Illustre Croce Volante

Illustre Croce Volante


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La Distinguished Flying Cross è stata assegnata a ufficiali e sottufficiali per un atto di valore, coraggio o devozione al dovere compiuto durante il volo in operazioni attive contro il nemico.


Un leggendario pilota della Marina racconta come ha ottenuto tre Distinguished Flying Cross in una sola settimana

In una settimana di quella carriera, l'aviatore della marina Chuck Sweeney ha vinto tre Distinguished Flying Crosses, premiate per "eroismo o risultati straordinari nel volo aereo", per le sue azioni sul Vietnam.

Nota dell'editore: questo articolo è apparso originariamente su Business Insider.

Chuck Sweeney lasciò la Marina come comandante nel 1980, dopo una carriera di pilota di 22 anni che includeva 200 missioni di combattimento, 4.334 ore di volo e 757 atterraggi di portaerei.

In una settimana di quella carriera, Sweeney ha vinto tre Distinguished Flying Cross, premiate per "eroismo o straordinario successo nel volo aereo", per le sue azioni sul Vietnam.

Sweeney, presidente della National Distinguished Flying Cross Society, ha parlato con Insider del modo insolito in cui ha iniziato come pilota di portaerei, del tempo trascorso in Vietnam e della settimana in cui gli sono stati assegnati tre DFC nel settembre 1972.

Nonostante i suoi premi, “I&aposm non è diverso dalla maggior parte delle altre persone,” ha detto Sweeney nel documentario del 2017 “Distinguished Wings over Vietnam.”

“Mi è capitato di essere nel posto giusto al momento sbagliato.”

“Ho molti amici che hanno detto di essere interessati a volare fin dall'inizio e che hanno sempre voluto diventare un pilota,” Sweeney ha detto a Insider. “L'ho davvero fatto. Ero&apost contro di esso. Non ci ho mai pensato

Ma dopo essere stato arruolato nel 1958, decise di arruolarsi in Marina “ e vedere il mondo.”

Il suo primo incarico lo portò alla Naval Air Station Patuxent River nel Maryland come ingegnere aeronautico, non esattamente una delle destinazioni esotiche che Sweeney aveva in mente.

Mentre era a Patuxent River, Sweeney conobbe alcuni dei piloti collaudatori, che lo portarono in volo.

Un pilota collaudatore in particolare ha convinto Sweeney che non solo voleva volare, ma voleva anche essere il meglio del meglio: un pilota di portaerei, o “tailhook.”

Quel pilota collaudatore era l'astronauta dell'Apollo 13 Jim Lovell, interpretato da Tom Hanks in “Apollo 13.”

"L'ho comprato: amo, lenza e platina", ha detto Sweeney.

Sweeney ha prima pilotato l'aereo antisommergibile S-2E, poi si è offerto volontario come pilota d'attacco, pilotando l'A-4 Skyhawk, mentre stava ottenendo un master in ingegneria aeronautica presso la Naval Postgraduate School di Monterey, in California.

“Stavano perdendo molti piloti,” in Vietnam, ha detto Sweeney a Insider. “Stavano per essere uccisi o catturati.”

Dopo missioni di combattimento in Vietnam e Laos, Sweeney ha addestrato piloti a Lemoore, in California. Ma il suo dovere a terra non durò a lungo.

Nel luglio 1972, è stato inviato alla USS Hancock per sostituire il comandante. Frank Green, l'ufficiale esecutivo dell'Attack Squadron 212, che era disperso in azione dopo che il suo aereo era stato abbattuto.

“La mattina dopo, stavo effettuando il mio primo attacco contro il Vietnam del Nord,” Sweeney ha detto a Insider. “A quei tempi, le cose stavano accadendo velocemente.”

Durante la settimana del 6 settembre 1972, le azioni di Sweeney in combattimento gli valsero tre Distinguished Flying Crosss.

Il primo DFC di Sweeney è arrivato dopo un salvataggio ad alto rischio nelle acque appena al largo del Vietnam del Nord.

L'aereo del tenente William Pear è stato colpito ed è atterrato nel territorio infido, e Sweeney ha coordinato il suo salvataggio dalla cabina di pilotaggio del suo A-4, anche se lui stesso era sotto il fuoco della contraerea.

“La maggior parte delle volte, se atterri sul Vietnam del Nord, 99 volte su 100, verrai catturato,” Sweeney. “Ma l'abbiamo riportato indietro e l'abbiamo tenuto fuori dall'Hanoi Hilton

Pear è stato l'ultimo pilota dell'A-4 ad essere salvato durante la guerra del Vietnam, ha detto Sweeney in un'intervista per la Distinguished Flying Cross Society Oral History Collection nel 2005.

Giorni dopo, Sweeney guidò gli aerei dell'Hancock in uno sciopero e ricevette la sua seconda Distinguished Flying Cross.

"Avevamo 35 aerei che inseguivano un obiettivo nel Vietnam del Nord e io stavo guidando l'intero attacco", ha detto.

“Avevo pianificato numerosi attacchi e li avevo guidati in allenamento, ma questa era la cosa reale,” Sweeney ha detto in un'intervista orale del 2005 nel libro Sulle ali eroiche.

Hanno completato con successo lo sciopero, ma hanno incontrato una resistenza spaventosa. I MiG del Vietnam del Nord decollarono e si diressero verso il gruppo d'attacco di Sweeney, anche se alla fine si ritirarono e il gruppo era sotto un pesante fuoco antiaereo.

“Per aver svolto il lavoro per cui sono stato addestrato, mi è stato assegnato il mio secondo DFC,” Sweeney ha dichiarato in Sulle ali eroiche.

Il terzo DFC di Sweeney arrivò il giorno successivo, quando guidò altri tre aerei in un attacco alfa alla periferia di Hanoi.

In uno sciopero così vicino alla capitale del Vietnam del Nord, "Sapevi che le difese sarebbero state più pesanti", ha detto Sweeney.

Sweeney e altri piloti hanno schivato i missili terra-aria (SAM) del Vietnam del Nord mentre si dirigevano verso il loro obiettivo, un importante scalo ferroviario.

“La regola era, per evitare di essere colpiti, quando [il SAM] sembrava un palo del telefono volante, facevi questa manovra intorno ad esso, in un certo senso lontano da esso,” Sweeney.

“Ecco, questa cosa” — il SAM— “si avvicinò, e mentre si avvicinava, ho pensato &aposOh, questo ha il nome di Chuck Sweeney sopra.&apos”

Sweeney è riuscito a evitare il missile ma è stato separato dal resto del suo gruppo e raggiunto proprio mentre si stavano preparando ad attaccare il loro obiettivo.

Il gruppo di Sweeney ha colpito un treno carico ed ha evitato ancora più fuoco antiaereo mentre tornavano alla USS Hancock.


