

Come molti americani, il membro del Congresso è stato affascinato dalla domanda persistente su cosa sia successo all'iconico e riverito leader sindacale.

"Ho 40 anni e per tutta la mia vita non posso dirti quante volte ho sentito conversazioni intorno a me di persone che parlavano di dove è sepolto Jimmy Hoffa, chi è responsabile del suo omicidio e tante altre domande senza risposta . Molte di queste risposte possono essere fornite, e gli indizi molto meno critici, nel rilascio degli elementi che richiediamo in questa revisione di declassificazione obbligatoria".

"I crimini violenti lasciano vittime", osserva Little. "Penso che parte del nostro obiettivo non sia solo perseguire le persone e metterle in prigione, ma servire le vittime nel miglior modo possibile. Rilasciare queste informazioni potrebbe aiutare le vittime e le famiglie delle vittime ad avere una sorta di chiusura su quello che è successo a loro familiare».

Ben Evansky ha contribuito a questo rapporto.

Puoi guardare la serie completa, tutti e quattro gli episodi di "Riddle, The Search for James R. Hoffa", sul servizio di streaming Fox Nation.

Segui Eric Shawn su Twitter: @EricShawnTV

I programmi Fox Nation sono visualizzabili su richiesta e dall'app del tuo dispositivo mobile, ma solo per gli abbonati Fox Nation. Vai su Fox Nation per iniziare una prova gratuita e guarda l'ampia libreria dei tuoi personaggi preferiti di Fox News, insieme a emozionanti successi.


Chi era Jimmy Hoffa?

Nato nel 1913, la famiglia di Jimmy Hoffa si trasferì a Detroit quando era giovane e avrebbe chiamato la zona a casa per il resto della sua vita. L'organizzazione sindacale di Hoffa è iniziata quando era un adolescente che lavorava in un magazzino di un negozio di alimentari Kroger, dove gli stipendi scadenti, i supervisori abusivi e la mancanza di sicurezza del lavoro ispiravano l'animosità dei dipendenti.

Avvicinato e coraggioso, Hoffa dimostrò presto il potenziale di leadership durante uno sciopero selvaggio dei magazzinieri che portò a una retribuzione e condizioni migliori, così quando si dimise nel 1932, fu rapidamente assunto dal Teamsters Local 299 come organizzatore. Fu l'inizio di un'associazione con i Teamsters che avrebbe definito la vita di Hoffa per più di 50 anni.

Nel corso della sua carriera nei Teamsters, Hoffa è diventato il suo volto pubblico più riconoscibile e un feroce e aggressivo sostenitore del sindacalismo in America. I suoi scontri televisivi con il senatore Robert Kennedy durante un'audizione del comitato del Senato sulla corruzione nei sindacati americani dell'8217 hanno reso Hoffa un nome familiare, lo hanno reso caro a milioni di lavoratori americani che lo vedevano come un sostenitore della loro causa.

Wikimedia Commons Jimmy Hoffa e suo figlio, James P. Hoffa. 1965.

I legami di Hoffa con figure della criminalità organizzata erano ben documentati e pubblicizzati, e per la maggior parte della sua vita fu in grado di sfruttare queste associazioni per rafforzare l'Unione dei Teamsters, facendola diventare uno dei sindacati più potenti se non il più potente — del paese.

Tuttavia, il patto del diavolo che Hoffa ha stretto con la folla lo ha raggiunto alla fine. Quando gli interessi dei membri dei Teamsters e quelli della mafia iniziarono a divergere negli anni '70, Hoffa e la mafia si trovarono in contrasto l'uno con l'altro.

Con nessuna delle parti disposta a fare marcia indietro, il potenziale per uno scoppio di violenza a livello nazionale tra le fazioni mafiose coinvolte nella lotta era una possibilità molto reale.

Non è mai arrivato a questo, però, perché Jimmy Hoffa è semplicemente scomparso il 30 luglio 1975 e non è mai stato visto o sentito di nuovo. L'indagine ha affascinato l'America e l'intersezione di così tanti fili culturali in un caso ha significato che era destinato a evolversi nei prossimi due decenni in uno dei meme culturali più duraturi dell'America.


Sono passati 43 anni da quando è scomparso. Dov'è Jimmy Hoffa?

Da quando è scomparso il 30 luglio 1975, forse non c'è nome più sinonimo di casi irrisolti di persone scomparse di Jimmy Hoffa.

Hoffa, la cui carriera nella politica sindacale lo ha portato alla presidenza della Confraternita dei camionisti in prigione nella sua posizione attuale (parti sconosciute), aveva in programma di incontrare i boss mafiosi Anthony "Tony Jack" Giacalone e Anthony "Tony Pro" Provenzano sul 30.

Vestito con una camicia blu e pantaloni scuri, ha chiamato sua moglie Josephine da un telefono pubblico dell'area di Detroit a Bloomfield Township per dire che i due mafiosi non si sono presentati all'incontro pomeridiano. Quella, per quanto ne sappiamo, è stata l'ultima volta che qualcuno ha mai sentito parlare del leader sindacale di lunga data e, dato che è stato dichiarato morto nel 1982, l'ultima volta che qualcuno lo farà.

Da quando è scomparso, le storie - ora tutte smentite al 99,9 percento - su dove sia finito Hoffa dopo aver effettuato quella chiamata sono diventate abbondanti quanto le ipotesi su quale sia la scena finale di Journey sostenuta da I Soprano era davvero tutto.

n. 1: Detroit, Michigan: In un libro del 2011 che ha scritto con un giornalista, un autodefinitosi “autista e scagnozzo dei boss della mafia” ha affermato che Hoffa è stato sepolto sotto la sede centrale di Detroit della General Motors. Il pilota Marvin Elkind - che ha affermato che Hoffa era un cliente - ha detto di aver trovato le informazioni durante la conferenza dei Teamsters del 1985 a Detroit. Elkind ha detto che stava camminando vicino al quartier generale di GM con un gruppo che includeva il boss mafioso Anthony Giacalone. Mentre passavano davanti a GM, Giacalone avrebbe fatto un cenno con la testa verso le fondamenta dell'edificio e avrebbe detto: "Dite buongiorno a Jimmy Hoffa, ragazzi".

n. 2: East Rutherford, New Jersey – In un'intervista del 1989 con Playboy, Donald "Tony the Greek" Frankos, testimone del sicario diventato membro dello stato, suggerì che Hoffa fosse stato smembrato e sepolto vicino alla zona ovest del Giants Stadium. Frankos ha continuato dicendo che in realtà ha visto una partita della sezione 107, sotto la quale si suppone che Hoffa sia stato sepolto, scherzando anche con un amico. Anche se non ha mai dato molto credito, la teoria è stata ufficialmente smentita quando lo stadio è stato demolito nel 2010 e le ossa di Jimmy Hoffa non sono state trovate da nessuna parte.

numero 3: Gardena, California – Poco dopo la sua scomparsa, sono emerse voci che Hoffa potrebbe aver avuto una disputa durante una trattativa con un uomo d'affari del Gardena in un ritrovo di Teamsters ed era stato assassinato. Secondo le teorie del complotto, Hoffa fu poi sepolto nelle fondamenta di un club di poker e di un ristorante nelle vicinanze. Nel 2000, Larry Flynt ha scavato la proprietà e l'ha riaperto come Hustler Casino. Se qualcuno avrebbe fatto notizia sul ritrovamento dei resti di Hoffa, quello è stato Larry Flynt. Nessun Teamster morto lì.

n. 4: Staten Island, New York – Quando I Soprano era popolare a metà degli anni 2000, una donna che sosteneva che la sua storia familiare fosse stata usata come modello per lo spettacolo sosteneva anche che il suo defunto marito aveva detto di aver ucciso Hoffa e di averlo scaricato sotto il ponte Verrazano-Narrows. Lynda Milito ha detto che lei e suo marito Louie stavano litigando mentre guidavano sul ponte quando lui le disse che aveva ucciso Hoffa a Detroit e alla fine lo aveva scaricato vicino a un montante che sostiene il ponte. Sfortunatamente, Louie ha compiuto un suo atto di fuga due settimane dopo la conversazione e non ha potuto confermare la storia.

n. 5: The Everglades, Florida – Mentre testimoniava nel 1982, l'ex guardia del corpo di Hoffa disse a un giornale che il suo ex capo era stato colpito da una pistola elettrica stordente, ucciso, fatto a pezzi e scaricato nelle Everglades della Florida per diventare cibo per alligatori. Charlie Allen ha detto che il corpo di Hoffa è stato portato nella palude in un tamburo d'acciaio dopo che era stato macinato in una ferriera. Allen è entrato nella protezione dei testimoni poco dopo la sua testimonianza, ma ha continuato a raccontare la sua storia, portando le autorità a concludere che probabilmente non era vero.