L'Air Medal è stata istituita dall'Ordine Esecutivo 9158, firmato da Franklin D. Roosevelt l'11 maggio 1942. È stata assegnata retroattivamente all'8 settembre 1939, a chiunque si distingua per meritorio mentre prestava servizio con le Forze Armate nel volo aereo. [5] [6] [7]

I criteri di assegnazione originali stabiliti da una lettera di politica dell'esercito datata 25 settembre 1942, erano per un premio dell'Air Medal: [8]

  • per ogni nave da guerra o tre aerei nemici in volo confermati distrutti. Un intero equipaggio sarebbe stato accreditato per la distruzione di una nave, ma solo il pilota o l'artigliere responsabile sarebbe stato accreditato per la distruzione di un aereo nemico.
  • per 25 voli operativi durante i quali è prevista l'esposizione al fuoco nemico.
  • per 100 voli operativi durante i quali non è prevista l'esposizione al fuoco nemico.

Questi criteri sono stati modificati dai comandanti generali di ciascuna Air Force numerata per adattarsi alle condizioni del loro teatro di operazioni e per mantenere il morale. La Distinguished Flying Cross di solito viene assegnata per circa due o cinque volte i requisiti della Air Medal. Ciò ha portato a premi automatici "score card" dell'Air Medal e Distinguished Flying Cross per il completamento di un determinato numero di missioni operative piuttosto che servizio distinto, azione meritoria o coraggio, come era stato previsto. Il 5 agosto 1943, tali premi di score card furono ufficialmente aboliti da un memorandum del Headquarters Army Air Forces Awards Board a causa dell'imbarazzo quando gli aviatori ricevettero la Air Medal per "score carding" cinque o più missioni, ma furono successivamente rimossi dai compiti di volo per " mancanza di fibra morale”. I comandanti potrebbero ancora emettere i premi per questi motivi, ma il destinatario deve svolgere anche un servizio eccezionale o meritorio.

Army Air Forces (1942-1947) Modifica

Durante la seconda guerra mondiale, i criteri di assegnazione della medaglia variavano ampiamente a seconda del teatro delle operazioni, dell'aereo volato e delle missioni compiute. In Europa lo spazio aereo era considerato completamente controllato dal nemico e si incontravano pesanti difese aeree, quindi i criteri furono alterati da quelli della medaglia originale. Bombardieri, ricognitori fotografici o membri dell'equipaggio di osservazione e piloti di trasporto aereo lo hanno ricevuto per cinque sortite, i piloti di caccia lo hanno ricevuto per dieci sortite e singoli piloti o membri dell'equipaggio aereo hanno ricevuto un premio per aereo nemico abbattuto. Altrove nel Pacifico e nel China Burma India Theatre, i piloti e gli equipaggi hanno sorvolato principalmente uno spazio aereo incontrollato o conteso per lunghe ore e sono state incontrate difese aeree più leggere, quindi sono stati utilizzati criteri molto più elevati. Le pattuglie antisommergibile degli Stati Uniti potrebbero qualificarsi per la medaglia se un aviatore registrasse 200 ore di volo. [9]

Air Force (1947-oggi) Modifica

L'Air Medal può essere assegnata per riconoscere singoli atti di merito o galanteria in combattimento o per servizio meritorio in una zona di combattimento. L'assegnazione dell'Air Medal ha principalmente lo scopo di riconoscere il personale che si trova nell'attuale stato di volo di membro dell'equipaggio o non membro dell'equipaggio che richiede loro di partecipare a voli aerei su base regolare e frequente nell'esercizio delle loro funzioni primarie. Tuttavia, può essere assegnato anche a determinate altre persone i cui compiti di combattimento richiedono voli regolari e frequenti in uno stato diverso da quello di passeggero, o persone che svolgono un atto particolarmente degno di nota mentre svolgono la funzione di membro dell'equipaggio ma che non sono in stato di volo. Questi individui devono dare un contributo riconoscibile alla missione operativa di combattimento terrestre o alla missione dell'aeromobile in volo. [10]

Esempi di personale i cui compiti di combattimento richiedono loro di volare includono quelli negli elementi di attacco di unità coinvolte in assalti aria-terra contro un nemico armato e quelli direttamente coinvolti nel comando e controllo aereo delle operazioni di combattimento. Esempi potrebbero essere il trasporto che esegue il supporto Medevac "Dustoff" o le operazioni di rifornimento, o gli aerei coinvolti nella ricognizione sullo spazio aereo ostile. I premi non verranno assegnati a individui che utilizzano il trasporto aereo esclusivamente allo scopo di spostarsi da un punto all'altro in una zona di combattimento.

L'esercito può assegnare la medaglia aerea per il servizio in tempo di pace, ma l'autorità di approvazione è da parte di ufficiali di grado generale a livello di gruppo o brigata o superiore. L'Air Force non assegna l'Air Medal per attività operative e voli sostenuti in tempo di pace. Il servizio meritorio non in combattimento viene invece insignito della Medaglia al successo aereo, istituita nel 1988.

Dispositivi a nastro Modifica

  • L'Air Force utilizza la designazione della sortita dell'aeromobile come strumento, ma utilizza Oak Leaf Clusters piuttosto che Strike / Flight Numbers per indicare ulteriori premi. I record di gestione dei voli individuali di un membro elencheranno le sortite idonee per il premio. Queste sortite sono designate Combattimento, Supporto al Combattimento o Operativo (Difesa Aerea Attiva o Ricognizione Ostile). Conta solo la prima uscita della giornata. Gli equipaggi degli aerei armati richiedono dieci sortite per ogni premio, mentre tutti gli altri richiedono venti sortite.
  • Il Segretario dell'Aeronautica degli Stati Uniti ha approvato il dispositivo "V" per le medaglie aeree conferite per l'eroismo in combattimento a partire dal 21 ottobre 2004. Questo vale per tutti i membri dell'Aeronautica (Active Duty, Air Force Reserve, Air National Guard), pensionati, e veterani. Il dispositivo "V" non è autorizzato per l'uso sulla medaglia per una data precedente.

US Air Force Modifica

L'Air Force degli Stati Uniti non utilizza dispositivi numerici sull'Air Medal. I riconoscimenti successivi sono annotati con i tradizionali grappoli di foglie di quercia (o OLC). I membri arruolati ricevono anche tre punti per la promozione per premio.

Ogni nastro porta un massimo di quattro OLC, il nastro indica il primo premio, un OLC di bronzo equivale a un premio aggiuntivo e un OLC d'argento rappresenta cinque premi aggiuntivi. Se c'erano più di quattro dispositivi OLC assegnati (come il 10°, 14°, 15°, 18°, 19° e 20° premio), venivano emessi nastri aggiuntivi per l'Air Medal per indossare gli OLC extra (sebbene sia stata assegnata una sola Air Medal). Molte medaglie aeree venivano solitamente guadagnate da equipaggi con lunghi tempi di volo e lunghi record di servizio meritorio, come durante la seconda guerra mondiale o in Corea.

L'assegnazione della medaglia è talvolta indicata sulla lapide di un membro con l'abbreviazione "AM" seguita da una e commerciale e dal numero di grappoli di foglie di quercia o "OLC". Ad esempio, "AM&5 OLC" significa Air Medal e cinque gruppi di foglie di quercia.