n. 6: Giappone: In un libro che ha scritto dopo aver intervistato Richard "The Iceman" Kuklinski, l'autore Philip Carlo ha affermato che il famigerato assassino della mafia a sangue freddo ha detto di aver cacciato Hoffa per $ 40.000. Dopo aver presumibilmente pugnalato Hoffa alla testa con un coltello da caccia, Kuklinski tornò alla discarica del New Jersey con Hoffa nel bagagliaio della sua auto. Una volta lì, l'auto è stata schiacciata e venduta all'estero come rottame metallico.

n. 7: Jersey City, New Jersey – Secondo il giornalista investigativo Dan Moldea, il proprietario di un sito di rifiuti tossici sotto la Pulaski Skyway gli ha detto che il corpo di Hoffa era stato scaricato in un bidone da 55 galloni sul sito. Prima della sua morte, Phillip “Brother” Muscato ha detto a Moldea che l'FBI aveva perquisito la proprietà sotto il Pulaski per tre mesi dopo aver ricevuto una soffiata sulla discarica del corpo. Muscato sosteneva che Hoffa fosse stato portato nel Garden State dopo essere stato ucciso in una fattoria a Wixom, nel Michigan.

n. 8: Springfield, ? – Abbiamo poche informazioni su questa teoria, ma è colorata.

Questo articolo è stato pubblicato suInsideHook notiziario. Iscriviti ora.


Hoffa viene denunciato per disperso

DETROIT, 31 luglio—James R. Hoffa, l'ex presidente della International Brotherhood of Teamsters, è stato dichiarato scomparso dalla sua famiglia questa mattina dopo che ieri sera non è riuscito a tornare a casa.

Il signor Hoffa, che ha cercato di diventare di nuovo capo del sindacato di 2,1 milioni di membri, il più grande della nazione, è stato denunciato alla polizia di Bloomfield Township.

Questa mattina hanno trovato la Pontiac del 1979 del signor Hoffa nel parcheggio del ristorante Machus Red Fox a Bloomfield Township.

Il detective Robert Bloom ha detto che non c'erano prove di lotta e che la polizia non aveva indizi immediati su dove si trovasse il signor Hoffa.

Il procuratore della contea di Oakland, L. Brooks Patterson, ha affermato tuttavia che la polizia sospettava un gioco scorretto poiché il signor Hoffa "non è mai rimasto fuori così a lungo senza presentarsi".

Il signor Hoffa non fuma né beve e ha legami molto stretti con la sua famiglia.

John P. Miller, il direttore generale del ristorante, ha detto di non aver visto il signor Hoffa ieri.

Ha detto che era alla porta per la maggior parte del pomeriggio salutando i clienti.

Il figlio vola a casa

James R. Hoffa, Jr., il figlio dell'ex leader sindacale, ha detto che sua madre, Josephine, lo ha chiamato dopo che il signor Hoffa non era tornato a casa loro a Lake Orion, Michigan.

Il giovane signor Hoffa è volato al Lago Orione questa mattina per stare con sua madre.

Leonard Boudin, Mr. Hoffa's attorney in his atempt to lift the restrictions on union activity that were attached to the commutation of his prison sentence, said he hoped that Mr. Hoffa “has not been kidnapped

“I hope he has not been injured.”

Mr. Hoffa's disappearance comes at a time when a series of incidents in the last several nionths, including car bombings and beatings, have left the local teamster organization here shaken and divided.

On July 10, a Lincoln Continental used by Richard Fitzsimmons, the vice president of teamster Local 299, was destroyed by a bomb outside a bar where he was having a drink. Mr. Fitzsimmons is the son of Frank E. Fitzsimmons, who succeeded Mr. Hoffa as president of the International Brotherhood of Teamsters and who is seeking to prevent Mr. Hoffa from regaining office within the union.

Hoffa and Fitzsimmons factions have been vying with each other for control of local 299.

The elder Fitzsimmons had been a close associate of Mr. Hoffa, and was instrumental in persuading the Nixon Administration to commute Mr. Hoffa's 13‐year prison sentence for jury tampering and mail fraud in 1971.

As a provision of the commutation, however, Mr. Hoffa was prevented from seeking union office or engaging in any union activity for 10 years.

Mr. Hoffa has‐since charged and sought to prove in court, that after the Watergate disclosures, it was evident that Mr. Fitzsimmons had made a leaf with the Nixon Administration. In return for his release, Mr. Hoffa contended that Mr. Fitzsimmons had the Administration prevent Mr. Hoffa from attempting to regain the union presidency.