Esercito degli Stati Uniti Modifica

Medaglia aerea [Esercito] (1947–1968) Modifica

L'esercito degli Stati Uniti ha utilizzato gli stessi criteri dell'aeronautica. I grappoli di foglie di quercia sono stati assegnati sul nastro dell'Air Medal per ulteriori premi: OLC di bronzo per ogni premio aggiuntivo e OLC d'argento per ogni cinque premi aggiuntivi. Nastri extra venivano indossati per contenere OLC extra se il destinatario aveva guadagnato più di quattro OLC.

È stato accreditato un premio per ogni 25 ore di voli di combattimento d'assalto (qualsiasi volo in cui l'aeromobile è stato direttamente coinvolto in combattimento), 50 ore di voli di supporto al combattimento (ricognizione visiva o rifornimento) o 100 ore di voli di servizio non di combattimento (amministrativo o voli VIP). Le ore di volo sono state calcolate in blocchi di sei minuti.

Nel 1968 i numeri hanno sostituito i grappoli di foglie di quercia per semplificarne l'esposizione.

Air Medal [Esercito] (1968-2006) Modifica

Durante la guerra del Vietnam, l'esercito degli Stati Uniti ha assegnato la medaglia aerea al maresciallo o ai piloti incaricati e all'equipaggio arruolato per il tempo di volo effettivo (sono stati premiati anche le truppe di fanteria che hanno volato in missioni di assalto di combattimento). Questo è diventato un incubo burocratico da registrare correttamente a causa del breve tempo di volo dei tipici voli in elicottero. Successivamente, è stata creata una conversione equivalente di "ore di volo" e uno standard di premio è stato stabilito dai singoli comandi. Questo alla fine è stato standardizzato in teatro a un premio per ogni 24 "ore di volo" registrate. [11] Un tempo stabilito semplificato è stato assegnato a seconda del tipo di missione, indipendentemente dal tempo di volo effettivo. [11] I voli amministrativi o VIP sono contati per un quarto d'ora, i compiti regolari (come la ricognizione visiva o il rifornimento) sono contati per mezz'ora e i compiti pericolosi (assalti o estrazioni di combattimento) sono contati per un'ora. I piloti e l'equipaggio di volo potrebbero registrare oltre 1.000 "ore di volo" all'anno e guadagnare un numero 40 o superiore sul loro nastro Air Medal.

Il sistema "score card" è stato mantenuto dopo la guerra. Questo è stato cambiato l'11 dicembre 2006, in un premio per ogni sei mesi di servizio meritorio invece del numero di ore di volo.

Air Medal [Esercito] (2006-oggi) Modifica

Attualmente (come da AR 600-8-22 [11 dicembre 2006]) [12] la medaglia può essere assegnata per ogni sei mesi di servizio meritorio. Il destinatario deve svolgere compiti relativi al volo mentre presta servizio in una zona di combattimento. Il numero di ore di volo registrate non è più un criterio. Il soldato deve essere assegnato come equipaggio di volo con stato di volo (cioè come pilota, navigatore o mitragliere). I soldati senza stato di volo possono essere idonei se aiutano con un attacco aereo durante il trasporto generale (ad es. come mitragliere), servono come controllori di combattimento (ad es. come Pathfinder o Forward Air Controller) o il comandante di combattimento di un aereo o operazioni terrestri a livello di Gruppo o Brigata o inferiore. I soldati trasportati per via aerea come passeggeri non hanno diritto al premio per il servizio meritorio, ma possono essere idonei per il premio al merito.

Dispositivi a nastro Modifica

  • I successivi riconoscimenti della Air Medal sono indicati nell'esercito degli Stati Uniti da dispositivi numerici visualizzati sulla medaglia e sul nastro. L'esercito originariamente usava grappoli di foglie di quercia per indicare ulteriori riconoscimenti. Tuttavia, questo è stato cambiato in dispositivi numerici nel settembre 1968, durante la guerra del Vietnam, quando il numero di medaglie aeree assegnate è diventato troppo grande per essere annotato su un singolo nastro.
  • Dal 29 febbraio 1964, la medaglia può essere assegnata con un dispositivo a "V" per un atto di eroismo contro un nemico armato inferiore ai criteri per la Distinguished Flying Cross.

US Navy/US Marine Corps Modifica

La Marina degli Stati Uniti e il Corpo dei Marines degli Stati Uniti hanno due tipi di premi Air Medal: "Individual" per singoli atti meritori e "Strike/Flight" per la partecipazione a operazioni di volo aereo sostenute.

Dispositivi a nastro Modifica

  • A partire dal 27 settembre 2006, i dispositivi numerici d'oro vengono utilizzati per indicare il numero di medaglie aeree "individuali". (Questo è un ritorno allo standard utilizzato prima del 22 novembre 1989.)
  • I numeri Bronze Strike/Flight indicano il numero totale di premi Strike/Flight. Le sortite sono missioni o operazioni sostenute che coinvolgono aerei, come: consegnare ordigni contro il nemico, atterrare o evacuare il personale in un assalto, o in cui il personale è impegnato in operazioni di ricerca e soccorso. Gli scioperi sono sortite di combattimento che incontrano l'opposizione nemica. I voli sono sortite di combattimento che non incontrano opposizione nemica.

Gli ufficiali di grado di Capitano (USN) o Colonnello (USMC) e superiori non sono idonei per l'assegnazione della Medaglia Aerea su base Sciopero/Volo a meno che le sortite che effettuano non siano richieste nell'esercizio delle loro normali funzioni.

  • Dal 5 aprile 1974 il Combattimento "V" può essere autorizzato per premi per eroismo o azione meritoria in conflitto con un nemico armato.

Dispositivi a nastro (1989-2006) Modifica

I numeri Bronze Strike/Flight indicavano il numero di premi Strike/Flight. Sono autorizzati per operazioni in territorio ostile o conteso e contano il numero totale di Assalti (operazioni che hanno affrontato l'opposizione nemica) e Voli (operazioni che non hanno incontrato l'opposizione nemica) sommati.

Guardia Costiera degli Stati Uniti Modifica

Il Comandante della Guardia Costiera degli Stati Uniti può assegnare l'Air Medal a qualsiasi persona delle Forze Armate degli Stati Uniti che si distingua per risultati eroici o meritori durante la partecipazione al volo aereo. [13]

La Guardia Costiera assegna la "Individual" Air Medal ma non lo Strike/Flight Award.

Dispositivi a nastro Modifica

  • Oro e argento
  • Le stelle da 5 ⁄ 16 pollici possono essere indossate per indicare ulteriori premi Air Medal. La stella d'oro indica i premi dal secondo al quinto dell'Air Medal. può essere autorizzato per l'usura se il premio è per l'esecuzione di un atto eroico o atti mentre si esegue direttamente in conflitto o combattimento con un nemico armato. [13]

Pattuglia aerea civile Modifica

Durante la seconda guerra mondiale, l'Air Medal è stata assegnata anche ai membri della Civil Air Patrol che hanno partecipato al programma di pattugliamento antisommergibile della PAC. [14] Questo non fu reso pubblico all'epoca, dal momento che il governo federale non voleva ammettere che stava armando aerei civili.

Il disegno della medaglia è prescritto dalla legge.

  1. 1 ⁄ 8 pollici Blu oltremare 67118
  2. pollici Golden Orange 67109
  3. centro
  4. 5 ⁄ 8 pollici Blu oltremare
  5. ¼ pollice Golden Orange e
  6. Blu oltremare da 1 ⁄ 8 pollici.

Componenti: I seguenti sono componenti autorizzati dell'Air Medal e le specifiche applicabili per ciascuno:

  • un. Decorazione (misura normale): MIL-D-3943/23. NSN per il set di decorazioni è 8455-00-269-5747. Per medaglia sostitutiva NSN 8455-00-246-3837.
  • B. Decorazione (misura in miniatura): MIL-D-3943/23. NSN 8455-00-996-5002.
  • C. Nastro: MIL-R-11589/7. NSN 8455-00-252-9963.
  • D. Bottone per bavero: MIL-L-11484/17. NSN 8455-00-257-4308.

Progettista: Walker Hancock. Hancock aveva gareggiato per il design della medaglia da civile, ma prima dell'assegnazione del concorso era stato arruolato nell'esercito. [5]


Che tu sia un destinatario DFC o che stia semplicemente navigando per saperne di più sulla nostra ricca storia, ci auguriamo che il nostro sito ti piaccia.

La Distinguished Flying Cross (DFC) è il più alto riconoscimento della nostra nazione per straordinari risultati aerei. Come decorazione al valore, è al quarto posto in ordine di precedenza e viene assegnato ai destinatari per l'eroismo durante la partecipazione a un volo aereo. La medaglia Distinguished Flying Cross è stata istituita da un atto del Congresso il 2 luglio 1926 e le prime citazioni Distinguished Flying Cross sono state presentate ai piloti Pan American Good Will Flight il 2 maggio 1927 dal presidente Calvin Coolidge. Il presidente Coolidge consegnò anche la prima medaglia Distinguished Flying Cross, l'11 giugno 1927, all'allora capitano Charles A. Lindbergh della Army Air Corps Reserve, per il suo volo in solitario di 33 ore e mezza e 3600 miglia legali.

La stessa Distinguished Flying Cross Society (DFCS) è stata fondata nel 1994, come organizzazione no profit di veterani di guerra 501 (c) (19), con sede a San Diego, in California, ed è composto da quegli uomini e quelle donne che hanno ricevuto la Distinguished Flying Cross. La Società conta attualmente più di 7.000 membri ed è stata fondata sulla fraternità e l'amicizia tra i volantini militari. Tutti i membri beneficiari del DFCS sono elencati in perpetuo nel nostro "Honor Roll". Lindbergh, il "Aquila solitaria", in quanto è presente anche un membro legacy del DFCS.

Ospitiamo Riunioni biennali in luoghi convenienti, di interesse per i membri DFCS e le loro persone significative, in tutta la nazione. Questi eventi di tre giorni si basano sullo spirito di cameratismo tra coetanei, forniscono un programma stimolante di interesse per tutti e consentono di conoscere le gesta dei compagni aviatori. La nostra riunione più recente è stata dal 15 al 19 settembre 2019 a Dayton, Ohio, con il tema “Celebrando 100 anni di potere aereo americano. È stata la migliore Reunion di sempre e sono stato contento di vedere molti dei nostri membri e le loro famiglie godersi il cameratismo di vecchi e nuovi amici.

I capitoli DFCS si trovano in tutto il paese e offrono nuove amicizie, eventi e programmi stimolanti e il beneficio di esperienze condivise.

A livello nazionale, forniamo l'ombrello organizzativo generale per i nostri membri e per i capitoli. abbiamo pubblicato Sulle ali eroiche: Storie della illustre croce volante”, con la Prefazione scritta dal Presidente George H. W. Bush e l'Introduzione scritta dal Capitano Jim Lovell, entrambi destinatari e membri. Il libro si basa su resoconti di storia orale, citazioni di Distinguished Flying Cross e altra documentazione di fonte primaria associata. Il libro è disponibile su questo sito Web (e su Amazon) per tutti, mentre altri cimeli DFCS sono disponibili per i membri DFCS. [Leggi la BIO - clicca QUI]


Cerco illustre croce volante con grappoli e medaglia aerea per il sergente Joseph D. Heleman

Cerco informazioni sulle medaglie assegnate al mio prozio Sgt. Joseph D Heleman di Abilene, Taylor County, Texas durante la seconda guerra mondiale con l'Army Air Corps. Ha ricevuto l'Air Medal e la Distinguished Flying Cross with Clusters. Era un capocannoniere su un B-24 e so che era di base in Italia per parte dei suoi incarichi. Ho la sua medaglia aerea. Ma non so nulla di più sulla storia dell'assegnazione, quando, ecc. Non sono riuscito a trovare nulla online oltre agli articoli di giornale che affermano che è stato premiato con quelle medaglie. Morì con suo fratello mentre entrambi erano in licenza in un incidente motociclistico nella contea di Taylor, in Texas, per visitare la madre. Apprezzalo.

Re: Cerco croce volante distinta con grappoli e medaglia aerea per il sergente Joseph D. Heleman

Il DFC in genere non dava una narrazione come una stella d'argento o una stella di bronzo. In genere, tutto ciò che veniva mostrato per una narrazione era mostrare che l'unità o il gruppo ha volato una certa quantità di missioni all'interno del territorio nemico. Tuttavia è stato in grado di ottenere la sua carta premio per tutte le medaglie aeree. Vedi sotto, se richiedi il suo file militare completo potresti trovare qualcosa nel suo file più sostanziale relativo alla DFC. Potresti provare a contattare l'organizzazione del gruppo 15th AF WWII. A volte hanno storici che possono offrire assistenza.

Re: Cerco croce volante distinta con grappoli e medaglia aerea per il sergente Joseph D. Heleman

Grazie mille, signor Schneider! Questo è più di quanto mi aspettassi. Contatterò anche l'organizzazione a cui hai fatto riferimento. Molto obbligato.

Re: Cerco croce volante distinta con grappoli e medaglia aerea per il sergente Joseph D. Heleman
Jason Atkinson 14.07.2020 9:38 (in vista di Don Hill)

Grazie per aver pubblicato la tua richiesta su History Hub!

Abbiamo cercato nel Catalogo degli Archivi Nazionali e abbiamo individuato le Schede Premio, 1942 - 1963 nei Registri della National Archives and Records Administration (Record Group 64). In base alla disposizione dei registri, una carta Distinguished Flying Cross per una persona con il cognome Heleman dovrebbe essere nell'unità file Air Force Award Cards [Distinguished Flying Cross]: Heil, Charles - Hesson, Charles che è stata digitalizzata e è disponibile in linea. Ma non siamo riusciti a trovare l'immagine di una tale carta per il tuo prozio. Può darsi che l'articolo di giornale che hai trovato sia stato sbagliato, o che l'aeronautica militare degli Stati Uniti non sia riuscita inavvertitamente a creare una carta o che la carta sia stata smarrita prima che i documenti venissero scansionati.