In, a move to stop Mr. Hoffa froth getting a foothold in Local 299, Richard Fitzsimmons ran for the presidency of the local and was opposed by the incumbent, David Johnson, who has remained loyal to Mr. Hoffa. The two factions agreed on a compromise, and Mr. Johnson was re‐elected president while the younger Mr. Fitzsimmons was elected vice president.

Mr. Johnson has said that he will hold the seat for Mr. Hoffa until Mr. Hoffa has exhausted all his legal efforts to change the terms of the commutation

Since 1970, Mr. Johnson has been the target of a number of incidents, including a beating by a Teamster organizer, the shooting out of his office windows with a shotgun, and the destruction of his 45‐foot cabin cruiser by an explosion in July, 1974.

Mr. Hoffa has nearly exhausted his legal remedies on the matter of his commutation. A Federal appeals court in Washington is expected to hand down a decision in the case soon.

The younger Mr. Hoffa filed an official missing person report with the Bloomfield Town ship police at 6 P.M. oggi. In it he said that his father had been expected to return home at 4 P.M. yesterday and was last seen wearing a dark blue shirt and blue pants:

Mr. Hoffa Jr. came out of his father's home briefly this evening and told a group of reporters that there, would be no press conferences and urged them to leave.

“We just don't have anything to say,” he said. “We're just waiting, hoping.”

Mr. Hoffa had served nearly five years of his 13‐year prison team. when he was released from a Federal penitentiary in February, 1972.

tenente Curt Grennier of the Bloomfield Township Police said Mr Hoffa had come to the restaurant at 2 P.M. for a meeting, but that the person he wee to meet did not show up. The lieutenant said that Mr. Hoffa called his wife and had not been seen since.

“That's the last we've seen or heard of hime,” he said adding, “You always have to consider foul play, considering Hoffa's background.

As president of the International Brotherhood of Teamsters, he was one of the country's most powerful and controversial labor leaders. The American Federation of Labor and Congress of Industrial Organizations expunged Mr. Hoffa and the teamsters union from its rolls after it linked Mr. Hoffa with what it called a “rogue's gallery.”

Before his conviction on conspiracy and fraud charges in 1967, Mr. Hoffa had been on trial in Federal court four times in five years. He was acquited twice, and one trial ended with a hung jury.

Ever since he took over the teamsters union in 1954 from Dave Beck, Mr. Hoffa had been the object of nearly constant investigation by the Federal Government.

The late Senator Robert F. Kennedy, as counsel to the Senate rackets committee and later as Attorney General, was a long‐time adversary. He called Mr. Hoffa's handling of the union a “conspiracy of evil.”


There are a few theories about what happened to Jimmy Hoffa. One of the most popular theories was that he was dismembered and buried in the cement at the old Giants Stadium in New Jersey. The FBI was not convinced of this theory, however, and didn’t even check the site (section 107 specifically) when the stadium was demolished.

Wikimedia Commons, Agardk

Most Read

The restaurant's manager said that Hoffa did not appear there yesterday. There was no sign of a struggle at the car, police said. They said they found some dirt on the front seat and a pair of white gloves on the floor in the rear.

The North American Newspaper Alliance said that Hoffa's family feared he had been murdered.

Hoffa was still the teamsters' leader when he went to prison in 1967 to serve a 13-year sentence on charges of jury-tampering and mail fraud. He continued to serve as union president from his prison cell for a time, but then he resigned.

He applied for parole three times and did not get it. On Dec. 23, 1971, Nixon commuted his sentence. Hoffa left the federal penitentiary in Lewisburg, Pa., after having served four years, nine months, and 16 days.


Clear Facts About What Happened To Him

Though all leads met dead ends, one thing was very clear. Jimmy Hoffa left home headed to Red Fox to catch an appointment with two mafia mobsters – Anthony Provenzano and Antony Giacalone – who had earlier threatened Jimmy for spoiling their businesses. Although the mobsters denied ever having that appointment upon interrogation.

Another clear fact about Jimmy Hoffa disappearance is that he was driven down to the Red Fox Bloomfield Township in a Mercury Marquis Brougham by his friend Charles, known as Chuckie O’Brien who also denied knowledge of the whereabouts of the renown labor leader.

Jimmy Hoffa also made two calls at that same location when he felt he was stood up by the men he came out to see one call to his wife and the other to his friend, Louis Linteau giving both situation report and also greeted some people who saw him in the parking lot close to his car.


Guarda il video: The Sinister Disappearance of Jimmy Hoffa