Pertanto, ti suggeriamo di richiedere una copia del suo Fascicolo Ufficiale del Personale Militare (OMPF). Gli OMPF e i referti medici individuali per gli uomini arruolati dell'esercito degli Stati Uniti (incluso l'US Army Air Corps) che sono stati separati dal servizio dopo l'ottobre 1912 e prima del 1958 sono sotto la custodia del National Personnel Records Center della NARA a St. Louis. In molti casi in cui i registri del personale sono stati distrutti nell'incendio del 1973, la prova del servizio può essere fornita da altri documenti come rapporti del mattino, libri paga e ordini militari e verrà rilasciato un certificato di servizio militare. Si prega di compilare un modulo standard GSA 180 e inviarlo per posta al National Personnel Records Center di NARA, (Military Personnel Records), 1 Archives Drive, St. Louis, MO  63138-1002. Per ulteriori informazioni, vedere Fascicoli ufficiali del personale militare (OMPF), Richieste di documenti d'archivio .

Inoltre, i file del personale deceduto (IDPF) dell'aeronautica statunitense (incluso l'US Army Air Corps) dal 1940 al 1973 sono sotto la custodia dei National Archives at St. Louis, ATTN: RL-SL, P.O. Casella 38757, St. Louis, MO 63138-1002. Gli IDPF non furono colpiti dall'incendio del 1973. Si prega di contattare RL-SL via e-mail all'indirizzo [email protected] per informazioni su questi record.

I National Archives at College Park - Textual Reference (RDT2) hanno la custodia di copie su microfilm di documenti operativi relativi alle unità dell'aeronautica militare degli Stati Uniti.  Abbiamo cercato l'indice della storia dell'aeronautica per il microfilm e abbiamo individuato 35 record della 15th Air Force che includono ordini generali del 1944 e forse la citazione per le medaglie aeree del tuo prozio e i gruppi di foglie di quercia per la medaglia aerea. Si prega di leggere il breve Abstract per determinare a quali record si è interessati e fare clic sull'icona PDF specifica. Nell'elenco PDF, IRISREF è il numero della bobina di microfilm e annotare i numeri FRAME e FRAMELST per la posizione sulla bobina. Si prega di contattare RDT2 via e-mail all'indirizzo [email protected] e fornire tali informazioni.

A causa della pandemia di COVID-19 e in base alle linee guida ricevute dall'Office of Management and Budget (OMB), NARA ha adeguato le sue normali operazioni per bilanciare la necessità di completare il suo lavoro mission-critical, aderendo al contempo al distanziamento sociale raccomandato per il sicurezza del personale NARA. Come risultato di questa ridefinizione delle priorità delle attività, potresti riscontrare un ritardo nella ricezione di un riconoscimento iniziale e di una risposta sostanziale alla tua richiesta di riferimento da RL-SL e RDT2. Inoltre, il National Personnel Records Center sta evadendo solo richieste urgenti relative a veterani senzatetto, emergenze mediche e funerali che possono essere inviate via fax al 314-801-0764.  Vi ringraziamo per la vostra pazienza e non vediamo l'ora di riprendere le normali operazioni quando l'emergenza sanitaria è terminata.

Speriamo che questo sia utile. Buona fortuna con la tua ricerca sulla famiglia!

Re: Cerco croce volante distinta con grappoli e medaglia aerea per il sergente Joseph D. Heleman

Grazie, signor Atkinson. Ho inviato il GSA Standard Form 180 e l'ho spedito al National Personnel Records Center di NARA la scorsa settimana. Mio padre ha detto di aver visto la medaglia mentre faceva visita a sua nonna che l'aveva in suo possesso quando era ancora in vita durante la sua giovinezza. Tuttavia, quella generazione non sembra sapere cosa sia successo alla medaglia e chi potrebbe averla ereditata o se ancora in possesso. Mi interessa solo saperne di più e ottenere una documentazione cartacea o altro per scopi genealogici. Apprezzo i suggerimenti. Se il modulo 180 non funziona, proverò anche le altre strade. Molto obbligato!


L'International Group for Historic Aircraft Recovery (TIGHAR) postula che Earhart e Noonan abbiano virato fuori rotta dall'isola di Howland e siano invece atterrati a circa 350 miglia a sud-ovest sull'isola di Gardner, ora chiamata Nikumaroro, nella Repubblica di Kiribati. All'epoca l'isola era disabitata.

Una settimana dopo la scomparsa di Earhart, gli aerei della Marina sorvolarono l'isola. Hanno notato segni recenti di abitazione ma non hanno trovato prove di un aeroplano.

TIGHAR crede che Earhart e forse Noonan possano essere sopravvissuti per giorni o addirittura settimane sull'isola come naufraghi prima di morire lì. Dal 1988, diverse spedizioni TIGHAR sull'isola hanno scoperto manufatti e prove aneddotiche a sostegno di questa ipotesi.

Alcuni dei manufatti includono un pezzo di plexiglas che potrebbe provenire dalla finestra di Elettra, una scarpa da donna risalente agli anni '30, strumenti improvvisati, un vasetto di cosmetici da donna degli anni '30 e ossa che sembravano essere parte di un dito umano.


Lindbergh onorato

Sopra 11 giugno, 1927, Charles Lindbergh ricevette la prima Distinguished Flying Cross mai assegnata. Dal 1927, gli aviatori insigniti di questa medaglia hanno incluso i piloti della seconda guerra mondiale, il presidente George H. W. Bush, il senatore George McGovern e l'astronauta Virgil “Gus” Grissom, che ha volato in cento missioni durante la guerra di Corea.

Charles Lindbergh sul podio per motivi di Washington Monument durante il suo ricevimento in Washington, D.C.…. 11 giugno 1927. Collezione della National Photo Company. Divisione Stampe e Fotografie

Il volo in solitaria di Lindbergh attraverso l'Atlantico il 20-21 maggio 1927 ha fatto la storia dell'aeronautica. Il volo dell'aereo acrobatico diventato pilota di posta aerea è stato sottoscritto da un gruppo di uomini d'affari di St. Louis. Volando con il suo monoplano, Spirit of St. Louis, Lindbergh ha conquistato il premio di $ 25.000 offerto per il primo volo tra New York e Parigi.

“Lucky Lindy’s” arrivo a Parigi dopo trentatré ore e mezza di volo è stato celebrato su entrambe le sponde dell'Atlantico. Alla cerimonia di premiazione a Washington, DC, il presidente Calvin Coolidge ha osservato:

In una mattina di appena tre settimane fa, questo prodotto dell'America sano, serio, senza paura e coraggioso è salito in aria da Long Island in un monoplano battezzato "Lo spirito di St. Louis" in onore della sua casa e di quella dei suoi sostenitori. Non è stata un'avventura casuale. Dopo mesi di attenta preparazione, sostenuto da un carattere valoroso, guidato da una volontà invincibile e ispirato dall'immaginazione e dallo spirito dei suoi antenati vichinghi, questo ufficiale della riserva ha volato attraverso i pericolosi tratti del Nord Atlantico. Era solo. La sua destinazione era Parigi. Trentatré ore e trenta minuti dopo, la sera del secondo giorno, atterrò a destinazione sul campo di volo francese di Le Bourget. Aveva percorso oltre 3.600 miglia e stabilito un nuovo e notevole record. L'esecuzione del suo progetto è stata una perfetta esibizione d'arte.

Calvin Coolidge. “Indirizzo…Conferire al colonnello Charles A. Lindbergh la Distinguished Flying Cross,” Washington, D.C., 11 giugno 1927. [Washington, D.C.: U.S. Government Printing Office: 1927]. Prosperità e parsimonia: l'era Coolidge e l'economia dei consumatori, 1921-1929

Edificio dell'istituto Smithsonian. Spirito di St. Louis mostra… Theodor Horydczak, fotografo, ca. 1920-ca.1950. Collezione Horydczak. Divisione Stampe e Fotografie Col. Linbergh[sic] con sua madre e presidente e la sig.ra Calvin Coolidge… [Washington, D.C.] 12 giugno 1927. National Photo Company Collection. Divisione Stampe e Fotografie

Coolidge ha continuato a lodare l'assenza di autocelebrazione di Lindbergh, il [suo] rifiuto di essere commercializzato, che ha segnato la condotta di questo sincero e genuino esemplare di belle e nobili virtù.

Da Washington, Lindbergh si è recato a New York City dove è stato onorato con una parata di nastri ticker. Nei mesi successivi Lindbergh e il Spirito di St. Louis ha visitato ottantadue città in quarantotto stati. Hailed as a national hero, Lindbergh became an influential spokesperson for the emerging aviation industry.

Following his record-breaking flight, Lindbergh married Anne Spencer Morrow in 1929 she became a well-known author. Their life together was marked in its early years by the avid attention of the public and the press and by the notorious kidnapping and murder of their son, Charles Augustus Jr. in 1932.

Later in his life, Lindbergh was a consultant to commercial airline companies and became a wildlife conservationist. He worked for both the U.S. Department of Defense and the National Advisory Committee for Aeronautics. His Pulitzer Prize-winning book, Lo spirito di St. Louis (1953), describes his historic flight. Charles Lindbergh died on August 26, 1974. Lindbergh Day, Springfield, Vt., July 26, 1927. Hayes Bigelow, cAugust 1, 1927. Panoramic Photographs. Prints & Photographs Division


Contenuti

The son of lawyer Sydney Balmer and his wife Catherine ("Kittie"), John Balmer was born in Bendigo, Victoria, on 3 July 1910. [1] [2] He attended Scotch College before studying law at the University of Melbourne, [1] [3] where he was a resident of Trinity College, and rowed in the Second Eight. [4] In December 1932, he enlisted as an air cadet in the RAAF active reserve, known as the Citizen Air Force (CAF). [1] [5] Nicknamed "Sam", Balmer undertook flying instruction on the 1933 "B" (reservists) course conducted at RAAF Station Point Cook, Victoria, where his classmates included future group captain John Lerew. [6] Balmer qualified as a pilot and was commissioned in April 1933. [1] His first posting was to No. 1 Squadron, flying Westland Wapitis [7] he transferred from the CAF to the Permanent Air Force in November. [1]

Promoted to flight lieutenant, from July 1935 to November 1937 Balmer was assigned to No. 1 Flying Training School, Point Cook, as an instructor. He gained a reputation as a hard taskmaster, and on one occasion—according to RAAF folklore—parachuted from a training aircraft to give his student the proper motivation to make a solo landing, though at least one newspaper at the time reported that he had in fact fallen out. [1] [8] On 15 August 1938, Balmer was forced to crash land an Avro Anson near Whitfield, Victoria, after its wings iced up—one of a series of accidents that befell the type following its introduction to Australian service. [9] By mid-1939 he was instructing on Hawker Demon biplane fighters with No. 3 Squadron at RAAF Station Richmond, New South Wales. [10]

Parallel to his Air Force career, in the years leading up to the outbreak of World War II Balmer gained national attention as a long-distance motorist. Partnered by a fellow officer, he set a cross-country record of 65 hours and 10 minutes travelling from Perth, Western Australia, to Melbourne in December 1936. He and another driver followed this up with a record-breaking round-Australia journey in October–November 1938, completing their run in 23½ days, almost halving the previous best time. [1] [3]

South West Pacific Edit

When Australia declared war in September 1939, Flight Lieutenant Balmer was a member of No. 22 Squadron, which conducted coastal surveillance out of Richmond with Ansons and, later, CAC Wirraways. [7] [11] Promoted to squadron leader, he was posted to RAAF Station Darwin, Northern Territory, on 1 June 1940, becoming the inaugural commander of No. 13 Squadron, which had been "cannibalised" from the base's resident unit, No. 12 Squadron. Retaining its Wirraway flight, No. 12 Squadron gave up its two flights of Ansons to the new formation these were replaced later that month by more capable Lockheed Hudsons. [12] [13] From August 1940 until February 1941, No. 13 Squadron was responsible for patrolling the sea lanes off Australia's north coast. [14] On occasion, Balmer detected Japanese luggers that were illegally fishing in Australian waters and, according to Mark Johnston, overflew them at such a low altitude that "his Hudson's slipstream rocked the boats violently" and the crew "shook their fists" at him. [15] He was promoted to temporary wing commander in April. [1] The following month, No. 13 Squadron conducted familiarisation flights over the Dutch East Indies. [16] Balmer handed over command of the unit in August, and transferred to a liaison post at Headquarters RAAF Station Darwin. [16] [17]

In January 1942, Balmer briefly took charge of No. 7 Squadron, flying Hudsons on maritime patrol and convoy escort duties from RAAF Station Laverton, Victoria. [18] Two months later he assumed command of the first RAAF unit to operate Australian-built Bristol Beauforts, No. 100 Squadron. [12] [19] It was formed at Richmond using the number of a Royal Air Force (RAF) squadron that had been decimated in the Malayan Campaign. [19] [20] In tribute to its original incarnation, Balmer adopted the RAF unit's crest, which featured a skull-and-crossbones emblem and the motto Sarang Tebuan Jangan Dijolok (Malay for "Do not stir up a hornet's nest"). [21] No. 100 Squadron transferred to Mareeba in Far North Queensland on 22 May, after Balmer decided that a proposed base at Cairns was unsuitable owing to periodic flooding. [22] While his crews at Mareeba gained experience on maritime patrols, he travelled to Port Moresby, New Guinea, on 26 May to test the Beaufort in operational conditions as he came in to land he was fired upon by US anti-aircraft batteries, whose gunners had "never seen a Goddamn aircraft like that before", but escaped damage. [23]

Balmer was appointed an Officer of the Order of the British Empire in the King's Birthday Honours on 11 June 1942. [24] On 25 June he took five of No. 100 Squadron's Beauforts to Port Moresby, joining two other Beauforts that were already stationed there. [25] That night he led five aircraft from his squadron on their first bombing mission, against a Japanese ship reported in the Huon Gulf near Lae. Despite finding his bomb release gear faulty, necessitating three low-level attack runs in the face of increasingly heavy anti-aircraft fire, Balmer managed to score two hits, while his companions also successfully bombed the vessel. The ship appeared to be on fire and sinking, and the squadron received credit for its destruction at the time, but later investigation could not confirm its loss. [19] The unit withdrew to Laverton for training and patrol work during July and August, before moving to Milne Bay to again take part in the New Guinea campaign. [26] On 7 September 1942, Balmer commanded a combined force of P-40 Kittyhawks from Nos. 75 and 76 Squadrons, Bristol Beaufighters from No. 30 Squadron, Hudsons from No. 6 Squadron, and his own No. 100 Squadron Beauforts in an assault on Japanese shipping near Milne Bay. It was the first time the Beauforts had been armed with torpedoes in combat, and they failed to score any hits. [27]

Beginning in October 1942, Nos. 6 and 100 Squadrons were given what the official history of the RAAF in World War II called the "huge task" of keeping open the sea lanes between Australia and New Guinea, while disrupting as best they could Japanese lines of communication and supply. The units kept up a punishing schedule of daily long-range reconnaissance and anti-submarine patrols, according to the official history, "practically without navigation aids, frequently through rain storms and heavy cloud" but, "supported by ground staffs as enduring as themselves, the crews maintained an almost inflexibly high standard and achieved considerable success". [28] On the night of 4/5 October, Balmer took ten of his Beauforts from Milne Bay on a far-ranging assault against Japanese ships in the vicinity of the Shortland Islands, near Bougainville. Two aircraft disappeared along the way in storms and the remainder became separated into two flights that nevertheless managed to rendezvous near the target. Seven of these launched their torpedoes against as many ships and the crews believed that four were accurate, but were unable to confirm any hits because of dwindling visibility. The 950-nautical-mile (1,760 km) mission was considered a failure but this was put down to problems with the torpedoes and not the aircrew. [28] Subsequent reports suggested that three ships had in fact been damaged. [26]

Balmer came down with malaria in November 1942, and went on three weeks sick leave the following month he returned to operations on 2 January 1943. [29] In March, during the Battle of the Bismarck Sea, No. 100 Squadron launched its last torpedo attack bad weather prevented all but two aircraft finding their targets, and no hits were registered. Towards the end of the month the unit dropped 17,000 pounds (7,700 kg) of bombs on Japanese installations in Salamaua. [26] [30]

Europe Edit

Balmer relinquished command of No. 100 Squadron in April 1943, and was posted from the South West Pacific to the European theatre that June. [1] [26] His planned secondment to the RAF was for two years. [31] Partly in an effort to bolster Australian aspirations to form a distinct RAAF group within RAF Bomber Command, in August he was appointed commanding officer of No. 467 Squadron, based at RAF Bottesford, Leicestershire. The squadron had been raised under Article XV of the Empire Air Training Scheme, and operated Avro Lancaster heavy bombers. [32] [33] Balmer led his unit in a costly raid on Nuremberg the night of 27/28 August, before attacking Hanover in September and October. [1] From its new base at RAF Waddington, Lincolnshire, Balmer then took No. 467 Squadron through the Battle of Berlin that commenced in November 1943 and continued until March 1944. [33] The statistical likelihood of surviving an operational tour of 30 missions in Bomber Command was never more than 50 per cent, and during the Battle of Berlin, loss rates were far higher. [34] No. 467 Squadron was the only Australian unit to take part in all sixteen heavy attacks against the German capital during the battle. [35] In the same period it also raided Frankfurt, Leipzig, Stettin, Stuttgart, Essen, and Augsburg. [36]

Following the Battle of Berlin, No. 467 Squadron began to concentrate on targets in France and Belgium as the Allied air campaign shifted focus from strategic bombing to destroying airfields and disrupting lines of communication prior to the invasion of the continent. On the night of 10/11 April, Balmer led not only his own unit but a total of 148 aircraft of No. 5 Group RAF in an assault on Toulouse, striking at an airfield, and aircraft and explosives factories. The bombing was highly accurate, and the Australians suffered no losses on the raid. [1] [37]

Considered a "dynamic" leader and a "brilliant" pilot, [1] [10] Balmer was decorated with the Distinguished Flying Cross (DFC) for "great skill and devotion to duty" during "a varied tour of operations" promulgated in the London Gazette on 18 April, the award citation further described him as "a most efficient squadron commander, whose keenness and zeal have set a fine example". [38] He also earned the respect of his crews with displays of empathy such as the occasion one of his young pilots, who had flown on 15 missions, refused to take off on his next sortie. Rather than take disciplinary action, Balmer allowed the man medical leave and sought out respite for him in the country, after which the pilot returned to active duty and completed his tour of operations. [7] From early April, No. 467 Squadron began playing a leading role in a series of attacks against railways, which continued into the following month. [39]

Balmer was promoted to temporary group captain on 4 May 1944. [1] On 10/11 May, his Lancasters took part in a raid on Lille, losing three of their number. In an effort to shore up the morale of his younger crews, Balmer decided to personally lead their next mission the following night, against a military camp at Bourg-Léopold (Leopoldsburg), Belgium. It was planned to be his last operation before going on to a more senior position. His aircraft failed to return from the raid, causing considerable shock to his unit. The next day, Balmer's place as commanding officer of No. 467 Squadron was taken by Wing Commander William Brill, previously a member of No. 463 Squadron RAAF, which was also based at Waddington. [40]

Initially posted as missing, Balmer and his crew were later confirmed to have died when their Lancaster crashed near Herenthout in provincial Antwerp after being attacked by a night fighter. Balmer was buried in Heverlee War Cemetery, outside Brussels. [41] The Mail giornaliera reported that he had accumulated almost 5,000 flying hours, and compared his place in the RAAF to that of Leonard Cheshire's in the RAF. [7] Aged 33, Balmer was unmarried at his death. [1] His DFC was presented to his mother Kittie by the Governor-General of Australia shortly after the end of the war. [2] Balmer's name appears at panel 110 of the Commemorative Area at the Australian War Memorial, Canberra. [2] [42]


Distinguished Flying Cross

1. Descrizione: A bronze cross patee on which is superimposed a four-bladed propeller, 1 11/16 inches in width. Five rays extended from the reentrant angles, forming a one-inch square. The medal is suspended from a rectangular shaped bar.

2. Ribbon: The ribbon is 1 3/8 inches wide and consists of the following stripes: 3/32 inch Ultramarine Blue 67118 9/64 inch White 67101 11/32 inch Ultramarine Blue 67118 3/64 inch White 67101 center stripe 3/32 inch Old Glory Red 67156 3/64 inch White 67101 11/32 inch Ultramarine Blue 67118 9/64 inch White 67101 3/32 inch Ultramarine Blue 67118.

3. Criteria: The Distinguished Flying Cross is awarded to any person who, while serving in any capacity with the Armed Forces of the United States, distinguishes himself by heroism or extraordinary achievement while participating in aerial flight. The performance of the act of heroism must be evidenced by voluntary action above and beyond the call of duty. The extraordinary achievement must have resulted in an accomplishment so exceptional and outstanding as to clearly set the individual apart from his comrades or from other persons in similar circumstances. Awards will be made only to recognize single acts of heroism or extraordinary achievement and will not be made in recognition of sustained operational activities against an armed enemy.

4. Componenti: The following are authorized components of the Distinguished Flying Cross:

un. Decoration (regular size): MIL-D-3943/15. NSN 8455-00-269-5748 for decoration set. NSN 8455-00-246-3826 for individual replacement medal.

B. Decoration (miniature size): MIL-D-3943/15. NSN 8455-00-996-5006.

C. Ribbon: MIL-R-11589/47. NSN 8455-00-252-9967.

D. Lapel Button (metal replica of ribbon): MIL-L-11484/11. NSN 8455-00-253-0807.

5. Sfondo: un. The Distinguished Flying Cross was established in the Air Corps Act (Act of Congress, 2 July 1926, Public Law No. 446, 69 th Congress). This act provided for award "to any person, while serving in any capacity with the Air Corps of the Army of the United States, including the National Guard and the Organized Reserves, or with the United States Navy, since the 6 th day of April 1917, has distinguished, or who, after the approval of this Act, distinguishes himself by heroism or extraordinary achievement while participating in an aerial flight."

B. Various designs from the U.S. Mint, commercial artists, and the Office of the Quartermaster General, were submitted to the Commission of Fine Arts and on 31 May 1927. The Commission approved a design submitted by Mr. Arthur E. Dubois and Miss Elizabeth Will.

C. Initial awards of the Distinguished Flying Cross were made to persons who made record breaking long distance and endurance flights and who set altitude records. The Secretary of War authorized the first Distinguished Flying Cross to Captain Charles A. Lindbergh in a letter dated 31 May 1927. With the support of the Secretary of War, the Wright Brothers retroactively received the Distinguished Flying Cross. This award required a special Act of Congress, since the law precluded award to civilians.

D. The current statutory requirements for award of the Distinguished Flying Cross to Army personnel is contained in Title 10, U.S.C., Section 3749 Section 6245 for Navy personnel and Section 8749 for Air Force personnel. Enlisted personnel may be entitled to a 10% increase in retired pay under Title 10, U.S.C., Section 3991, when credited with heroism equivalent to that required for the award of the Distinguished Service Cross.

e. Order of precedence and wear of decorations is contained in Army Regulation 670-1. Policy for awards, approving authority, supply, and issue of decorations is contained in Army Regulation 600-8-22.


Contenuti

The medal was established on 3 June 1918. It was the other ranks' equivalent to the Distinguished Flying Cross, which was awarded to commissioned officers and Warrant Officers, although the latter could also be awarded the DFM. The decoration ranked below the DFC in order of precedence, between the Military Medal and the Air Force Medal. Recipients of the Distinguished Flying Medal are entitled to use the post-nominal letters "DFM". [3]

Although announced in the London Gazette on 3 June 1918, [4] the actual Royal Warrants were not published in the London Gazette until 5 December 1919. [5]

In 1979 eligibility for a number of British awards, including the DFM, was extended to permit posthumous awards. [6] Until that time, only the Victoria Cross and a mention in dispatches could be awarded posthumously.

In 1993, the DFM was discontinued, as part of the review of the British honours system, which recommended removing distinctions of rank in respect of awards for bravery. Since then, the Distinguished Flying Cross, previously only open to Commissioned and Warrant Officers, can be awarded to personnel of all ranks. [2]

The DFM had also been awarded by Commonwealth countries but by the 1990s most, including Canada, Australia and New Zealand, had established their own honours systems and no longer recommended British honours. [7]

There were two categories of award, either "Immediate" or "Non-Immediate".

An "Immediate" award was one which was recommended by a senior officer, usually in respect of an act or acts of bravery or devotion to duty deemed to command immediate recognition. In such circumstances, the recommendation for the award was passed as quickly as possible through the laid down channels to obtain approval by the AOC-in-C of the appropriate Command to whom, from 1939, the power to grant immediate awards was designated by King George VI. [8]

An example of an "Immediate" award is that to Leslie Marsh, which was published in the London Gazette on 15 February 1944. [9]

  • 1482444 Sergeant Leslie MARSH, Royal Air Force Volunteer Reserve, No. 103 Squadron. "This airman was the mid-upper gunner of an aircraft detailed to attack Mannheim one night in September, 1943. When nearing the target area the aircraft was hit by machine gun fire from a fighter. The rear gunner was killed and Sergeant Marsh was wounded in the legs. Although in great pain Sergeant Marsh remained at his post. Coolly withholding his fire until the attacker came into close range he then delivered an accurate burst which caused the enemy aircraft to break away later it was seen to be on fire. On two occasions, more recently, his cool and determined work has played a good part in the success of the sortie. Sergeant Marsh is a model of efficiency and his example of courage and resolution has earned great praise."

"Non-Immediate" awards were made by the Monarch on the recommendation of the Air Ministry and were to reward devotion to duty sustained over a period of time. This category of award could be made at any time during an operational tour but, in a large number of instances, the award was given to recognise the successful completion of a full tour of operational flying. [10]

Between 1918 and 1993 a total of 6,967 medals, 64 second award bars and one third award bar were awarded. Over 95% of these awards were for service during the Second World War.

Durante Prima guerra mondiale, 104 Distinguished Flying Medals and two second award bars were awarded to British and Commonwealth servicemen, [11] with a further four honorary awards to foreign combatants, three Belgians and one French airman. [12] [13]

The first awards of the medal appeared in the London Gazette of 3 June 1918, where two recipients are listed. [14]

  • F/9689 Acting Air Mechanic W./T. Albert Edward Clark (of Woodford).
  • 113763 Serjeant John Charles Hagan (of Ulverston)

The first award of a bar to the Distinguished Flying Medal was announced in the London Gazette on 3 December 1918. It was awarded to Sergeant observer Arthur Newland, DFM who had been awarded the DFM on 21 September 1918. [15]

In the period between the World Wars, 41 awards of the DFM were made between 1920–29 and a further 39 between 1930–39, along with two second award bars. [3]

Durante Second World War, a total of 6,637 DFMs were awarded, with 60 second award bars. [16] A unique second bar, representing a third award, was awarded to Flight Sergeant Donald Ernest Kingaby on 7 November 1941. [17]

At least 170 Honorary DFM's and 2 Honorary bars (one of them to Josef Frantisek) were awarded to aircrew from non-Commonwealth countries. 39 were awarded to servicemen of the US, 66 Polish plus one bar, 33 French, 14 Czechoslovakian plus one bar, 7 Dutch, 6 Norwegian, 4 Russian and one Belgian. [18]

142 DFMs were earned between 1946 and 1993 when the award was discontinued. [19]

The DFM is an oval silver medal, 35 mm wide and with a height of 41 mm, with the following design: [3]


Guarda il video: Jai testé des expériences dangereuses


Commenti:

  1. Leopoldo

    la risposta più preziosa

  2. Langley

    Scusa, è lontano

  3. Sihr

    Considero che ti sbagli. Discutiamone. Scrivimi in PM, parleremo.

  4. Atmore

    C'è qualcosa in questo e penso che questa sia un'ottima idea. Sono d'accordo con te.

  5. Gajin

    mona guarda!!

  6. Edwyn

    Considero che ti sbagli. Posso dimostrarlo. Scrivimi in PM, parleremo.

  7. Dubhagain

    Non so se sia possibile dire qui e quello

  8. Gwernaeh

    Talento, non dirai nulla.



Scrivi un messaggio